domenica 24 maggio 2015

[Recensioni] Epic Resort

Scritto da Federico Latini

Disclaimer

Ho ricevuto questo titolo in regalo dalla Fever Games, mi sento in dovere di fargli una recensione, ma mi sento anche sufficientemente adulto da poter fare una recensione obiettiva, a voi la sentenza.

Intro
Con i tempi che corrono è molto difficile trovare un titolo per più di una volta, siamo talmente presi dal nuovo che a pochissimi giochi concediamo un bis, il titolo in questione ha ricevuto questo privilegio. Ho giocato tre volte ad Epic Resort, un gioco per 2-4 giocatori, edito in italia da Fever Games, di Ben Harkins, questo mi ha permesso di togliermi qualche dubbio che mi era sorto durante la prima partita e confermare qualche prima impressione positiva.

Epic Resort è un gioco nato da un Kickstarter e nazionalizzato dalla Fever Games, ha una grafica veramente molto accattivante, i giocatori vestono i panni dei gestori di un resort per piacevoli vacanze, se mi fermassi qui l’ambientazione sarebbe a dir poco noiosa, ma Epic Resort è ambientato in un mondo fantastico dove l'obiettivo è attrarre sia turisti qualsiasi, ma anche Eroi veri e propri in grado di portarci fama e gloria, e soprattutto di difenderci dai mostri che con regolarità e senza pietà invadono e devastano le nostre strutture.



ASPETTO
Il gioco è composto principalmente da token e carte di diverse dimesioni (dimensioni di magic e dixit per capirci), l’assenza di un vero e proprio tabellone non si sente perché tutte le carte sono elegantemente illustrate, anzi è proprio il fatto di usare carte valorizza il feeling complessivo del gioco che risulta piacevole alla vista ed facile da organizzare.

MECCANICHE
La meccanica base del gioco è tutta basata sul mazzo di carte che cambia durante la partita, il che lo pone nella categoria dei deck builder anche se Epic Resort è più un deck “evolver”, nel senso che il mazzo migliora sostituendo le carte base con le carte più potenti, le carte rappresentano veri e propri dipendenti i quali partono da essere dei Semplici tuttofare generici e inefficienti per poi si specializzarsi in varie altre figure in grado di rendere di più su determinate tipologie di attrazioni. Le attrazioni chiaramente si comprano con il denaro e il denaro si produce in base a quanti clienti abbiamo nel resort, maggiori sono i clienti, maggiore il denaro che faremo ogni turno. Di contro più il resort è pieno e meno sarà attraente e ci darà meno punti attrazione che sono la risorsa base per riuscire ad attrarre nuovi turisti ed eroi ogni turno.

Ogni turno i giocatori verranno messi di fronte a 3 scelte difficili:
  • in quale delle strutture vado a fornire maggior personale?
  • come utilizzo i soldi? per fare formazione ai miei dipendenti (upgrade delle carte) o migliorare una delle mie attrazioni?
  • come spendo la mia capacità attrattiva? attraggo un eroe o molti turisti comuni?
Infine ogni turno uno o più mostri potranno comparire e attaccare i vari resort, per farvi fronte possiamo usare le carte fannullone (letteralmente gli diamo da mangiare un dipendente fannullone) o utilizzeremo gli eroi per farci difendere. L'eroe però siccome è venuto in vacanza per rilassarsi chiaramente si stressa a combattere i mostri quindi si allontana dalla momento in cui saremo in grado di averlo soddisfatto pienamente e quindi ci ricompenserà con i famigerati punti vittoria a fine partita.

La partita finisce quando il mazzo dei mostri terminato e chi ha avuto migliori resort, ha soddisfatto la maggior quantità di eroi e quindi è riuscito ad offrire un servizio migliore sarà il vincitore.

IMPRESSIONI
Il gioco mi piace molto dal punto di vista delle meccaniche perché sono molto intuitive e ben amalgamate tra di loro, come in un vero resort dobbiamo gestire i nostri dipendenti ed attrarre in maniera più efficiente il maggior numero di turisti senza creare però troppo troppo baccano, altrimenti meno turisti verranno nelle stagioni successive, se a questo aggiungiamo il fine turno con i mostri che attaccano e vengono difesi dagli eroi fantasy il risultato è veramente piacevole. Ho goduto nel comprare attrazioni strane come la “Dracuzzi” o attrarre nelle mie strutture un chierico surfista, ho goduto un po meno quando un drago mi ha bruciato la spiaggia...

Se il gioco sicuramente è ben costruito mi azzardo però a dire che forse risente un pochettino del fatto che il designer è anche il fondatore della casa editrice del gioco (un “one-man show” insomma) ed ha fatto alcuni errori di design:
  • lunghezza del gioco: il gioco dura troppo per l’esperienza di gioco che a lungo andare risulta ripetitiva, fortunatamente questo tipo di problema può essere ovviato molto facilmente in quanto basta assottigliare il mazzo dei mostri o, se si vuole una versione del gioco un po' più easy, giocare solamente i primi due livelli dei mostri e non quelli del 3º livello. In questa maniera si riesce a contenere i tempi di gioco in un ora senza tradire è lo spirito del gioco nè il gameplay.
  • la meccanica dell’attrarre i mostri l’avrei fatta diversamente perché l'ho trovata un po' ripetitiva e anche facilmente prevedibile
  • avrei sicuramente cambiato la meccanica del primo giocatore che rischia di non dare variabilità al gioco lasciando spesso l’ordine di turno invariato, se ogni stagione il primo giocatore passasse a sinistra a mio parere il gioco ne gioverebbe.

La nazionalizzazione
Per quanto riguarda la traduzione in italiano, ovvero la nazionalizzazione di questo titolo, direi che i ragazzi della neonata Fever Games hanno assolutamente fatto un lavoro egregio già dal primo titolo, in primis per la chiarezza delle regole e per la fluidità di come scorrono, in secondo luogo o per l'impeccabile traduzione che viene fatta a sia nelle nelle carte che nei resort, quindi un in bocca al lupo a i ragazzi della Fever Games che hanno dato sicuramente prova di professionalità e mi aspetto che portino sul mercato italiano dei nuovi titoli interessanti proprio come questo Epic Resort.
Potete acquistare Epic Resort QUI


4 commenti:

  1. Sai che mi ha incuriosito molto questo titolo? Un po' mi ha ricordato Dungeon Bazar che è un titolo che stavo tenendo d'occhio ma non ho ancora provato, se per caso hai avuto modo di provarlo secondo te tra Dungeon Bazar e Epic resort qual è il migliore?

    RispondiElimina
  2. Ottima recensione...soprattutto obiettiva! :)

    RispondiElimina
  3. Dungeon bazar gli assomiglia molto; una gestione moderna adattato al mondo fantasy. Dungeon bazar l'ho trovato noioso e ripetitivo, venduto subito. Anche questo mi attirava ma da come scrivi devo aspettarmi la stessa minestra?

    RispondiElimina
  4. Non ho capito il ruolo del Tuttofare

    RispondiElimina