mercoledì 17 giugno 2015

[Kickstarter]…superare il milione di dollari in 3 giorni? Si può fare con Zombicide: Black Plague

scritto da Simone M.

La saga ludica Zombicide non conosce crisi, non conosce confini ed adesso è pronta a superare anche le barriere del tempo. In Black Plague (Peste Nera) i giocatori vestiranno i panni di personaggi fantasy impegnati a combattere contro un morbo di natura misteriosa (magica) che trasforma tutti i popolani in zombi famelici.
Formato che vince non si cambia, al massimo si “infiocchetta” con nuove miniature e plance in plastica ultra stilose per contenere le carte personaggio, l’equipaggiamento e tracciare l’aumento di livello dei sopravvissuti.
Il motore del gioco è sostanzialmente lo stesso: ci troviamo davanti ad un collaborativo d’esplorazione con sistema di combattimento dice-driven a scenari su mappa modulare. 
Per ogni scenario sono previste condizioni di vittoria ed obiettivi particolari.
Zombicide: Black Plague a pochissimi giorni dall’apertura della campagna Kickstarter ha già superato il milione di dollari (su un budget obiettivo di 125.000 dollari).
Quindi ogni commento sulla soglia di gradimento del progetto è assolutamente superfluo, almeno per quanto mi riguarda. Diamo un’occhiata ai componenti ed alle meccaniche dell’ultimissima fatica targata CoolMiniOrNot.


I – Il progetto…

Il gioco ricalca abbastanza pedissequamente l’originale.
Il gruppo di sopravvissuti, questa volta in cappa e spada, si troverà ad esplorare villaggi in decadenza in scenari claustrofobici e pieni di mostri da combattere.
Ciascun giocatore dovrà gestire un numero di azioni (3 di base) fra il consueto ventaglio di possibilità (movimento, cercare, attaccare, aprire le porte o spaccarle, raccogliere oggetti e scambiargli con gli altri sopravvisuuti) che cresceranno, sia nel numero che nell’efficacia, a  mano a mano che il personaggio aumenterà di livello.
Alcune azioni genereranno rumore ed i rumore, si sa, attira gli zombi.


Il meccanismo di generazione degli zombi resta il medesimo.
Dai vari punti di spawning compariranno, utilizzando le apposite carte, i soliti morti viventi e dei consueti (al netto di espansioni) tipi (deambulanti, corridori, grassoni e abomini) che si dirigeranno contro il nostro gruppo di eroi in base alla quantità di rumore generato. Il numero ed il tipo degli zombi viene determinato dal sopravvissuto con il livello d’esperienza più alto.
Dal video della partita demo contenuto nel kickstarter non si capisce se è stato risolto il bug della “mitosi” degli zombi. Ovvero se uno zombi non sa verso quale avversario dirigersi (lungo la linea di vista) si sdoppia in due miniature nemiche distinte.

Mentre risulta rivista e corretta, in maniera saggia, la regola sulle armi a distanza.
Nel core set originale se in una casella sono presenti sia zombi che sopravvissuti il primo bersaglio dell’attacco è sempre il sopravvissuto. In Zombicide la sequenza di priorità in un attacco con arma a distanza in un’area “affollata” è la seguente: sopravvissuti, deambulanti, abomini e/o grassoni ed infine corridori.
In Black Plague un compagno in traiettoria verrà colpito solo de il tiro di combattimento fallisce. Una soluzione, pratica, mutuata più dai GDR. Anche per il combattimento nulla di nuovo. La carta di ogni arma riporta il raggio d'azione, il numero di dadi da lanciare, il valore per considerare il bersaglio colpito ed i danni che infligge.
Vengono introdotti una serie di nuovi equipaggiamenti ovviamente più in linea con l’ambientazione come archi, spade, magli da guerra, asce e pugnali ai quali però si affiancano questa volta scudi ed armature.



Grazie agli scudi o alle armature, con un check di dado (indicato sulla carta equipaggiamento) il sopravvissuto potrà assorbire eventuali attacchi multipli.
Al posto delle molotov alcuni personaggi, avvezzi alle arti arcane, avranno in dotazione una serie di incantesimi offensivi dagli effetti, sicuramente, più spettacolari e di sostanza alchemiche, come la Dragon Bile, in grado di respingere con efficacia gli zombi più resistenti


Fra le frotte di nemici farà capolino anche uno special boss d’eccezione: un negromante che fungerà sia da punto sorgente per gli zombi ma anche da avversario (vivente) vero e proprio.
La plancia è modulare e verrà composta dalle relative tile in base allo scenario di riferimento.

Black Plague introduce un nuovo tipo di tile: i sotterranei a cui si accede distruggendo le apposite botole. Al loro interno, solitamente oggetti speciali che attendono di essere raccolti.
Strategicamente costituiranno anche dei punti dove rimanere ben nascosti poiché sono considerate locazioni di un altro livello della mappa.
Il kickstarter contempla già un’espansione Wulfsburg ambientata in uno sventurato villaggio infestato da abominevoli lupi mannari…non morti…i Wolfz (eh?!???!...ndr) che introduce anche gli "artefatti", oggetti magici speciali ed unici che potranno essere utili alla nostra crociata contro gli zombi.

II – Impressioni

Non sono un grandissimo estimatore della saga.
Le partite che ho giocato non mi hanno particolarmente titillato l’ippocampo.

Esteticamente appagante ma con lo 0,00001% di grassi aggiunti: poco profondo, poco strategico e con una serie di imperfezioni nel gameplay quasi imbarazzanti. 

Non me ne vogliano gli estimatori io impazzisco per “giochini” come Cadwallon: City of Thieves che di bug ne annovera una secchiata forse superiore.

Ma del resto chi sono io per sentenziare?
Zombicide è un blockbuster, è supportatissimo ed ha un copioso seguito di appassionati.
La ricerca del piacere è un tema che ha caratterizzato da sempre tutte le speculazioni filosofiche antiche e moderne.
Ameritrash che definirei una specie di cinepanettone horror-splatter da giocare con i neuroni al minimo regime. Ed il riferimento al cinema, di serie B, non è casuale.
L’ambientazione della serie “regolare” si ispira a produzioni del grande e piccolo schermo di genere come La Notte dei Morti Viventi (ndr), L'Alba dei Morti Viventi, Dal Tramonto all’Alba, World War Z o The Walking Dead.
Questo doppio filo con la celluloide emerge anche in Balck Plague e proprio nel kickstarter.
Scorrendo fra i vari “bonus” sbloccabili non vi sarà difficile distinguere alcune citazione nelle miniature degli eroi speciali come: Hitch, ispirato a Jereth di Labirynth oppure Falstaff, ispirato alla versione cinematografica di Dracula di Francis Ford Coppola oppure il due Troy&Evil Troy chiaramente mutuati dal personaggio di Ash ed il suo gemello malvagio nell’Armata delle Tenebre.
Altre piccole chicche sono costituite da due special pack di miniature disegnati per l’occasione dal fumettista inglese Carl Critchlow e dal “sommo” Adrian Smith degli Iron Maiden (LOL... scherzo riuscito... quindi qualcuno li legge fino in fondo gli articoli...grazie all'Accademia di Tolaria. Ecco il "vero" A. Smith).

L’ambientazione fantasy spopolerà?

Ma che domande mi faccio…

-- Le immagini sono tratte dalla pagina kickstarter dedicata al gioco. Tutti i diritti dei loghi e delle immagini appartengono alla CoolMiniOrNot e verranno rimosse su semplice richiesta ---

17 commenti:

  1. Pledgiato :)
    Ho rivenduto il predecessore moderno, ma in questo caso l'ambientazione per me più allettante e alcune rifiniture alle regole hanno avuto il sopravvento.

    RispondiElimina
  2. In realtà ha superato il milione di dollari in un solo giorno... Il che è ancora più impressionante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considerando che gli aggiornamenti su KS sono anche approssimati al netto di una fase di batch... potrebbero essere passate anche poche ore... (trauma,,,)

      io ho preso per buona la statistica del KS...:)

      Elimina
  3. Se il prossimo anno mi arriva tutto quello che dovrebbe arrivare (Conan, Zombicide BP, Dungeon Saga, HQ25AE) ho da giocare skirmish e dungeon crawler ameritrash per un anno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, non è brutto modo di morire!

      Elimina
    2. Davvero... ti invidio abbestia. Mi inviti per una partita? :)

      Elimina
    3. Avoglia. Se passi da La Spezia...

      Elimina
  4. Andrea Dell'Orco17 giugno 2015 12:34

    Non mi sono mai particolarmente affezionato a questa serie, la ho sempre trovata un po superficiale e noiosa.

    Nota a margine: nello stesso articolo un film come L'alba dei Morti Viventi e frasi come cinepanettone horror-splatter e cinema di serie B, non si possono proprio sentire.

    L'Alba Dei Morti Viventi è, a ragione, un capolavoro di un genio come George A.Romero e non ha nulla a che fare con serie B, cinepanettoni e compagnia cantante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok...però L'Alba dei Morti Viventi è di Zack Snyder. Romero ha fatto tanti film sugli zombi ma non questo ;)

      Elimina
    2. Andrea Dell'Orco17 giugno 2015 14:32

      Quell'abominio mi sono rifiutato di vederlo dopo 20 minuti di proiezione :D,

      L'unica Alba dei Morti Viventi (Dawn of the Dead) esistente è quella del '78 di Romero. Se non mi sbaglio in Italia lo hanno tradotto come Zombi, ma non lo so visto che ho il DVD inglese :)

      P.S. Se il creatore dell'articolo intendeva Snyder, non ho nulla da recriminare ;)

      Elimina
    3. Aaaaah, tu dici Dawn of the Dead del '78. Sì in ita era Zombi ed è il secondo film di Romero sui morti viventi. Gran film.

      Elimina
    4. Ho citato qualcuno di più recente ma
      il capolavoro assoluto è La Notte dei Morti viventi... e mi riferisco a quello in bianco e nero di Romero... credo del 68 o 70...

      Elimina
    5. Andrea Dell'Orco17 giugno 2015 16:19

      Confermo '68, i primi 3 sono uno ogni 10 anni esatti

      secondo me i due film si equivalgono, forse forse 1/4 di scalino piu su La notte, ma poprio di poco.

      Elimina
  5. "...e dal “sommo” Adrian Smith degli Iron Maiden."
    Stai scherzando ovviamente!!!!

    Questo il profilo di Adrian Smith "miniaturizzatore":
    http://zombicide.com/it/special-guest-boxes#SGB1

    RispondiElimina
  6. ...si è uno scherzo.... :)
    Ma non se n'è accorto nessuno... tranne te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh no dai, che fosse uno scherzo si era capito :D
      ...spero...

      Elimina
  7. ...grande Agz... ma mi aspettavo più spam... :)

    RispondiElimina