mercoledì 1 luglio 2015

Dungeon Guilds - Recensione

Scritto da Chrys.

Oggi nessuno si potrà lamentare che trattiamo solo classifiche o giochi di cui si è già parlato perchè andrò a proporvi addirittura un giochillo semi-sconosciuto della taiwanese Moaideas... Dungeon Guilds (3-6 giocatori, 20-30 minuti).

A questo punto vi chiederete "ma da dove è uscito fuori?"... questo gioco è parte del mio bottino della ultima Essen e chi mi conosce sa bene che ho un debole per manga e affini ed in particolare per i disegni "kawaii" e capirà perchè il gioco mi è praticamente saltato in mano già solo guardando l'immagine di copertina: potevo io resistere al fascino di un gruppo d'avventuriere puccettose?

Per mia fortuna il gioco si è anche rivelato un giochillo interessante il giusto, quindi eccomi a parlarvene.  ;)

NELLA SCATOLA
Una scatolina di cartone bella robusta di piccole dimensioni (11x16cm) contiene 42 carte formato normale (stanze e boss), 30 carte avventuriero in formato minieuro e un sacchetto pieno di token già defustellati (wow... che servizio) oltre al token per semplificare il turno di gioco.

Il materiale è ottimo, i token sono spessi 2 mm e solidi, le carte non sono telate ma comunque molto spesse di grammatura (tre carte fanno 1mm!!).

Chiude il tutto un sacchettino con 5 boss promo (ma penso fosse un esclusiva fiera) ed un manuale che è stato generosamente fatto in due lingue, taiwanese e inglese.^__^

MA IL GIOCO?
L'ambientazione è appena abbozzata, ma sebbene l'approccio si abbastanza leggero e caciarone a livello grafico, in realtà il gioco ha una sua base matematica e di ragionamento molto interessante. Vi basti sapere che in questo mondo fantasy vi sono dungeon da saccheggiare tanto ricchi quanto pericolosi: la vostra gilda non è ancora abbastanza esperta da affrontarli, ma forse unendo le forze con altre gilde...

La gilda delle sacerdotesse... forse la mia preferita..
Ciascun giocatore in fase di set-up riceve quindi una gilda composta da 5 avventurieri dello stesso colore. 
Ad ogni colore corrisponde anche un particolare tipo di gilda: elfe, maghette, sacerdotesse, guerriere, ecc... sebbene le 30 carte siano TUTTE diverse e carinissime, a livello di caratteristiche (forza in combattimento e costo delle cure) ogni giocatore ha lo stesso set, quindi da questo punto siamo in una situazione di assoluta simmetria. ^__^

Ogni partita è composta da tanti turni quanti sono i giocatori: ad ogni turno si prepara un dungeon mettendo in fila tante stanze (coperte) quanti sono i giocatori e a seguire il Boss del dungeon, che determina sostanzialmente alcune variazione alle regole base del gioco.

Eccovi i cinque colori e le 5 relative gilde... *__*
Le carte stanza posso essere di livello 1, 2 o 3 dove il tre è il livello più minaccioso. La carta stanza mostra un nemico, la sua forza ed il valore in monete del tesoro che si ottiene sconfiggendolo. Il retro (ricordate che sono a faccia in giù) riporta invece il livello di pericolosità della stanza un range di forza (min - max) e un range di bottino (min - max).

A questo punto ogni giocatore sceglie 2 dei suoi tre avventurieri da lasciare "a casa" ad occuparsi della gilda ricevendo tante monete quanto sarebbe stato il costo delle loro cure, e si può iniziare! A partire dal primo giocatore si agisce in senso orario, ed arrivati all'ultimo si rifà il giro al contrario.

Al proprio turno un giocatore può piazzare un avventuriero in una stanza del dungeon in cui ci sia spazio (ogni stanza contiene solo 2 avventurieri) oppure scalzare un altro avventuriero pagando delle monete (da 1 a 3) a banca e/o giocatore scalzato. Può anche sostituirne uno poprio avventuriero con un altro della mano. Se però gli avventurieri davanti ad una stanza hanno una forza combinata maggiore del valore massimo della carta, a quella stanza non si può più aggiungere/sostituire nessuno.


Risoluzione
Appena ogni stanza contiene 2 avventurieri la fase di pianificazione si interrompe subito e si risolve una stanza dopo l'altra della fila. Si gira la carta e si vede quale mostro c'è e la sua forza: se la forza sommata dei 2 avventurieri la supera il nemico è sconfitto e il bottino si divide in parti uguali (in caso di bottini dispari il più forte prende di più). Se invece il mostro è più forte vince, si scatena il panico nel dungeon... il turno finisce quindi immediatamente e tutte le stanze ancora non risolte si considerano fallite.

A questo pnto ogni giocatore paga alla banca le spese mediche (indicate in alto a destra nella carta avventuriero in questione) degli avventurieri associati a stanze fallite.

A questo punto il turno e finito e se ne inizia un altro: si prosegue finchè non si sono affrontati tanti dungeon quanti i giocatori al tavolo e a quel punto si contano i soldi: chi è più ricco vince.

PRIME IMPRESSIONI
Le regole sono molto semplici ed il gioco si impara in un attimo... altro discorso è la loro applicazione perchè le cose da valutare sono tante: ...in che stanza vado? ...quanto rischio? ...val la pena scalzare (costa monete, ma se vinco la stanza rende monete)? E così via...

A livello di grafica il gioco mi piace tantissimo... i personaggini tutti diversi sono splendidi, il tratto pulito e "cuccioloso"... dall'altra abbiamo dei mostri sempre in stile cartoon fatti con una grafica forse leggermente meno carina ma che richiama palesemente gli incontri di Eye of Beholder (grande videogioco...chi di voi lo ricorda?).

La durata del gioco di 20-30 minuti è assolutamente congrua ed il gioco rappresenta quindi un ottimo filler coi vantaggi di accomodare fino a 6 giocatori (!) e di occupare poco spazio al tavolo, e questo lo rende anche un buon gioco da spiaggia. ;)

La rigiocabilità è alta per via delle tantissime combinazioni e le partite sono diverse quanto basta.

La nota dolente secondo me è la scalabilità... la scatola dice 3-6 giocatori, ma a me in 3 giocatori sembra che non renda molto, e direi che inizia a brillare dai 4 giocatori in sù.

Fattore invece positivo è l'interazione... sia in termini di potenziali bastardate (ti aiuto, stai sereno... e poi cambio stanza o mi faccio dare il cambio dal novizio della gilda) che di mediazione tra i giocatori per far fronte comune (pur cercando il proprio vantaggio) perchè se fallisce una stanza l'esplorazione si arresta. Oppure a volte si posiziona come secondo avventuriero in una stanza la schiappa, non tanto per farla fallire quanto per farselo restituire quando te lo scalzano per sopravvivere, raccimolando qualche soldo. :D
Per gli stessi motivi forse chiede un gruppo spigliato e che non "porti tigna" se qualcuno fa la bastardata...

A livello di costo siamo sui 18-20 euro (ottimo) ma la cattiva notizia e che non so linkarvi un sito italiano da cui comprarlo: è chiaramente un prodotto di nicchia  e temo che tale resterà, ma spero che Egyp (o qualcun altro) faccia lo sforzo di trovarne qualche copia, perchè è un oggettino interessante da avere. :D

-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco,da BGG (scattate da Ender Wiggins) o dal sito della casa produttrice (Tasty Minstrel Games) alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

3 commenti:

  1. La grafica è davvero accattivante! Da lettore di manga capisco che l'acquisto è risultato automatico... meno male che almeno per ora non è ha portata di mano (e portafoglio )...

    RispondiElimina
  2. A me invece è proprio la grafica manga che non attira (e io sono un lettore di manga). Non so perché ma nei boardgame e videogiochi non mi piace. Preferisco uno stile più realistico o al massimo alla Krosmaster Arena.

    RispondiElimina
  3. Da lettore di manga ho sempre trovato il character design di Krosmaster una malriuscita imitazione dello stile superdeformed giapponese.

    RispondiElimina