lunedì 31 agosto 2015

[Maratona estiva] - Coin Age

scritto da F/\B!O P.

Comunicazione di servizio: anche se non sono riuscito a pubblicare un post nuovo ogni giorno, abbiamo cercato di portare avanti il nostro progetto estivo con impegno. A causa del fantacalcio e dei due giorni di celibato (ludico) di Gourdo, le ultime recensioni usciranno con circa una settimana di ritardo rispetto alla data della partita. Mancano un gioco di miniature, un party game, due filler, uno Spiel des Jahres e un astratto, oltre a quello di questo articolo.
Oggi abbiamo poco tempo, perché passo per casa soltanto mezz'ora tra la fine del lavoro e il ritrovo per l'asta del fantacalcio. Ci affidiamo a Coin Age, un print-and-play di Adam P. McIver (sue anche le illustrazioni) dalla durata di 15 minuti per 2 giocatori di età 8+. È stato protagonista nel 2013 di una campagna Kickstarter di grande successo, che ha raccolto $65.195 (sui 5.000 di obiettivo) grazie a più di 9mila sostenitori. Sempre nello stesso anno ha vinto il premio Golden Geek Best Print & Play Board Game.



IL GIOCO IN UNA FRASE
Dovete conquistare i territori sulla mappa avendo una manciata di monete come armate: per capire quali azioni potete fare (piazzare, spostare, catturare) nel vostro turno, prendetene una per tipo, scuotetele, schiaffatele sul tavolo e contate quelle della vostra fazione (testa o croce).

COMPONENTI
Basta 1 stampa solo fronte in formato A4 (regolamento e mappa). Dovrete aggiungere 4 monete da 1 centesimo, 3 da 2, 2 da 5 e una da 50 per ciascun giocatore. Chiaramente vanno bene anche altri tagli e divise, basta rispettare le quantità e le dimensioni relative.

COME SI GIOCA
Il regolamento (EN, IT) è davvero breve.
Un giocatore tira una moneta e assume il comando della fazione che esce: piazzerà le sue monete con quel lato in vista.
Il giocatore di turno prende una moneta per tipo tra quelle che non ha ancora piazzato sulla mappa, poi le agita nella propria mano e le schiaccia su un piano: in base a quante hanno la faccia visibile corrispondete alla sua fazione può compiere delle azioni. Sono opzionali e, se più d'una, eseguibili in qualsiasi ordine:
  • 0 corrispondenze, catturare e spostare;
  • 1 corrispondenza, piazzare 1 e spostare;
  • 2 corrispondenze, piazzare 2;
  • 3 corrispondenze, piazzare 2;
  • 4 corrispondenze, piazzare 2 o pagare 1 per piazzare 3.
Le azioni in dettaglio sono:
  • catturare (rimuovere una moneta dalla mappa e metterla nella propria riserva);
  • spostare (tutte le monete da un territorio ad uno confinante vuoto);
  • piazzare (una moneta che mostra la propria fazione in un territorio vuoto o su una qualunque moneta di diametro superiore);
  • pagare (spostare una propria moneta in gioco nella riserva avversaria).
La partita finisce appena un giocatore esaurisce la riserva o quando viene occupato l'ultimo territorio libero.
Si guadagnano punti vittoria in base:
  1. ai territori (la moneta in vista dà punti secondo il suo rango);
  2. alle regioni (chi controlla la maggioranza dei territori raddoppia i punti delle monete in quei territori);
  3. alla riserva (qualsiasi moneta dà 1 punto).

CONSIDERAZIONI
Come Mine, All Mine!, questo titolo non solo rientra nella categoria dei Giochi da zaino, ma addirittura in quella dei Giochi da tasca o da portafoglio. È geniale, innovativo, coerente e praticamente gratuito. È il print-and-play più facile da assemblare che conosca e non riesco a immaginare come si possa batterlo. Ci sta pure nella custodia dello smartphone ^_^
In tutto ciò, come per i prodotti Good Little Games (Pocket Imperium, The Empire Engine), questo è un altro esempio in cui le limitazioni stringenti favoriscono il fiorire delle meccaniche e risaltano il design del gioco.
Le monete di rango maggiore hanno un valore superiore in punti vittoria, però sono anche più indifese contro le monetine: a piazzarle troppo presto diventano facili prede, ad aspettare troppo rischiano di restare in mano.
Le azioni sono egregiamente bilanciate: a inizio partita, quando la mappa è vuota e si hanno tutte le tipologie di moneta disponibili, è più probabile che escano le combinazioni che permettono di piazzare; nelle fasi avanzate le percentuali si sposteranno verso muovere e catturare, rendendo il gioco quasi un rompicapo per massimizzare i propri punti e ostacolare l'avversario.
Nel proprio turno ci sono un sacco di scelte pesanti da compiere: dove devo piazzare le monete? quali poi? tutte quelle che mi sono permesse? è meglio mantenere l'assortimento delle tipologie o esaurirne un paio in fretta per sperare di catturare monete a destra e a manca? difendo la mia regione o insidio il nemico?
La rigiocabilità è data dalla schiaffata delle monete e dalle diverse mappe disponibili: nella campagna ce n'erano quattro (Original, Doubloon Lagoon, Frozen Assets e Volcoino), ma ne sono comparse parecchie modificate dai fan (da Il Signore degli Anelli al Doctor Who, da Conan il barbaro a Il Trono di Spade, dalla battaglia di El Alamein alla Scozia, ...).
D'altro canto il testa o croce implica fortuna, però se un giocatore ha la dea bendata dalla sue oltre ogni statistica, il gioco è così breve che si può subito avere la rivincita.
Lati negativi?
L'ambientazione, sebbene piacevole e ben resa graficamente, è appicicaticcia: in pratica questo è un astratto.

MIA MOGLIE DICE COSE
«La prima volta che abbiamo giocato la partita sarà durata due minuti. Ognuno metteva la sua moneta sul suo posticino e stop. Modalità "coltiva il tuo orto": abbiamo capito che così non andava. Infatti l'ultima è durata una ventina di minuti. Ogni mossa pensata e ripensata. Nemmeno per salvare il mondo staremmo così tanto a riflettere su una scelta. Giocare troppo stimola il cervello o complica solo il ragionamento? Chi lo sa. Tornando al gioco, piccolo e tattico. Carino.»

Se volete provarlo, potete scaricare il print-and-play da qui.

-- Alcune immagini sono tratte da BGG, i vari diritti appartengono ai rispettivi proprietari. Le immagini e le regole sono state riprodotte pensando possano essere una gradita forma di promozione. Verranno rimosse immediatamente su semplice richiesta. --

2 commenti:

  1. Unico vero difetto del gioco: risulta macchiavellico e casuale nel finale, dove invece spesso tutto si decide.
    Un peccato

    By Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudio puoi spiegare un po' il "casuale"?

      Elimina