venerdì 9 ottobre 2015

[Recensione] Outer Earth

scritto da F/\B!O P.

Bentrovati per la prima recensione post maratona: è passata qualche settimana, ma è stato giusto il tempo di ricevere e giocare adeguatamente un nuovo titolo... siamo tornati in pista! O forse sarebbe meglio dire in orbita ^_^
Quando, quasi un anno fa, ho letto nella pagina della campagna Kickstarter che questo gioco prendeva le mosse dal terraforming, non ho potuto non pensare a Star Trek II - L'ira di Khan e a Star Trek III - Alla ricerca di Spock. In realtà è proprio uno spunto, niente di particolarmente aderente o immersivo, ma ormai nello scorrere verso il basso avevo superato il punto di non ritorno. Il progetto di Paul Tseng ha raccolto un po' più della cifra obiettivo (26.763 CAD su 21.500) e così il game designer canadese ha potuto realizzare questo suo primo gioco di carte per 2-4 persone di età 13+ e dalla durata di 60 minuti.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

Il business dello sviluppo planetario è pieno di rischi e altamente competitivo. Il mercato planetario cambia continuamente e i giocatori devono spesso lottare per avere le stesse opportunità. Surclassate gli altri imprenditori con un'appropriata gestione delle risorse, con una pianificazione strategica e assumendovi dei rischi per diventare gli imprenditori planetari di maggior successo sulla Terra e oltre!


IL GIOCO IN UNA FRASE
I giocatori partecipano ad un'asta per l'ordine di turno, acquistano carte pianeta sul mercato, poi utilizzano i punti azione per pescare le carte sviluppo, costruire le strutture e vendere i loro pianeti: chi ha più punti quando si esauriscono i mazzi vince!

COMPONENTI
La scatola contiene il regolamento, 100 Carte Sviluppo, 40 Pianeti, 24 Super Strutture, 4 Coppie di Palette Offerta, il Tracciato Ordine di Turno, 4 Plance Giocatore e 16 Dadi Colorati.
I materiali colpiscono per la loro qualità: per fare un esempio la scatola è patinata, solidissima, compatta e l'incastro tra le due parti è così perfetto che se la alzate per il coperchio viene su tutta.


COME SI GIOCA
Lasciandovi come sempre ai regolamenti (EN, IT in fase di impaginazione) per una lettura più esaustiva, ecco come si svolge una partita.

Preparazione
A seconda del numero di giocatori e della durata desiderata si utilizzano un certo numero di Carte Pianeta e di Carte Super Struttura. Il Mercato Planetario è formato da tanti pianeti quanti sono i giocatori più uno. Le Carte Super Struttura vanno divise in tre mazzi di dimensioni omogenee con la prima carta scoperta. Ogni giocatore riceve 4 Carte Sviluppo, una coppia di Palette Offerta, 1 Plancia e 4 Dadi (3 di essi vanno piazzati sulla plancia giocatore con il valore impostato a 1 per Pescare, Costruire e Vendere).
Ogni round consiste in quattro fasi distinte.

1. Ordine di Turno
I giocatori si affrontano in un'asta per determinare l'ordine con cui sceglieranno i loro posti sul tracciato ordine di turno. Ciascun partecipante all'asta decide se restare (paletta verde) o uscire (paletta rossa) per il prossimo giro d'offerte. Chi resta deve pagare 1 carta sviluppo. L'asta procede in questo modo finché non rimane un unico offerente o finché tutti i partecipanti all'asta non girano la paletta rossa, causando un pareggio (risolto lanciando il quarto dado). Il primo giocatore sceglie per primo dove piazzare il suo dado, ovunque sul tracciato ordine di turno, poi è il secondo giocatore a scegliere e così via. Nella Fase 2 i giocatori eseguono il loro turno dal numero 1 al 4, nella Fase 3 al contrario.

2. Acquisto di pianeti
I giocatori possono comprare carte pianeta dal mercato planetario e metterle nella loro area di costruzione (alla sinistra della plancia giocatore) al costo di 1 carta sviluppo cadauna.
Le caratteristiche dei pianeti:
  • Percorsi di partenza: indicano quali carte sviluppo possono essere costruite per prime.
  • Implementazione minima: è il numero minimo di carte sviluppo che deve essere costruito prima che il pianeta possa essere venduto.
  • Modificatori dadi temporanei: i pianeti venduti vanno alla destra della plancia e quello in cima può fornire incrementi temporanei dei dadi (non si girano ma si sommano i valori).
  • Modificatore dadi: i pianeti venduti che presentano questa icona aumentano i valori dei dadi (si girano, +2 su un dado o +1 su due dadi).

3. Costruzione e vendita di pianeti
I giocatori spendono 3 punti azione per tre possibili azioni (anche ripetute):
  • Pescare carte sviluppo;
  • Costruire carte sviluppo sui pianeti nella loro area di costruzione, continuando il percorso di sviluppo della carta precedente;
  • Vendere pianeti.
I giocatori possono Pescare, Costruire o Vendere un numero di volte pari ai valori dei dadi mostrati sulle loro plance. Per esempio, se Pescare ha un valore del dado di 2, allora il giocatore può pescare due carte sviluppo.
Quando vendono un pianeta, i giocatori massimizzano i profitti se la sequenza degli sviluppi rossi-gialli-blu corrisponde ai requisiti di sviluppo di una carta super struttura, che sono di due diversi tipi: super strutture ordinate (la successione deve essere nello specifico continuo ordine indicato) e non ordinate (in qualunque posizione).

4. Manutenzione
  • Per ogni pianeta in più oltre il valore totale di vendita, il giocatore deve scartare 2 carte sviluppo dalla propria mano oppure scegliere uno dei propri pianeti, spostare tutte le carte sviluppo costruite su di esso nella pila degli scarti e mettere il pianeta nella pila dei profitti (sotto la plancia, -2PV a fine partita).
  • Scartate carte sviluppo fino al limite di 7 carte.
  • Infilate 1 carta sviluppo sotto a ciascun pianeta rimasto nel mercato planetario.
  • Riempite il mercato planetario.

L'ultimo round scatta quando il mazzo pianeti o due dei mazzi super strutture si esauriscono.
Ciascun giocatore calcola i suoi Punti Vittoria (PV).
Dalla pila dei profitti del giocatore:
  • Ogni carta sviluppo vale 1 PV.
  • Ogni carta super struttura aggiunge PV in base al suo valore in PV.
  • I pianeti che sono stati messi qui a causa della tassa pianeta valgono -2 PV.
Dal portafoglio pianeti del giocatore:
  • Ogni pianeta vale 2 PV
Pianeti in sviluppo (ancora nell'area di costruzione)
  • Ogni pianeta ancora in fase di sviluppo vale -2 PV. Le carte sviluppo costruite sulle carte pianeta non completate valgono 0 PV.
Il giocatore con più punti vittoria viene dichiarato lo sviluppatore planetario di maggior successo della galassia!

CONSIDERAZIONI
È più difficile da spiegare che da giocare. Belle e suggestive le illustrazioni. Molto azzeccate la plancia con lo scanso per posizionare i dadi e le carte pianeta con i modificatori temporanei allineati. Il fatto che le carte sviluppo servano come offerte all'asta, come moneta al mercato planetario e come migliorie per rendere i pianeti vendibili pone davanti a delle scelte molto interessanti. Per quanto riguarda questa modalità d'asta devo dire che evitare i rilanci palesi in favore delle palette nascoste rente il tutto più teso e tattico. Direttamente collegato a questo è l'ordine di turno che si capovolge da una fase all'altra: ok, ho vinto l'asta, ma ora è meglio che sia il primo a comprare o il primo a svolgere le azioni? Bisogna guardarsi attorno per vedere cosa stanno costruendo gli altri e quali super strutture ci sono a disposizione. È importante pianificare l'ordine con cui vendete i pianeti, in quanto solo la carta pianeta in cima fornisce vantaggi temporanei.
Un'altra cosa che apprezzo molto è la durata variabile: all'inizio della partita si può decidere il numero delle carte in base al tempo che si vuole giocare (breve 10 minuti a giocatore, lunga 20).
La scalabilità è molto buona, anche se l'asta da il meglio di sé in più giocatori.
La rigiocabilità è altissima, visto che non si usano tutte le carte nemmeno in una partita a 4. Le combinazioni dei pianeti in gioco, delle super strutture disponibili e di come si sceglie di modificare i dadi costringe ogni volta a cambiare strategie.
L'interazione spicca chiaramente nella fase d'asta, ma resta viva anche al mercato planetario e nella vendita dei pianeti per accaparrarsi le super strutture.
La fortuna sta nella pesca degli sviluppi, ma non la si può incolpare per le proprie sconfitte, visto che queste carte vengono utilizzate anche nei pagamenti e che bisogna acquistare i pianeti con i percorsi di partenza adatti alle carte che si hanno in mano.
Lati negativi?
L'ambientazione poteva essere quella di un idraulico che costruisce impianti o di un contadino che scava canali, per dirne due.

MIA MOGLIE DICE COSE
«Alla prima spiegazione mi è sembrato un gioco complicato. Prima l'asta, poi l'acquisto dei pianeti, poi le azioni. Per non parlare di quelle carte con le sequenze di colori da riprodurre per ottenere altri punti. Insomma, non collegavo le varie parti e non mi facevo un'idea d'insieme. Per fortuna, dopo aver completato il turno iniziale, ho unito tutto nel mio cervello e ho capito il senso. Non è affatto un gioco difficile, superata la prima impressione. Bisogna concentrarsi, decidere bene la propria strategia di volta in volta e sperare di non pescare carte schifose. Ci vuole anche un po' di buona sorte, ma il giocare non è trasportato dagli eventi. Mi è piaciuto.»

Per tornare su seguite questo collegamento.

Se volete provarlo, potete scaricare il print-and-play da qui.

-- Alcune immagini sono tratte da BGG, i vari diritti appartengono ai rispettivi proprietari. Le immagini e le regole sono state riprodotte pensando possano essere una gradita forma di promozione. Verranno rimosse immediatamente su semplice richiesta. --

7 commenti:

  1. Molto incuriosito da questo titolo, aspetto il regolamento in ITA e poi magari provo la versione scaricabile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena scritto all'ideatore chiedendo aggiornamenti, vediamo cosa mi risponde...

      Elimina
    2. Grazie aspetto tue news :)

      Elimina
  2. Grande Fabio, bel gioco e bella l'idea del link al paragrafo MMDC :)

    un saluto
    Davide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era risultato evidente, già durante l'impresa ma in particolare nei commenti al post delle considerazioni finali sulla maratona, che quasi tutti cominciate da là, quindi i collegamenti vai giù/torna su mi sono sembrati un giusto inserimento. L'altra novità è il voto con legenda, che chiarisce il mio giudizio complessivo.
      Se avete altri suggerimenti non fatevi problemi a scriverli, mi aiutano molto!

      Elimina
  3. Ho aggiornato il post con il link al regolamento IT.

    RispondiElimina