sabato 3 ottobre 2015

Recensioni Minute - (Anteprima) Culti e Culture

scritto da TeOoh!

Ho giocato a The Golden Ages numerose partite: è un gioco che mi ha davvero colpito per la linearità delle meccaniche, ma che forniscono comunque una buona sensazione di civilizzazione. Il tutto in una durata stimabile in un'ora circa.
Perciò, quando Luigi Ferrini mi ha proposto di dare una provatina veloce al prototipo questa estate... ho accettato di buonissimo grado!
Caspita, ha trovato il modo di legare una cosa totalmente nuova alle meccaniche esistenti con un semplice twist... mi piace già!
Ecco finalmente la veste grafica definitiva dell'espansione (non giocabile senza il base) Culti & Culture, per 2-5 giocatori, di Luigi Ferrini, durata 90-120 minuti.

La minutissima: l'azione Artista ora fornisce 3 PV oppure fa prendere un Capolavoro tra quelli esposti (forniscono punti e/o soldi). La tabella Cultura presenta 5 tracce, ciascuna con dei requisiti da soddisfare (conteggio monete, città fondate ecc). Avanzare di un passo su una traccia è un'azione gratuita e permette di prendere e piazzare nella propria area di gioco una carta Cultura. Esse sono di tipo: tecnologia, edificio, culto, capolavoro e governo.


In sostanza ci si trova di fronte ad un obbligo non scritto di eseguire almeno un'Azione cultura a turno. Le carte che essa fornisce sono troppo invitanti per lasciarle lì e... dopo averle provate, diventa anche chiaro perchè sembrino così invitanti. Prendere nella prima era 1 o 2 carte che incrementano di 1 i soldi quando si controlla un simbolo, oppure prendere una forma di governo che risparmia soldi durante le battaglie, può decisamente fare la differenza nell'economia del gioco e, a fine partita, potreste sbloccare anche una tecnologia da 12 in più.

Nota particolare al Culto: quando ne avete uno, ogni nuova città vi obbliga a piazzare un segnalino da tale Culto sulla mappa. Chiunque a fine partita controlla una regione con segnalini Culto, farà 1 PV. Contemporaneamente però, il Culto da cui avete prelevato il segnalino aumenterà di valore, per arrivare a quelli della quarta Era che possono fornire addirittura 15 PV totali! Si apre decisamente una sorta di Guerra Santa sia sulla mappa per accaparrarsi le regioni più prolifiche, sia attorno al tavolo per decidere se vale davvero la pena non gettarsi nel religioso!

Chiudo con il "Devo trovarci qualcosa": in questo caso segnalo che è fondamentale saper giocare a TGA base. Non tanto perchè siano complesse le regole, anzi, ma l'albero delle scelte diventa molto più ampio e le direzioni che con il base diventano subito chiare, qua potrebbero essere messe in dubbio. Inoltre, giocando bene, i vincoli della Cultura non saranno praticamente un problema da raggiungere e si trasformano solo in una scelta della tempistica con cui eseguire il passo. Insomma, potete giocarci, ma se è la vostra prima partita, la troverete troppo dispersiva.

Vi lascio quindi al video (materiali temporanei, grafica definitiva) e vi auguro buona giornata!


6 commenti:

  1. Ero in dubbio se prenderlo o meno (il gioco base mi piace molto, anche se non riesco mai a farlo).. ma la tua recensione mi ha convinto...

    RispondiElimina
  2. A me fa pensiero pensare che pare costi quanto il base... Ma alla fine è solo un espansione... Logica dei tempi moderni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qua è l'annosa questione di "cosa si paga". A guardare il materiale, direi che fondamentalmente è quanto il base: ci sono più mazzi di carte, due plance, segnalini.... se invece si ragiona con "si paga l'idea" allora a questo punto non se ne esce più, perchè dipende da quanto tu dai valore all'espansione di per sè, indipendentemente dal costo del gioco base.

      Elimina
    2. Sì, ma una volta le espansioni costavano di meno. Allora significa che adesso le "idee" che stanno alla base delle espansioni sono più valide di una volta? Naaa...ci stanno beatamente inchiappett...ando!

      Elimina
  3. Ma è già disponibile oppure la vedremo il prossimo mese dopo Lucca Comics?

    RispondiElimina
  4. Bella è bella, ma una espansione che costa quasi 40 euro (come il base, con cui si può giocare, mentre con l'espansione da sola no) non la comprerò mai. Me lo vieta la mia religione.

    RispondiElimina