lunedì 30 novembre 2015

[Reecensione] The Bloody Inn

scritto da Fabio (Pinco11)


Senti, caro, potremmo prenderci una settimana libera per un bel fly and drive in Francia, tutto così, estemporaneo e romantico, fermandoci a dormire dove troviamo, senza nemmeno prenotare: che dici?
Dico che sarebbe stata una splendida idea, cara, ma almeno prenotiamo, perché tra i posti dove passiamo c'é l'Ardece ed ho appena giocato a The Bloody Inn e l'idea di dormire in posti dei quali non si sa niente mi fa un po' paura ... :)

Eh, sì, il presupposto alla base di The Bloody Inn, gioco di carte ideato dall'esordiente Nicolas Robert ed edito da Pearl Games (per 1-4 giocatori, dipendente dalla lingua, contenendo scritte sulle carte, tempo medio circa 60', 14+ di età), il quale vi mette nei panni di loschi locandieri, i quali (nella Francia del 1831) hanno la brutta abitudine di uccidere alcuni dei propri malcapitati ospiti, per depredarli dei loro averi ... 
Una sorta di Psyco ante litteram, quindi, come tema e nel merito un gioco di carte con meccaniche di gestione delle stesse ed un pizzico di deck building.

domenica 29 novembre 2015

[Prova su strada] Una notte da lupi

scritto da Bernapapà

La dvGiochi quest'anno è uscita un con sacco di titoli, che hanno avuto il merito, come in questo caso, di localizare (con qualche variante), un gioco che sta riscuotendo un grande successo: One Night Ultimate Warewolf. Basandosi sulle meccaniche di quest'ultimo, in collaborazione con il suo autore Achihisa Okui, il nostro Domenico Di Giorgio lo ha reimplementato in quest'opera: Una notte da lupi, party-game per 3-10 giocatori, che vuole adattare le meccaniche di Lupus in tabula, riducendone drasticamente i tempi (si gioca con una sola votazione), ed eliminando la figura del narratore, che parteciperà al gioco a tutti gli effetti. Un ottimo lavoro grafico fatto dallo street artist PAO e materiali molto resistenti fanno da supporto a questo gioco dedicato a gruppi arcigni, cui piacciono le deduzioni, ma anche il bluff e se vogliamo le polemiche a vanvera. Se vi piace il genere e non masticate l'inglese, ecco quindi il gioco che fa per voi.

[Prova su strada] Mau Mau Vampiri

scritto da Bernapapà


Quando ero ragazzo, al campeggio avevo imparato questo gioco, Mau Mau da amici tedeschi: una sorta di quello che poi sarebbe stato il gioco UNO, che da noi ancora non era distribuito (almeno io non lo conoscevo negli anni settanta!). La dvGiochi ha deciso di localizzare una versione vampiresca precedentemente edita dalla Pegasus: MAU MAU Vampiri, ad opera di Peter Neugebauer, che, oltre al gioco "base", prevede la presenza di carte personaggio con poteri speciali con un po' di testo nelle carte (benvenuta localizzazione!). Stiamo quindi parlando di un gioco di carte, da 2 a 4 giocatori, a target decisamente famigliare, con regole semplici e partite veloci, tanto che, come in giochi del genere, è previsto di effettuare più mani stabilendo a priori un risultato in punti da raggiungere o di mani da effettuare. Un po' di pepe aggiunto a meccaniche collaudatissime. Il lavoro grafico è molto accattivante, dove il mondo dell'oltretomba è presentato con caratteristiche fumettistiche, adatto quindi a qualsiasi tipo di pubblico. 

sabato 28 novembre 2015

Recensioni Minute - Le prime 2 Espansioni di Drizzit: il gioco di carte.

scritto da TeOoh!

Mi era già capitato in passato di recensire espansioni di giochi (anche in tempi recenti). Comodo, semplice. Spiego le regole addizionali e via, poi mentre si parla scorrono i materiali. Direi molto più comodo che il gioco base.
Qua però è un po' diverso, perchè si tratta di un'espansione nel senso più vero del termine. In pratica è lo stesso gioco, ma ... che ti risulterà avere più roba!
Ho quindi deciso di sperimentare: mettere i materiali di entrambe le espansioni in un unico video e farne un qualcosa che fosse una sorta di unboxing con i commenti sul gameplay delle due espansioni combinate. Parlare solo delle regole addizionali avrebbe creato un video di tipo 2 minuti che probabilmente non vi avrebbe fatto capire nulla.
Vado quindi a presentarvi: Draghi, Spose e Coccole estreme e Lame premurose e pozioni misteriose! Rispettivamente le espansioni 1 & 2 di Drizzit: il gioco di Carte. Autori Andrea Chiarvesio e Luigi "Bigio" Cecchi, per 1-6 giocatori, edizioni Post Scriptum.

venerdì 27 novembre 2015

[nonsolograndi] Prendi il Cucciolo

scritto da
Simarillon (Davide)

Questa settimana Clementoni ritorna protagonista con Prendi il Cucciolo, simpatico gioco di fast catching che fa parte della linea Sapientino Baby e … udite udite si può giocare già dalla tenera età di due anni. In questo gioco, ideato da Francesco Berardi, le partite durano pochissimi minuti e il divertimento (per i piccoli giocatori) è assicurato. Se volete inizializzare i vostri bimbi al gioco in scatola sin da piccoli, anzi sin da molto piccoli … continuate nella lettura, Prendi il Cucciolo potrebbe essere una buona occasione.

giovedì 26 novembre 2015

[Recensione] K2

 scritto da Agzaroth

Per 1-5 partecipanti, 60 minuti di durata, K2 di Adam Kaluza ci trascina sulle vette della famosa “montagna degli italiani” alla guida di due scalatori. Percorsi difficili, in mezzo a una natura ostile, col pericolo di morire congelati. Vince chi sarà arrivato più in alto senza far crepare i suoi uomini, perché non conta solo il risultato, ma anche tornare indietro per raccontarlo. La meccanica è card driven su un tabellone a movimento punto-a-punto.

MATERIALI E GRAFICA
Molto curata la scatola con l'inserto e tutti i materiali nel complesso, di ottima qualità. Grafica funzionale e immediatamente comprensibile.

mercoledì 25 novembre 2015

[Riparliamone] Roll for the Galaxy

scritto da Simone M.


La prima cosa che mi viene in mente parlando di Roll for The Galaxy è come mai non sia stato ancora geolocalizzato. Sicuramente il titolo ha perso un po’ di appetibilità commerciale nel nostro paese poiché chi doveva comprarlo lo ha già, in bella mostra, sullo scaffale. 
Però, è fuor di dubbio, che abbia tutte le caratteristiche del best-seller.
Roll for the Galaxy, per chi non lo conoscesse, è un piazzamento lavoratori “dadosospin-off del più celebre  gioco di carte Race for the Galaxy.  
Il nostro Chrys ve ne aveva già dato un piccolo antipasto qui, ma mancava un articolo di dettaglio nel nostro ormai ricchissimo catalogo.
Roll e Race condividono l’ambientazione e l’autore ovvero (il geniale) Thomas Lehmann che lo progetta a quattro mani, nel 2014, con Wei-Hwa Huang (game designer e membro della nazionale americana di Puzzle) – ebbene si gli americani c’hanno pure la nazionale di Puzzle -.
Gioco per 2-5 giocatori, non proprio alle prime armi, che in 45 minuti circa si rincorreranno per il predominio sulla galassia: conquistando militarmente pianeti, producendo e vendendo merci e acquisendo antiche tecnologie aliene.

martedì 24 novembre 2015

GiocaTorino 2015 - Reportage

Scritto da Chrys.

Per chi vive a Torino o in Piemonte GiocaTorino è probabilmente l'evento ludico più importante dell'anno, più di qualunque Torino Comics o di qualunque altro evento locale. Se non ci siete mai stati l'unico modo in cui posso descriverlo è come una piccola modena, ma senza gli stand in cui si vende (è presente solo uno stand del negozio sponsor... da un paio d'anni è il Jolly Joker, un famoso Game Cafè di Torino).

Una massa di tavoli che si perde all'orizzonte divisi per colore tra ludoteca per il gioco libero (con camionate di dimostratori dalle tante associazioni locali), tornei della Boardgame League, giochi di ruolo, giochi di miniature e tavoli degli editori dove provare le novità.

G! come Giocare 2015 - Reportage

Scritta da Chrys.

Oggi è giornata di reportage... apro con un reportage di G! come Giocare 2015 e subito dopo pranzo troverete anche quello di GiocaTorino 2015. Caso vuole che cadano nello stesso week-end, ma si sa che noi quando si tratta di giochi facciamo miracoli! ^__^

Ammetto di non essere mai stato a G! come Giocare, nonostante siamo ormai all'VIII edizione un po' per la distanza e un po' per il fatto che cadeva quasi sempre in sovrapposizione con un evento ludico torinese, ma quest'anno l'organizzazione è stata così gentile da farci avere dei pass stampa, e mi sono fatto tentare. In più anche Dado (di Dado Critico) era curioso di vederla e quindi alla fine è scappata una macchinata molto ludica e molto caciarone con su me, Dado e il buon Viking. ^__^

Il primo impatto della fiera è notevole, con grossi e vistosi padiglioni che ricordano quasi quelli di Essen, e ben lontano dai soffocanti corridoi di Lucca ma anche dalla disposizione a corte tipica di modena con lo sterminio di tavoli in centro.

lunedì 23 novembre 2015

[Riscopriamoli] - I coloni di Catan

scritto da Signor Darcy


[Fabio] Introduco oggi la prima recensione che ci ha inviato un nuovo collaboratore, ossia il nostro lettore Stefano. A lui, così come faccio tradizionalmente con chi ci contatta per scrivere recensioni di titoli che ha giocato, va il mio benvenuto e la speranza è di leggerlo ancora su queste colonne virtuali, in modo tale da ampliare sempre più il coro di voci che anima questo nostro sito. Per il suo esordio in nostro Signor Darcy ha scelto di andare sul sicuro, parlandovi dei Coloni di Catan, uno dei grandi classici, tuttora (mentre scrivo) consigliato quale titolo introduttivo e presente nella nostra top100 di sempre al numero 42 (qui il link alla top 100).

Alla fine sempre di due dadi si tratta.
Una sera di ormai parecchi anni fa ho capito che è possibile usare quei dadi per altri scopi che non muovere delle pedine – che poi quelle pedine nemmeno sono da muovere. Un cambio non da poco, per il gioco da tavolo.

[Prime impressioni] - Dadaocheng

scritto da Fabio (Pinco11)

Alzi la mano chi sa dove si trova Dadaocheng!
Non mi dite che i giochi da tavolo non servono per imparare cose nuove, quando vi dico che è un porto sito nell'isola di Taiwan (già nota come Formosa) che fu particolarmente attivo intorno al 1800 come centro di scambio di importanti flussi commerciali.
L'editore taiwanese Soso Games gli ha quindi dedicato un titolo, ideato dalla coppia Eason Kao e Tsai Huei Chiang, che è proposto come family game per 1-4 giocatori, con tempo medio a partita di circa 45 minuti e fruibile dai 10 anni in su ( con materiali del tutto indipendenti dalla lingua, salvo il manuale).
Come vedremo è un titolo che verte intorno ad un piccolo 'rompicapo' o puzzlegame, grazie al quale si ottengono risorse da spendere poi per l'acquisto di qualche edificio o nave (con pochi elementi da gestionale e molto basici).

domenica 22 novembre 2015

[I filler] Baby Blues

scritto da Bernapapà


Questo gioco è finito nella top-five della classifica di Essen 2015 di BGG, per cui la curiosità di provarlo è stata forte, ed eccoci qui a proporvi una recensione. Stiamo parlando di Baby Blues, dello sconosciuto Jurgen Spreutels, edito dalla Jumping Turtle Games che ha recentemente prodotto giochi di buon successo come Spyfall e Coconuts. Il giochino è un filler di carte per 2-4 giocatori, dagli 8 anni in su, per una mezzoretta scarsa di gioco, decisamente orientato ad un pubblico family, in cui ognuno verrà dotato di 5 marmocchi felici e nel proprio turno avrà il compito di fare arrabbiare qualche bebè avversario, fino a portarli al pianto isterico, e nel contempo cercare di consolare i propri marmocchi se nel frattempo saranno stati disturbati dagli avversari. Una grafica fumettosa e piaciona e regole molto semplici ne fanno un filler adatto a tutti, che ha probabilmente avuto il suo momento di gloria grazia all'accattivante ambientazione che diverte e commuove, che ha probabilmente fatto breccia nel cuore del pubblico femminile e non solo.

sabato 21 novembre 2015

Recensioni Minute - 7 Wonders: Duel

scritto da TeOoh!

La prima volta che ho dato la scorsa al regolamento di questo titolo mentre falciavo senza pietà la lista delle uscite di Essen, l'avevo catalogato come "la versione per 2 giocatori di 7 wonders". Era stato comunque messo nella colonna dei "da provare", perchè, di giochi da 2 abbastanza leggeri e compatti c'è sempre bisogno in vacanza.

Messo quindi sul tavolo ad Essen, era stato da me trattato con un "maccheccavolo, non c'entra niente con 7 wonders! azzardo, interazione, partita con termine improvviso...".
Fortunatamente la Moglie mi ha aperto gli occhi dicendo: "beh, è chiaro: NON E' 7 wonders!". Ecco la chiave di tutto: non è 7 wonders. Giocatelo senza tutte le sovrastrutture a cui siete abituati in quel draftone di gioco.

Sono contento di aver quindi acquistato 7 Wonders: Duel, un gioco per 2 giocatori di Antoine Bauza e Bruno Cathala, della durata di 30 minuti. In Italia, edizioni Asterion.

Avete mai notato che i due autori sono in ordine alfabetico sia per nome che cognome? E che sono AB e BC? L'ho notato ieri e volevo condividerlo.

venerdì 20 novembre 2015

[nonsolograndi] Super Farmer

scritto da Simarillon
Davide

Oggi a nonsolograndi voglio colmare un piccolo buco sul mio blog preferito :D parlando di Super Farmer (Hodowla Zwierzątek ... ovvero La Fattoria degli Animali) nella sua versione originale il gioco è stato ideato dal matematico polacco di origine ebraiche Karol Borsuk nel lontanissimo 1943 nel ghetto di Varsavia; fu lo stesso Borsuk, con la moglie a costruire (e diffondere) copie artigianali del gioco. Una sola copia, fortuitamente portata fuori da Varsavia, si salvò dalla distruzione della guerra e grazie a questa copia il gioco fu recuperato e pubblicato. Un gioco che ancora oggi ha il suo fascino ed è pubblicato in Italia da Red Glove. Il gioco si può giocare da due a sei giocatori, a partire dai sei anni in partite di poco meno di venti minuti. Le illustrazioni sono a cura di Piotr Socha. Un classico che vale la pena conoscere per vedere come le buone idee superano il tempo e per sapere se vale la pena che entri nella collezione di ogni piccolo giocatore.


giovedì 19 novembre 2015

[Recensione] Bruti

 scritto da Agzaroth

Gipi, noto fumettista italiano, a quanto pare è anche un giocatore e ha voluto lanciare questo suo Bruti (distribuito ora da Asterion), che ha riscosso un ottimo successo sia nel crowdfunding su Ulule, sia nella recente edizione di Lucca Comics&Games.
Un gioco di carte semplice, che ci catapulta in una polverosa arena nei panni di un gladiatore, occupato a combattere e uccidere – o farsi uccidere – dagli avversari.

mercoledì 18 novembre 2015

[Anteprima] STAR WARS: Rebellion

scritto da Simone M.

Nel 2016 Fantasy Flight Games ci propone un nuovo salto di scala nella lunga serie di giochi dedicati alla saga di Star Wars. Ancora inebriati dagli scontri fra caccia stellari (X-Wing, il Gioco di Miniature), incuriositi dalle titaniche collisioni di intere flotte da combattimento (Star Wars: ARMADA) e solleticati dalle sortite all'interno di avamposti militari abbandonati ai margini della galassia (Star Wars: Assalto Imperiale), approdiamo all'epico scontro fra Alleanza Ribelle e Impero Galattico su scala planetaria con lo strategico-gestionale su plancia Star Wars: Rebellion.  Monster-game, dai consueti componenti "stellari" targati FFG, che porta la firma di Corey Konieczka (Assalto Imperiale) per 2-4 giocatori e della durata (dichiarata dalla casa) compresa fra i 180 -240 minuti. In Italia il gioco dovrebbe giungere nella versione "nostrana", come gli ultimi prodotti licenziati da Fantasy Flight Games, ad opera di Asterion Press ormai sempre più Asmodee ItaliaI più bramosi di dettagli potranno seguire l'evoluzione di questa produzione sul sito FFG e sulle pagine di BGG. Vediamo insieme di cosa si tratta.

martedì 17 novembre 2015

[Recensione] - Ultimate Warriorz

Scritta da Chrys.

Questo Essen io e Fabio ci siamo orientati su scelte molto diverse... mentre fabio si è lanciato a testa bassa sui gestionaloni (più setolosi erano meglio era) io mi sono lanciato su titoli mediamente più leggeri, e Ultimate Warriorz (2-8 giocatori, 30 minuti, Matagot Games) di Guillaume Blossier era tra le varie scatole tornate con me nel valigione imbarcato vuoto all'andata e tornato con 22,95 Kg di giochi (soglia massima 23Kg!!).

In poche parole si tratta di un gioco di combattimento in arena che schiera una rosa di massimo 8 possibili personaggi tutti diversi usabili da altrettanti giocatori in sfide tutti contro tutti o a squadre. Il tutto condito da un mix di meccaniche tedesche ed american. Incuriositi? ^__^


lunedì 16 novembre 2015

BANG! - Guida completa alle Espansioni

Scritta da Bob Cabbage.

[vi presento oggi una voce nuova che si affaccia sul nostro blog con questo interessante articolo dedicato a tutte le espansioni di Bang! L'idea che ci ha proposto ci è piaciuta e l'articolo anche, quindi lo abbiamo dato molto volentieri in pasto alle nostre "rotative virtuali"; spero vi piaccia quanto a noi. N.d.Chrys]

Nell’olimpo dei grandi classici dei giochi da tavola non può non essere annoverato Bang!, il celebre gioco di ambientazione far west ideato da Emiliano Sciarra ed edito dalla dV Giochi. Un gioco che ormai da dieci anni imperversa sui tavoli di tutti gli appassionati di boardgame e che si presta facilmente ad essere giocato anche in una semplice serata tra amici. 

Il gioco base è stato già sapientemente sviscerato nella recensione sul blog ma se avete ormai consumato il set iniziale di carte e la vostra volcanic è ancora assetata di sangue vi consigliamo di seguire questa breve guida. Presenteremo infatti tutte le espansioni che sono state commercializzate per rendere questo intramontabile gioco ancora più avvincente. 

[Recensione] - Gobblestones

scritto da Fabio (Pinco11)

Non tutti i giorni abbiamo voglia di mangiare pesante. Non tutti i giorni abbiamo voglia di impegnarci troppo nel riflettere su ogni mossa. Non tutti i giorni i nostri compagni di gioco sono giocatori accaniti.
In quei giorni potrebbe tornare utile avere a portata di mano qualcosa del tipo di Gobblestones, edito dalla R&R Games ed ideato da Stephen Glenn, simpatico giochino astratto per 2-4 giocatori, con tempo medio a partita di mezz'oretta, fruibile dai 10 anni in su (così dice la scatola, ma io abbasserei tranquillo ad 8+), insomma il classico family game.
In sintesi il gioco consiste in un piazzamento ad ogni turno di un massimo di 5 tesserine colorate su di una plancia 15x15 con caselle colorate e numerate, ottenendo punti pari ai valori delle caselle occupate.
Se vi dico che in questo modo vi ho già descritto il 50% delle regole, iniziate ad intuire perchè ho detto che è un gioco per tutti?

domenica 15 novembre 2015

[Recensione] Ophiuchus: The Thirteenth constellation

scritto da Bernapapà


Ophiuchus (Ofiuco, il portatore del serpente) è la tredicesima costellazione dello zodiaco moderno, che non è contemplata nei segni zodiacali. Forse per riparare a questo torto e diffondere la conoscenza della sua esistenza, il novello autore Emilio Zampa ha deciso di ideare questo gioco "stellare", di piazzamento tessere, chiamato Ophiuchus: the therteenth constellation. L'editore è la neonata Apocalypse Inc, ed il gioco, basato sulla creazione di costellazioni che si andranno a creare posizionando le tessere, è in fondo un sapiente astrattone, molto semplice nelle regole, dedicato ad un pubblico sufficientemente ampio, da 1 a 4 giocatori, senza alcun testo nel gioco, ad eccezione del manuale. Siamo di fronte ad un gioco per certi versi un po' "aritmetico", in quanto le regole di posizionamento devono rispettare alcune semplici regole di somma delle stelle, con lo scopo di creare configurazioni simili alle carte obiettivo pubbliche, le costellazioni, appunto. Materiali di pregio, stile minimalista ma suggestivo, ne fanno un gioco semplice ma non banale, della durata di un filler, in cui è però necessario usare la testa.

sabato 14 novembre 2015

Recensioni Minute - Vlog Ottobre 2015

scritto da TeOoh!

Nei mesi antecedenti Essen, ti senti galvanizzato, il tuo obiettivo è rimanere con zero titoli da provare, perchè sai che poi ne arriveranno un botto negli scaffali del tuo gruppo ludico.
Diciamo che sei in affanno con il tuo secchio che stai tentando di svuotare un lago.
Poi arriva Essen, e quel punto il lago diventa un oceano.
E il tuo secchio una paletta.
E sta piovendo.
E la paletta è in realtà un rastrello.

venerdì 13 novembre 2015

[nonsolopiccoli] Ragnatela d'Autore & Rubatela

scritto da
Simarillon (Davide)

Ci sono tesori che sono difficili da trovare ma quando li trovi è una grossa soddisfazione, ci sono tesori nascosti ed altri che sono molto più vicini di quanto uno pensi, oggi parliamo proprio di uno di questi, eccoci al nuovo appuntamento con CreativaMente e i suoi puzzle game. Il gioco di oggi è un puzzle game, anche se è un po’ speciale, si parla, infatti, di RAGNATELA D’AUTORE, (e nella sua versione per piccoli di RUBATELA); quando ho aperto questa scatola ero indeciso se fare una o due recensioni, poi ho pensato, ma sì oggi due al prezzo di uno. Il gioco è stato creato da Emanuele Pessi e Elena Scalvinoni, illustrato da Gabriella Bianco e per la parte grafica curato da Roberta Biasci.
Ragnatela d’Autore si può giocare da due a quattro giocatori in partite di lunghezza che si avvicinano a tempi di un’ora circa. A Rubatela si gioca sempre da due a quattro giocatori in partite di circa trenta minuti.

Nel gioco si indossano i panni del simpatico ragnetto Vincent, che tessa la sua tela con meticolosità e pazienza e si costruisce una ragnatela, catturando i quadri dei più grandi pittori di tutti i tempi, attenzione, però, agli scherzi d’autore.

[il gioco merita e non è per bambini o meglio non è solo per bambini quindi vi consiglio di approfondire se può rientrare tra le vostre preferenze proseguendo nella lettura]

giovedì 12 novembre 2015

[Recensione] Churchill

scritto da Agzaroth

Gioco della GMT di Mark Herman, ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale ma, come vedrete, vissuta da un punto di vista molto particolare. É un competitivo con una parte collaborativa e soprattutto un particolare sistema di vittoria. La durata varia molto in base all'esperienza e allo scenario scelto.

MATERIALI
I materiali GMT sono di solito molto buoni, quando si ricorda di montare le mappe. Questa per fortuna lo è. Di poco ergonomiche ci sono le pedine controllo politico (dei cilindretti che scappano per tutto il tavolo) e i gettoni trasparenti per le attività clandestine, che sono davvero un po' piccoli, col blu e il verde che a volte si confondono, sotto una certa luce.

mercoledì 11 novembre 2015

[Riscopriamoli] - RisiKo!

Scritto da Fabio (Pinco11) e Marco (Vjger69)

Il RisiKo! (edito da Editrice Giochiè sicuramente uno dei giochi ‘totem’ che rappresentano da sempre nell’immaginario collettivo di casa nostra i giochi da tavolo
Ogni amico al quale ci rivolgiamo parlando del nostro hobby dei giochi in scatola infatti, invariabilmente, ci risponde qualcosa del tipo “ma, come Monopoli e Risiko?”.
In genere la mia risposta, un poco forzata, è che “ così come del tempo è passato per videogiochi da Pacman e Space Invaders anche per i giochi da tavolo c’è stata una evoluzione”, ma la battuta che faccio è in difesa dei titoli che ci sono in giro oggi, perchè, soprattutto (o forse solo) per il Risiko, uno spazio nel mio ‘cuore ludico’ è rimasto.

martedì 10 novembre 2015

G! come Giocare: 20-21-22 Novembre 2015 a Milano

Scritto da Chrys.

Torna anche quest'anno la grossa fiera milanese dedicata al gioco e al giocattolo, che anno dopo anno ha spinto sempre più in alto l'asticella dell'affluenza: lo scorso anno a G! come Giocare ci sono stati infatti più di 38.000 accessi... tutt'altro che pochi se consideriamo che Modena Play ne fa 30.000.

L'evento rispetto a un Play o a una Lucca punta ad un bacino di utenti più ampio avendo una grossa fetta di spazio dedicato al giocattolo ma si tratta di grossi grossi numeri in questo settore... non a caso l'evento si presenta con le parole "Da Star Wars agli scacchi, dal calciobalilla ai giochi elettronici: tre giorni di giochi, giocattoli e ospiti per tutta la famiglia!". Non fatevi però trarre in inganno perchè ci sarà un ampio spazio dedicato al gioco da tavolo che piace a noi, a giudicare dagli espositori presenti.

lunedì 9 novembre 2015

[Prime Impressioni] - Il consiglio dei quattro

scritto da Fabio (Pinco11)

Il regno è diviso in tre province e vive un periodo di prosperità e ricchezza, grazie alla guida, in ogni regione, di un consiglio di quattro nobili, appartenenti alle principali sei casate del regno.
E come pensate che sia possibile, in questo bel paese, ottenere delle licenze commerciali?
Beh, ovvio, grazie a raccomandazioni politiche ed ungendo le ruote con una bella mazzetta, quando serve .. ;)
Questa è una possibile introduzione per Il consiglio dei quattro, nuovo titolo edito dalla Cranio Creations, per 2-4 giocatori, con tempo medio a partita di 40-70', età consigliata dai dieci anni in su (indipendente dalla lingua), il gioco del quale vi parlerò oggi.
Se siete leggermente più pratici, vi propongo invece una seconda intro, dicendovi che la scatola, nello spazio dedicato al nome del game designer recita Luciani - Tascini (quelli di Tzolk'in e Marco Polo) e che si tratta di una loro rilettura dei temi classici della costruzione reti tramite l'uso di carte colore.
Non pensate che ne sia uscita una cosa solo per famiglie, nè che sia qualcosa che potrete pensare di sottovalutare, perché i due piccoli geni hanno spremuto le meningi :)

domenica 8 novembre 2015

[Party Game] Alibi

scritto da Bernapapà

Recentemente mi è capitato di giocare a questo party game: Alibi, da 5 giocatori in su, dell'ormai lontano 2008, opera della coppia Lemay Roussel, edito in Italia dalla Oliphante (contiene carte con testo, per cui l'edizione italiana è preferibile). L'idea che sta dietro al gioco è quasi banale, e come tutte le idee banali che funzionano, ha del geniale! Il gioco lo si spiega in due parole, ed è giocabile veramente da tutti, piccoli e adulti (noi l'abbiamo provato anche con bimbi di 9 anni): ogni "partita" dura una decina di minuti ed il meccanismo del gioco è estremamente semplice: due persone del gruppo sono accusate di un reato (non importa quale sia: l'uccisione del presidente, il furto della Nutella, la scomparsa della suocera), e dovranno scagionarsi costruendosi un alibi su una scenario che gli verrà assegnato. L'interrogatorio effettuato separatamente rivelerà se l'alibi tiene, oppure se è stato posticciamente costruito a tavolino. Questo il gioco in due parole, ma vi assicuro che, con il gruppo giusto, è assolutamente divertente!

sabato 7 novembre 2015

Recensioni Minute - Mexica

scritto da TeOoh!

Ogni volta che la scatola di questo gioco mi passa sotto agli occhi, non posso fare a meno di avere nelle orecchie Giuliano Palma con la sua cover. Probabilmente ora anche voi.
Il gancio con la recensione è semplice: si tratta anche qua di una cover di un gioco del 2002. Stesso gameplay, ma materiali rivisitati per diventare più appetibili per noi "moderni".
Ecco quindi comparire sul tavolo: Mexica, per 2-4 giocatori, della durata di 90 minuti; gioco della coppia super collaudata Kiesling-Kramer, edito in Italia dalla neo-nata Playagame edizioni.

venerdì 6 novembre 2015

[Guida] - Smash Up

scritta da Glorfindel31 (Luca)

[Fabio] - Altro neoscrittore, oggi, al quale do il benvenuto sulle nostre colonne virtuali. Ci parla oggi di un un titolo che evidentemente lo ha molto appassionato, ovvero Smash Up, di Paul Peterson, edito originariamente da Alderac e poi localizzato in italiano da Uplay.it. 
L'articolo vuole approfondire i contenuti dei mazzi proposti dalla scatola base e spero che i suoi approfondimenti vi risultino utili e, magari, di ricevere in futuro altri contributi dal nostro lettore, al quale lascio la parola :)

Smash Up! è un gioco di carte asimmetrico che spopola in America (dove vengono sfornate due espansioni all’anno) ma un po’ meno famoso qui da noi, dove è arrivato grazie alla traduzione per mano della Uplay
Spero con questo post di ingolosire e far appassionare qualche dubbioso! Non spiego le regole del gioco perché chi non lo conosce può leggere l’ottima recensione già presente su questo blog (link); mi limiterò a descrivere le 8 fazioni del set base
Questa non vuole essere una “guida strategica” al gioco, ma semplicemente una presentazione  più o meno dettagliata dei mazzi e delle loro caratteristiche peculiari

[nonsolograndi] MotoCicloni

scritto da
Simarillon (Davide)

Oggi a nonsolograndi arriva lui, il papà del gioco in scatola moderno (o quanto meno uno dei papà) … chissà se avete indovinato che stiamo parlando dell’immenso Alex Randolph; ebbene sì anche lui si è confrontato con un gioco per i nostri bambini. Ecco quindi a saziare la vostra curiosità di sapere il titolo del gioco di oggi, si parla di MotoCicloni (Heisse Öfen), gioco pubblicato, nel lontano 1999, da Drei Magier Spiele. Il gioco si può giocare da due a quattro giocatori, a partire dai quattro anni in partite di una decina di minuti.



giovedì 5 novembre 2015

[Recensione] Pandemic Legacy

Scritto da Agzaroth.

In italiano ancora una volta grazie ad Asterion, Pandemic Legacy riapre la parentesi Legacy dopo l'esperimento riuscito col Risk.

! GAMER ADVISORY !
Questa recensione NON contiene spoiler. Tutti gli esempi che farò sono di mia invenzione per quanto pertinenti con i reali casi che possono accadere in partita.

COS'E' IL SISTEMA LEGACY
E' un sovrastruttura di gioco che può essere applicata a moltissimi giochi esistenti, ma quelli che vi si prestano di più sono quelli che è più facilmente strutturare come una campagna, quindi con scenari consequenziale nei quali l'esito dei precedenti influisca su i successivi.

Se fosse tutto qui, non sarebbe nulla di nuovo, perché di giochi a campagna ce ne sono già. Il sistema Legacy ha due caratteristiche fondamentali che lo rendono unico:

mercoledì 4 novembre 2015

[Recensione] Isle of Skye - From Chieftain to King... tutti in Scozia passando ancora per Essen...2015

scritto da Simone M.

Isle of Skye - From Chieftain to King è un delizioso piazzamento tessere di  Andreas Pelikan e Alexander Pfister (gli autori di Broom Service) per 2-5 giocatori, edito dalla Myfair Games, della durata di 60 minuti circa in cui saremo dei Capi Clan della Scozia medievale in lotta per affermare la nostra supremazia sulle Highlands.
Ciascun giocatore dovrà cercare di annettere alla propria tessera-castello iniziale i terreni più ricchi di bestiame, capanne, caseggiati, laghi, pascoli, navi, fari e botti di liquore.
Saranno gli stessi giocatori, pescandole da un sacchetto comune, a vendere ed acquistare le tessere-terreno al prezzo più vantaggioso.
Ciò si tradurrà banalmente nel totalizzare il maggior numero di Punti Vittoria (PV) alla fine di 6 round.Ogni round avrà delle specifiche condizioni di punteggio indicate da apposite tessere-obiettivo che verranno scelte a caso all’inizio della partita. 
La scatola è un’anteprima di Essen 2015, ed è ancora inedita in Italia, diamogli un’attenta occhiata e poi, come sempre, ritroviamoci alla fine per le considerazioni post partita.

martedì 3 novembre 2015

Give-Away post Essen 2015

Scritto da Chrys.

Lo scorso anno avevo avuto l'idea di creare un give-away per i lettori del nostro blog che racchiudesse tutto il materiale gratuito che riuscivo a raccogliere per voi ad Essen. L'avete accolto con bene, quindi perchè non replicare quest'anno e farvi felici?

Perchè solo promo e gadget gratuiti?
Chi lo scorso anno ci seguiva già non ha bisogno di chiederlo, mentre i nuovi lettori (e se ne sono aggiunti davvero tanti) sappiano che purtroppo per la legislazione italiana non ci è possibile organizzare dei veri e propri concorsi (che richiedono un estrazione, un notaio e varie autorizzazioni), ma nulla ci vieta di proporvi diversi cadeaux astrattamente di modesto valore (spesso oggetti non in commercio) ma assai benvenuti per i giocatori.

Per fortuna, infatti, ad Essen gli editori distribuiscono gratuitamente promo e gadget, quindi anche quest'anno mi sono avventato al posto vostro su ogni cosa gratis che riuscivo a recuperare, arraffandone il più possibile come nemmeno il Principe di Katamari avrebbe saputo fare (citazione oscura, un 5 virtuale a chi la coglie).

lunedì 2 novembre 2015

Lucca Games 2015 Report

scritto da Fabio (Pinco11)

Partivo con l'idea di rimanere coinvolto nella solita marea umana ed in un pigiapigia da sardine sott'olio e torno piacevolmente stupito per la inattesa vivibilità del padiglione Games da me frequentato, nonchè delle zone limitrofe. E' vero che son partito da casa che quasi era ancora buio (terrorizzato dalle code in autostrada dello scorso anno), ma la realtà è che sia giovedì, che sabato (i miei due giorni di visita) ho trovato una situazione moooolto migliore dello scorso anno, con dei contingentamenti in entrata al padiglione (che avranno annoiato chi era in coda),  ma anche con vie di passaggio quasi sempre fruibili.

domenica 1 novembre 2015

[Party Game] Insoliti sospetti

scritto da Bernapapà


La produzione ludica del nostro Paolo Mori ha spaziato negli anni toccando vari filoni e tipi di gioco: si è cimentato in giochi complessi per gamers (vedasi Vasco de Gama), fino a scalare verso giochi più family (Augustus, Libertalia), dimostrando una grande ecletticità. Quest’anno si è cimentato con il Party Game, con esito decisamente positivo! Stiamo parlando di Insoliti sospetti, gioco che la Cranio Creations ha presentato ad Essen di quest’anno, da 3 giocatori in su: gioco cooperativo di carte in cui saremo chiamati a identificare il colpevole di un delitto, su una lista di facce da identificare, che dovremo però identificare non attraverso le loro caratteristiche fisiche, ma bensi da quelle abitudinarie/comportamentali. In pratica una sorta di Indovina Chi, ma che pesca nel torbido degli pregiudizi delle persone, basati sugli stereotipi, con un risultato altamente divertente ed scoppiettante! Uno dei mazzi di carte di cui è composto il gioco prevede del testo, per cui se non masticate inglese, dirottatevi sulla versione italiana, che troverete anche a Lucca Comics & Games. Gioco assolutamente per tutti (diciamo da 10 anni in su), ma da poter veramente proporre nelle occasioni più diverse e con le persone più disparate: regole semplicissime, durata limitata e pieno coinvolgimento delle persone ne fanno un must del genere