martedì 1 dicembre 2015

Flick 'em Up! - Recensione

scritto da Chrys

Questo gioco ha attirato la mia attenzione il primo giorno che sono entrato nella Hall3 di Essen, e non solo grazie allo stand con le versioni giganti in legno massello. Ha catturato il mio interesse un po' perchè personalmente apprezzo molto i giochi con una componente di destrezza manuale e un po' perchè amo il genere western (nei giochi, ma stranamente non nei film) ma soprattutto perchè ho infiniti ricordi di partite con i soldatini giocate in spiaggia da piccolo.*

* a dimostrazione che alcune cose uno le ha nel sangue avevo creato diversi schemi di regole per giocare coi soldatini in modo strutturato, sia in modalità competitiva (campo base contro campo base) che cooperativa, compreso un regolamento che simulava uno spara-spara a scorrimento da cabinato (tipo Commando) per 1-2 giocatori in coop + master (!!).

Sto parlando di Flick 'em Up! (2-10 giocatori, edito dalla Pretzel Games e distribuito da Z-Men Games). Questo gioco per due o più giocatori (sempre divisi in 2 squadre) permette di simulare una serie di scenari western... dal duello tra famiglie, al salvataggio del compagno bandito dalla forca, alla rapina della banca e molto altro.

NELLA SCATOLA
La scatola stessa è un vero e proprio oggetto da collezione, essendo interamente in legno (!!), col coperchio in legno colorato e a scorrimento come nei giochi di inizio secolo. All'interno gli spazi sono stati studiati a perfezione con dei divisori ben pensati e alcuni componenti si incastrano diventando a loro volta raccoglitori. 

Il contenuto è spettacolare: 10 cowboy in legno, 1 fanciulla con la gonna in legno, un cittadino in legno, cactus in legno, covoni di paglia in legno, staccionate in legno, barili in legno, una forca e 6 edifici in cartonato spesso sorretti da 12 basi in legno pieno per dar loro stabilità. 

A questo aggiungete che assemblerete col cartoncino spesso due strutture che fungeranno da riepilogo di tutte le informazioni delle due fazioni (punti vita, personaggi ancora vivi, equipaggiamento, abilità) mantenendo quindi l'intero tavolo sgombro da qualunque elemento non scenico. Addirittura i punti di vita persi, gli oggetti consumati e i cowboy morti vengono infilati in una fessura di questo oggetto a mo' di salvadanaio mantenendo il tavolo in perfetto ordine! *__*

Abbiamo poi due bei manuali, uno con le regole di gioco e l'altro con i vari scenari. Nell'insieme la scatola ha lasciato a bocca aperta chiunque l'abbia visto (soprattutto i maschietti). ^__^


COME SI GIOCA
Il regolamento base del gioco è spiegabile in 5 minuti e funziona così: ci si alterna tra le due squadre attivando un solo cowboy alla volta e facendogli fare due azioni (dopo l'attivazione si gira il cappello bicolore per segnarlo come usato, una volta che tutti son stati attivati si fa un nuovo turno); le azioni sono ripetibili e quelle base sono:
  • Muoversi: si sostituisce l'omino col disco di legno largo e lo si schicchera... dove si ferma si rimette il cowboy girato nella direzione che si vuole.
  • Sparare: si piazza un dischetto piccolo a destra o a sinistra del pistolero e lo si schicchera... se colpisce direttamente un altro pistolero facendolo cadere lo ha ferito.
 Tra le prime azioni base aggiunte dagli scenari (scenario 2) abbiamo:
  • Entrare in un edificio: bisogna schiccherare il disco movimento attraverso l'ingresso dell'edificio.
  • Sparare da un edificio: si schicchera il proiettile con le normali regole ma da dietro l'edificio attraverso l'ingresso (bisogna avere un pistolero dentro).
  • Duello: (quando richiesto da eventi dello scenario) si spostano gli omini altrove e si sparano una serie di colpi alternati, avvicinando gli omini ad ogni colpo fallito. 
  • Buttare fuori un avversario da un edificio: se si entra in un edificio occupato da un avversario si fa un duello con questo (vedi sopra)... il primo che fa una ferita all'altro lo butta fuori (notare che il cowboy sconfitto viene schiccherato fuori dalla porta dell'edificio a simulare la classica scena western).
I vari scenari aggiungono poi diversi oggetti e numerose nuove azioni: acquistare/trovare oggetti, lanciare la dinamite, sparare col fucile di precisione, avvelenare l'acqua, personaggi neutrali, ecc. Alcune di queste cose sono specifiche di uno scenario, altre sono poi elementi ricorrenti.


CONSIDERAZIONI FINALI
Iniziamo col parlare del colpo d'occhio: l'estetica del gioco è eccezionale e una volta apparecchiato non potrà che attirare l'occhio e la curiosità... potenzialmente un ottimo gioco da mettere in campo a manifestazioni ed eventi, anche per attirare i curiosi (tra l'altro si presta a far entrare/uscire persone anche a metà partita senza problemi).

Ma si sa che l'estetica è nulla senza divertimento... in questo caso il fattore divertimento è alle stelle... nelle varie partite fatte non ce n'è stata una senza esultazioni e mani che battevano rumorosi high five. Fantastica l'emozione di colpire un avversario con un bel tiro lungo e teso o di fare quel movimento che ti mette perfettamente in copertura dietro il cactus o che ti porta alle spalle del nemico a cui manca un punto vita... anche i gamer più tedescofili che ho coinvolto si sono ritrovati bambini in capo a un paio di turni e pronti a bullare giocosamente gli avversari dopo un tiro fortunoso.

Nonostante tutto il gioco richiede sia tattica a breve termine, che strategia a lungo termine... sia chiaro che non è nè Terra Mystica nè Civilization, ma la scelta di chi muovere prima e chi dopo, dove spostarsi, come accerchiare o avanzare, e così via non sono da sottovalutare... e quando si sbaglia l'errore lo si sente tutto sulla pelle lignea del nostro alter-ego. ^__^

L'interazione è ovviamente altissima, sia a livello interno di squadra (per concertare cosa fare e nel supportarsi a vicenda) che tra le squadre opposte, tra imprecazioni e sfottò vari.

La dipendenza dalla lingua è nulla in termini di componentistica, ma a livello di scenari è medio-alta... nulla che sia complicatissimo ma il testo è abbastanza e ogni scenario introduce regole nuove e/o meccaniche specifiche, quindi se non capite l'inglese è d'obbligo trovare una traduzione online degli scenari (che credo ancora non esista).

Parlando di rigiocabilità devo dire che mi sembra molto alta... al momento ho provato solo la prima metà scarsa degli scenari del set base e risultano tutti molto diversi e vari. Alcuni li ho giocati più volte (i primi due in particolare, usati per insegnare il gioco a gruppi diversi) e sono stati ogni volta un esperienza divertente e diversa. Questo senza contare le possibili espansioni future e gli scenari che sicuramente presto cominceranno ad uscire (per volontà dell'editore o di fan volenterosi).

Al variare del numero di giocatori scala bene... forse in 10 rischia di diventare lungo, ma almeno fino in 6 si fa giocare alla grande. Ho notato tra l'altro che l'effetto squadra smorza l'attesa perchè ci si trova a fare cameratismo, o il tifo, o semplicemente a seguire l'andamento del turno altrui. In generale comunque forse non lo giocherei in più di 6... se non in occasioni particolari e rare (chi ha detto Capodanno?... magari con dei premi per la squadra che vince?). ;)

E per finire ecco il punto dolente, la batosta che tutti vi apsettavate (e qualche impaziente avrà già sbirciato)... quanto costa? Ad Essen lo vendevano a 69,00 euro e al momento in Italia è disponibile in poche copie non essendovi ancora un editore italiano, quindi con costi di importazione aggiuntivi. Come al solito vi segnalo che lo trovate da Egyp (in poche copie).
 
ESPANSIONI
Il gioco si presta ad espansioni sia in termini di scenari che di componentistica... tra l'altro alcuni trippoli sembrano fatti apposta per questo gioco (dalle mie incursioni degli anni passati a Spielmaterial ho ereditato un coyote di legno ed un serpente di legno, che ho una mezza idea di introdurre in qualche modo in un mio scenario custom).

L'editore non ha mancato di notarlo e ad Essen il gioco è uscito già con una espansione (splendida!) chiamata Stallion Canyon in vendita in anteprima solo in fiera e che sarà poi messa in commercio solo nel 2016. Me la son già portata a casa (ora capite come ho raggiunto 23kg di bagaglio) ma ancora non l'ho provata.

L'espansione introduce le cavalcature, varie altre regole (lazo, disarcionare, domare, ecc.), delle pistolere, vari elementi scenici (edifici e due canyon) e diversi scenari a tema, che vanno dal domare e portare nel recinto dei cavalli selvatici, all'assalto a cavallo della città e al furto di cavalli.
 



15 commenti:

  1. Bella recensione e soprattutto molto utile. L'ho appena acquistato online e non vedo l'ora di provarlo. Vi saprò dire! Un saluto!

    RispondiElimina
  2. che bello, me ne sono innamorato subito, nota dolente proprio e solo il prezzo

    RispondiElimina
  3. Tanto per essere ripetitivi il prezzo è certamente un fattore sfavorevole.
    Ma la vera note dolente, a mio parere, è che il gioco non si trova!! Ovunque lo danno in restock!!!

    RispondiElimina
  4. Vi informo che su philibert è ancora disponibile e costa 10 euro in meno!!!!!!! e c'è pure l'espansione!
    Grazie per la recensione

    RispondiElimina
  5. Ecco il link: http://www.philibertnet.com/fr/pretzel-games/36489-flick-em-up--681706200002.html#description

    RispondiElimina
  6. Certo che far vedere 'ste cose subito prima di Natale...preso gioco più exp

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehe... mi dichiaro colpevole di istigazione a spendere! ^__^

      Elimina
  7. Visto che molti faticavano a trovarlo segnalo che una cassa di rifornimenti è arrivata da Egyp e quindi lo trovate di nuovo disponibile. ^__^

    RispondiElimina
  8. Ho un dubbio sul regolamento, si possono prendere soltanto i segnalini presenti nello scenario o c'è la possibilità di prenderne anche altri?

    RispondiElimina
  9. Hola! Al play l'ho provato ma era tutto di plastica.. Nuova versione?

    RispondiElimina
  10. Ciao ragazzi, ho visto che la Ghenos Games prevede l'uscita della versione in italiano a Giugno
    http://www.ghenosgames.com/5/catalogo-giochi/giochi-games/flick-em-up!

    Il prezzo sarà di 29,95€. Avete idea del perchè? Pezzi tutti in plastica anzichè legno? Se così fosse si perde qualcosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l ho conprata, ci sono tutti i componenti della versione in legno ma, appunto, in plastica piu' gli edifici in cartone. A mio parere e' anche meglio che sia in plastica poche i proiettili risultano scivolare meglio rispetto a quelli in legno

      Elimina
    2. Ciao Luca, una curiosità: ma i pezzi sono in plastica "piena" (quindi relativamente pesanti), oppure "vuota" (internamente), quindi leggerini, del genere che se uno starnutisce li fa volare via??? :-)
      Grazie e scusami per il disturbo.

      :-) Rob

      Elimina