martedì 8 dicembre 2015

Piratoons - Recensione

scritto da Chrys

È di nuovo tempo di pirati... alcuni temi, si sa, non passano mai di moda e con cadenza regolare un qualche gioco deciderà di sfruttarli per la propria ambientazione... forse i due più gettonati nel mondo dei boardgames sono gli zombie e i pirati. 

In questo caso saremo nel mondo dei pirati, ma invece di occuparci di scorribande e combattimenti a cannonate, affronteremo l'altrettanto importante compito di costruire un agile e robusto galeone pirata ed attrezzarlo col giusto mix di equipaggio ed attrezzature.

Tutto questo grazie a Piratoons (di Olivier Gregoire & Thibaut Quintens) un frenetico gioco d'aste e tesser(on)e giocabile in 30 minuti che ospita comodamente al tavolo fino a 4 aspiranti filibustieri. Il gioco è edito da Act in Games. ^__^


NELLA SCATOLA
Abbiamo una scatola rettangolare standard ma di spessore ridotto... in compenso la troverete decosamente satura di fustelle, quindi chi odia lo spazio sprecato non potrà che essere felice del chilo e mezzo scarso di cartone che contiene. 

Abbiamo all'interno un manuale in inglese/francese, 24 grosse fustelle (22x5cm) con i settori di nave, 8 fustelle prua+poppa iniziali (circa 22x8cm l'una) e numerosi token quadrati per accessori, vele e personale, divise in base al posizionamento sulla nale (elementi da ponte, da stanza dell'ammiraglio, da cambusa, ecc.).

Chiudiamo l'elenco con due plance porta oggetti in asta che si chiudono a scrigno, vari token monete, token punti vittoria, 2 plance riepilogo gioco/PV e 24 meeple che rappresentano i nostri sottoposti. 

COME SI GIOCA
Una delle tre navi iniziali.... crescerà parecchio!
Le regole sono molto semplici e si spiegano velocemente... il gioco si articola in 8 turni d'asta, alla fine dei quali si valuterà (vedi poi) la nave pirata migliore.

Ad ogni turno verranno piazzati sulla plancia scrigno a caso 3 settori di nave e 6 elementi aggiuntivi (personale, accessori, vele) a faccia in giù. Si coprirà poi il tutto con l'altra plancia, si girerà e si toglierà l'ex base iniziale, rivelando tutti gli oggetti in asta... difficile da spiegare a parole ma è un sistema semplice e veloce per mostrare tutto simultaneamente. ^__^

A questo punto, nell'arco di trenta secondi ed usando una sola mano, i giocatori potranno piazzare i propri meeple sui vari pezzi per aggiudicarseli... allo scadere del tempo appena un giocatore da lo "stop" ognuno riceve un doblone per ogni meeple non piazzato e poi si verifica la situazione: si rimuovono tutti i meeple che pareggiano per un pezzo e poi i pezzi vanno a chi ha la maggiornaza assoluta di meeple su di esso.

Eventuali pezzi non aggiudicati potranno essere acquistati nella seconda parte del turno con un asta cinese (ciascuno offre segretamente dei dobloni... chi offre di più vince il privilegio di scegliere per primo un pezzo rimasto, e poi si prosegue in ordine di offerta, anche qui le offerte uguali si annullano).

Esempio di gioco in corso (siamo circa a 2/3 del gioco)... ^__^
Fatto questo ciascuno potrà ampliare la propria nave ed aggiungerci accessori ed equipaggio; è possibile riorganizzare le tessere piazzate in precedenza, ma in caso non si avesse spazio per piazzare qualcosa questo va scartato (diverrà disponibile per l'asta cinese del turno dopo). Personale ed elementi vari devono essere piazzati sopra determinate caselle (ponte, asta, oblò, sportello o finestra) facilmente intuibili dalla tesserina stessa e bisogna fare attenzione a collegare correttamente i vari settori di nave, non solo per un miglior effetto estetico ma soprattutto per non incorrere in penalità alla fine.

Dopo 8 turni si calcolano i punti vittoria: si ottengono punti (5 al primo classificato, 2 al secondo) per la nave con più vele (la più veloce), per la più grossa e per la più ricca (maggiori dobloni rimasti). Si ottengono poi punti vittoria anche per i vari set di personaggi/accessori, 2 punti per ogni settore di nave correttamente collegato e -2 punti per ogni collegamento errato, oltre a punti negativi se lasciamo troppi oblò/sportelli/finestre/ponti vuoti.

CONSIDERAZIONI
Si tratta di un gioco veloce e divertente che risulta adatto davvero a tutti... la componente estetica è notevole e la nave che man mano si ingrandisce e si completa è bellissima e vi darà grosse soddisfazioni.

La durata della partita suggerita dalla scatola è rispettata a pieno... potreste forse sforare di una decina di minuti la prima volta per spiegare le regole, ma tirato fuori con chi sa già giocare si riesce addirittura a stare sotto  i 30 minuti dichiarati. ^__^

La dipendenza dalla lingua, come intuibile dalle foto, è assolutamente nulla ed anche i riepiloghi sono completamente gestiti con simboli... l'unico scoglio linguistico è il regolamento presente solo in francese o inglese.

Il tipo di giocatori a cui si rivolge è naturalmente quello che cerca qualcosa di leggero, che sia perché non ama i cinghiali o perché cerca qualcosa di leggero e veloce da inframezzare ad altri titoli dalle setole più ispide. 

Il gioco è comunque spiegabile a tutti e può risultare divertente anche per qualcuno completamente estraneo al mondo del gioco da tavolo grazie alla grafica piacevole e al tema. L'unico rischio è quello di una possibile frustrazione per un giocatore distratto e un po' lagnosetto... 

Infatti pur nella sua semplicità il sistema di gioco non perdona e se scegliamo male (e le scelte vanno fatte mooolto in fretta) rischiamo di trovarci con una nave ingestibile o con troppi spazi non occupati senza speranza di occuparli... va tenuto conto comunque del fatto che è un gioco breve e queste situazioni sono solitamente prese con una risata ed uno sberleffo, e fanno parte del gioco. Anche l'asta cinese è delicata perché se offri qualcosa devi comunque comprare, col rischio di portarti a casa qualcosa di non desiderato.

A livello di interattività non ci si può lamentare... le faide per il pezzo a suon di meeple o dobloni sono all'ordine del giorno (o meglio, del turno), così come i furti all'ultimo secondo, perché spesso ci troveremo ad aver bisogno degli stessi pezzi! Si tratta comunque di una interazione relativamente indiretta: ti tolgo un pezzo ma comunque perché mi serve e non danneggio mai direttamente la costruzione altrui senza motivo.

Apro infine un ultima parentesi sulla longevità... io ho accumulato una decina di partite, che per i miei canoni sono tante allo stesso gioco in nemmeno 2 mesi, e lo trovo ancora divertente. Vi segnalo comunque che nell'arco della partita le tessere nave/accessori le vedrete passare sempre tutte e non ci sono varianti se non quelle date dall'ordine sempre diverso in cui compaiono (a mio parere più che sufficente). Sicuramente non è un gioco a cui farete tante partite una dietro l'altra, ma più uno di quelli che rispolvererete frequentemente come filler o come proposta veloce.

Il prezzo di listino del gioco è di 29,90 euro (al chilo è un affarone! XD).

Una delle mie migliori performance come costruttore... costa crociere mi fa un baffo!! ^__^

Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione e/o dal Boardgamegeek 
 : ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --

2 commenti: