mercoledì 24 febbraio 2016

[Riparliamone] Neuroshima Hex 3.0

scritto da Simone M.

Nel 2013 il gioco di schermaglie bidimensionali di Michał Oracz ambientato in un futuro post-apocalittico giunge alla versione 3.0 con una veste grafica tutta nuova ed ancora più accattivante.
Nuova plancia, nuove tile, un'inedita variante in solitario ed un regolamento che assicura, comunque, totale retrocompatibilità con le unità presenti nella precedente versione 2.5.
Questa nuova edizione del titolo, targata Portal Games e distribuita nel 2014 da Z-Man Games, è ancora inedita in Italia ma reperibilissima online (ed anche live) e soprattutto indipendente dalla lingua (le tile sono prive di testo). Il manuale è in inglese ma contiene molti esempi e molte immagini.
Titolo per 2-4 giocatori che, alla guida di una delle cinque fazioni (Moloch, Borgo, Outpost, Hegemony e Doomsday Machine) messe a disposizioni nella scatola base, si sfideranno, in una lotta senza quartiere, per eliminare i propri avversari espugnandone il Quartier Generale (HQ). 
Sulla plancia esagonale, la cui area di gioco si può modulare in base al numero di contendenti, è strettissima. Le 5 fazioni hanno abilità e strategie diverse ed un assortimento di unità specifiche che garantiscono longevità ed una buona varietà d'approccio alla partita. Regole chiare e durata contenuta (appena 30 minuti) per uno strategico su plancia dal sapore scacchistico ed accattivante. La fortissima caratterizzazione delle fazioni fa emergere, chiaramente, le sfumature dell'ambientazione che si ispira all'omonimo gioco di ruolo. Basta con le formalità, diamo un'occhiata.

I - Componenti

Il restyling grafico è sicuramente il fulcro centrale di questa edizione. 
Il gioco si lascia alle spalle i colori troppo accesi e lo stile caotico ed un po' grossolano delle precedenti versioni per approdare ad un'edizione molto più definita, ordinata e cromaticamente gradevole.
Il regolamento, in inglese, è molto schematico.
Contiene diversi esempi di gioco che rendono l'impatto con la lingua molto meno complicato del previsto. Gli elementi di gioco non contengono testo (fatta eccezione per le carte puzzle della modalità solitario) rendendo fondamentalmente Neuroshima Hex indipendente dalla lingua.
La plancia di gioco è di color grigio cemento con degli elementi grafici molto d'effetto ed è (come le precedenti) divisa in esagoni. Una parte di essa è circoscritta da una spessa riga bianca che ne delimita la porzione da utilizzare nella modalità 1vs1.
L'anima del gioco solo le 175 tessere esagonali (35 per fazione) divise in Unità (fra cui distinguiamo ulteriormente HQ, soldati e Moduli di Supporto) ed Azioni Istantanee. Ogni tessera viene descritta nella plancia di supporto di ciascuna fazione. Ciascuna fazione è poi dotata di un counter circolare che traccia dei punti danno subiti dall'HQ. Completano i componenti i 10 segnalini Danno HQ (utilizzabili sul tracciato danno disegnato sulla plancia), i segnalini ferita (30) ed i 10 segnalini "net" utilizzabili da quelle Unità che possono infliggere questo tipo di danno.
Infine trovano posto nella scatola anche le 55 carte "Hex Puzzle" per la modalità in solitario.

II - Come si gioca

Disposta al centro la plancia (vi ricordo che il numero di giocatori implica quanta superficie utilizzare), ciascun giocatore riceve le 35 tessere esagonali della fazione scelta, una scheda riepilogativa che indica il numero delle proprie unità divise per tipo ed un riassunto delle proprietà di ciascun esagono ed infine segnalini ferita, una certa quantità di segnalini "net" (rete) se le unità controllate possiedono questa abilità e 2 segnalini danno HQ (da porre sul tracciato danni ai bordi della plancia) o i comodissimi (e coreografici) counters che, parimenti, tracciano i danni subiti dal Quartier Generale ruotando il disco dai 20 Punti iniziali sino allo 0.
I giocatori, a turno, piazzano il loro HQ sulla mappa. Sulle schede di riferimento (precisamente nel retro) viene suggerita la posizione ottimale del proprio HQ in base alle caratteristiche strategiche della fazione. Consiglio di tenere questi suggerimenti in fortissima considerazione.
A questo punto in base al numero di giocatori Neuroshima Hex 3.0 può essere configurato in una delle seguenti modalità:
  • 1vs1: un tesissimo scontro per 2 giocatori. Si usa solo la porzione centrale della plancia ovvero quella delimitata dallo spesso bordo bianco. È sicuramente la modalità ideale per questo titolo.
  • Deathmatch (tutti contro tutti): modalità che può essere giocata anche da 3 giocatori in su. poche le modifiche da adottare a parte quella relativa alla distribuzione iniziale delle tessere iniziali. Inoltre ogni giocatore che perde il proprio HQ viene eliminato dal gioco ed i superstiti continuano sino a che resterà un solo ed unico Vincitore.
  • Deathmatch con HQ "Indistruttibile": (per 3 giocatori) ponete il counter dei punti danno dell'HQ sullo 0 (zero). Ogni danno inflitto all'HQ avversario conterà come 1 punto e verrà segnato sul disco. Il primo giocatore che giungerà a 20 sarà il vincitore. Se alla fine della partita persiste una condizione di pareggio vincerà chi avrà totalizzare il punteggio maggiore.
  • 1 vs Team (1vs2): (per 3 giocatori): il giocatore solitario imposta i punti struttura del proprio HQ a 20 mentre i giocatori in team a 13 punti. La sequenza di gioco è la seguente: Giocatore 1, Giocatore 2, Giocatore 1, Giocatore 3 e poi si ricomincia il giro. Se uno degli HQ del team viene distrutto perde l'intera squadra.
  • 2vs2 Team match: variante in "doppio" che contrappone due team. Per questa modalità occorre impostare i punti struttura degli HQ sul 15 e la sequenza di gioco, considerando i Team composti in questo modo [Team 1 (Giocatore 1 e 2), Team 2 (Giocatore 3 e 4)] sarà la seguente: 1,3,2,4.
A prescindere dalla modalità di gioco, un turno a Neuroshima Hex 3.0 si svolge in questo modo: ciascun giocatore mescola la propria pila di tile e la pone dinnanzi a sé. Il primo giocatore pesca una tile che può giocare, conservare o scartare. Il secondo giocatore pesca due tile. Ne scarta una e può giocare o conservare l'altra. Il giocatore successivo ne pesca tre. Ne scarta una e può giocare, conservare o scartare le rimanenti. Da questo momento in poi (e fino alla fine della partita) i giocatori pescheranno sempre tre unità per volta, una delle quali andrà sempre scartata.

Ogni giocatore può pescare tessere fino ad averne un massimo di tre in mano (fra cui scegliere).
Come anticipato nella descrizione dei componenti, le tessere a disposizione di ciascun giocatore possono essere di 2 tipi: Unità ed Azione Istantanea.
Le Unità da combattimento sono dotate di lati attaccanti, abilità speciali (come il danno "net" che disabilita le unità avversarie adiacenti) o difese speciali, di uno o più tipi di attacchi (corpo a corpo o a distanza), di una certa capacità di infliggere danno (1 o 2) ed un'iniziativa (da 0 a 3). Quando si innesca una battaglia (giocando una tessera Azione "Battaglia" o quando viene piazzata l'ultima Unità di ciascuno degli schieramenti) le unità agiscono in ordine decrescente di iniziativa. 



Si attivano, in questo modo, tutte le unità (di tutti i giocatori).
Se un'unità subisce un danno (e questo danno non può essere assorbito in alcun modo) viene distrutta ed eliminata dal gioco.
Gli esagoni Azione Istantanea invece intervengono in modo diretto sulla plancia e sulle unità con molteplici effetti: Battaglia (innesca immediatamente un combattimento), Granata (distrugge un'unità vicino all'HQ), Attacco Aereo (infligge 1 danno all'esagono bersaglio e a tutti quelli adiacenti anche amici), Spinta (permette ad una tile di spingere via un'altra tile di un esagono di distanza), Movimento (permette di spostare o ruotare un'unità), Cecchino (infligge 1 danno ad una unità bersaglio ad eccezione dell'HQ).
Giunti a questo punto devo porre alla vostra attenzione 3 regole fondamentali: ogni unità ignora il fuoco amico ma non gli effetti di alcune Azioni (fatta eccezione per gli HQ) e che un'unità piazzata non può essere ruotata o spostata se non mediante l'utilizzo dell'apposita Azione Istantanea (Movimento) o abilità corrispondente propria di alcune unità. Infine, se un giocatore pesca 3 tessere Azione Istantanea le può scartare tutte e pescare una nuova mano di tessere.
Vince il giocatore che riesce a distruggere gli HQ avversari o che, alla fine della partita, ha l'HQ con meno danni subiti.

II/b - Come si gioca: Hex Puzzle, modalità in solitario.

In attesa che si faccia avanti un avversario in carne ed ossa è possibile risolvere una delle 55 carte Puzzle in solitario. Le carte sono a doppia faccia. Su una facciata la carta propone il rompicapo da risolvere  ovvero una situazione di battaglia, una simulazione che coinvolge specifiche fazioni ed un certo numero di unità (la carta indicherà quali). Il giocatore ricrea con le tessere nella scatola la situazione proposta sulla carta. Fatto questo, legge la condizioni di vittoria in relazione ai punti struttura attuali degli HQ coinvolti nel puzzle.
Da questo momento in poi può cercare di risolverlo applicando le normali regole di gioco.
Una volta terminato il "puzzle" verifica, sul retro della carta, se lo ha risolto nella maniera corretta.
Ad esempio, al giocatore viene affidata la fazione dei BORGO (Blu) schierata contro i MOLOCH (Rossi). Ha a disposizione 3 ulteriori tessere da piazzare e la carta gli fornisce questo obiettivo:"Usa solo 2 delle tre tessere indicate sulla carta e non ancora piazzate. Esegui e vinci una battaglia finale. Le condizione d'integrità degli HQ in gioco sono: BORGO: 1 vs MOLOCH: 9."

III - Impressioni finali


Veloce, facile, intenso, profondo, vario e graficamente appagante.
La versione rimasterizzata di questo, ormai, classico soddisfa il giocatore più esigente sotto ogni aspetto. Strategico per due tanto stretto da essere quasi claustrofobico.
Le unità sono ben bilanciate e le strategie personalizzate e caratteristiche di ogni fazione esaltano sia le dinamiche che l'ambientazione. L'impatto dell'alea c'è e sta nella pesca e la classica "top deck" ovvero la "pescata della vita" per i tappatori di terre (citaz.) può effettivamente far cambiare direzione alla partita. Le fazioni, di contro, sono ben bilanciate e ciascuna ha adeguate risposte da fornire agli avversari. Padroneggiare bene una fazione di Neuroshima Hex significa assimilare bene ed in fretta le potenzialità tattiche di tutti i propri esagoni unità in modo da ottimizzare, al massimo, i benefici che possono essere tratti dalle sinergie fra essi.
La struttura pesca-e-gioca del titolo, oltre a renderlo molto rapido da assimilare e cerebralmente molto leggero, lo rende estremamente rigiocabile.
Ottima anche la longevità, ma qui è facile speculare su questo aspetto: le vecchie edizioni godono di diverse mini espansioni ed il fatto che siano retrocompatibili con questo nuovo Set-Base non fanno altro che, in maniera intelligente, fornire sempre benzina al titolo.
Insomma fossi in voi io troverei ancora un posticino per questa scatola sullo scaffale.

IV - La Scheda

Titolo: Neuroshima Hex 3.0
Autori: Michał Oracz
Anno: 2014
Editore Originale: Portal Games / Z-Man Games
Editore ITA: inedito
Giocatori: 2-4
Durata: 30min

Componenti: nuova veste grafica per quello che forse è un classico del genere. I materiali sono robusti, forse pure troppo. Gli esagoni sono spessi e sopportano bene lo sfregamento da rimescolamento. La scatola permette all'interno un'organizzazione perfetta di ogni pezzo.

Ambientazione: elemento molto sentito e che vive ormai dell'onda lunga disegnata dalle precedenti edizioni e dal GDR, pur essendo poco conosciuto fuori dalla Polonia. Piccola curiosità: fra creatori del gioco di ruolo compare anche il nome di Ignacy Trzewiczek.

Meccanica: è un gioco di strategia bellica e schermaglia su plancia bidimensionale. Il sistema di combattimento è deterministico e molto fluido. L'alea della pesca degli esagoni è la ciliegina sulla panna. Le regole sono semplici. Le schede riepilogative sono ottime ed utilissime per assimilare il titolo, bisogna però fare i conti con la lingua del regolamento.


Longevità: come già detto... ottima. Cinque le fazioni incluse e tutte con caratteristiche diverse. È possibile attingere anche alle vecchie mini espansioni per aumentare la possibilità di scelta nonché alle nuove (ad esempio New York). Le partite sono veloci e si divorano in un attimo. Quindi sotto con la successiva e via così.

Rapporto Giocabilità / Prezzo: online si trova a circa 60,00 euro (spicciolo più, spicciolo meno). In questo titolo c'è sia la forma che la sostanza. Facile da giocare e da spiegare, espanso ed espandibile, strategico e profondo, rigiocabile abbestia! La Scalabilità è forse l'unico neo del titolo: la plancia si affolla subito dai 3 giocatori in su ma..... in 2 è spettacolare. Qui forse i vostri nasi si storceranno al pensiero che per "due" il conto è un po' salato però, vi assicuro, che vale il prezzo del biglietto.

Consigliato: ai ludomaniaci sempre in cerca di giochi stra ambientati e che non disdegnano i wargame. Siete competitivi? Vi piacciono gli scorci post-apocalittici? Uscite dal Vault e piazzatevi attorno al tavolo.

Sconsigliato: ai teutonici spalmatori di cubetti... non me ne vogliate ma qui, per voi, tira una bruttissima aria. Sì, è vero, il gioco è scacchistico, eterodosso va bene... però provate a chiudere gli occhi e ad immaginare una partita a scacchi... ci siete? Adesso immaginate che l'Alfiere spari un missile sidewinder alla Torre avversaria... ho reso l'idea?

Il gioco è come sempre disponibile su egyp.it (qui)

6 commenti:

  1. Ottima recensione, Simone. Mi hai incuriosito e penso proprio che farò in modo di provarlo.

    PS: c'è un piccolo pasticcio di impaginazione nel capoverso che comincia con "In generale, a prescindere dalla modalità di gioco..."

    RispondiElimina
  2. questo glielo facciamo provare a mio figlio che dici?
    ultimamente si è chiuso con Okko.... poi con Assalto imperiale nell'armadio sta impazzendo...

    il lato oscuro in lui forte è ....
    ma tu sei forte! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Albo, con questo il tuo piccolo padawan biondo sale di livello come un supersayan... e potrebbe bastonarti a dovere sulla plancia!

      Elimina
  3. Segnalo che per Android c'è la versione free con 2 fazioni e quella completa acquistabile. Giusto se qualcuno volesse provarlo prima dell'acquisto. (io l'ho scoperto così)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto l'app... è davvero fatto benissimo...

      Elimina