martedì 22 marzo 2016

Coyote [Riscopriamoli]

scritto da Chrys

Pochi giorni fa c'è stato il compleanno di Spartaco Albertarelli, sicuramente uno dei nomi più attivi in Italia per quanto riguarda la divulgazione ludica (sia a livello di massa che all'interno dei percorsi di studi universitari) oltre che uno dei "grandi antichi" (in senso non lovecraftiano ^^) del settore, essendoci dentro sin da quando Editrice Giochi era leader del mercato e avendo ormai una cinquantina di titoli sul mercato col suo nome sopra.

Nel fargli gli auguri mi son reso improvvisamente conto che mancava su questo blog la recensione di uno dei titoli da me più giocati e più amati di quelli che ha ideato, e cioè Coyote (3-6 giocatori, 15-30 minuti, edito nel 2003) presente in 8 edizioni diverse, tra cui quella giapponese e quella cinese, e che è stato rivisto esteticamente nel 2010 con la seconda edizione. Non potevo non rimediare! ^__^

NELLA SCATOLA
La scatola è quadrata e di dimensioni medio-piccole (22x22) e contiene al suo interno 6 fasce da legarsi in testa, dei token coyote col velcro e un mazzo di carte a forma di piuma (bellissime) che riportano sopra un valore o un effetto speciale. Nell'edizione precedente il mazzo era di forma tradizionale, ma questa nuova edizione rende la messinscena più divertente e ambientata...


COME SI GIOCA
Ogni giocatore si lega una fascia in testa e all'inizio di ogni round ciascuno riceve una piuma che dovrà mettersi in testa senza guardarla, infilandosela nella fascia (così da sembrare un indiano). Questo significa che ciascuno vedrà il valore di tutte le piume eccetto la sua.

A questo punto il primo giocatore dirà il numero di piume che secondo lui sono presenti come minimo attorno al tavolo (inclusa oviamente la sua). Il giocatore dopo potrà rincarare la stima, passando quindi la mano al giocatore successivo e così via... fintanto che qualcuno non dubiterà della validità di quanto detto e sceglierà, invece di rialzare, di dare del bugiardo al giocatore prima di lui. A questo punto tutti mettono giù la piuma e si vede chi ha torto... quel giocatore riceve quindi un token Coyote. Al terzo token Coyote si è eliminati dal gioco.

Ovviamente il gioco verte sul capire cosa si ha in testa in base a quanto gli altri osano e a come si comportano (i segnali utili da decifrare sono tanti)... le piume valgono da 1 a 9 (con una predominanza dei valori 1-4) ma vi sono anche alcune piume da 10 oltre che una da 15 e una da 20, oltre a 3 piume con valore negativo (-5, -10).
Inoltre a rendere più complicata la cosa alcune piume hanno degli effetti speciali, tra cui quella che azzera la carta di maggior valore, quella che raddoppia il totale, quella che vale 0, quella col punto interrogativo (in fase di punteggio si pesca una carta per sostituirla) e quella che rende negativo il valore della carta più alta.
Il vincitore sarà l'ultimo giocatore a non essere eliminato.

Abilità speciali
Con questa regola opzionale ogni giocatore riceve ad inizio partita anche un gettone spendibile in qualunque round per ottenere un'abilità speciale (dichiarare lo stesso valore invece di rialzare, invertire l'ordine del giro, far pescare una piuma extra ad un avversario, ecc.)

CURIOSITÀ E ANEDDOTI
Non ho resistito dal fare uno squillo al buon Spartaco per chiedergli se c'era qualche curiosità o aneddoto interessante che riguardasse questo gioco... perché credetemi che pochi giochi vengono alla luce senza qualcosa di buffo o assurdo lungo la strada. ^__^ Eccovi la sua risposta!

"Se vuoi, a livello di curiosità, ci sarebbe la versione giapponese del gioco, realizzata in versione minimalista, senza bandane e solo con carte. Pare che i giocatori si 'nascondano' dietro le carte e poi 'tirino fuori la testa' per urlare la dichiarazione. A parte questo, è la versione più bizzarra che sia mai stata realizzata dal punto di vista grafico. 

La grafica dell'edizione giapponese (sotto vedete anche la copertina xD)
Altre due curiosità vengono dalla Francia. La prima: anni fa Tilsit decise di pubblicare il gioco ed ebbe un'idea geniale. Al posto dei gettoni Coyote, mettere delle piume da eliminare ad ogni errore finché un giocatore non resta senza e viene eliminato. Fin qui tutto bene, solo che decisero di mettere delle piume vere, poche settimane prima dell'inizio dell'epidemia di influenza aviaria... Sempre i francesi, ma questa volta Gigamic, proposero di intitolare il gioco Scalp. Per la prima (ed ultima) volta nella mia vita esercitai la clausola contrattuale che prevede che qualsiasi modifica debba essere approvata dall'autore e bocciai la proposta."

Momento imbarazzante... la "sobria"
grafica dell'edizione 2015 giapponese. ^^
CONSIDERAZIONI FINALI
Coyote ha delle regole semplici e risulta incredibilmente divertente... le possibilità sono molte e a mio parere implica dei ragionamenti assai più interessanti di quelli meramente statistici che stanno dietro a Perudo (per nominare un classico del genere "rialza o dubita"). Il fatto che tutti abbiano la quasi totalità delle informazioni visibili, al contrario di quanto avviene di solito, ma ciascuno con una variabile incognita differente, rende molto importante il valutare le espressioni e le dichiarazioni altrui per capire cosa loro vedono e voi no che li spinge a farle. :D

La matematica implicata non è eccessiva e non credo possa creare problemi a qualcuno, anche se col livello attuale di analfabetismo funzionale non si può mai dire... ^^ ...per darvi un idea diciamo che al massimo vi troverete davanti a calcoli del tipo: [?], +8, +20, -5, -Max, x2 (dove quel ? è il numero sulla vostra testa).

Se vi chiedete a chi si rivolge vi confermo che si tratta di un ottimo gioco introduttivo proponibile a tutti, ma che non mancherà di divertire anche i gamer più seri... si presta benissimo come filler o per un dopocena ludico... questo pensiero è legato al fatto che sono molto attivo nella divulgazione (ho tirato fuori un gioco negli ambienti più impensabili... anche lavorativi xD) quindi i titoli come questo hanno una marcia in più nel mio catalogo. Piccolo accenno goliardico (v.m. 16 anni)... questo gioco se fatto con un po' di alcool in circolo genera fantastiche espressioni pensierose e impegnate. ;)

La durata del gioco è contenuta e resta nei range dichiarati dalla scatola (15-30 minuti), altro fattore che lo rende un ottimo filler.

Il prezzo di listino del gioco è di 20 euro scarsi e come al solito lo potete trovare in vendita sul sito Egyp.it nella sua seconda edizione "piumosa" (al momento anche a qualcosina in meno ^__^).

-- Le immagini sono tratte dal manuale del gioco, da BGG o dal sito della casa produttrice (Oliphante, Gigamic, Kidult, Kaissa, Swan Panasia) alla quale  appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. --

1 commento:

  1. Bravo Chris, personalmente è un gioco che adoro :)

    RispondiElimina