sabato 9 aprile 2016

Recensioni Minute - Play 2016

scritto da TeOoh!

A Play non ho giocato.
Ebbene sì, nonostante il nome facesse presagire tutt'altra cosa, mi sono trovato (be', ci siamo, visto che la Moglie è stata la mia operatrice per tutta la giornata) in una giornata No-Play.
Ero però preparato: avevo lanciato un appello su YouTube, a cui in tantissimi hanno risposto, in cui chiedevo di recensire i giochi e l'evento al posto mio. Così non ho avuto alcun rimorso o angosce nascoste nel fermarmi a chiacchierare con ciascuno.

Ho quindi messo insieme un video di questo tipo: 


  • una mia breve introduzione su come fosse disposta la Play
  • una conseguente camminata virtuale tra gli stand (con una fantastica colonna sonora donatami dai PopJames! Oh, comprategli l'album quando esce che secondo me sono fortissimi: hanno pure vinto il contratto discografico ad un contest in Germania!!!)
  • il mio bottino tra acquisti (pochi) e regali (tanti!)
  • una sigla superspecialissima
  • due interventi à la Recensioni Minute (due sguardi veloci a titoli RedGlove e il libro di Walter Nuccio sul game design)
e poi... LA PAROLA A VOI!!! 35 MINUTI TOTALI che mi avete regalato.
Dentro ci troverete recensioni, pareri sulla fiera, sugli acquisti... insomma... davvero di tutto!

Grazie e... chiudo subito lasciandovi alla visione!
Ah, sì, la scaletta!



00:08 L'evento
01:38 Passeggiata virtuale
03:40 Il bottino
09:19 Le considerazioni
11:21 Sigla SPECIALE

11:30 Anteprime Red Glove
13:19 Walter Nuccio e "La progettazione dei giochi da tavolo"

15:01 Collaborazioni! A voi la parola!

2 commenti:

  1. Ottimo resoconto che mi sono gustato fino alla fine, mi è spiaciuto solo che non c'è stata nessuna intervista su quella che a mio avviso è stata la grande novità di questa Play e cioè la CASA EUROPA dove ho passato la maggior parte del tempo provando ottimi titoli tra i quali:
    I palazzi di Carrara
    Black Hat
    Venezia 2099
    Race to the North Pole
    Skyliners

    Purtroppo non ci siamo incrociati altrimenti potevo dire la mia.
    Un'altra mancanza che si parla sempre poco sono i giochi astratti che nel padiglione B erano ben rappresentati come ogni anno con il Go, lo Shogi, il Mahjong e tantissimi altri.

    RispondiElimina
  2. Io sono stracontento di essere riuscito a beccarti un secondo per due chiacchiere volanti... :)

    RispondiElimina