sabato 9 luglio 2016

Recensioni Minute Vlog - Giugno 2016

scritto da TeOoh!

Questo giugno è stato una sorta di diga che cede. Mi ero segnato sulla lavagnetta delle idee/esperimenti/impegni che, non appena avessi terminato la trafila della pallacanestro, mi sarei buttato di testa sulla trafila Giochi da tavolo.
Ho quindi ributtato sul tavolo un bel po' di titoli che prendevano polvere, mi sono fatto qualche acquisto e ho messo in piedi un "alpha test" di un qualcosa che (spero) vedrà la luce su queste stesse pagine.
Ah, chiaramente ho finalmente messo la testa sul picnic ludico che mi chiedevate a gran voce e così ho definito la data e girato il filmato relativo. Se i km non sono eccessivi, possiamo vederci per fare due chiacchiere, mangiare qualcosina e giocare all'aperto. 

Apro il vlog mostrandovi un po' da vicino il puzzle di legno tagliato in maniera artigianale dal Sciur Rocchi di cui vi ho parlato il mese scorso. Sono decisamente affascinato dalla forma di questi pezzi in legno: nonostante sembri casuale, credo che ci voglia comunque un estro artistico particolare per rendere le forme piacevoli all'occhio.


Poi mi faccio la solita carrellata dei titoli sui quali ho qualcosa da dire, giocati nel mese appena concluso. Ecco la scaletta:
03:21 Epic card game
05:27 Iron Sky
06:43 Skyliners
08:03 Tofu kingdom
09:39 Exploding kittens
10:58 Kabaleo
12:17 Splash!
13:32 Karuba
13:50 China
16:02 Limes
17:38 Hall of fame
19:41 Brides & bribes

20:41 Varie ed eventuali

In generale, direi che sto vivendo molto bene la non-competitività con Pinco sui titoli giocati. Già l'anno scorso avevo deciso di non prefiggermi più un vero e proprio obiettivo, ma comunque il sapere che lui teneva il conto e ogni tanto mi buttava lì un innocuo "ho quasi superato i 200", "ieri altri 7 nuovi" mi metteva in moto quel piccolo folletto agonista che alberga in me. 
Quest'anno invece no: rilassato, mi sono portato tutti titoli già stra-giocati all'addio al celibato ludico e me li sono praticamente rigiocati tutti. Così me li sono un po' goduti senza l'angoscia del nuovo che avanza.

A riguardo, sto infatti notando che, sempre più, ho sul tavolo giochi che mi sono proposti più che scelti da me. Mi piace tantissimo, ma è come se lentamente stessi perdendo una mia identità ludica. Ogni tanto, mi voglio forzare a "tornare alle origini".

Per buttare un piccolo occhio avanti su quello che ho al momento da provare e smistare, sulla lavagnetta ci sono: 
- da provare: Carrotia, the Cohort, Brethren of the coast, Color Code, Holo, Dummy
- da rigiocare: Ta-pum, espansione di Boss Monster
- segnati da recensire: Onitama, Race to the north pole (da Dicembre!), Skyliners, Brides & Bribes (KS)
- da montare: unboxing Tokaido deluxe
- extra: nuovi test "progetto H Giochi sul nostro Tavolo", nuovo video sui 15 giochi da spiaggia.
...ogni tanto sto pensando di prendere ferie non tanto per fare vacanza, ma per sfoltire questa lista...

Niente, se avete qualche preferenza su cosa far passare prima o dopo, fatevi sotto! Ormai sono talmente sommerso che non mi sento nemmeno troppo in colpa a giocare a Pokémon GO sul cellulare...

Vi lascio al filmato e vi auguro buona visione!


14 commenti:

  1. Caro TeOoh!
    ti faccio i soliti complimenti per la recensione puntuale ed efficace.
    Vorrei fare solo un appunto per Hall of fame. La parte interessante dei personaggi è che ti costringe a "studiarteli" prima di giocare. E questo non è negativo perchè attraverso un gioco vieni indotto ad imparare un po' di storia...
    Se però si opta per "l'ignoranza", la particolarità positiva del gioco è che ti costringe a trovare delle caratteristiche alternative dei personaggi che possono essere legate alla sola immagine delle carte. Quindi barba, uomo o donna, fantasia o realtà e chi più ne ha più ne metta. Ti garantisco che funziona e, soprattutto, ti costringe a trovare assocazioni o dissociazioni molto differenti di volta in volta. Se così non fosse, il gioco si esaurirebbe in poche partite. Invece il dissociarsi dalle caratteristiche storiche del personaggio, ne aumenta la longevità.
    Provare per credere...
    Ciao e alla prossima!
    Il giocatore "anziano".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D ciao anziano! non so se l'hai notato, ma da qualche video non saluto più con "ciao ragazzi", ma un generico "ciao!" :D

      su Hall of fame mi trovi concorde. il fatto che ci sia dietro una possibile spinta di conoscenze addizionali è sicuramente un plus. Il mio commento era proprio sulla giocabilità che ho riscontrato al tavolo: se qualcuno ne sa di più rispetto alla maggioranza del gruppo si crea un dibattito molto strano che porta a trovare collegamenti magari astrusi o non voluti dal testimone; viceversa chi ne sa meno del gruppo.. si trova inevitabilmente escluso dai ragionamenti.

      Come sottolineo nel video ho capito che Hall of Fame e Insoliti Sospetti sono mutuamente esclusivi. In generale se alla prima domanda di IS rispondi "e che ne so?" probabilmente sei più un HoF e troverai più gusto nel "controllo" che c'è dietro ai personaggi.

      Elimina
    2. Ovviamente ho apprezzato il nuovo saluto generalista dedicato "anche a me". Sei troppo attento e preciso per dimenticarlo.
      Condivido la tua risposta. La differenza è che in HoF si litiga prima; in IS si litiga dopo...
      A presto.
      l'anziano

      Elimina
  2. Bravo TeOoh! bella carrellata.
    E' da un po' di tempo che seguo l'evolversi di B&B, credo che non mi deluderà...
    Ho un'idea, perché non fare una rubrica di soli spoiler? Ti giuro che la seguirei alla grande! (è una ca***?)
    m@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh non sarebbe una brutta cosa, ma allo stesso tempo non riesco proprio a seguire il "mercato che verrà". Se mi capitano tra le mani delle anteprime, ve lo dico sicuramente al volo, ma i vari kickstarter ecc... proprio non ho materialmente il tempo di studiarli.
      hai visto la to-do list? vuoi allungarmelaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!

      Elimina
  3. Tofu Kingdom:
    Giocato in 4 per 4-5 partite, ma alla fine abbiamo constatato al tavolo che in quasi tutti i turni il principe sceglie sostanzialmente a caso. Anche ragionandoci, non ha veramente modo di capire chi dice la verità e chi no!
    Giocandolo in più giocatori, tipo 7-8, forse la deduzione migliora, ma poi diventa un esercizio di logica tipo quelli dei test universitari. BAH!
    Peccato perché disegni e storia sono bellissimi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Martino. A me ha proprio intrigato in effetti il discorso della tabella di verità da esercizio logico. Ne andavo pazzo alle superiori quando capitavano magari alle Olimpiadi della Matematica e tutt'ora i vari "quesiti della Susi" e similia sono da me apprezzatissimi.
      Ti posso dire che ho giocato a 4, 5, 6 giocatori e nelle varie volte in cui sono stato io principe... ho sbagliato 1 volta sola! (e per una risposta data da un giocatore che gli è costata il punto ma mi ha depistato)
      Il succo è che anche chi mente, deve farlo in maniera d pilotare bene il principe verso la matrigna e questo ti dà un'informazione addizionale. Se poi due si contraddicono o diventano "il terzo che dice il vero"... allora tutto è più facile.

      Diciamo che adoro questo tipo di ragionamento, tanto che in effetti One night ultimate werewolf lo trovo decisamente nei miei peggiori di indice di gradimento per la sua totale mancanza di appigli.

      Elimina
    2. Oddio, pensa che io direi il contrario! :O
      Su ONW o UNA NOTTE DA LUPI (che aggiunge altri ruoli) dopo un po' dei giocatori esperti riescono a ricostruire ESATTAMENTE quello che è successo. Ci ho fatto tantissime partite e lo so per certo.
      Per questo motivo è bene che una manche non duri mai più di 5 minuti, o la verità viene a galla! Qui invece mi pare ci siano troppe incognite (almeno in 4 giocatori, come l'ho giocato io) e quindi difficilmente puoi restringere il campo ad una o due versioni della vicenda... Mi pare di capire che con più giocatori aumenta la precisione, ma aumenta anche l'esercizio logico. Forse te lo trovi divertente ma ti assicuro che per molti non credo lo sarebbe! XD
      De gustibus!
      M.

      Elimina
  4. La riedizione di China si chiama Han. Bravo Teooh! ottimi gusti ludici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Han!!! grandissimo!! ecco, me l'hai fatto tornare in mente!

      Elimina
  5. Pensavo che avresti terminato la valutazione del grande libro della follia.
    È da maggio che aspetto.
    Grandeee
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eeh..... purtroppo mi sa che si allontana la data della seconda partita... è già stato scambiato dal suo possessore...

      Elimina
  6. Non è di capitale importanza, ma "Lìmes" non "Làims": si parla infatti, non di frutti, ma di confini, antica Roma... Dal latino.
    Grazie per il video e perdona l'appunto :)

    Lorenzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no invece! grazie per la segnalazione!
      chè io sono uno di quelli che dice mass mEdia e plUs proprio perchè sono parole latine!! Effettivamente non aveva senso il titolo con il nome del frutto, ma ora mi torna!

      Elimina