sabato 3 settembre 2016

Recensioni Minute - Brides & Bribes

scritto da TeOoh!

Sono incappato in questo gioco mesi fa, durante la conferenza a cui ho partecipato in Svizzera sul giocare.
Andrea mi fece vedere alcune immagini sul cellulare e mi diede qualche info sul gameplay. Passano un paio di mesi e mi si offre l'opportunità di essere un "blind playtester", nel senso che gli Autori avevano già sviluppato il sistema di gioco e scritto il regolamento, ma volevano sincerarsi se fosse possibile giocare una partita solamente dalla lettura di esso. E soprattutto se la partita venisse giocata in maniera corretta.
La risposta fu affermativa: la partita era sicuramente giocabile e godibile. 
Ecco quindi che si andavano a delineare le fasi finali di Brides & Bribes, gioco per 3-5 giocatori della durata di 90 minuti circa, edito dalla neonata Spaceballoon Games, sul design di Andrea Gallazzi, Elisa Lenardi, Pietro Navarotto.

La minutissima è: Risolvendo secondo un ordine diverso per ciascun Distretto del tabellone, ogni giocatore eseguirà un'azione tramite i personaggi che avrà piazzato coperti in precedenza in essi. Egli potrà: sposarsi con una delle 2 Figlie del Nobile, recuperare nuove tessere personaggio, raccogliere punti/soldi/lavoratori. Durante la risoluzione di ciascuna azione, però, ogni altro giocatore presente nel Distretto potrà attivare le abilità speciali dei suoi personaggi per avvantaggiare sé stesso o danneggiare gli altri. Il primo che raggiunge una certa soglia di PV o chi ne ha raccolti di più a fine dei 6 turni è dichiarato vincitore.


Il gioco, lo dico subito, non è per i novizi. C'è bisogno di capire bene tutte le abilità dei personaggi in gioco e, soprattutto, utilizzare al meglio le abilità della propria Famiglia (che sono tutte differenti tra loro). Le possibilità di punteggio sono diverse, ma bisogna saper districarsi bene tra le interferenze che gli altri giocatori possono mettere in atto. Si va da banali "rubo un soldo" a "uccido uno dei tuoi personaggi, ora non ne hai più nel distretto e non puoi fare alcuna azione".
C'è quindi la possibilità di costruire Negozi per PV e creare oggetti in grado di aiutarci; si possono raccogliere direttamente punti dal tabellone, ma il "grosso" dei PV deriva comunque dai Matrimoni. Ognuno di essi infatti, ci fornirà una Dote (in risorse e PV) e dei PV che rimarranno validi fintantoché il matrimonio rimarrà in essere. "Uccido uno dei tuoi personaggi" può essere utilizzato infatti anche su una delle Mogli e... rendere Vedovo uno dei vostri famigliari.

Le decisioni da prendere non sono scontate, perché se è vero che si possono fare dei "turni superbomba" è anche vero che il rischio di non concludere nulla è presente.

I materiali sono decisamente un sacco e con una grafica che permette di ricordare tutto quello che occorre. Sarà raro tornare sul regolamento durante la partita, se non per interpretare magari quell'azione particolare di un personaggio che non ricordiamo tramite simbologia. Come "fattura" degli stessi non posso pronunciarmi in quanto ancora in fase prototipale.

Devo trovarci qualcosa? L'interazione diretta è decisamente elevata e, in alcuni casi, distruttiva. Se non vi piace quindi districarvi nel bluff e nella "lettura degli avversari" vi troverete a pianificare la mossa ottima, solamente per vedervela annullare davanti agli occhi.
È un titolo comunque per gamer, ma che va affrontato utilizzando le "aperture" lasciate dagli avversari. Cercando di muoversi attraverso le mosse con maggior probabilità di successo piuttosto che con quelle migliori in senso assoluto. C'è la possibilità di azzardare e come tale essa va presa: alti premi per alti rischi.
Più che casualità però, quello che troverete è caoticità, legata quindi solamente alle scelte dei giocatori.

B&B, se rientra nei vostri gusti, vi dico che è un titolo con una grande rigiocabilità legata a come escono i vari personaggi (alcuni sono più forti se escono nei primi turni e viceversa) e l'asimmetricità delle famiglie permette di sperimentare nuove aperture. I 90 minuti dichiarati scendono in breve sui 60, ma, vi segnalo, che uno dei miei avversari è riuscito anche a chiudere una partita in soli 3 turni, lasciandoci decisamente a bocca aperta e... con l'idea che in quella successiva si sarebbe trovato con un piccolisssssimo bersaglio sulla schiena.

Vi lascio al filmato di approfondimento e vi auguro buona visione!


Nessun commento:

Posta un commento