sabato 24 settembre 2016

Recensioni Minute - Sponsio

scritto da TeOoh!


Sembra essere un periodo in cui attiro i giochi di trick taking come una super calamita. Me ne sono passati già diversi tra le mani nell'ultimo mese. Questo non fa eccezione, se non fosse che in qualche modo "ribalta" il modo con cui ci si approccia ad ogni round.


Ma andiamo con ordine: Sponsio è un gioco di József Dorsonczky per 3-4 giocatori, edito dalla Mind Fitness Games
Si è creata una piacevole collaborazione con Jòzsef, ogni tanto capita di sentirci tramite mail e posso anche in qualche modo spoilerare che è già in fase di completamento anche un ulteriore titolo a sua firma. Ma su quello, vedremo se supererà la soglia per trasformarsi in un articolo.

La minutissima è: Dopo che ogni giocatore ha ricevuto le sue 8 carte a inizio round, ciascuno ha 4 turni per piazzare scommesse su come pensa andrà la fase di prese successiva. Ci sono scommesse sul numero di carte di un certo colore raccolte, numero di prese fatte, ma anche scommesse su errori avversari, su valori di carte, ecc. Al termine della fase prese, ciascuno colleziona monete in base al tipo di scommessa piazzata e azzeccata. Il primo che raggiunge 9 scommesse di seguito vinte oppure 30 monete è il vincitore.

Come dicevo, il concetto qua è un po' ribaltato. Di solito i regolamenti si soffermano sulla fase di "prese" dando modo ai giocatori di sistemare la propria mano di carte, oppure di piegare le regole in maniera da rendere la propria mano più forte. Qua invece è il contrario, se la mano è brutta... basta scommettere su quanto è brutta. Il risultato sarà uguale.

La cosa che rende il tutto (ai miei occhi) interessante è che in tal modo si aggiunge una parte strategica che solitamente non è presente. Una carta, infatti, in base alle proprie scommesse piazzate e a quelle piazzate dagli avversari può cambiare valore ed essere giocata in maniera differente sin da inizio partita. Può essere una propria presa sicura, così come una carta da regalare ad un avversario per fargli fallire una scommessa.

La scatolina è "da zaino", visto che F/\B!O P. un paio di giorni fa ha detto di tornare a questa definizione e ci hanno ficcato dentro un sacco di robette. Appunto sulla grafica: forse il disegnatore non è ferratissimo nel disegnare i piedi, perché non sono mai rappresentati (ok, sono cattivo).

Ci devo trovare qualcosa? Da un lato la scalabilità non favorisce tutti i gruppi di gioco, forse salire a 5 giocatori poteva essere un plus da considerare. Ma in realtà credo che il "punto debole" sia dovuto al fatto che si debba essere un consumato giocatore di titoli analoghi per poter valutare correttamente la propria mano e scommettere di conseguenza. L'alternativa è diventare "troll", ovverosia non scommettere mai per ottenere 2 monete per ogni previsione sbagliata dagli altri (ma se nessuno sbaglia, perdi 4 monete), ma credo sia un pelo frustrante rifugiarsi in questa modalità: di fatto, non stai giocando la parte clou del gioco.

Vi lascio ora al filmato di approfondimento e vi auguro buona visione!

2 commenti:

  1. Devo stare molto attento a ciò che scrivo ^_^
    Fantastica l'insinuazione sui piedi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se detti gli standard, poi è chiaro che il popolo ti seguirà!
      cmq non so bene come mi sia venuta la storia dei piedi. mi è caduto l'occhio una volta e ho realizzato che non c'erano mai. sempre tagliati prima!

      Elimina