domenica 2 ottobre 2016

[I filler] Virus!

scritto da Bernapapà


La recensione di oggi riguarda un giochino di carte molto molto leggero, ma degno di nota: Virus!, degli esordienti Cabrero, Lòpez, Santisteban, edito dalla Tranjis Games, uscito lo scorso anno, senza alcun testo nel gioco (oltre al manuale in inglese). In questo gioco, da 2 a 6 giocatori per una ventina di minuti a partita, saremo chiamati a impersonare dottori che non hanno molto a cuore il giuramento di Ippocrate, in quanto cercheranno di curare sì il proprio paziente, ma proveranno a danneggiare i pazienti degli avversari. Questo è il tentativo di ambientazione e le regole, alla fin fine, sono in linea con quanto proposto. Gioco sbarazzino, molto fortunoso, anche un pochino cattivello, ma molto simpatico, di quelli che, come si dice, una partita tira l'altra, senza troppo spremersi le meningi. Adatto veramente a tutti i giocatori (e non)... se non fosse finita la stagione, sarebbe un perfetto gioco da ombrellone!

I materiali e le regole

Nella scatola, appena più grande del necessario, troviamo semplicemente un mazzo di carte con lo stesso dorso. Le carte sono suddivise in quattro tipologie: carte organo, carte virus, carte medicina e carte azione. Le carte organo riportano i disegni degli organi vitali del corpo umano, sintetizzati in 4: cervello, cuore, stomaco e ossa; tutte con il loro disegno, ma soprattutto con il colore dello sfondo che le identifica. Abbiamo poi la carta organo jolly, che ne può rappresentare uno a scelta. Anche i virus sono di 4 tipi, con i colori corrispondenti agli organi che possono attaccare: pure in questo caso esiste un virus jolly in grado di attaccare qualsiasi organo. Stessa cosa vale per le medicine, in 4 tipologie, ognuna in grado di proteggere l'organo del relativo colore: non manca nemmeno qui la panacea di tutti i mali, in grado di curare qualsiasi tipo di virus.
L'ultima tipologia di carte sono le carte azione, che permettono differenti azioni, descritte dal disegno, ma soprattutto dalla simbologia riportata sugli angoli delle carte. La qualità delle carte è sufficientemente elevata: carte plasticate abbastanza robuste; i disegni sono molto simpatici, con taglio da fumettista satirico. 
Ma veniamo alle semplicissime regole di gioco: lo scopo del gioco è riuscire ad avere davanti a sé un corpo sano, ossia i 4 differenti organi non affetti da virus (il jolly può supplire ad uno degli organi). Si parte con 3 carte in mano e ad ogni turno ognuno gioca una carta e poi ne ripesca una, oppure scarta tutte le carte e ne ripesca tre. Le carte organo possono essere giocate di fronte a sé stessi, se tale organo non è già presente nel "nostro corpo"; le carte virus si giocano sugli organi degli avversari: se un organo possiede già un virus, il secondo virus ne decreta la definitiva compromissione (viene scartato); se un organo possiede una medicina preventiva, il virus e la medicina vengono scartati; se un organo è immune (ossia ha due medicine preventive) non lo si può più attaccare.
Le carte medicina vengono giocate sui propri organi, causando la prevenzione se l'organo è sano, l'immunità se l'organo aveva già una medicina o curando il virus, se l'organo era infetto. Le carte azione, invece, provocano azioni specifiche che vanno dal trapianto di uno dei propri organi con quello di uno degli avversari (se non immuni), rispettando sempre la regola di non duplicazione degli organi, al rubare un organo avversario, al fare scartare tutte le carte agli avversari (di fatto guadagnando un turno di gioco), al trasmettere i propri virus su organi sani degli avversari, al sostituire il "proprio corpo" completamente con quello di uno degli avversari.
Appena un giocatore ha davanti a se 4 organi sani, immuni o vaccinati, è il vincitore del gioco.

Le impressioni

Come già detto, il gioco è molto semplice, sbarazzino, sufficientemente dominato dalla fortuna, come in tutti i giochi di questo genere, ma in un giochino che dura una ventina di minuti scarsi, questo fattore non disturba affatto. Un gioco allegro (malgrado il tema trattato), in cui ci si prende un po' in giro: si attivano meccaniche di piccole ripicche, perché se è vero che si cercherà di distribuire i virus soprattutto a chi ha il corpo messo meglio, è anche vero che a parità di situazione, si possono attivare piccole vendette fra i giocatori, che con il gruppo giusto non fanno altro che alimentare l'ilarità.
Una nota mi piace spenderla per l'aspetto dell'ambientazione: siamo ovviamente alla semplificazione estrema, ma in fondo ha un senso che l'organo attaccato da un virus venga curato con una medicina specifica, ma se il virus si moltiplica, si rischia di compromettere l'organo... insomma, per essere un giochino di carte semplice semplice, l'ambientazione ci sta tutta! L'altro aspetto che voglio sottolineare è che il giochino è divertente, per cui mi è capitato, anche grazie alla durata esigua delle partite, di farne una serie consecutiva, proposte proprio da chi ci giocava magari per la prima volta. E se non è indice di successo questo... Chiaro, non è una scatola da tirare fuori tutte le sere o da passarci una serata intera, ma come fillerino rilassante, o per gite fuori porta, i novelli autori, a mio avviso, hanno proprio fatto centro. Rischia di essere davvero, come recita il sottotitolo, il gioco di carte più contagioso!


Si ringrazia la Tranjis Games per la copia di review concessaci.

-- Le immagini sono tratte dal boardgamegeek: tutti i diritti su di esse vanno ai rispettivi autori.Verranno rimosse dietro semplice richiesta.

5 commenti:

  1. Ecco: questo sembra molto, molto carino - e ambientato mica male!

    RispondiElimina
  2. "se non fosse finita la stagione, sarebbe un perfetto gioco da ombrellone" XD
    Titolo intrigante!

    RispondiElimina
  3. Sarebbe un gioco molto interessante, io l'ho trovato su Amazon a 15,42€, però venendo dalla Spagna, sono 25€ di spedizione. Conoscete un modo migliore per acquistarlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho contattato l'editore, il quale mi dice che il gioco può essere ordinato dal loro sito (http://www.tranjisgames.com/) e che in tal caso loro applicherebbero 9 euro di spedizione. Il gioco è attualmente esaurito, ma attendono di ricevere a fine novembre la nuova ristampa.

      Elimina