lunedì 24 ottobre 2016

(sempre meno) Piccola guida alle uscite di Lucca Games 2016

scritto da Fabio (Pinco11)

Si avvicina rapidamente il consueto appuntamento annuale con la più grande fiera italiana nella quale sono presenti anche i giochi da tavolo ed eccomi a proporre ancora la nostra consueta miniguida all'evento, nella quale cercherò di delineare una elenco dei titoli di maggior spicco che saranno presenti agli stand del solo settore Games.
Come potrete notare quest'anno gli editori si sono mossi decisamente per tempo e davvero una discreta fetta dei titoli di successo di Essen sono stati già accaparrati (mentre per altri so che sono in corso trattative in vista dell'edizione italiana), per cui i giocatori di casa nostra non possono lamentarsi.

Allora, l'appuntamento è dal 28 ottobre al 1° novembre al tendone dedicato ai giochi (solo di quello riesco ad occuparmi, sorry) e la premessa è la solita: ovvero che chi noti mancanze, errori od omissioni, non deve fare altro che segnalarmelo (tramite commenti o il modulo di contatto nella colonna a sinistra del blog) e provvederò al volo alle necessarie correzioni.
Abbiate pazienza, ma l'elenco dei titoli è nutritissimo ed è anche possibile che qualcosa di ciò che è elencato, per un motivo o per l'altro, poi in fiera non arrivi. A questo si aggiunge il fatto che mentre scrivo ho appena finito di mettere online i report di Essen e non ho ancora recuperato il jet lag, per cui abbiate pietà. Chiunque avesse interesse a che io integri o corregga quanto scritto, può contattarmi e sarà prontamente esaudito :)

Elenco espositori presenti nel tendone Games


Detto questo, procedo e parto in rigoroso ordine alfabetico per gli editori.

40GB
Ritorna alla fiera di Lucca dopo l'esordio dello scorso anno e sulla cima (alfabetica) del nostro elenco, la 40GB, la quale propone un titolo dedicato al mondo dell'Opera, dal titolo di Sipario.
Ne è autore Simone Tansini, il quale (pure editore) ha voluto impegnarsi nella realizzazione di un prodotto molto curato graficamente, con un gran numero di carte riccamente illustrate da Stefano Marri e Simone Cirillo. Il tema è quello del mondo operistico, affrontato con un piglio ironico e con la speranza di creare un ponte tra le due culture, ludica e musicale.
Riprendendo le parole dell'autore presento il gioco dicendo che in esso Vestite i panni di un impresario teatrale e attraversate la cortina di velluto che separa la vita reale dal "dietro le quinte". 
Giocate con il mondo del teatro e i suoi interpreti, e fatelo senza dover essere esperti musicisti o musicologi; pagate il pubblico per fischiare o causate micidiali colpi di vento, sfoderate raccomandati di ferro o inscenate fughe d'amore...

ASTERION PRESS-ASMODEE
L'editore proporrà, come d'uso, una gran mole di titoli ai propri tavoli, con diverse delle ultime novità in gran evidenza. Ogni elenco riferito al maxi catalogo della casa non può che essere parziale, ma proviamo a dare una scorsa alle cosa di (mio soggettivo?) maggiore interesse.
Partiamo dal tema fantascienza e vediamo Star Wars Rebellion, titolo uscito da poco al quale abbiamo dedicato un articolo (qui il link), il quale mette i giocatori nei panni di ribelli che lottano contro l'impero, il tutto nel mondo di Guerre Stellari. Il gioco, in particolare, si propone come adatto ad un pubblico di giocatori già smaliziati. Dalla rece traggo qualche passaggio per ingolosirvi: FFG regola nuovamente la lente d’ingrandimento sulle vicende di Luke Skywalker, Han Solo e Leia Organa mettendo da parte, per un attimo, le schermaglie fra caccia (X-Wing – il GdM), le battaglie fra ammiraglie (SW: Armada) o le incursioni all'interno di sperduti avamposti spaziali (SW: Assalto Imperiale) permettendoci così di esplorare i 32 Sistemi che compongono la Mappa Galattica di Star Wars. 
Gioco strategico card-driven asimmetrico per 2 giocatori (non fatevi ingannare dalla label sulla scatola che riporta 2-4 giocatori. Le partite in 3 o in 4 sono delle mere varianti), creato dallo specialista, Corey Konieczka, della durata approssimativa di 180-240 minuti in cui Ribelli ed Imperiali cercheranno di giungere alla vittoria finale perseguendo strade diametralmente opposte.
Rimanendo nel medesimo universo ecco poi Star Wars Destiny, il gioco di carte e dadi collezionabile dedicato sempre alla famosa saga.

Passando invece al mondo fantasy avremo invece Ashes: La Rinascita dei Phoenixborn, gioco di carte al quale abbiamo dedicato una recensione alla quale faccio rinvio (qui) nel quale i giocatori rivestono il ruolo di Phoenixborn, in lotta tra loro a colpi di magie, evocazioni e lotta tra creature, il tutto a colpi di dado.

Se ci spostiamo, invece, alle ambientazioni Horror, ecco la nuova edizione della Casa della Follia seconda edizione, arricchita dalla multimedialità offerta dall'apposita app, così come la nuova edizione di Pandemic ambientata questa volta nel mondo Cthulhu, alla quale abbiamo già dedicato un apposito articolo di recensione (ecco il link). Stavolta, al posto dei classici cubetti virus, abbiamo miniature di cultisti e mostri e ciò che si deve evitare è l'arrivo di Cthulhu nel nostro mondo: le meccaniche restano di base quelle del predecessore, ma gli aggiustamenti paiono funzionare piuttosto bene.

Pandemic Cthulhu
Blood Rage
Con l'accoppiata miniature e tema dark ci sarà poi The Others, di Erik Lang, nuova fatica della Guillottine Games, mentre al suo fianco ci sarà anche il gioco di combattimento e controllo territorio a tema vichingo (a sua volta dotato di generosa dotazione di minis) Blood Rage, che ha rappresentato uno dei successi a sorpresa dello scorso anno (qui la nostra recensione).

Arriviamo, quindi, al mondo dei miei cari gestionali e qui troviamo per prima cosa Ticket To Ride Vagoni e Velieri (Alan Moon), l'ennesimo capitolo nella saga di titoli ambientati nel mondo del più famoso gioco sui trenini: stavolta i partecipanti sono chiamati a rendere le loro tratte più complete, combinando allo scopo sia i tragitti ferroviari che quelli marittimi.

Attesissima, arriva anche la versione italiana (indispensabile, visto l'abbondante testo) del gioco investigativo T.I.M.E Stories (Chassenet-Rozoy), nel quale si è chiamati, da viaggiatori nel tempo, ad investigare su ciò che può aver distorto il flusso degli eventi, finendo dritti all'interno di un manicomio abitati da curiosi residenti ...
Facendo un passo indietro nell'ambito del gestionale sono molto curioso di provare La Casa dei Sogni (Klemens Kalicki), nel quale si è chiamati a progettare la propria casa ideale, decidendo quali stanze inserire, quali colori scegliere per il tetto e quale arredamento abbellirà l'abitazione.

Tra le espansioni ci saranno poi 7 Wonders: Duel Pantheon e Dixit 7 Revelations (giocabile ai tavoli con carte giganti), mentre tra i titoli più o meno classici saranno proposti i party game Dobble (classic e Star Wars), Timeline (classic, Marvel, Star Wars), Time’s Up!, Crossing, Cortex, Jungle Speed, Jungle Safari, Duplik.
Una menzione finale, poi, va al classicissimo Ca$h 'n Gun$ ed a Twins, novità in arrivo in fiera, entrambi presenti con due tavoli demo. In forse l'arrivo di Hyperborea: Light and Shadow (espansione) e Small World River World (in forse).
Per due giornate, infine (venerdì 28 ottobre dalle 15:00 alle 17:00 e domenica 30 ottobre dalle 16:00 alle 18:00), ospite dello stand Asterion sarà Antoine Bauza. Disponibile, inoltre, diverso materiale promozionale viene fornito contestualmente all'acquisto del relativo prodotto o, su richiesta, a fronte di un qualsiasi acquisto presso lo stand.

BRUTI
Torna, dopo l'esordio dello scorso anno, anche Bruti, un gioco di carte ad ambientazione fantasy medievale, per 2-4 giocatori, nel quale i partecipanti simulano degli scontri all'arma bianca, giocando, appunto, ciò che si ritrovano in mano (qui la nostra recensione).
Uno dei punti forti del titolo, che propone nella scatola 207 carte formato poker e 140 formato mini, consiste nel fatto che il suo ideatore, GiPi (al secolo Gian Alfonso Pacinotti), ne è anche illustratore, per cui l'ambiente di Lucca Comics si rivela ideale per ospitare il gioco, considerando la innegabile bellezza delle tavole che lo illustrano.

COSPLAYOU
L'editore sarà presente a Lucca, oltre che con i titoli precedenti (Hall of Fame, Il Trono di Mortadella e Narcos erano stati presentati a Modena), anche con il loro nuovo prodotto, ovvero Misantropia di Francesco Stefanacci, il quale si propone di far affrontare ai giocatori le sfide legate al cumulo tra lo stress quotidiano e l'avversione nei confronti dei propri simili tipica dell'affezione che dà il nome al gioco in questione. Tema delicato, per un titolo che si propone anche di far riflettere, oltre che divertire (alle matite Davide Daw Berardi - saranno proposte anche le carte promo di Sio).
Al suo fianco sarà presente anche il fortunato Jewels di Omar Khmayes (qui trovate una nostra anteprima a lui dedicata) gioco a base di carte e di compravendita di gioielli, caratterizzato da una grafica molto particolare, che rievoca i mondi vagamente horror di Tim Burton.
Jewels

COSMIC GAMES
Diverse le cose in evidenza per la Cosmic Games, che ha in catalogo (molto variegato) svariati giochi di carte e di miniature, giochi da tavolo, articoli per modelissmo e non solo.
Andando per ordine, parto dai card game, ove il titolo di punta è Final Fantasy Trading Card Game, un gioco che, pubblicato in Giappone nel 2011, ho visto anche sui tavoli di Essen e sta avendo una diffusione internazionale. Al suo fianco, sempre dalla medesima editrice originale, sarà in in presentazione e vendita: "Chocobo's Crystal Hunt" un gioco di carte non collezionabili che segna la seconda uscita della Square Enix nel mondo dei games non elettronici.

Per i giochi di miniature lungo è l'elenco, per cui parto subito con Drakerys, il nuovo gioco di miniature fantasy della Don't Panic Games, che propone sculture realizzate con particolare cura, da autori già noti per i loro lavori realizzati per "Confrontation", ma anche per i prodotti della Warlord (che distribuisce per l'Italia), tra cui in primis "Bolt Action" e "Project Z", skirmish tra bande in un scenario post apocalisse Zombie, quest'ultimo localizzato in italiano.
A seguire ci saranno Doctor Who (gioco di miniature), annunciata è la distribuzione di Infinity della Corvus Belli, mentre in demo a Lucca ci saranno i titoli dell italiana, in piena fase di sviluppo, Ludus Magnus Studio, autrice di "Nova Aetas" e "Sine Tempore" .
Tra gli altri titoli citazioni vanno a Birraaa! nani e botte della Daimon Games, a "Tokyo Ghoul" (in preview), al party game "FEARZ!" (demo e vendita) ed ai  prodotti della Knight Models (Batman Miniature Game e Marvel Universe Miniature Game).
Passando ai nostri cari 'gestionali', la Cosmic annuncia anche la distribuzione dei prodotti della Artic Union un pool di editori del nord Europa tra cui Playmore Games e Dragon Dawn Productions: in particolare di questi ultimi la Cosmic presenterà al proprio stand Race to the North Pole e Black Hat con i regolamenti tradotti in Italiano.
A chiudere in fiera ci saranno anche  le versioni italiane di Ghostbusters - The Board Game e World of Yo-Ho!, oltre ai model kit dei Gundam, i GUNPLA della Bandai, gli scenari della Felix Scenary, i prodotti della E-Raptor ed infine una serie di accessori legati all’ hobby e al modellismo.


CRANIO CREATIONS
L'editore italiano del teschio proporrà a Lucca per prima cosa due novità di propria realizzazione ed ha nel contempo annunciato la distribuzione di diversi titoli.
Parto dal secondo gruppo e vi dico subito che l'editore uscirà con l'edizione italiana di Ein Feast für Odin, l'ultima creazione del geniaccio del gestionale Rosenberg, che coglie ogni occasione possibile per rifinire e migliorare le meccaniche che fecero del suo Agricola un successo mondiale.

Tra gli altri titoli annunciati abbiamo altra robba interessante, come Nome in Codice Visual, ovvero l'edizione di quest'anno di Code Name, arricchita dalle nuove modalità di gioco che sfruttano la presenza stavolta di oggetti ed immagini, invece delle parole dello scorso anno, ma anche alcuni titoli classici del catalogo della Pd Verlag , ovvero l'editore di Mac Gerdts, con l'arrivo di Navegador (in assoluto il mio titolo preferito, per essenzialità ed eleganza, dell'autore tedesco), di Imperial 2030 e dell'espansione di Alchemisti ed Insoliti Sospetti.

Altre uscite saranno quindi 3 Desideri (3 Wishes), simpatico gioco di carte minimalista e Uccellini (What's up) altro gioco di carte a tema volatili e memo, entrambi localizzazioni di progetti della Strawberry Studio (costola della NSKN).
Tra le novità di totale autoproduzione dell'editore abbiamo invece due titoli, entrambi assai interessanti.
Il primo è Micromondo (Microworld) di Martino Chiacchiera, per 2 giocatori. Si tratta di un gioco con dinamiche di controllo territorio che è stato ammantato di una grafica che sorregge la teorica ambientazione di una lotta tra due fazioni nel corpo umano, ovvero da una parte i virus e dall'altra gli anticorpi.
Concettualmente ricorda i classici giochi da scacchiera ma con la presenza di diverse regole utili a donargli vivacità. L'idea è quella che al proprio turno il giocatore al quale sta altro non faccia che collocare sul tabellone una propria pedina, a patto che sia a contatto con la casella nella quale l'avversario ha appena giocato (se possibile). Egli otterrà quindi un numero di punti pari al numero di proprie caselle (occupate da una propria pedina) a contatto con quella che occupa nel suo turno.
A fine partita (esaurite le pedine) si conteggiano le maggioranze di pedine per ogni tessuto (gruppo di caselle adiacenti dello stesso colore) e si attribuisce un punto bonus per ogni casella che lo compone (nulla in caso di parità), sommando il tutto ai punti già ottenuti in corso di partita.
Chiudo lo spazio dedicato all'editore in questione parlando del suo titolo più atteso, ovvero di Lorenzo il Magnifico, della coppia Virginio Gigli e Flaminia Brasini (già due delle costole degli Acchitocca), coadiuvati per l'occasione da Simone Luciani.
Il gioco ha ottenuto un grosso successo ad Essen, andando esaurito e vendendo le 750 copie portate in fiera, per cui la mia attesa (sapendo che sarebbe stato disponibile a Lucca ne ho rinviato la prova ed ora sono impaziente) è giustificata. Per raccontarvi del gioco in poche parole vi dico che l'ambientazione è la Firenze del rinascimento e si tratta di un piazzamento lavoratori. Ognuno ne ha 4 a turno, uno per ciascun tipo. A tre dei quattro tipi di lavoratore corrisponde un dado, che è tirato ad inizio di ciascuno dei 6 turni di gioco: il valore incide sulla accessibilità di diverse azioni. Si procede a turno, svolgendo ognuno una azione a rotazione, occupando una delle numerose locazioni sul tabellone.
Il motore di gioco è rappresentato dalle carte sviluppo, 96, divise in quattro categorie, acquistando le quali (pagando il prezzo indicato ed accedendo ad esse grazie al pedoncino del colore-numero giusto) si ottengono bonus immediati e, soprattutto, permanenti, molti dei quali sono attivati turno per turno, ancora, quando si gioca un pedoncino con il giusto numero. Su questa base si innestano poi diverse altre cose, che lascio a voi scoprire.
Allo stand, infine, sarà possibile provare le versione demo di Soqquadro 3D ed incontrare gli autori dei principali giochi dell'editore, tra i quali Paolo Mori, Virginio Gigli, Flavia Brasili, Martino Chiacchiera e Ruslan Audia.

COM.ING.
L'editore, collocato nell'area dedicata ai più piccoli, presenta Scarty, il gioco dedicato alla raccolta differenziata.


CREATIVAMENTE
L'editore che ha animato diverse puntate della nostra rubrica nonolograndi, sarà a sua volta presente in fiera con le sue ultime novità (qui l'articolo nel quale facevamo conoscenza con lui).
Tra di esse segnalo in particolare Grom, il gioco del duo Pessi-Martinelli dedicato ai noti gelati di origine piemontese (qui la nostra recensione)
Parsec


DAL TENDA GAMES

Allo stand in questione dovrebbe essere disponibile Parsec: Age of Colonies, un classico 4X spaziale, di produzione italiana, che è stato recentemente finanziato con successo su Kickstarter.

DEVIR ITALIA
La emanazione italiana del noto editore per prima cosa ci ha informati di una iniziativa molto interessante, che sicuramente risulterà gradita ai nostri lettori aspiranti autori.
Per due giorni sarà infatti presente a Lucca Comics Xavi Garriga, il responsabile editoriale per i giochi da tavolo della Devir (internazionale) e nelle giornate di venerdì e sabato sarà disponibile per prendere visione di demo o mockup di giochi che chi desideri voglia presentargli (per appuntamenti scrivere a ordini@devir.com o al loro sito facebook/DevirItalia).
Passiamo invece ai giochi già prodotti e partiamo con ciò che arriva direttamente da Essen, ovvero Holmes - Sherlock and Mycroft di Diego Ibanes, un gioco investigativo per due persone, nel quale ciascuno dei partecipanti assumerà il ruolo di uno dei due fratelli Holmes, impegnati a scoprire chi sia l'autore di un pericoloso attentato nella Londra del 1895, partendo ciascuno da opposti presupposti.
Dragones y Gallinas (Draghi e Galline), di Josep Alluè e Dani Gomez è a sua volta presente localizzato (manuale italiano) e si tratta qui di un party game per 2-5 giocatori frenetico e ironico, che propone quale ambientazione dei dungeon popolati da draghi e ... galline.
A chiudere ci saranno quindi due giochi di carte, ovvero Baby Blues, di Jurgen Spreutels, un filler ironico sulla gestione di un asilo nido, tra pupù e biberon, e Behind The Throne (frutto della collaborazione con Ares Games), di Oleksandr Nevskiy e Oleg Sidorenko (già autore di Tajemnicze Domostewo, Mysterium o Sesto Senso). Grafica molto bella, l'idea di partenza del gioco mi ha ricordato quella, fortunata, di Händler der Karibik, perché il principio è quello di girare carte sino a che non ci si accontenta (comunque con un massimo di cinque) o finché non esce una carta di valore superiore alla precedente uscita. Il tutto, ovviamente, è poi arricchito da diverse ideuzze.
Sarà, infine, ancora disponibile il fortunato Odyssey (edizione originaria di Ars) di Leo Colovini, gioco semicooperativo di deduzione (qui la nostra recensione), ambientato nell'universo mitico dell'antica Grecia.
Non c'è l'hanno fatta invece per Lucca, ma arriveranno presto due titoli attesi dai fan dei giochi di carte della White Wizard, ovvero le edizioni italiane sia di Epic che delle espansioni per Star Realms Crisis e Gambit.



DOPPIO GIOCO
Si tratta qui di una nuova realtà editoriale, che è emersa quest'anno nel nostro panorama, proponendo Sugi, di Victor Samitier, gioco per famiglie (qui la nostra recensione) nel quale i giocatori ricevono ad inizio partita una carta obiettivo che raffigura i samurai di tre colori, che devono cercare di far arrivare alla meta del labirintico percorso modulare che rappresenta la mappa di gioco. Il trucco sta nel fatto che i rispettivi obiettivi sono segreti e che ciascuno nel corso della partita deve abilmente celare i propri, evitando di spingere in modo troppo scoperto alcuni colori verso la meta, per evitare che gli avversari si coalizzino contro quei pedoni, avendo scoperto che rappresentano la meta altrui.
L'editore avrà un tavolo demo nell'area dimostrazioni ed il gioco sarà commercializzato in fiera da Raven.

DV GIOCHI
L'editore perugino porterà in fiera i titoli del proprio catalogo, nel quale spicca, come al solito il loro cavallo di battaglia di sempre Bang!, con tutte le sue espansioni e spin-off.
Accanto ad essi si aggiungeranno in fiera al nutrito catalogo della casa, già arricchitosi di diversi titoli nei mesi scorsi (ricordo, tra di essi, alcuni giochi di carte classicissimi, tra i quali Mamma mia e Coloretto, ma anche il gioco per famiglie Yeti, quello di abilità, carinissimo, Bellz (dotato di magneti e di una sacchettata di campanellini colorati) e, tra i titoli più di peso, il fortunato Above and Below, che mescola meccaniche gestionali ad altre di narrazione). Infine altri quattro titoli.
Il primo, che sono impaziente di provare e che ad Essen si è comportato davvero bene, giungendo al quarto posto nella classifica di gradimento di Fairplay, è Ulm, di Gunther Burkardt, gestionale classicheggiante per 2-4 giocatori dai 10 anni in su che si presenta come piuttosto interessante ed assai curato. L'idea di base del gioco è di quelle carine, perché è proposto un classico minigioco tipo puzzle per la selezione delle azioni. Abbiamo infatti una griglia 3x3 all'interno della quale sono contenute le tesserine azione quadrate: ad ogni turno si può inserire la tessera azione pescata nella griglia, partendo da un bordo e spingendo fuori una tessera, identificando così la riga delle tre azioni che si potranno svolgere nel turno.
Anche qui di base le scelte sembrano facili, perché si può (solo?) ottenere denaro, prelevare le tessere azioni uscite dalla griglia su di un lato, avanzare nel percorso sul fiume, comprare carte (oppure giocarne una extra) o occupare una locazione sigillo, ma poi il tutto diventa gradualmente più profondo nel giocare ...
Al suo fianco ecco poi un interessante titolo a sfondo investigativo del tutto prodotto dalla casa perugina, ovvero 13 indizi, di Andres Voicu, per 2-6 giocatori, con tempo a partita di circa una mezz'oretta, età 8+. L'idea del gioco è piuttosto semplice, come confermano le regole, che stanno in due pagine, dando l'idea di un prodotto pensato per un pubblico ampio. Ad inizio partita ogni giocatore riceve cinque carte (tra le quali almeno un luogo, un personaggio ed un'arma), ne sceglie due che trattiene all'interno del proprio leggio e pone le altre tre (tra le quali almeno un luogo, un personaggio ed un'arma) sull'esterno del leggio del giocatore al suo fianco.
Quelle tre carte rappresentano le circostanze del delitto che il giocatore sul leggio (lato esterno, per lui non visibile) del quale si trovano deve indovinare. Alcune carte, infine, sono poste a faccia in giù sul tavolo (indizi forniti dall'informatore). Nel corso della partita il giocatore di turno dovrà dedurre quali siano le proprie carte, formulando le giuste domande ai giusti giocatori: l'idea è accattivante e mescola sensazioni familiari (il maggiordomo con l'attizzatoio nel salone ...) provenienti da giochi diversi (Cluedo, Indovina Chi?) all'interno di un gioco del tutto nuovo e sono curioso di vedere come il tutto girerà
A chiudere ci saranno anche Fireteam Zero, gioco cooperativo a tema horror-sopravvivenza per 1-4 giocatori, dotato di una ricca dotazione di miniature, il gioco da tavolo di Labirinth, glorioso film a suo tempo interpretato, tra gli altri, anche da David Bowie, nonché la nuova espansione di Dark Tales, di Pieluca Zizzi, dedicata a Cenerentola e quella per Bang! the Dice Game, dal titolo Old Saloon. Piccola curiosità, saranno in vendita anche le scatoline portacomponenti ideate dall'editore per organizzare i materiali di gioco, ovvero le Geekbox.
Nel settore dedicato ai più piccoli, saranno in demo inoltre Terra, Splash, Bellz e diversi altri titoli a loro indirizzati presenti nel catalogo della casa.

GAMES WORKSHOP
Ad Essen il popolare editore, notissimo per le proprie ambientazioni fantasy e fantascientifiche e per le miniature (Warhammer su tutti), proponeva in pompa magna la riedizione di Blood Bowl, un giocone classico a tema football americano, nel quale le squadre sono composte da personaggi tratti dalle storie fantasy (elfi, orchi, umani, halfling, goblin, vampiri, ...), il tutto con un forte tocco ironico, ma anche con un manualozzo da intenditori.
Personalmente una mezza stagione di lega del gioco l'ho disputata ed è una cosa che vale la pena, anche se l'apprezzamento del tutto è legato anche alla buona volontà di abbinare lo spirito ludico (da cinghiale) a quello da pittore di miniature ... Vado a pensare che anche a Lucca il titolo di punta potrà essere questo ...

GHENOS
Il titolo per me (personalmente) di punta dell'editore in fiera sarà sicuramente l'edizione italiana di Scythe, di Jamey Stegmaier, è un titolo che ha riscosso un grande successo (e al quale abbiamo già dedicato una recensione) negli ultimi mesi (uscito inizialmente tramite crowdfunding). Il titolo è ambientato in un'Europa ucronica di inizio '900, cinque popolazioni periferiche si affrontano per primeggiare sulle macerie della decadente potenza egemone. In estrema sintesi il gioco – che pur avendo alcuni elementi american, è prevalentemente un german – propone, tramite otto azioni abbinate a due a due sulla propria plancia, di produrre risorse di 4 tipi che corrispondono poi ad altrettanti sviluppi: edifici, arruolamenti, tecnologie, mech (robottoni che trasportano lavoratori e picchiano i nemici).
Oltre alle due azione di produzione risorse (una vincolata agli esagoni occupati e alle loro risorse, l'altra – il mercato – più libera ma meno remunerativa), c'è un'azione per muovere le truppe e una per aumentare la propria forza militare. Muovendosi per la mappa è possibile occupare nuovi territori e soprattutto cacciare via i nemici e il combattimento avviene con scelta simultanea, spendendo massimo 7 punti militari e aggiungendo una carta Combattimento (valore da 2 a 5) per ogni mech o personaggio coinvolto nello scontro. Lo scopo finale è raggiungere il prima possibile 6 delle 10 stelle obiettivo possibili, generalmente ottenibili costruendo tutti gli elementi di uno specifico tipo, ad esempio tutti i quattro mech o i quattro edifici, oppure vincendo una battaglia. 
In alto i calici di Tim Page, originariamente edito da Horrible Games e distribuito in italiano da Ghenos è un gioco di gruppo nel quale, simpaticamente, si cerca di avvelenare ad ogni turno il proprio avversario designato, infilando nel suo calice (il cui contenuto nessuno vede sino al brindisi finale) forse del vino o forse del veleno. Importante, ma rimanendo sempre nella logica del party game, è saper leggere le emozioni altrui e capire chi sta bluffando, sopravvivendo così giro dopo giro agli avvelenamenti.
Zagor: Odissea americana, di Luigi Ferrini e Daniele Ursini, è invece un prodotto di Ergo Ludo, che ha scelto quale protagonista del suo ultimo titolo proprio il famoso personaggio dei fumetti bonelliani. Il genere è semicooperativo, con diversi dadi da utilizzare per le proprie azioni ed i giocatori avranno da affrontare diverse sfide a tema fumettistico, fruendo, nel farlo, dell'aiuto sia di Zagor che del suo fido Cico.
Nel mondo di Krosmater, prodotto distribuito da tempo con grande successo dall'editore in Italia, sarà proposto il nuovo Krosmaster Arena 2.0, ma insieme ad esso sarà disponibile, per gli appassionati, anche il display stagione 4, con le ultime miniature personaggio utili a popolare le arene dei giocatori.
Per Celestia, il fortunato gioco da tavolo a meccaniche di tenta la fortuna, sarà proposta l'espansione di quest'anno, ovvero Capitano mio Capitano ed al suo fianco ci sarà Aya (di Gregoire-Quintens), altro titolo di provenienza francese, che propone tra i componenti delle simpatiche tesserone tipo domino e il tema sullo sfondo è quello, in cooperazione tra i giocatori, di predisporre le giuste catene di caduta dei pezzi, in effetto cascata, per rivelare i giusti paesaggi che fanno da sfondo al gioco.
A chiudere la linea delle novità, infine, ci sarà Dead Men Tell no Tales, di Dane Klenko, cooperativo per 2-5 giocatori ambientato in un mondo popolato da pirati e dotato di una grafica estremamente curata. Rinvio alla nostra recensione chi volesse approfondire (qui il link), ingolosendovi per ora solo nel dirvi che la storia di fondo è che dopo anni spesi sulle tracce della Skelit's Revenge, la spaventosa e leggendaria nave governata dal Capitano Fromm e dalla sua ciurma di guerrieri scheletro, i nostri impavidi personaggi riescono finalmente a danneggiarla al punto da riuscire in un disperato abbordaggio prima che il fuoco la consumi e la faccia colare a picco. Noncuranti delle fiamme e dei pericoli dovremmo gettarci all'esplorazione della Skelit's Revenge in cerca dei suoi preziosi tesori per riportarli all'interno della nostra stiva prima che il tracciato di distruzione raggiunga l'inesorabile fine ...

GIOCHI UNITI
L'editore campano proporrà davvero un'interessante linea di titoli in fiera, a partire dai numerosi giochi interamente prodotti da esso, tutti ideati da autori italiani, per arrivare alle localizzazioni, tra le quali ne spiccano alcune di grande interesse.
Parto dalle produzioni Giochi Uniti per parlarvi per primo di Guilds, anche perché ne è autore il nostro Christian Giove, che sembra aver trovato una qualche strada rapida per farsi pubblicare, visto che sta distribuendo le sue creazioni tra diversi editori, con alcuni titoli in uscita nei prossimi mesi (e due qui in fiera).

Si tratta, come accennavo nell'articolo di preview (qui), di un gioco che contiene diverse meccaniche mescolate fra loro, con una partenza a base di aste (la fase di gioco nella quale si acquisiscono le carte dei personaggi che si vuole cooptare all'interno della propria gilda), un poco di piazzamento tessere (dove si vanno ad acquistare stanze per impreziosire la propria sede) ed una generosa dosa di combo di effetti tra le varie carte, il tutto su di uno sfondo simpaticamente gestionale.

Al suo fianco ci sarà poi Dungeon Heroes Manager, del duo Chiarvesio-Zizzi, nel quale si andranno a gestire dei simpatici eroi alla esplorazione dei classici labirinti, stavolta cercando non tanto (o non solo) di ammazzare gente, ma di rendere l'impresa il più profittevole possibile.

Il terzo titolo è di quelli attesi da tempo, perché ne provai lo scorso anno una versione di demo ad Essen, e parlo di Rhein River Trade, del duo Niccolini-Canetta, il quale, con una veste da gestionale classico, propone la sfida di costruire le migliori rotte commerciali sulle rive del Reno, trasportando merci dal punto di destinazione alle varie città di arrivo poste sul percorso raffigurato sulla mappa, sfruttando allo scopo al meglio i mezzi di trasporto a disposizione.

Nel quarto titolo, Matrimonio Reale (2-8 giocatori) di Walter Obert, i goblin-giocatori dovranno occuparsi di organizzare il matrimonio della principessa Koncita all’interno della sua stanza da letto, tra screzi, imbrogli, penitenze, un cane molto aggressivo e una futura sposa molto nevrotica... il tutto condito da goblin in maschera che si aggireranno nello stand. Si tratta di una versione rivista e aggiornata di Kragmortha (un famoso party game ormai introvabile da tempo) cucinata e servita da Walter Obert

Chiudo questa parte, infine, citando Kingsport Festival: The Card Game, di Gianluca Santopietro ove, tra antichi misteri, spaventose caverne e malvagi cultisti, i giocatori dovranno cercare di preservare la loro sanità mentale e ottenere il maggior numero di punti Culto.

Passando invece alle localizzazioni di peso d'obbligo è la citazione per Imhothep, di Phil Walker-Harding, il quale è stato recentemente nominato nel prestigioso Spiel des Jahres. Il tema prescelto è qui la sfida a emulare Imhotep e a creare monumenti destinati all’eternità e per farlo serviranno pietre che puoi trasportare con delle barche in diversi cantieri, il tutto con una buona dose di interazione e di programmazione.
Al suo fianco ecco poi l'ennesimo capitolo della saga Carcassonne, con a questo giro un'ambientazione accattivante (in fiera ad Essen l'ho visto molto gettonato), ovvero Rio delle Amazzoni. Ci si muove qui tra pappagalli, tucani e nugoli di farfalle gigantesche, con i giocatori intenti ad esplorare la foresta per primi, piazzare il proprio accampamento nei posti migliori e percorrere con la propria imbarcazione il Rio delle Amazzoni il più velocemente possibile.
A chiudere le segnalazioni (ci saranno comunque anche disponibili tutti i titoli del nutritissimo catalogo dell'editore, tra i quali Puerto Rico e Marco Polo) parlo di Catan Big Box, che contiene Gioco Base, Espansione per 5-6 giocatori, Scenario Aiutanti, Scenario Grandi Amici, Scenario Maiorca, Scenario New York, con scenari che possono essere combinati con il materiale del gioco base e sono tutti giocabili fino ad un massimo di 6 giocatori.
Nel settore gdr ci saranno invece i pacchetti Sulle Tracce di Cthulhu - Ombre Calate dallo Spazio, il quale contiene cinque avventure che condurranno gli Investigatori dalle montagne del Messico settentrionale ai cieli sopra la Germania, tra lo smog e i malanni di una Londra illuminata dalle lampade a gas e le maree furiose dell’Oceano Atlantico, nonché il manuale Pathfinder gdr: Guida alle Classi (contiene: Dieci nuove classi base, tra cui il contorto arcanista, il feroce iracondo di stirpe, l’arguto investigatore, il coraggioso intrepido, il formidabile sacerdote guerriero e altre; Privilegi di classe alternativi e archetipi tematici per tutte e 29 le classi base; e tanto altro)





Virus
GIOCHIX - GIOCHISTARTER
I titoli che in particolare saranno proposti a Lucca qui sono cinque, due dei quali di produzione diretta e tre frutto delle campagne di finanziamento Giochistarter, ovvero la piattaforma italiana di crowdfunding fondata da Giochix.
Dei primi due si parla da tempo e già alla Play erano disponibili in demo, ma ora fanno il loro esordio, dopo essere comparsi sui tavoli ad Essen, anche per il pubblico italiano.
Virus, di Michele Quondam, è un gioco che verte sulla esplorazione di labirinti ed il tema di fondo è abbastanza classico, perché si rievoca la fuga da un laboratorio dal quale è fuggito un pericoloso virus mutageno, ma nella miscela classica è inserito un nuovo meccanismo che sovraintende alla dinamica di movimento, che prevede il rollio di cubi (non dadi ...) su una griglia.
The Vampire, the Elf and the Cthulhu di Luca Ricci, condensa in un unico titolo alcune delle tematiche più diffuse del mondo fantasy e lo fa in quanto lo scopo del gioco è quello di impersonare scrittori alle prese con la redazione delle loro opere, attraverso l'acquisizione, nel corso del gioco, di carte che rappresentano le idee dell'autore (personaggi, oggetti, luoghi ...).
Tra i titoli dei quali è stata finanziata l'edizione italiana invece segnalo Mare Nostrum di Serge LagetPrincipi del Rinascimento, di Wallace, un classicone di Wallace del 2003 rivisto completamente per la nuova edizione, e Vinhos Deluxe, edizione a sua volta riveduta e corretta del vecchio successo dell'autore spremimeningi Vital Lacerda.

GIOCOFOLLIA
Allo stand in questione saranno disponibili i titoli della GateonGames, nonché diverse novità direttamente dalla fiera di Essen, tra le quali Overseers, di Guang Chi Guang, gioco di carte (con tavolo demo), ma anche altri titoli in vendita (nell'edizione, credo, originale) tra i quali The Oracle of Delphi, Not alone, Cottage Garden, Topoum e diversi altri.

HABA - ORSOMAGO
Saranno proposte in fiera le ultime novità del catalogo sia di Haba che della Schmidt Spiele, entrambe distribuite in Italia da Orsomago. 
Al momento sono ancora in attesa di avere informazioni dettagliate sulle novità che saranno effettivamente disponibili, per cui mi limito a segnalare la presenza dei relativi stand ripromettendomi di aggiornare questo passaggio se avrò aggiornamenti in tempo.

HASBRO
Il noto editore proporrà in fiera diversi prodotti della propria linea editoriale, compresi, naturalmente diversi di essi appartenenti alla linea giocattoli, ma anche alcuni dei propri più noti giochi da tavolo, declinati, in questo periodo, nelle più recenti versioni.
Tra di essi segnalo la nuova versione di Cluedo e Monopoly Ultimate Banking (al quale sarà anche collegato un concorso che consentirà di vincere da 100 euro a 10.000 euro in monete di valore numismatico).
Sempre nel catalogo giochi di società l'editore ha segnalato anche le novità Fuori dai Denti e Torte in Faccia, entrambi dedicati al mercato dei più piccoli.

IL BARONE GAMES
Dopo i suoi precedenti Hug Me, Prestige e Dwarfest, l'editore proporrà quest'anno Stupido Umano, un'avventura felina, gioco nel quale i protagonisti saranno i gatti ed il loro punto di vista sui loro 'padroni'.
Di più non ne so, per cui mi fermo qui, ma ve lo segnalo per chi fosse interessato ad un passaggio da loro ... ;)



MAGIC STORE
Ai due stand nei quali sarà presente, sarà possibile acquistare diverse cose, nel settore giochi da tavolo, di carte, di miniature ed altro.
Tra quanto sarà disponibile segnalo in particolare i prodotti della Mantic, ma anche il gioco di miniature di The Walking Dead.
Vicino a loro pure i prodotti dell'universo di Dungeon Saga, per gli amanti dell'esplorazione di labirinti.

MINOS GAMES
Ecco di fronte ad un nuovo editore che ha deciso di lanciarsi con entusiasmo nell'avventura editoriale.
Andrea Bragia ed Azzurra Eschini sono gli autori di Rockopolis, gioco a base di carte nel quale i partecipanti sono chiamati a costruire una rock band e a sviluppare nel corso della partita i propri stili musicali. Lunghe ore in sala registrazioni, live e la corsa alla notorietà sono alcuni dei passi da compiere nella lunga strada per ottenere l'accesso al demo recording studio e alla fama.
Già presenti a Essen con il loro prodotto, eccoli ora a Lucca, impazienti anche di far uscire, alla fine dell'anno/inizio del nuovo, il loro prossimo titolo, ossia Another Mind (Spicciani-Franceschi), un gioco digitale che dovrebbe essere disponibile nei maggiori store online dei vari dispositivi mobili.

OLIPHANTE
La caratteristica di questo editore, ai miei occhi, è quella di saper andare a pescare cosine davvero carine, non limitandosi al settore in senso stretto dei giochi in scatola, abbracciando al contrario nel proprio catalogo anche prodotti che in alcuni casi si avvicinano al giocattolo (mai fine a sé stesso) ed in altri al rompicapo e/o agli astratti ed in altri ancora che diventano strumento per stimolare la fantasia e creatività.
A Lucca la Oliphante sarà presente con i titoli di spicco del proprio catalogo tradizionale, ma in particolare proporrà alcune novità viste pochi giorni fa ad Essen.
Kingdomino
La prima che segnalo è Kingdomino, di Bruno Cathala, edito originariamente da Blue Orange, un titolo che ho provato con piacere in Germania. Si tratta di un gioco per famiglie, nel quale ad ogni turno ciascun giocatore preleva, da un lotto di tessere (fatte a domino, composte da due quadretti che raffigurano uno sfondo di terreni di vario tipo e/o corone), una di esse e la piazza di fronte a se ampliando il proprio reame, cercando di dar vita a serie di caselle contigue dello stesso colore (i punti finali sono pari al numero di caselle x il numero di corone). Semplice e dalle illustrazioni vivaci, può essere un titolo di quelli che fanno strada.
Vikings on Board
Al suo fianco, sempre dalla linea Blue Orange, abbiamo poi Vikings on Board di Chevalliers-Dumas-Pellemans. Le prime impressioni che mi ha trasmesso aver visto il gioco sul tavolo sono quelle di un titolo di base facile (8+), interattivo, basato su un concetto di maggioranze variabili e con possibilità di piccole e grandi alleanze. La varietà delle caselle azione, il concetto dell'ordine di turno, le scommesse e la variabilità dei prezzi delle merci sono i piccoli mattoni che dovrebbero consentire anche qualche riflessione in più a chi voglia impegnarsi.
Quanto ai materiali evidente è il desiderio di overprodurlo, ovvero di dotarlo di componenti attraenti (vedi le navi 3D) per attrarre l'attenzione (potevano essere sostituite da altrettanto efficaci tessere) e conquistare di conseguenza le simpatie dei potenziali acquirenti.
A chiudere le novità Blue Orange abbiamo invece un astratto, ovvero Sixth, di József Dorsonczky, gioco che brilla per semplicità nelle regole di base, ma che ha avuto un certo successo dopo essere stato presentato due anni fa ad Essen (come Six Making), tanto da essere riedito quest'anno, con materiali migliorati. Accenno solo che si muovono pedine su di una plancia 5x5, impilandole nel farlo ed a seconda dell'altezza dalla quale si muove la pedina, il tipo di movimento cambia ... ;) Rinvio all'articolo che abbiamo online su di esso chi volesse approfondire.
Proseguo poi parlandovi di Klask, una sorta di bigliardino da tavolo mescolato con l'air hockey di una volta, nel quale la pallina è sospinta grazie da ciascun giocatore grazie ad un piloncino manovrato con magneti posti sotto al tavolo. Ad Essen ha sbancato, per cui sono curioso di vedere come sarà accolto da noi ...
Prima di chiudere ricordo ancora l'espansione del fortunato Ta-Pum! (qui le nostre recensioni su di esso), gioco cooperativo ambientato nella prima guerra mondiale, che si propone di valorizzare l'amicizia come antidoto agli orrori della guerra, nonché di alcuni pacchetti tematizzati del famoso Rory Story Cubes, titolo che sollecita le capacità narrative fornendo alcuni spunti per la costruzione delle storie grazie all'uso di dadi (pacchetti in uscita Doctor Who, Lonely Toons e Scooby Doo). Solo pochi giorni dopo la fiera, invece, dovrebbe arrivare Imagine, della Cocktail Games, dotato di diverse carte trasparenti da utilizzare (sovrapponendole, muovendole, ...) per far indovinare cose ai presenti. Qui son curioso, lo ammetto, di vedere come la cosa girerà ... ;)

PENDRAGON GAMES STUDIO
Ben quattro sono le novità che l'editore (reduce dall'ottimo successo ottenuto in fiera ad Essen da Last Friday, che ho visto diverse volte sui tavoli dell'albergo) porterà in fiera quest'anno, per cui passiamo rapidi a parlarne.
È il nome del nostro Christian Giove (Chrys qui nei nostri articoli) che campeggia, insieme a Paolo Cecchetto, sulla scatola di Dragon Pets. Si tratta di un titolo per 2-4 giocatori nel quale ognuno impersona un allevatore di draghi che possiede due esemplari di buona qualità, ma di specie differente, che vuole fare accoppiare. Spera che i suoi cacciatori gliene recuperino molti altri in modo da creare un colorato allevamento di draghetti.
Al suo fianco Last Friday, di Antonio Ferrara e Sebastiano Fiorillo, titolo che rievoca le ambientazioni dei classici film horror nei quali gruppi di ragazzi in vacanza sono aggrediti da spietati killer seriali. In questo caso i nostri valenti campeggiatori dovranno sfuggire ad uno psicopatico che li perseguiterà, tentando di sopravvivere al loro weekend di terrore.
Il terzo titolo è invece una nuova edizione di un titolo di grande successo di Antoine Bauza, ovvero Tokaido, gioco per famiglie nel quale si percorrono idealmente le vie del Giappone, scattando interessanti foto e conservando souvenir utili a ricordare la loro vacanza virtuale.
Per chiudere ecco, infine, Raccontami una Storia: Halloween, di Gabriele Mari (illustrato da Riccardo Crosa, papà di Rigor Mortis e Sì, Oscuro Signore), seconda uscita (standalone) nella collana di titoli della casa dedicati ai giochi di storytelling, ovvero che stimolano la fantasia creativa di racconti dei giocatori, stavolta a tema storie di paura (qui il link alla recensione del titolo precedente).

POST SCRIPTUM
Tre sono i titoli che saranno proposti con questa etichetta, uno dei quali interamente realizzato da PS e due che sono usciti grazie alla consulenza/collaborazione offerta agli editori primari.
Parto da Ziuq, per dire che si tratta di un party game a base di carte, della coppia Carlo Emanuele Lanzavecchia ed Andrea Pisani, nel quale i partecipanti sono chiamati ad indovinare quale sia la domanda corretta alla quale corrisponde la risposta che è letta sulle carte dal giocatore di turno.
Le regole del gioco sovraintendono alla scelta, perché, ovviamente, si dovrà cercare di essere espliciti ma non troppo e nel contempo ci saranno diversi vincoli da rispettare, in quello che promette di essere un titolino sbarazzino ed interessante.
Al suo fianco, reduce dal buon successo ottenuto ad Essen, ecco Kepler 3042 (edito da Placentia Games), di Simone Cerruti Sola (al quale già abbiamo dedicato un articolo), gioco di civilizzazione spaziale nel quale è stato del tutto eliminato l'aspetto militare, per focalizzarsi su quello gestionale.
Per chiudere la lista ecco S.P.A.C.E., di Marco Garavaglia, titolo edito da Libreria Geografica, che gode della prestigiosa approvazione dell'Agenzia Spaziale Italiana, in quanto esso si propone di stimolare l'attenzione sul tema della ricerca nello spazio, introducendo nel gameplay concetti scientifici (caratteristiche di pianeti, funzionamento di sonde, ...), utili a farlo diventare anche gioco educativo. Scopo del gioco, che ha caratteristiche da gestionale, è quello di conquistare i pianeti con l'aiuto della scienza aerospaziale.

Micio Mao
RAVEN
L'editore ravennate spazia, come al solito tra diversi generi, proponendo titoli di davvero varia estrazione e ambientazione.
Parto, per capirci, con un gioco sui gatti, per arrivare poi ai gdr a tema dark e Cthulhu.
Micio Mao (Kitty Paw), di Aza Chen, è un gioco di destrezza e rapidità di riflessi nel quale giocatori dovranno essere i primi a completare la composizione della propria Carta Micio per guadagnare Punti Vittoria (PV). I gatti, ovviamente, la fanno da padroni.
Cambiando di volo lo sfondo, eccoci invece a Dungeon Roll – Edizione Italiana, titolo che rielabora la tradizione dei giochi di esplorazione labirinti fornendo ai giocatori, invece della classica miniatura, belle manate di dadi, che rappresentano i propri eroi, andando poi a combattere con gli oscuri abitanti del dungeon.
Post apocalittico e zombie sono invece i temi di fondo del cooperativo (con possibile cattivo nascosto) Dead of Winter – La Lunga Notte, titolo che ha raccolto lo scorso anno grossi consensi e che anche a questo giro ho visto spesso sui tavoli degli alberghi di Essen. La storia alla base di tutto è sei il superstite di una spaventosa apocalisse zombi e devi sopravvivere ad un terribile inverno in un mondo devastato. La Lunga Notte introduce una nuova locazione: la Raxxon, da cui orribili esperimenti si diffonderanno per la città a meno che i giocatori non riescano a contenerli, nonché numerosi elementi addizionali.
Nel mondo di Mice and Mystics è invece ambientato Tail Feathers – Edizione Italiana (qui la nostra recensione), dove le miniature dominano dall'alto, visto che compaiono tra di esse i cavalieri dell'aria, impegnati in lotte tra opporti nidi.
Per chiudere ricordo poi i classici del mondo dei non morti, ovvero Zombi!!! – Nuova EdizioneZombi!!! 5 – Fuga di CervelliZombie!!! 6 – Tre Metri Sotto Terra ed uno dei cavalli di battaglia dell'editore, ovvero Munchkin, per il quale sarà proposto Super Munchkin – Nuova Edizione Completa.
Nella sezione gdr della casa saranno proposti invece Lupo Solitario: Il Gioco di Ruolo – Avventure nel Magnamund, i due moduli espansione in italiano per Lone Wolf - Il Gioco di Ruolo completi di numerosi accessori; Eroi del Magnamund - Manuale del Giocatore Espanso, Il volume Avventure dei Kai, Il Richiamo di Cthulhu – Cofanetto Deluxe (Il cofanetto conterrà il manuale base (Keeper's Rulebook), lo Schermo del Custode, avventure mai viste prima, mappe e … un'edizione speciale del Necronomicon); Il Richiamo di Cthulhu - Manuale Base In Italiano (nonché Schermo del Custode + Casi Irrisolti); Il Necronomicon; Il Richiamo di Cthulhu - Guida di Petersen agli Orrori Lovecraftiani; Il Richiamo di Cthulhu – Manuale dell’Investigatore ed infine Librogame – Oberon il Giovane Mago (primo volume della serie parallela di Lupo Solitario).
L'editore ospiterà anche i titoli, da lui distribuiti, di Tin Hat games, Mini G4m3s studio, Eleven aces, Limana umanita, Il barone e Post Scriptum

RED GLOVE
L'editore di Carrara avrà in fiera, oltre ai titoli del suo catalogo (tra i quali mi sento di ricordare per gli ottimi riscontri ottenuti, Rush & Bash, pazzo gioco di corse che trasporta i giocatori nei panni di karter alle prese con percorsi variabili, Vudù, ovvero il gioco delle penitenze, e Neko In, il gioco dei gattini miciosi), almeno quattro assolute novità.
La prima rappresenta il segno della ripresa dei rapporti tra il guanto rosso e la What's Your Game, in quanto sarà proposta in fiera l'edizione italiana di RailRoad Revolution, della coppia Marco Cannetta e Stefania Niccolini, che ha ottenuto un grosso successo ad Essen, andando in soldout. In due parole si tratta di un gioco basato sulla costruzione di reti all'interno di una mappa parzialmente modulare (cambiano le città ed i loro bonus), nel quale i giocatori si alternano nel giocare una mossa a turno, scegliendo tra le quattro disponibili. Su questa base lineare si innestano poi diverse cosette, a partire dalla costruzione di un pool di lavoratori dal quale scegliere quello da utilizzare in ogni turno, tenendo conto che ve ne sono di cinque colori (specializzazioni) disponibili, passando per il fatto che per realizzare i propri obiettivi si devono sacrificare dei lavoratori, arrivando poi ai parecchi bonus che si ottengono salendo nelle varie scale disponibili.
Allo stand, sempre frutto della collaborazione tra i due editori, saranno disponibili anche Signorie, Nippon e Zhanguo.
A seguire eccoci poi con una novità tutta della casa marmifera, ovvero Tzulan Quest, di Alessandro Cuneo, il quale evoca ambientazioni piene di trappole, mostri, tesori e avversari pronti a imbrogliarti che ti separano dal leggendario idolo di Tzulan. Si tratta qui di un party game con sullo sfondo una corsa tra competitori senza scrupoli.
Parlando di Vudù, del duo Giovo-Valtriani, sarà proposta l'espansione Zombi vs Barbari, nella quale compariranno due nuove scuole di magia: le virulente magie zombi e le cocciute maledizioni barbare.
A chiudere ci sarò poi il nuovo progetto editoriale sul quale la casa conta molto, ovvero I Racconti del Libro della Giungla di Marco Valtriani, un gioco che stimola la fantasia dei partecipanti, chiamati ad inventare storie sullo sfondo del mitico racconto che fornisce il titolo sulla scatola. Riprendendo le parole del comunicato stampa, i giocatori saranno invitati a "Vivere da protagonista una delle avventure più coinvolgenti che siano mai state scritte, correre attraverso luoghi selvaggi e misteriosi in aiuto del Branco, affrontare temibili nemici con la forza e la saggezza di un lupo e diventare parte della leggenda".

UPLAY.IT
L'editore toscano ha fatto uscire nel recente diversi titoli, che porterà a Lucca assieme al meglio del proprio catalogo precedente, ma in particolare ci saranno tre giochi che arriveranno in edizione italiana proprio per la fiera.
Jorvik
Il primo è Camel Cup gioco di carte, versione più 'portatile' (ma le carte sono parecchie e la modalità di gioco, da quello che ho solo visto dall'esterno, non sembra banale) del fortunato predecessore, nella quale di esso si mantiene lo spirito della corsa di cammelli.
Jorvik è invece la nuova edizione, completa dell'espansione, di Speicherstadt, di Stefan Feld, uno dei titoli più rivolti verso un pubblico ampio realizzati dal noto game designer tedesco. Il gioco si sviluppa intorno ad un mazzo di carte, le quali consistono in una delicata miscela di contratti (sui quali dono raffigurate merci da acquisire), navi (che trasportano merci), edifici (punti vittoria o effetti speciali) e così via.
Esse vengono aggiudicate tramite un intelligente meccanismo di asta che si sviluppa mediante il semplice piazzamento dei propri omini. Questa nuova edizione comprende anche le carte dell'originaria espansione ed una grafica del tutto rivista, a tema vichingo.

Ritorno al Futuro, del duo Pinchback-Riddle, propone quale ambientazione la popolare serie di film a tema viaggio nel tempo, che ottenne un successo pazzesco negli anni '80. I partecipanti si troveranno qui, in chiave gestionale, ad affrontare le sfide di Marty McFly, muovendo nel tempo la DeLorean tra il 1955, il 1985 ed il 2015.

Passando alle uscite recenti dell'editore cito il loro (di produzione propria) Brethren of the Coast di Brett Gilbert (qui ne trovate una recensione), gioco a base di carte e bluff con ambientazione piratesca, Sea of Clouds di Theo Riviere, a sua volta a tema pirati, con una grafica molto curata (come da tradizione Iello) e meccaniche di tenta la fortuna e collezione set, Happy Pigs di Kuraki Mura, nel quale lo scopo diventa quello, attraverso una meccanica di selezione contemporanea di azioni, di allevare i migliori maiali della contea.
Cambiando ambientazione ed andando nel dark ecco un nuovo terzetto di titoli, ovvero New Salem, del duo Henk-Skancke, a identità nascoste e con streghe infiltrate tra i giocatori, i quali devono cercare di sfuggire alle pestilenze scatenatesi, Gloom (ed espansione) di Keith Baker, titolo che propone tra i materiali interessanti carte trasparenti sovrapponibili e quale tema l'obiettivo di far soffrire le più gravi tragedie ai propri personaggi (un poco anomali, alla Famiglia Addams), prima di farli passare a miglior vita, e Bibidi Bodibi Brew, di Andreas Pelikan, titolo a tema streghe (ma family e coloratoso), basato su meccaniche di selezione contemporanea di azioni.
A chiudere il lungo elenco dei titoli dell'editore che cito, ecco La guerra dei meeple di Max Valembois, la nuova edizione di Agricola, Il grande libro della follia di Maxime RambourgIsle of Skye: agli arbori del regno, di Pfister-Pelikan, ovvero il vincitore dello Spiel des Jahres per esperti dello scorso anno (pur rimanendo fruibilissimo per famiglie) ed infine il noto Cacao con la sua nuova espansione Cioccolato.

AUTOPRODUZIONE e non solo
Chiudo poi con la solita menzione all'Area Autoproduzione, di Lucca Games coordinata da Angelo Porazzi, nella quale troveranno posto anche Manuel Fossati e Giulia Prada (Pradun); Alberto Baratelli (Carte Binarie); Alessandro Dolcetta (Biasano't e Socc'mel); Roberto Caraceni (Ombre); Velentino Sergi (Suicidium), Alberto Fontana; Mauro Peroni (Arrr!!!); Davide Canestrelli (Er Gio'o - sul gioco del ponte di Pisa).

Tutti loro saranno presenti nell'area Indipendence Bay, dove ci saranno anche Tommaso Benetti con Ready to Rock, la Serfergiochi, Dicegame Italia, Balance Games, Mutant Chronicles Italian Club, The Evil Company e Board of Dreams.

Infine, per i gamers più appassionati, ricordo che anche quest'anno si terrà nella biblioteca civica Agorà (negli orari serali, piano terra o primo piano), da venerdì a lunedì, dalle 20:00 in poi la manifestazione Essen-Lucca linea diretta, con tanti titoli presi dalla fiera disponibili per essere provati e giocati, organizzata dalla Tana dei Goblin di Pisa (e dall'amico Plombiers, che saluto ...).
Eccovi il link alla pagina facebook dedicata all'evento :)

Un salutone a tutti e buona scorpacciata di novità!!!

30 commenti:

  1. Ma la Uplay quando farà uscire l'espansione in italiano di Robinson Crosue: Viaggio di un Naturalista ? E' "in uscita" dal 2013 !!!!!
    Gylas

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo chieder loro un paio di cose e aggiungo la tua curiosità alla lista :)

      Elimina
    2. sbaglio o il viaggio di un naturalista non è un'espansione ma una missione aggiuntiva nuova, come quella di King Kong? mi pare che sia già scaricabile in tana o su bgg. Uplay invece avrà quelle espansioncine che colmano il gap con la seconda edizione del gioco: gli adesivi da applicare alle pedine e le risorse in legno

      Elimina
    3. Mi dicono che è prevista per il 2017. Per l'anno nuovo pare sia prevista anche l'edizione italiana di Great Western Trail.

      Elimina
    4. mmmm... dal 2013, ogni anno dicono che è prevista per l'anno seguente. Siamo ai livelli di Heroquest ? eheheh

      Elimina
  2. Sapete se Raven con "Tail Feathers – Edizione Italiana" porterà anche il capitolo perduto che la plaid hat games dava omaggio con l'acquisto del gioco?

    Perché non penso potrò essere a Lucca quest'anno ma qualcuno che va lo trovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il capitolo non era omaggio, ma non essendo collegato a Tail Feathers non è stato incluso.
      Molto probabilmente verrà proposto gratuitamente in download a breve ;)

      Elimina
    2. Ti ringrazio.
      Scusa avevo capito che se compravi "Tail Feathers" online alla plaid c'era il nuovo capitolo perduto omaggio, perché per giocarlo servono le miniature di "Tail", ma probabilmente ho preso una cantonata clamorosa.

      E speravo che il nuovo capitolo uscisse per Lucca.

      Elimina
  3. ma Bruti ha il regolamento rivisto o è quello dell'anno scorso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che era uscita una versione 1.2 del regolamento (https://issuu.com/rulez/docs/bruti_regolamento_1.2) ma, non avendo il gioco, non ho più approfondito per capire quali modifiche siano state apportate.

      Elimina
    2. c'era quello che credo fosse un'espansione: "Ciurma"

      Elimina
  4. Risposte
    1. ... infatti ho, questa volta, inserito il "sempre meno piccola" nel titolo :)

      Elimina
  5. Sapete se uscirà Whitechapel Dear Boss?grazie!!

    RispondiElimina
  6. Infatti! Ma Dear Boss? La Giochi Uniti che sta combinando? :)

    RispondiElimina
  7. bellissimo lavoro Fabio! grazie. mi ero fatto una lista mettendo insieme i vari comunicati ma questa è decisamente più esaustiva e in pià ha i preziosi consigli di chi ha già visto tanti di questi giochi ad Essen

    qualche curiosità sparsa, se lo sai tu o qualcun'altro all'ascolto. da Giochix ci sarà anche l'espansione Atlas e magari un'offerta per chi la prende con il base di Mare Nostrum? la HC Distribuzione, che mi pare non citata, avrà uno stand e terrà dei giochi della Academy Games? Zagor sarà in vendita o soltanto in prova? Giocofollia sembra l'unico stand con giochi di Essen super attesi ma privi (per ora) di un'edizione italiana, sai qualcosa di più di cosa troveremo lì e in quali quantità? se questi portano dei Feld c'è un rischio sold out praticamente immediato...

    grazie ancora, anche per la faticaccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che ho scritto riassume l'insieme delle info che mi hanno mandato, che ho richiesto e nelle quali mi sono imbattuto per internet. Per Zagor, penso che sarà anche ai tavoli, anche se questi dettagli compaiono solo in pochi dei comunicati stampa e/o informazioni trasmesse. Per le novità di Essen è da qualche anno che spuntano con regolarità in fiera, presenti a questo o quello stand: nel caso di Giocofollia, come segnalo anche in altro commento, mi sono imbattuto nella notizia sfruculiando per internet, ma ci sta che altri stand, dei quali magari non ho inserito nulla, abbiano qualcosa (magari non ne ho parlato semplicemente perché loro, pubblicizzando nei comunicati altre cose che magari hanno in distribuzione, non abbiano citato la presenza di alcuni titoli solo in vendita in pochi pezzi ...).

      Elimina
    2. grazie

      su Zagor ho trovato una news in Tana: sarà in dimostrazione ma anche già in vendita a 55 euro

      Elimina
  8. Mi sapreste dire se a Lucca ci sarà la seconda espansione di colt express prevista per novembre? Penso l'avreste citata ma non capisco come perdersi una vetrina come Lucca per colt express.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel sito Asterion la vedo programmata per Novembre 2016, mentre le novità di Lucca sono in genere indicate come in uscita il 28 ottobre. Ci sta che semplicemente, come spesso accade, le scatole non siano arrivate in tempo (o magari ti faranno una sorpresa dell'ultimo minuto) ... ;)

      Elimina
  9. Ciao, innanzitutto grazie per l'esaustiva guida ai giochi di Lucca che è sempre preziosa. Sono davvero curioso per i giochi che saranno disponibili all'acquisto presso lo stand GIOCOFOLLIA portati da Essen...
    Di seguito riporto qualche domanda, osservazione, richiesta:
    Sarà presente alla dVgiochi il nuovo gioco Leo di Leo Colovini vincitore del Deutschen KinderspielePreises 2016?
    Il gioco Sixth è composto da un tabellone 5x5 e non 4x4
    Sarà presente all'acquisto come ogni anno il vincitore del Gioco Inedito dell'anno scorso presso l'apposito Stand, stiamo parlando di Zoopolice!
    Infine sono davvero curioso per il gioco Dragon Pets di cui non conoscevo l'esistenza e di cui si sa davvero poco e quindi visto che qui si gioca in casa come per Guilds vi chiedo se si possono avere maggiori informazioni per valutarne l'acquisto e il target.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, prima di tutto grazie per le precisazioni!
      Poi vediamo di risponderti per quanto possibile: 1. Credo che possa esserci, perché era stato oggetto di precedenti comunicati, ma in quelli recenti non l'ho trovato (non so se perché non era così 'novità' come gli altri di cui ho parlato o perché magari non sarà in vendita): ora mi informo ;
      2. Per sixth hai ragione ed ho corretto: pensa che l'ho anche giocato ...
      3. Per il gioco inedito hai ragione, ma non avevo trovato info più dettagliate ;
      4. Sia Dragon Pets che Guilds sono in arrivo giusto giusto per la fiera. Per il secondo, avevo parlato qui:http://pinco11.blogspot.com/2016/08/essen-2016-e-dintorni-parte-vi-un_29.html, per cui ti rinvio a quell'articolo per approfondire, mentre l'uscita del primo è proprio una notizia dell'ultimo momento e devo evocare Chris per qualche dettaglio.
      5. Per Giocofollia, sono capitato sul loro sito mentre cercavo dove avrebbero trovato posto la Gateon e Overseer e nell'occasione ho visto citati come presenti i titoli in questione. Non credo però che si tratti di una distribuzione vera e propria, ma di alcune copie che saranno in vendita, cosa che in genere a Lucca capita in diversi stand, anche non preannunciata.

      Elimina
    2. Grazie Fabio... Speriamo. Non vedo l'ora. Al mio gruppo Colt Express è piaciuto un sacco. Grazie ancora della risposta

      Elimina
  10. Ragazzuoli, ogni momento che passa mi spunta qualcosa che, nonostante la mole dell'elenco, sembra essere rimasta fuori.
    Poi è ovvio che nel padiglione games non ci sia mai abbastanza posto ... ;)
    Stamani ho aggiunto, per esempio, un passaggio su Magic Store ed ieri mattina aggiornato la Cosmic Games.
    Se ci fosse qualcun altro che abbia dimenticato o per il quale debba integrare, prego fatemelo sapere, che aggiorno, che fino alla fiera c'è tempo .. :)
    L'anno prossimo, per altro, non so come potrò fare, visto che sembra che ci sarà una sovrapposizione, potenzialmente anche fisica di date (o saranno immediatamente consequenziali, a seconda delle date che sceglierà Lucca), tra Essen e Lucca e due guide non so come possa riuscire a gestirle ... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Lucca sovrapporsi a Essen mi sembra un azzardo pericoloso!!

      Elimina
    2. Tieni conto che Lucca è una fiera molto 'nazionale' come target e solo il settore giochi da tavolo (che occupa metà della tensostruttura) è interessato da Essen. Sarebbe sicuramente opportuno che evitassero la sovrapposizione (se facessero Lucca 2017 dal 1 a 5 novembre), ma non è detto che decidano in quel senso ...

      Elimina
  11. No! Ci speravo nell'edizione in italiano di Epic! Pazienza......

    RispondiElimina
  12. Klask: c'era già ad Essen nel 2015, alla scorsa Play, di nuovo ad Essen quest'anno... ma non è quasi identico a WeyKick?

    RispondiElimina
  13. Grande Fabio, magnifico riassunto!
    Ragazzi qualcuno ha qualche notizia in più sull'espansione "cioccolato" di cacao? Il gioco base, ancorché semplice, si è rivelato veloce e simpatico e sono curioso..
    Donato

    RispondiElimina