martedì 11 ottobre 2016

[Recensione] Tail Feathers

scritto da Chrys

Mi sento un po' in colpa per non aver scritto ancora nulla su questo titolo, anche perché tornò con me insieme ad altri 27 Kg di giochi addirittura da Essen 2015 (!!!) dove mi innamorai delle splendide miniature dei volatili (il che è andato in combo con l'ambientazione che ricorda da lontano il mondo di Mouse Guard di Petersen... sono fumetti di una bellezza assoluta che vi consiglio di andare a recuperare, soprattutto ora che esistono anche in italiano ^__^).

Ho anche avuto modo di giocarlo diverse volte solo che, per un motivo o per l'altro, ho rimandato la stesura di questo articolo... ringrazio in questo il nostro (e vostro) Simone che me lo ha fatto ricordare postando un bel video di un gameplay ospitato dalle telecamere di Gioconauta... il traditore!!! Ovviamente scherzo (quindi se dovesse trovarsi la macchina piena di cobra, si sappia che sono estraneo ai fatti) e il video è ben fatto e interessante. :D

Stiamo parlando di Tail Feathers (2-4 giocatori, 60-90 minuti) edito dalla Plaid Hat Games e ideato da Jerry Hawthorne... tra l'altro il titolo sarà presto localizzato in italiano dalla Raven

Due schieramenti si scontreranno in furiose battaglie aeree tra topi a cavallo di volatili sellati, ovviamente nello stesso mondo di Mice & Mystics.

NELLA SCATOLA
Ve lo dico da subito... i componenti di questo gioco sono qualcosa di straordinario... praticamente impossibile passare davanti al gioco apparecchiato senza slogarsi una mascella.

Troviamo anzitutto 5 splendide miniature di uccelli (5 miniature uniche, ciascuna giocabile in più versioni), 5 diversi cavalcatori anch'essi unici per modello e caratteristiche, fatti in modo da poterli montare su differenti cavalcature e 13 miniature di topi a piedi (combatteranno dai rami). Le miniature degli uccelli sono montate su una struttura trasparente con un perno che permette di tenere i volatili inclinati verso destra, sinistra o verticalmente (cose che fanno parte della meccanica di gioco) oltre a tenerli sollevati.

Questo da solo varrebbe quasi il "prezzo del biglietto"... ma aggiungeteci 12 dadi speciali, sottili plancette nido e truppa a terra (disegnate piccoline e messe sul tavolo sembrano molto più in basso dei volatili), plance fazione, un rametto nodoso di plastica (per le gittate), un centinaio di carte di varia dimensione (missioni, volatili, cavalcatori, azioni, ecc). Le carte sono tutte splendidamente illustrate con immagini uniche create appositamente e un mazzo apposito rende compatibili i pezzi di Mice & Mystics con questo gioco (vedi poi).

Infine abbiamo abbastanza fustelle da disboscare il Canada... XD
In particolare defustellando otteniamo oggetti, effetti, elementi di manovra, rotelline nido, marker ferita, token piuma e molto altro... e soprattutto 5 alberi (quattro angolari di 25x25 cm e uno centrale) e diverse foglie che una volta staccate dall'albero possono essere "surfate" dai nostri topini. Infine abbiamo il manuale delle regole e quello degli scenari.


COME SI GIOCA
Per non tediarvi starò sul sintetico, così da darvi un'infarinata sulle meccaniche e darvi anche un motivo in più per andarvi a vedere il bel video di Simone dove potete vedere un gameplay del titolo e apprezzarne i componenti.

Una volta scelto lo scenario (il set base ne propone 4) si dispongono i quattro alberi/plancia a delimitare il perimetro di gioco (l'effetto è fantastico), si piazzano i nidi ed altri elementi di gioco richiesti dallo scenario. Quindi ogni giocatore compone il suo "esercito" di pennuti, piloti e "personale di terra"... tra l'altro la coppia pilota/pennuto non è obbligata con un sacco di interessanti abbinamenti.
Gli scenari del gioco vi danno già le due squadre bilanciate suggerite e per le prime partite mi sono attenuto a quelle per ovvi motivi. Dopo mi sono invece lanciato a fare qualche mix con i personaggi di Mice & Mystics. ;)

Poi si svolgono una serie di turni fino alla vittoria dello scenario da parte di uno dei due schieramenti... ogni turno è fatto di diverse fasi: missione, inclinazione, attivazione e fine turno.
Sappiate che sto tralasciando alcune regole per semplicità, ma vi dovrebbe dare una buona panoramica. ;)

Missione
Ogni giocatore piazza una carta missione (quelle con la squadra di topi vista dall'alto) sul tavolo entro un ramo dal centro, a rappresentare dei suoi topi mandati a terra a fare qualcosa... per farlo assegna da 1 a 4 miniature tra quelle disponibili rimuovendole dal proprio albero e ponendole su una plancia.
La missione è segreta finché non si interagisce con un nemico o arriva a compimento a fine turno... ad esempio potrebbe essere una missione di intercettazione (attacco a una squadra avversaria in missione), un assedio (i topi inviati si arrampicano sul tronco avversario), una pattuglia (attacco a distanza da terra di un volatile), un recupero (per riprendersi un uccello/pilota abbattuto), ecc.

Inclinazione
Ogni volatile grazie al perno può essere inclinato... in questa fase si piega il volatile per indicare la direzione che si sta prendendo (un po' come il "vedere la coda" di Blue Max... ma ovviamente i volatili sono più vistosi ^__^) a comunicare a tutti se si andrà dritti, a destra o a sinistra... se il volatile è su un ramo in questa fase lo si inclina in alto se si decide di farlo poi decollare.

Attivazione
Ci si alterna ad attivare i propri volanti o le proprie miniature appiedate eseguendone il movimento e/o un attacco a distanza o in corpo a corpo. Le miniature sui rami muovono in settori definiti dalle diverse texture del ramo (corteccia, legno e muschio) mentre i volatili usano un sistema ovviamente più complesso.

Attivando un volatile si prendono tessere movimento da un minimo di 2 a un massimo pari alla velocità del pennuto, dichiarando in anticipo quante, di che tipo (lunghe o corte) e l'ordine... ad esempio lunga-corta-corta-lunga. Sì... in questa fase serve avere buon occhio. ^__^
Poi le si piazza dritte se si andava dritti o verso destra/sinistra a fare un arco, secondo l'inclinazione del pennuto precedentemente scelta. Le tessere hanno dei comodi incastri per creare la curva agevolmente. Se il volatile passa sopra un'unità su un ramo o in missione (carta a terra) fa un attacco, se passa su un ramo libero può atterrarvi, se sbatte su un tronco si fa male (e si sente anche un po' in imbarazzo). XD


L'attacco invece per qualunque miniatura è uguale e comporta tirare un certo numero di dadi facendo un successo per ogni simbolo ottenuto coerente con l'attacco (spada o arco) e l'avversario difende con i dadi di difesa parando un colpo per ogni scudo. Eventuali risultati formaggio danno token fetta di formaggio che riempiono una ruota. Le miniature non volanti hanno anche l'opzione di non attaccare e fare un secondo movimento.

Sempre in questa fase se si ha un formaggio intero (completando la ruota di spicchi) si può rimettere in riserva un eroe o una squadra di massimo 3 topini attualmente tra i caduti.

Fine turno 
Si possono porre sul nido eventuali truppe nella riserva, si risolvono le missioni a terra e si riattivano le carte usate.

CAMPAGNA
È possibile creare una campagna di 4-6 scenari (i quattro nella scatola sono pensati come fattibili in successione come campagna)... in questo caso ciascuno dovrebbe crearsi un suo "esercito" di pari punti ad inizio campagna, usando solo piloti/volatili/truppe base, che resterà uguale durante la partita. Dopo ogni scenario si può sostituire un pilota/volatile/truppa con la sua versione avanzata.


REGOLE OPZIONALI
Il gioco propone diverse regole aggiuntive... tra le più interessanti ci sono le carte azione che constano in un pool di 7 carte scelte a inizio partita e attivabili durante il gioco. Quelle degli eroi sono usabili una volta a turno mentre quelle dei volatili tornano disponibili se lo si fa poggiare su un ramo. Queste aggiungono una maggiore varietà e tanta caratterizzazione della battaglia e possibilità di personalizzazione della propria strategia.

L'altra secondo me imprescindibile è l'uso delle foglie, che fa aggiungere ad ogni albero alcune foglie su cui le unità appiedate possono salire recidendole dal tronco... con un simpatico meccanismo che non sto a spiegarvi nel dettaglio queste roteano e planano sulla plancia similmente a foglie vere, e permettono a chi ci sta sopra di entrare in gittata e attaccare volanti lontani dal tronco o anche di spostarsi su un albero vicino. ^__^

Tra le altre regole opzionali abbiamo poi le strutture (tipo baliste) usate in certi scenari, i token piuma che vengono lasciati sul campo ogni volta che un pennuto è ferito bloccando la linea di vista (belli i token ma personalmente non mi piace come regola e la trovo anche poco verosimile), la possibilità di raccogliere cibo a terra e una modalità alternativa di "zuffa" tra volatili.



UNIRLO A MICE & MYSTICS
Ovviamente il materiale nella scatola non può essere usato per Mice & Mystics, perché i suoi scenari sono molto tematici e usano specifiche creature, ma in compenso TUTTE le miniature di M&M possono essere schierate in questo gioco grazie alle carte presenti, a partire dagli eroi fino ai vari mostri... di fatto se lo avete potete quasi quadruplicare il numero di personaggi a terra di questo gioco, aumentando esponenzialmente le possibili combinazioni.



CONSIDERAZIONI FINALI
Un gioco dai componenti da urlo e dalla meccanica molto ben strutturata... di fatto possiamo vederlo come un Blue Max o un Wings of War fantasy con anche una gestione intelligente delle truppe non volanti (sia a terra che sui rami)... il che già non è male visto che la tematica dei giochi di questo tipo di norma è sempre (ovviamente) prima o seconda Grande Guerra.

A livello di scalabilità... il gioco è potenzialmente da 2-4 giocatori ma lo considero sostanzialmente un gioco da due. Il manuale accenna al "team play" e i dischetti di identificazione degli uccelli sono in 4 colori per differenziare fino a 4 squadre ma vengono sempre comunque usati solo un nido e una plancia per fazione. Inoltre tutti gli scenari proposti sono da due giocatori (il manuale suggerisce di guardare sul sito ufficiale per eventuali scenari da 4 dove ancora adesso ce n'è uno solo) quindi resta oggettivamente una feature secondaria... anche la scatola lo dichiara da 2 aggiungendo un "espandibile" accanto.

Parlando di rigiocabilità... la possibilità di inserire le miniature di M&M insieme alla presenza di più varianti di carta per ogni miniatura e a oltre 32 carte azione diverse, garantisce tantissime combinazioni, ma va detto che 4 scenari sono un po' pochi e sul sito ufficiale se ne trovano solo altri 2 (uno da 4 e uno da 2 giocatori)

La durata di gioco proposta dalla scatola è abbastanza rispettata, una volta presa dimestichezza con le regole, e spesso in 60-90 minuti la partita si conclude, ma i tempi possono dilatarsi se si includono tutte le regole opzionali. 

componenti sono fantastici sia a livello di miniature che a livello di carte e altri elementi (le foglie, gli alberi, i vari token, ecc.). Credo che vi basti dare un occhiata alle immagini a corredo per farvi un idea... inoltre non si può dire che la tematica non sia originale. ;)

La dipendenza dalla lingua è molto alta se utilizzate anche le abilità speciali, mentre si riduce di molto se non le usate, perché i testi da comprendere in quel caso si limitano a quanto scritto su 5-6 carte truppa. Mentre scrivo non è ancora in vendita l'edizione italiana, ma dovrebbe arrivare grazie a Raven.

Dipinte guadagnano un ulteriore 200% di bellezza... prima o poi mi ci
metto che alla fine i volatili son facili (drybrush e inks fanno quasi tutto)
Il target a cui punta accoglie due "nicchie" del nostro settore e cioè gli amanti dei giochi di miniature e gli amanti dei simulativi aerei... probabilmente la bella ambientazione allargherà un po' il bacino dei possibili giocatori, ma se non apprezzate almeno uno dei due generi sopra vi suggerisco di desistere. Se invece sono generi a voi affini non fatevelo scappare, perché sicuramente ha elementi di originalità che non troverete altrove. ^__^

Il prezzo di vendita è di circa 59 euro che per il materiale è comunque un buon prezzo, anche se non è certo un acquisto da fare a cuor leggero. Come sempre segnalo che lo trovate in vendita anche su Egyp.it.

Le immagini sono tratte da BGG o dal sito dell'editore e appartengono ai rispettivi autori. Sono state riprodotte pensando possano essere una gradita forma di pubblicità e varranno rimosse immediatamente su semplice richiesta.



4 commenti:

  1. Innanzitutto grazie per le recensione, mia figlia va matta per Mice&Mystics e per la Guardia di Petersen, ed eravamo tentati da questa sua "variante"(che fra l'altro richiama una delle mini storie presenti nel quarto volume:"Leggende", della Guardia).

    Vorrei approfittare per chiederti una cosa: di quanto spazio ha bisogno per essere giocato?

    Nei giochi tridimensionali ho sempre il dubbio di quanto occupano una volta apparecchiati.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro Mouse Guard!!! <3
      Tra l'altro ammetto che l'universo di Petersen è una spanna sopra per bellezza a quello di M&M (senza nulla togliere al secondo).

      Sullo spazio occupato... lo spazio suggerito è di 90x90cm (vendono un tappetino erboso ufficiale di quella dimensione) anche se il manuale in se non da dimensioni precise. Un BJURSTA allungabile dell'ikea (statisticamente il più usato dai gamer nel mondo xD) contiene l'area di gioco da chiuso e allungando un solo lato hai lo spazio per le schede delle miniature, plancette e altro.

      PS: di Mouse Guard ne hanno fatto anche un GdR di cui trovi l'edizione deluxe italiana (http://amzn.to/2dIjnyy)... ce l'ho e ti garantisco che anche se non giochi di ruolo merita già solo perchè ci sono 200 pagine di informazioni sul mondo e sulle varie città, una mappa gigante dei territori e altro ancora *__*

      Elimina
    2. Anche secondo me Mouse Guard è una spanna sopra.
      Però ti confesso che inizialmente ho comprato Mice&Mystics per la somiglianza con Mouse Guard.

      Comunque la tua recensione mi crea grandi problemi perché avevo inizialmente scartato l'acquisto, adesso hai insinuato il dubbio nella mia debole mente...

      Invece il gioco di ruolo è quello presentato a Lucca lo scorso anno? Con molte, molte carte a supporto del gioco?
      Quando l'ho visto ha subito catturato la mia attenzione se è lui, ma purtroppo in pratica non ho più un gruppo con cui giocare di ruolo, in teoria siamo in cinque ma in pratica quando si tratta di organizzarci va tutto a Patrasso.

      Elimina
  2. Qui i cobra scalpitano.
    Bellissimo articolo di Chrys per un gioco altrettanto bello: componenti e dinamiche di gioco di altissimo livello!!!

    RispondiElimina