lunedì 26 dicembre 2016

[La posta dei lettori] Giochi a scuola, per anziani, per bimbi, sul lavoro, in video ...

scritto da Fabio (Pinco11)


Spesso, come abbiamo già visto, i lettori ci chiedono consigli personalizzati per il loro prossimo titolo da far provare al loro gruppo, ma alcune volte i consigli richiesti sono stati molto più mirati, ossia asserviti ad esigenze particolari e molti stimolanti.
In un caso, per esempio, ci hanno chiesto di consigliare dei titoli da proporre in un centro per anziani, in un altro in una classe a scuola, quale laboratorio per la creazione di componenti, in un altro ancora quale punto di partenza per discussioni su temi etici e morali.
A questi spunti se ne aggiungo poi altri più personali, ma di tutti mi fa piacere pensare che le risposte possano essere in qualche modo interessanti anche per i nostri altri lettori, per cui eccoci a leggere insieme domande e risposte :)

Buongiorno!
Seguo da alcuni anni questo fantastico blog e sono quindi un grande appassionato di giochi intelligenti!
Oggi mi è arrivata una proposta curiosa e per questo vi chiedo un parere: lavoro in un Centro Servizi Anziani e i miei colleghi, in mia assenza, hanno pensato si potrebbe proporre per l'estate uno spazio settimanale dedicato al gioco da tavola di un paio d'ore. Ovviamente mi sono subito chiesto quali tipi di giochi sarebbe possibile proporre a degli anziani che vanno dai 60 agli 80 anni ... ed è proprio questo il parere che mi serve ... voi cosa proporreste ???
Grazie e complimenti per il blog!
Matteo

Ciao Matteo,
la domanda che ci rivolgi è stimolante e mi fa piacere che il gioco da tavolo sia in diffusione anche in ambienti come quello dove lavori.
Per risponderti mi indirizzerei primariamente verso i giochi di carte, sia per la relativa semplicità delle regole, sia per la familiarità che essi hanno con i giochi tradizionali che magari la maggior parte dei tuoi potenziali utenti già conosce.
Come titoli introduttivi penserei quindi a qualcosa tipo Six nimmt (qui ne trovi una recensione), Hamsterbacke (qui un articolo su di esso), Parade (ne parliamo qui) e Sticheln (qui la rece).
Sono tutti titoli che hanno un costo limitato e regole che si spiegano in poco, basati sulla logica del giocare una carta tra quelle disponibili in mano e possono essere profondi, se uno li gioca con cognizione di causa.
Facendo invece un passetto avanti, verso i giochi in scatola veri e propri, il mio pensiero va a Splendor, che è, grazie alla sue fiches, una via di mezzo nel percorso tra giochi di carte e giochi da tavolo (ecco la recensione).
Per chiudere il percorso, restando sempre nel campo degli introduttivi, chiudo con il suggerimento per il classicissimo Carcassonne (ecco l'articolo), che di solito può risultare gradito anche a chi non ami i giochi di carte.
Per chi amava, infine, dama e/o scacchi, ti propongo, per due, Hive (qui).
Fammi sapere se hai bisogno di altro e se qualcuno dei suggerimenti è andato a segno :)=
ciao

Fabio
-----------------------------------

Ciao!
Faccio volontariato presso una importante associazione, in particolare mi occupo di formazione verso i giovani. La metodologia di lavoro che usiamo per affrontare molti argomenti con i ragazzi, ci porta ad utilizzare giochi e attività dinamiche che li coinvolgano in prima persona.
Stavo valutando la possibilità di utilizzare i giochi da tavolo per affrontare alcune tematiche, per esempio "Insoliti Sospetti" potrebbe essere un ottimo modo per ragionare sul pregiudizio e su come questo ci influenzi tutti i giorni.
Sapreste consigliarmi altri giochi che affrontino tematiche sociali?
Cordiali saluti,
T.

Ciao T.,
e grazie per il contatto.
L'idea che hai avuto la trovo ottima e condivido l'idea che il gioco possa essere utilizzato per coinvolgere efficacemente i ragazzi. Parecchi anni fa, in occasione di un lungo corso, ricordo anche diversi incontri con esperti di psicologia, nei quali erano proposti diversi 'giochi' per creare affiatamento anche in ambito lavorativo. In quella logica ricordo che fu proposta, per esempio, una variante del 'tit for tat'.
Quanto a titoli che affrontino tematiche sociali ti direi che in giro ce ne sono, ma il problema principale sta nel fatto che, mentre 'Insoliti Sospetti' si presta in modo particolare, perché è anche facilissimo da spiegare e, un poco come le favole, ha la sua morale, gli altri titoli che mi sono venuti in mente non sono né molto diffusi, né particolarmente facili e/o adatti per essere proposti a gruppi. Per esempio c'era un titolo, dal nome Kolejka, ovvero la fila, che rievoca appunto le file per ottenere da mangiare nella Polonia Comunista, così come un gioco per due dal titolo Twilight Struggle rievoca la guerra fredda (molto complesso) e un altro dal nome Wir sind das Wolk! rievoca la separazione tra Germania dell'est e dell'ovest. Nel recente, alla Play di Modena la Apokalypse Games presentava un titolo dal nome "Crazy Brother" (http://www.apokalypseinc.com/crazy-brother/) dove i protagonisti hanno a che fare con persone portatrici di patologie psichiche.

Mi vengono poi in mente un paio di titoli recenti che hanno come tema di fondo, ovvero quale ambientazione, dei temi che sicuramente possono essere anche oggetto di discussione successiva con i ragazzi, anche se qui la cosa più stimolante è appunto l'argomento, più che la meccanica di gioco in sé. Sto pensando qui a Ta-Pum!, un titolo (qui trovi il link alla recensione) che abbina l'idea di fondo del sopravvivere alla guerra di un gruppo di soldati che sono scossi dal suo fluire e che devono collaborare per superare insieme le avversità (il grafico, per altro, è uno di quelli che sono stati coinvolti nell'attentato islamico contro il giornale satirico francese presso il quale lavorava) e un altro è Radio Londra, che ricrea la sfida del passaggio di messaggi cifrati a favore della resistenza antinazista (qui la rece).

In alternativa, andando un poco fuori dal tuo tema, ma potenzialmente molto coinvolgente per gruppi e anche con un potenziale fondo didattico, perché spinge al dialogo (nella logica dei gruppi di dibattito americani) è The Resistance, un gioco (qui) a identità nascoste molto conosciuto. Altro titolo particolare è poi Pandemic dove un gruppo di giocatori deve cooperare per evitare la diffusione di malattie nel mondo (qui). Puoi dare un'occhiata alle nostre recensioni che ti ho linkato, per capire se possano fare per te.

Da ultimo, possono essere interessanti i giochi di gruppo (da 8 a 24 persone), tipo werewolf, tra i quali cito Lupus in Tabula (qui la recensione), che stimolano la discussione e hanno il pregio di essere fruibili anche da intere classi. Il nocciolo della morale diviene evanescente, ma la potenzialità socializzante resta tutta ... :)
Spero di averti dato qualche spunto utile (anche se pochi dei titoli citati possono essere proposti, però, a gruppi ampi) e ti saluto.

Ciao
Fabio
----------------------------------------------
Complimenti per il blog aggiornato ed interessante. Sfruttando la competenza dei vari collaboratori, sarebbe possibile per voi creare e mettere in rete dei video analoghi a "Game night" in cui, dopo la presentazione di un gioco, si segue una intera partita con commenti e valutazioni finali?
Cordiali saluti,
Enrico

Ciao Enrico,
grazie per il tuo contatto. La proposta che ci rivolgi è interessante e in passato ci avevamo anche pensato, però purtroppo la realizzazione di video di quel tipo richiede, a parte diverse competenze in materia di gestione e lavorazione video, dei tempi importanti di post produzione, dovendo intervenire con tagli, revisioni e aggiustamenti sul registrato.
Purtroppo nessuno di noi ha il giusto mix di tempi e competenze, per cui abbiamo accantonato l'idea.

Un salutone,
Fabio
--------------------------------
Ciao sono Marco, un docente di scuola superiore, insegno in un istituto tessile e ho cominciato da poco a giocare ai giochi da tavolo. Apprezzo molto il vostro blog. Vorrei provare a far sviluppare agli studenti una plancia tessile di gioco. Facendo un po' di ricerca ho visto alcuni esempi di giochi (Splendor, Elysium) che hanno sviluppato questo tipo di supporto (playmat?). Mi chiedevo se mi potreste indicare quali sono secondo voi i più interessanti che vi sono capitati tra le mani. Sia dal punto di vista grafico che per funzionalità al gioco. Grazie mille per ogni tipo di aiuto che mi potete dare.
Cordiali saluti,
marco

Ciao,
Nel recente ricordo di aver visto dei playmat (ovvero dei tappettini tipo quelli del mouse) utilizzati in diversi giochi, più che altri nella veste di poggiacarte abbelliti con illustrazioni particolarmente ricercate.
A pensarci così mi viene in mente Viceroy, che ha avuto un'edizione deluxe che lo prevedeva. Sempre in quel campo i principali giochi di carte collezionabili, tipo Magic, li prevedono e ancora la funzione resta quella di avere una qualche immagine di sfondo abbellitiva e l'indicazione del posto dove mettere i vari tipi di carte.

Inoltre ci sono diverse possibilità per l'uso di stampati su tessile nell'ambito di giochi di combattimento a tavolo libero, come X-Wing, Wings of Glory, Star Wars Armada e così via, perché lì le possibilità di creare dei supporti riccamente illustrati che riproducano lo sfondo sul quale le battaglie si svolgono possono essere numerose.
Se vuoi andare, invece, su qualche gioco specifico, sappi che ci sono stati parecchi fan che, in modo amatoriale, hanno creato i propri personali playmat, utilizzando come aiuti per i loro titoli preferiti. Molti dei file con le loro creazioni sono reperibili ripercorrendo un utile thread su BGG, dedicato, appunto a playmats and boards, che trovi a questo link.

Spero di averti dato qualche idea utile e ti saluto
Fabio
----------------------------
Ciao a tutti!
Sono un babbo - vecchio giocatore di Risiko! - che, seguendo alla lettera i vostri preziosi consigli, ha fatto arrivare in casa Carcassone, Coloni di Catan, e a breve Ticket to Ride… il tutto allo scopo di offrire ai miei figli e a tutta la famiglia dei giochi divertenti e intelligenti. Vado al punto: i due grandi (7 e 9 anni) in questo periodo sono infatuati delle carte Pokemon, delle quali sono gelosissimi e per le quali chiedono continuamente di acquistare altri pacchetti.
Premettendo che so che gli passerà, che non ho niente contro i Pokemon (ma nemmeno li amo troppo!) mi domandavo se esistesse un gioco di carte "da zaino" che potesse competere con il potere dei Pokemon! Naturalmente ad attrarli è proprio la forza dei personaggi (gli scontri mi pare avvengano a suon di punti vittoria…), quindi evito di sottoporgli carte troppo pupazzose: esiste qualche gioco di carte abbastanza "mostruoso" ma che proponga un modo di giocare un filo più intelligente, cooperativo ed educativo delle carte Pokemon?
Ringraziandovi anticipatamente chiudo con i complimenti al blog che mi ha riportato in un mondo del quale sentivo la mancanza da troppo tempo!!!
Matteo da Rimini 

Ciao Matteo,
devo dire che mi hai messo un pochetto in difficoltà, perché non è per niente facile identificare in poco potenziali titoli che siano adatti per i tuoi figli e che siano proponibili come alternativa secca agli amati-odiati 'Pokemon'. È infatti evidente che essi godono di un supporto legato alla presenza del cartone animato e probabilmente anche a quello degli amici che condividono quella passione con loro.
A titolo di esempio mio figlio di 7 anni mi ha fatto comprare in edicola (per fortuna costavano solo 5 euro) un mazzo di carte di Slugterra, perché aveva visto la pubblicità, perché i suoi amici lo avevano e perché un bimbo gli aveva detto che era bellissimo. La scatola non è stata riaperta dopo lo scadere delle 24 ore dall'acquisto ...

Detto questo e premesso che i giochi di deck building non sono i miei preferiti (qui Federico, che ci legge, dovrebbe intervenire), ho pensato a qualche suggerimento per indirizzarti, invitandoti a girare su internet (partendo dal nostro blog) per leggere le recensioni di :
1. Thunderstone (deck building a tema esplorazione labirinti). C'è in italiano ...
2. Dominion: più semplice come base, meno tematico, ma potrebbe coinvolgere anche te ... È un'ottima introduzione ai giochi di deck building
3. World of Tanks (ci sono i carri armati !!!). C'è in italiano.
4. Star Realms (è bellino e ne è anche disponibile un'app in inglese su android e forse iOS). Il gioco fisico lo trovi anche in italiano.
5. Ci sono poi diversi giochi di carte a tema 'trono di spade', 'warhammer', 'star wars', ... ma forse non sono il target giusto per i tuoi figli

Forse con questi titoli non ti avrò risolto il problema, ma magari ti avrò spinto a comprarti altri giochi per te ...
Fammi sapere come è andata la tua ricerca su di essi!

Ciao
Fabio

----------------------------
Bene, anche stavolta siamo giunti al termine della nostra carrellata di lettere e vi saluto, dandovi appuntamento alla prossima e lasciandovi per vostri personali suggerimenti che potrete lasciare nello spazio commenti!!!

2 commenti:

  1. Star Realms è uscito da qualche mese in italiano, a cura di Devir:
    http://egyp.it/carte/10716-star-realms-ita-8436017222692.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che Fabio parlasse dell'app quando diceva che è in inglese, comunque rigiro meglio la frase perchè sia più esplicità. ^__^

      Elimina