giovedì 30 marzo 2017

[La vedetta di KS] Decima puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Ed eccoci arrivati alle decima puntata!!! Grazie a tutti i lettori e alla redazione di Giochi sul nostro tavolo che mi ha accolto e dato la possibilità di scrivere questa rubrica! Se avete suggerimenti, critiche, o qualsiasi altra cosa fatevi sentire! Ma ora basta con le cerimonie e andiamo dritti al punto:
  • Aeon'S End: War Eternal
  • Farlight
  • Get Off My Land!
  • Tiki


Aeon'S End: War Eternal
Scadenza: 21/04
Descrizione: Cooperativo da 1 a 4 giocatori per la durata di 60 minuti
L'anno scorso la Indie Boards and Cards con successo finanziò grazie a KS quello che poi si rivelò uno dei deckbuilding cooperativi di nuova generazione più interessanti dell'annata, Aeon's End. La storia narra di una terra distrutta dove ormai Gravehold è l'ultimo avamposto umano che cerca costantemente di resistere agli attacchi dei Nameless, creature provenienti da una altra dimensione.
In pratica da 1 a 4 giocatori si ritroveranno a difendendersi da uno di questi nameless prima che questo distrugga Gravehold (30 punti vita) o uccida tutti i giocatori (10 punti vita ciascuno). Tra le particolarità di questo deckbuilding che maggiormente lo differenziano dagli altri troviamo un meccanismo randomico di turno tra i giocatori e il nemico, il fatto che ci siano 4 portali a disposizione di ogni giocatore dove poter giocare le proprie magie, la possibilità di decidere in che ordine giocare e scartare le proprie carte, perché una volta finito il proprio mazzo, a differenza degli altri titoli del genere, non andremo a mescolare le carte, bensì a rigirare il mazzo degli scarti e usarlo così com'è. Questa variante permette di calcolare e accumulare carte nell'ordine preferito per poi creare devastanti combo. Per una maggiore spiegazione delle regole vi invito a visionare una delle tanti recensioni presenti in rete. In questa campagna viene proposta una mega espansione che ha anche la funzione di gioco a sé. Quindi chi ha l'originale Aeon's End può combinare le varie carte a piacimento, per chi invece è nuovo può già cominciare a giocare con questo. In questa espansione troviamo nuovi eroi, nuove nemesi, ovviamente nuove carte con meccaniche originali, una grafica decisamente migliorata rispetto all'originale, che era una delle note dolenti, con la possibilità anche di comprare l'aggiornamento delle carte base alla nuova grafica. Ovviamente nei vari livelli di pledge troviamo War Eternal più un'altra espansione Void, la possibilità di comprare una o tutte e due le espansioni per il primo Aeon's End oppure il mega pack contenente tutto quanto. Naturalmente, essendo una produzione proveniente dagli USA, ci troviamo davanti al solito scoglio delle spese di spedizione abbastanza alte (20 dollarozzi che comprende fino a War eternal+Void+2 espansioni, mentre arriva a 25 con il megabundle), ma che comunque sembrano giustificati dalla presenza di quasi 300 carte, due segnapunti, tessere nemici e una buona dose di token. Per chi non conoscesse gli editori, sappiate che questa è la loro venticinquesima campagna e tra le loro fila troviamo i vari Coup (Avalon, Resistance, ecc ecc...), Delve e Fire Rescue. 


Farlight
Scadenza: 01/04
Descrizione: Competitivo da 2 a 5 giocatori, 14+ per la durata di 45-60 minuti
Dall'autore di King's Forge siamo di fronte a un nuovo titolo che dovrebbe essere facile da imparare, ma profondo nelle scelte. Questa volta prendiamo il posto di rappresentanti di diverse organizzazioni dedite all'esplorazione e colonizzazione del sistema solare.
Il gioco si svolge in tre differenti fasi: Asta, Assemblaggio e Missione. Ogni organizzazione ha a disposizione 5 token che vanno da un valore minimo di 0 a un massimo di 4. Nella fase di asta, divisa a sua volta in tre turni, le organizzazioni punteranno in modo segreto 2 token nei primi due turni e 1 token nell'ultimo. Grazie ad esso possiamo provare ad aggiudicarci missioni, risorse di vario genere e nuovi componenti per il nostro spacecraft. In più potremmo utilizzare i token equipaggio per "potenziare" le nostre puntate. Una volta che tutti hanno puntato si scoprono i token e si assegnano le relative risorse aggiudicate ai vincitori, le nuove parti dello spacecraft mentre le missioni le rimandiamo alla terza fase del gioco. Nella seconda fase del gioco, l'assemblaggio, i giocatori che hanno acquisito nuove parti possono combinarle a partire dal quartier generale. I nuovi componenti possono garantire diversi tipi di bonus come equipaggio, risorse o "dadi potere" da utilizzare per risolvere le missioni. Alcuni componenti attivano la loro abilità solo nella loro prima fase assemblaggio mentre altri anche nelle successive. Alcuni poteri permettono di aumentare i valori dei dadi, altri di generare risorse di vario tipo e così via. Diciamo che il meccanismo e abilità della fase assemblaggio mi ricorda molto da vicino quello che si è visto in Steampunk Rally. La terza fase è dedicata alle missioni. Chi si è aggiudicato la missione può cercare di risolverla per primo, in caso di successo ne acquisisce la totalità dei punti vittoria. Se altri giocatori che avevano puntato su una missione, ma perdendo soddisfano comunque i requisiti della missione, possono aggiudicarsi la metà dei punti arrotondata per eccesso. Le illustrazioni sono ben ispirate, il prezzo decisamente interessante (25$ che arriva a 36 con la spedizione), tra le cose che mi colpiscono molto c'è il sistema di aste (che mi ricorda a sua volta un altro progetto KS che ho finanziato e dovrebbe arrivare a breve, Gadgeteers), ma sopratutto il fatto che comunque chi perde un'asta ha come premio di consolazione un risarcimento sotto forma di token equipaggio, tanti quanti i token facenti parte dell'asta. Il gioco termina quando uno dei giocatori riesce a completare una delle missioni più avanzate.


Get Off My Land!
Scadenza: 04/04
Descrizione: Competitivo da 2 a 4 giocatori, 14+ per la durata di 30-60 minuti
A chi di voi non è mai stato detto: "Ah! Braccia rubate all'agricoltura!!!" non propriamente come complimento? Bene, in questo gioco avrete modo di dimostrare se avevano ragione oppure no (giocare a perdere solo per smentirli non vale eh!). In una scacchiera formata da tessere 6x6 i giocatori prenderanno il ruolo di piccole fattorie, ognuna circondata da foreste, i quali si daranno battaglia per ampliare la loro fattoria, aumentare i loro introiti grazie alla coltivazione e all'allevamento, per decretare chi di loro sarà il miglior fattore!
Come detto cercheremo di ampliare la nostra fattoria, ma per fare questo dovremmo prima disboscare la foresta intorno a noi, cosa che oltre a darci spazio libero per l'ampliamento fornirà legno necessario alla costruzione di recinti che delimiteranno la nostra proprietà. Una volta che avremo uno spazio libero e recintato è ora di andare al mercato per comprare semi da piantare o animali da allevare. Il mercato è composto da una fila di 5 carte con valore crescente mano a mano che ci si avvicina al mazzo. Ogni volta che uno dei giocatori acquista una carta le altre scorrono a coprire il buco e una nuova carta verrà scoperta nella posizione più costosa. Meccanica già vista e collaudata in tanti altri giochi, che ha il dono di creare "urgenza" e saper cogliere l'attimo giusto per comprare ciò di cui abbiamo bisogno al giusto prezzo prima che lo faccia qualcun'altro. Il gioco si svolge nell'arco dell'anno e grazie alle coltivazioni potremo generare un introito. Alcune ci daranno un introito costante mentre altre potranno essere raccolte per fornirci un introito maggiore, ma attenzione che per farlo di nuovo dovremmo aspettare che ricrescano. In più gli animali allevati possono essere venduti da cuccioli o da cresciuti a prezzi differenti, certi potrebbero mangiare alcune coltivazioni mentre altri ci aiuteranno a farli crescere più in fretta. Potremmo anche cercare di "prendere in prestito" animali dalle fattorie adiacenti stando attenti che il proprietario non se ne accorga! Devo dire che questo è un gioco che mi ha sorpreso positivamente, niente di originalissimo però sembra tutto ben collaudato, le illustrazioni le ho trovate divertenti nel loro stile caricaturale e i componenti, come evidenziato nella campagna, sono "enormi". Come paragone le tessere sono il doppio di quelle di Carcassone mentre i legnetti per le staccionate sono il doppio di quelle di Catan. L'unica costa che mi stona un po' è il prezzo. 40+10 dollari americani (la campagna è in dollari canadesi) per quello che sembra un filler spinto non so se ne valga la pena.

Tiki
Scadenza: 31/03
Descrizione: Competitivo per due giocatori dagli 8+ per una durata di 15 minuti
Siamo di fronte a un altro gioco per due. Ambientato nell'isola di Manami, i giocatori saranno delle divinità golose di Ananas. I due dei si dovranno contendere gli ananas rimasti per dimostrare chi è il più potente. A inizio partita si dispongono le 9 carte villaggio in modo causale a formare una griglia 3x3, si sistemano gli ananas in una riserva laterale e i giocatori prendono gli 8 tiki appartenenti al proprio dio. Nel loro turno possono fare una delle due azioni.
Creare un nuovo totem, ponendo uno dei tiki in una tessera villaggio vuota, oppure muovere uno dei totem presenti purché del proprio colore. Il totem si muoverà solo in modo ortogonale e di tante caselle quanti i tiki di cui è composto. Nel muoversi lascerà il tiki più in fondo nella casella su cui passa e, nel caso fosse presente un altro totem, lo si pone in cima ad esso. Nel momento in cui un totem risulta essere composto da tre tiki si attiva il potere della carta villaggio su cui è posizionato e i tiki presenti vengono ridati ai rispettivi giocatori. I poteri dei villaggi vanno dal prendere 1 o 2 ananas, a rubarlo oppure farlo scartare all'avversario. Nel momento in cui uno dei giocatori raggiunge 5 ananas vince oppure se gli ananas nella riserva sono finiti vince colui che ne ha il maggior numero. 

Anche per oggi ci siamo e vi rimando alla prossima settimana!

2 commenti:

  1. Fortuna che non c'è nulla che mi interessi in questa puntata :D Perchè ho visto un altro KS interessante (che sicuramente includerai nelle prossime puntate) ed è The City of Kings! Mi sembra molto promettente e vedrò se finanziare o meno ;)
    Ho anche preso l'ardua decisione di lasciare perdere Rising Sun e prendere Gloomhaven!!! Quanti soldi... e non è finita con il Play a Modena domani!!!
    Matteo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo! Riguardo CoK sapevo dell uscita. "Conosco" Frank West perché frequentiamo in paio di gruppi su FB. Di solito per titoli come questo cerco di guardarmi I playtrough per capire meglio Le meccaniche. Comunque é di ispirazione rpg, con in mix di meccaniche originali. C é chi lo paragona a Gloomhaven ma second me ha diversity elementi per giustificare I'll fatto di averli entrambi e il pledge base per LA quantitá di componenti ha in ottimo valore. Tranquillo approfondiró presto :)

      Elimina