martedì 28 marzo 2017

[Recensione] Schotten Totten

scritto da Chrys

Eccomi tornare con un giochino da due della Iello... questa volta è il turno di Schotten Totten (2 giocatori, 20 minuti) ideato da Knizia, un nome storico del settore. 

Il gioco vi vedrà al comando di un villaggio di scozzesi rissosi impegnati con l'annoso problema di soddisfare il proprio desiderio di "un po' di verde" (cit. Monthy Python)... quale modo miliore se non spostare le pietre che indicano il confine col villaggio vicino? Peccato che il clan dell'altro villaggio abbia avuto la stessa idea.

In realtà non si tratta propriamente di un gioco nuovo e ai più scafati di voi sarà suonato qualche campanello scorrendo le foto a corredo dell'articolo... è infatti la reimplementazione dello storico Battleline di Knizia, edito da GMT, qui presentato con una tematica e una grafica più leggera e colorata (in questo i francesi sono dei veri maestri ^__^). Va detto che Battleline ha una media di 7,4 su BGG con 12.000 voti all'attivo quindi le premesse non possono che essere ottime.


NELLA SCATOLA
Piccola scatolina bianca della linea di minigiochi Iello (la stessa di Ninja Taisen e di Welcome to the Dungeon) che contiene un mazzo di 54 carte (da 1 a 9 in sei colori), 10 carte speciali e 9 grosse tessere che rappresentano le pietre lungo il confine. Oltre naturalmente a due player aid e al regolamento in inglese.

Le illustrazioni sono colorate e decisamente ben fatte... non sono moltissime (19 diverse anche se le 9 base sono in 6 varianti in base al colore) ma sono molto piacevoli da vedere. Tenete comunque conto che il gioco è sostanzialmente un astratto, quindi le illustrazioni sono di puro abbellimento.

Va comunque apprezzato il tentativo di dargli un senso... infatti le illustrazioni dei membri del clan sono coerenti alla loro forza (vanno dalla carta 1 col bimbo/a scozzese armato di spada di legno e al 2 che è un vispo anziano in carrozzella da guerra... fino ai numeri più grossi con i guerrieri più poderosi come la donnona lanciatrice di tronchi al 7 e il druido uber-magico col 9). Anche le 10 carte speciali hanno illustrazioni coerenti con l'effetto. ^^


PREPARAZIONE
Si mescolano separatamente il mazzo di carte base numerate e (opzionalmente) quello delle carte speciali che formano il "mazzo tattica" e si danno 6 carte a ciascun giocatore dal mazzo base. In centro al tavolo tra i due giocatori si mette una fila orizzontale delle 9 pietre di confine, che saranno i 9 "campi di battaglia" per i quali ci si scontrerà.

REGOLE DEL GIOCO
Ci si alternerà a giocare e al proprio turno si potrà giocare una sola carta di fronte a una delle pietre di confine, ponendola dal proprio lato, facendo attenzione che vi possono stare al massimo 3 carte per lato a contendersi ogni pietra.

Dopo aver giocato la carta se si è vittoriosi/insuperabili su quella pietra (vedi sotto) la si reclama, dopodiché si pesca una nuova carta.

Il primo giocatore che ottiene il controllo di 5 pietre di confine o di 3 pietre di confine adiacenti è il vincitore della partita. 

Controllare una pietra
Si prende il controllo di una pietra a fine turno in due casi... quando entrambi hanno giocato 3 carte su ambo i lati della pietra, si guarda chi vince confrontando prima i set e poi (se nessuno ha un set o entrambi hanno lo stesso) il valore totale dei due gruppi. I set di 3 carte vincono con un criterio simile al poker, e in ordine di forza decrescente sono: scala+colore (2-3-4 blu), tris (5-5-5), colore (1-3-7 rossi), scala (5-6-7).

L'altro caso è quello in cui, anche se uno dei due lati non ha ancora giocato 3 carte è possibile dimostrare che non è possibile superare il proprio tris presente: ad esempio se da un lato abbiamo un colore (3-7-8 verdi), dall'altra abbiamo due 3 e nelle altre file sono presenti altri tre 3... in questo caso sappiamo che per lui è impossibile formare un tris e possiamo reclamare la pietra.

Carte tattica
Se si vuole giocare con questa variante a fine turno si può pescare a scelta dal mazzo base o da quello delle speciali (ma non si potranno mai avere in gioco più di una carta tattica oltre quelle giocate dall'avversario!). Ovviamente queste carte permettono effetti particolare (il jolly, quella che vale 1-2-3 a scelta, quella che fa tenere solo conto della forza totale e non delle combinazioni, la banshee che fa scappare una carta avversaria, quella che fa spostare una carta già giocata, ecc.)


CONSIDERAZIONI FINALI
Il titolo è solido, ma d'altro canto ha anche 17 anni sulle spalle, quindi non mi stupisce. Non aspettatevi una immedesimazione eccessiva con le peripezie dei due clan... nonostante lo sforzo di ambientazione e tematizzazione delle immagini in base all'effetto (che apprezzo) è comunque un astratto, ma decisamente bello. ^__^

Come detto il gioco è la reimplementazione di un classico e se non avete Battleline nella vostra collezione questa è un'ottima occasione per colmare il vuoto... tra l'altro con un edizione che potrete più facilmente mettere in tavola e far provare. ;)

Il tempo di gioco è contenutissimo, perché parliamo di una ventina di minuti... forse 30 se trovate un maestro della paralisi da analisi oppure sui 15 minuti massimo se sapete già giocare e siete dei pensatori rapidi.

Parlando del target a cui si rivolge... le regole sono veramente poche come avete potuto notare (soprattutto se non usate il mazzo tattica) e si spiega in meno di 5 minuti. È a tutti gli effetti giocabile da chiunque e permette di metterci la "sciallitudine" o l'impegno che si desidera.

La modalità con le carte tattica aggiunge un pizzico di imprevedibilità al gioco e io la preferisco, anche se i puristi preferiranno forse quella senza (il controllo totale non esiste, perché comunque si pesca, ma senza le carte tattica è possibile contare le carte giocate, che restan sempre comodamente visibili sul tavolo, e andare molto più sul sicuro).

Parlando di prezzo di listino, il gioco lo trovate in vendiata a 13,90 che è un prezzo onestissimo, anche perché questa edizione ha materiali ottimi. Come al solito vi segnalo che potete trovarlo in vendita anche online sul sito Egyp.it.


-- Le immagini sono tratte da BGG o dal sito della casa (Iello), alla quale appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco e saranno rimosse su semplice richiesta --

2 commenti:

  1. Ciao Chrys.. secondo te lo trovo da provare a Modena?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cielo... so che la Iello ha ampliato i suoi distribuitori in Italia (da quanto mi ha detto a Norimberga dovrebbe averne a breve addirittura 3 per l'italia, che gestiscono titoli diversi).

      Però non avendola tra i titoli segnalatici dagli editori come in uscita a Play dubito, almeno non in italiano. In inglese così com'è in vendita su Egyp.it potresti trovarla anche in qualche negozio, sia fisico che alla Play. ^__^

      Elimina