giovedì 6 aprile 2017

[La vedetta di KS] Undicesima puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Settimana importante per questa undicesima puntata. Oltre a molti titoli interessanti martedì è partita la campagna per la ristampa di Gloomhaven a un prezzo veramente vantaggioso per quello che si è visto negli ultimi mesi on line, 109$ dollari compresi di spedizione. Per chi non sapesse cosa sia Gloomhaven (sì, lo so, il viaggio interspaziale per sondare Marte vi ha occupato il vostro ultimo anno di vita...) potete dara un'occhiata alle prime impressioni del nostro caro capo redattore Pinco qui. Se poi volete approfondire vi basta fare una qualsiasi ricerca su una qualunque piattaforma sociale. Per oggi invece andremo a parlare di:
  • The City of Kings
  • The Grimm Forest
  • The Lady and the Tiger
  • Impulse
  • Cytosis


The City of Kings
Scadenza: 28/04
Descrizione: Cooperativo da 2 a 4 giocatori da 1 a 3 ore
Clicca qui per andare alla campagna
 
È la prima fatica di Frank West, che ha dedicato gli ultimi due anni allo sviluppo e progettazione di questo gioco e relativa campagna. Si ispira al mondo dei giochi di ruolo di ambientazione fantasy dove fino a 4 giocatori cercheranno di sconfiggere le armate di Vesh lungo una serie di 7 storie. Ogni storia offre sfide e obiettivi opzionali in base alla lunghezza della partita che vogliamo impostare. Sono presenti 6 personaggi tra cui scegliere, i quali possono essere completamente personalizzati, proprio in stile GDR, attraverso la scelta di 12 skill e 90 punti caratteristica attribuibili per una completa personalizzazione del personaggio secondo quale inclinazione vogliamo prendere: combattente, curatore, tank. Il gioco miscela sapientemente gestione risorse, gestione lavoratori, esplorazione mappa e combattimenti con un sistema senza dadi e una generazione casuale dei nemici che permette fino a 10 milioni di combinazioni (sì, avete letto bene, 10 milioni). Oltre a garantire una rigiocabilità pressoché infinita, questa è una delle peculiarità più rilevanti di questo gioco. Grazie all'utilizzo di barre statistiche differenti e assegnazioni abilità dei nemici attraverso la pesca delle abilità dall'interno di diverse sacche in base alla difficoltà e livello del nemico ogni volta ci troveremo di fronte a nemici sempre diversi. Un altro aspetto interessante è la gestione della plancia personaggio.
Ogni personaggio, oltre a dover gestire le proprie skill e caratteristiche, ha la possibilità di migliorare le caratteristiche dei lavoratori. Esattamente. Ogni personaggio ha dei lavoratori da muovere nella mappa che permettono, oltre ad esplorare nuove zone, anche di reperire le risorse necessarie all'acquisto di equipaggiamenti. Il tabellone è diviso in due macro aree con settaggi differenti in base alla storia da affrontare, una prima zona più "tranquilla" e un'altra dove a detta dell'autore succedono veramente cose brutte. I combattimenti sono di tipo deterministico, quindi è possibile pianificare se, come e quando attaccare un nemico e capire quali possibilità abbiamo, visto che sapremo già da subito il nostro output di danno e i tipi di difesa dei nemici. Per gli amanti degli american e dei dadi, aumentando la caratteristica fortuna avremo la possibilità di aggiungere dei dadi danno ai nostri attacchi, ma ovviamente spendere punti in fortuna andrà a discapito delle altre caratteristiche. Nel corso del gioco potremmo anche imbatterci in missioni che ci daranno la possibilità di guadagnare punti esperienza, quando sconfiggiamo i nemici. I punti esperienza sono in comune tra tutti i personaggi, quindi  ogni qualvolta raggiungeremo la soglia di un nuovo livello, tutti i giocatori potranno migliorare il loro eroe. Come detto il gioco si sviluppa lungo 7 storie, ma sono presenti anche 9 scenari da giocare a sé stanti, che offrono delle sfide specializzate in alcuni aspetti del gioco, come combattimenti, piazzamento lavoratori o gestione risorse. In più, visto e considerato che è un gioco a informazione completa, abbiamo la possibilità di giocare da soli utilizzando 2 eroi. A tutto questo possiamo aggiungere delle illustrazioni dei personaggi evocative, tonnellate di materiali (più di 1000 tra token, segnalini, tessere e quant'altro) e 2 libricini per regole e storie/scenari, ma a detta dell'autore non bisogna preoccuparsi, perché una volta imparate le regole base il gioco ci guiderà mano a mano alla scoperta del resto.


The Grimm Forest
Scadenza: 15/04
Descrizione: Competitivo da 2 a 4 giocatori, dai 40 ai 60 minuti, 13+
Ispirato alla storia dei 3 porcellini, i giocatori saranno impegnati nella costruzione delle apposite case. Bluff, intuizione e pianificazione la fanno da padrona in questo gioco ambientato nella foresta di Grimm (ma va'?!).
Il tabellone è formato da 3/4 tesserone luogo in base al numero dei giocatori, le prime tre rappresentanti i vari posti dove reperire paglia, legno o mattone e la quarta da utilizzare solo in 4 giocatori rappresenta il mercato, dove poter reperire tutte e 3 le risorse. Il gioco è suddiviso in due fasi, raccolta e costruzione. Nella fase raccolta  i giocatori sceglieranno simultaneamente e segretamente tramite l'utilizzo delle carte in quale luogo andare. A ognuno a inizio turno è assegnata una quantità fissa di risorse, 3 per la paglia, 4 per il legno, 5 per i mattoni e 1 per tipo nel mercato. Una volta che tutti hanno scelto si scoprono le carte e si posizionano le varie miniature dei giocatori sulle posizioni prescelte. Se è presente un solo giocatore prenderà tutte le risorse presenti, se sono presenti 2 o più giocatori queste verranno spartite in parti uguali lasciando qualsiasi "avanzo" sul posto, disponibile nel turno seguente. Un volta che tutti hanno raccolto le loro risorse si passa alla fase costruzione. Le case da costruire sono suddivise in pavimenti, muri e tetti, dal costo del materiale corrispettivo di 3, 4 e 5 risorse. Il gioco termina nel momento in cui uno dei giocatori riesce a completare 3 case (che non devono essere per forza tutte diverse). Per aggiungere pepe al gioco troviamo le carte "amici" e le carte "fiaba", che permetteranno di attivare vari effetti atti a mescolare le carte in tavola prima, durante o dopo la fase di raccolta. Sotto il punti di vista della produzione possiamo dire che visivamente siamo tra le eccellenze. Illustrazioni ovviamente a tema ottimamente realizzate, componentistica dei token, materiali e tessere di ottima fattura, miniature dei porcellini e vari altri personaggi veramente visivamente appaganti così come le miniature delle casette montabili. Tutto ciò ovviamente influisce sul costo finale, con un prezzo base di 49$, dandomi l'idea di una over-produzione, dove magari alcuni elementi non erano propriamente necessari ai fini del gameplay.


The Lady and the Tiger
Scadenza: 07/04
Descrizione: Competitivo da 2 a 6 giocatori, 15 minuti, 8+
Si descrive come un gioco di bluff da 15 minuti per tutte le età. Abbiamo un "mazzo" di (18) carte rappresentanti la tigre o la ragazza sia in rosso che in blu. Abbiamo tre modalità di gioco, una per singolo, una per due giocatori e una da 1 a 6 giocatori. Doors, versione per due giocatori, prevede l'alternarsi dei ruoli, quello dell'indovino e quello del collezionatore. Il collezionatore deve riuscire ad avere 4 carte che richiamino la carta porta posseduta dello stesso colore o dello stesso tipo. Ad esempio se ho la ragazza blu, devo fare in modo di avere o 4 carte blu o 4 carte ragazza. Al contrario l'indovino guadagnerà punti indovinando l'identità oppure facendo finire il mazzo prima che il collezionatore riesca a raggiungere il suo obiettivo. Il primo che arriva a 10 punti vince.
Hoard, versione ad 1 giocatore, prevede l'utilizzo di token colorati a rappresentare tesori e spazzatura. Nell'arco di 6 turni il giocatore deve collezionare tutti i tesori. Utilizzando le varie carte avrà la possibilità di muovere i vari token tesoro e spazzatura. I tesori possono essere collezionati solo sulla porta dello stesso colore in assenza di spazzatura, mentre quest'ultima può essere eliminata solo quando presente in coppia. In Bones, versione da 1 a 6 giocatori, ad ogni turno viene rivelata una carta porta e i giocatori decideranno di giocare carte coperte davanti a loro per poi scommettere su quanti punti faranno. Il giocatore con la scommessa più alta comincerà a scoprire carte da una qualsiasi delle pile davanti a tutti i giocatori fino a che non raggiunge la scommessa effettuata oppure sballa. Ogni carta che rispetta una delle caratteristiche dà 1 punto, in caso di entrambe 2 punti, in caso contrario sballa. Se soddisfa la scommessa vince un token, chi ne vince 2 vince la partita.


Impulse
Scadenza: 12/04
Descrizione: Competitivo da 2 a 6 giocatori, durata 45-60 minuti
Clicca qui per andare alla campagna

Giocho di carte molto interessante, un 4X (eXplore, eXpand, eXploit, eXeterminate) a tema spaziale che appunto utilizza solo carte per una moltitudine di usi.
La plancia viene formata da una carta centrale e da una serie di carte. Il particolare design delle carte forma degli ipotetici esagoni, difatti ogni carta ha 6 portali che collegano le une dalle altre proprio come se avessimo delle tessere esagonali. Tutte le carte, ad eccezione della carta centrale, iniziano coperte. A inizio partita, in base al numero dei giocatori, ognuno posizionerà le truppe in una delle carte più periferiche, mettendo sopra due navicelle "trasporto" in posizione verticale al centro della carta e 1 navicella "incrociatore" in posizione orizzontale su uno dei portali, si prende una plancia fazione e 5 carte iniziali. Ogni volta che andremo ad esplora una zona coperta, compresa la carta di partenza iniziale, i giocatori prenderanno quella carta in mano e poi a scelta dalla propria mano ne posizioneranno una scoperta in quella posizione. Questo è un twist che aggiunge una sorta di pianificazione nel mondo dei giochi 4X, visto che comunque possiamo decidere noi cosa trovare in un posto ancora inesplorato.
Nel proprio turno possiamo effettuare un'azione giocando una carta dalla propria mano, una opzionale basata sulle tecnologie da noi possedute per finire con la possibilità di eseguire tutte le azioni della linea di impulso. Qui un'altra particolarità interessante, perché la linea di impulso è costruita dai giocatori che a fine turno possono decidere di piazzare una carta su di essa al posto di un altra, ma tutti i giocatori possono utilizzare la linea di impulso per eseguire le azioni extra: viene da sé che ovviamente cercheremo di mettere delle carte più congeniali a noi e meno ai nostri avversari.  Le azioni delle carte spaziano (ahahah) dal movimento delle navicelle, alla produzione di minerali, pianificazione azioni, raffinamento, sabotaggi, combattimento e altro. Le navicelle trasporto si muovono dal centro di una carta al centro di una carta adiacente eseguendone l'azione descritta, mentre l'incrociatore si muove da un portale a un altro. L'incrociatore copre un ruolo fondamentale, visto che permette di pattugliare i confini e, nel caso di navicelle trasporto nemiche indifese, le può distruggere, così come possiamo posizionarci in un portale pattugliato da un nemico e ingaggiarlo in combattimento. La partita finisce quando uno dei giocatori raggiunge i 20 punti. I punti si guadagnano raffinando minerali, attivando l'abilità della carta centrale, pattugliando uno dei portali della carta centrale, vincendo combattimenti e distruggendo navicelle avversarie. Grafica di mio gusto, idee interessanti (sopratutto su come virtualizzare degli esagoni con delle carte) e un prezzo base davvero interessante. 25 pound per il base, mentre a 40 potrete prendere anche le due espansioni di 54 carte e manciata di token che dal titolo sembrano specializzarsi uno sui combattimenti e uno sulla costruzione.


Cytosis
Scadenza: 14/04
Descrizione: Competitivo da 2 a 5 giocatori, fino a 75 minuti, 10+
Clicca qui per andare alla campagna

Gioco di piazzamento lavoratori a target familiare con tema educativo. I giocatori giocheranno il ruolo di una cellula, la quale dovrà lavorare per mantenersi il più possibile sana. Difatti i punti sanità (nooooo Cthulhu qui non c'è!!!) saranno anche i punti vittoria. Come detto, attraverso la meccanica dei punti vittoria saremo in grado di accumulare risorse di vario tipo, trasformarle in risorse più complesse, acquisire la moneta del gioco chiamata ATP, trasformare delle risorse in ATP così come potremmo prendere il segnalino primo giocatore e piazzare uno dei nostri token d'oro su una delle carte goal disponibili. Proprio qui viene una delle novità in questo ambito. A inizio partita, come parte del setup, vengono selezionate delle carte goal.
Le carte goal sono formate da due sezioni, una superiore che di solito descrive come poter ricevere punti bonus in base alle carte componenti della cellula (diciamo le carte missione di Lords of Waterdeep), mentre nella parte inferiore abbiamo due slot disponibili dove piazzare i token d'oro. Uno di questi slot conferisce subito punti sanità mentre l'altro no. Di conseguenza noi prenderemo punti bonus dalle carte goal solo dove avremmo posizionato il nostro token d'oro. Questo innesca una sorta di corsa per la posizione primo giocatore che dà la possibilità di piazzare il token d'oro ed eventualmente prendere i punti bonus corrispondenti, ma allo stesso tempo svelerà la nostra strategia, visto che sarà visibile a tutti quali carte componenti cercheremo di completare. Altra cosa interessante rispetto ad altri titoli sono appunto le carte componenti. Ne riceveremo una a inizio partita, mentre quattro saranno disponibili all'acquisto da un prezzo che varia da 0 a 3. Però. C'è un però! Non basta semplicemente possedere le risorse necessarie a completare i componenti, ma bisognerà processarle. Occupando gli spazi indicati andremo a piazzare uno dei due token nell'apposito spazio dove posizioneremo i cubi risorsa permessi, dopodiché trasporteremo, sempre utilizzando un lavoratore nell'apposito spazio, questo token in un altro apparato dove potremo aggiungere le risorse mancanti. Infine con la stessa meccanica porteremo tutto nella membrana del plasma e pagando l'eventuale costo in ATP completeremo il componente. I componenti variano da ormoni, steroidi, i loro recettori e altri. Anche qui è stato introdotto un twist interessante. Se andiamo a completare un recettore degli ormoni, prendiamo un punto bonus per ogni ormone completato, ma gli avversari prenderanno 2 punti per ogni ormone in loro possesso completato! Quindi se io ho giocato il mio token d'oro nella carta goal che mi dà punti bonus per i recettori di ormoni completati, qualche furbacchione magari si è messo a produrre ormoni per accaparrarsi punti bonus agggratis. Per finire sono presenti delle carte evento, per la maggior parte positive, che funzionano come timer del gioco. Ovviamente alla fine della partita chi ha più punti sanità vince. La grafica di tabellone e carte centra perfettamente il target a cui si rivolge, mentre il resto dei componenti rientra nello standard, includendo meeple, token e cubi vari. Ho scoperto poi che la Genius Games non è nuova a questo tipo di gioco a sfondo educativo, avendo già prodotto altri titoli con tematiche simili.

3 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie della segnalazione!
      Mancavano anche le esse ai Kings ;)

      Elimina
  2. Io spero di concludere il mio anno di campagne KS con Gloomhaven e City of Kings (ho abbandonato Rising Sun e voglio tenere d'occhio il rilancio di Heroes of Land Air and Sea)
    Basta spendere soldi aiuto!!!
    Matteo

    RispondiElimina