[Party Game] Gentleman's Deal

scritto da Bernapapà

La GaGa Games è una casa editrice che, oltre a distribuire nella lingua cirillica i giochi prodotti nel resto del mondo, sempre più spesso prova a fare conoscere la resto del mondo le opere di qualche autore russo.
È il caso del gioco di cui parliamo oggi. Gentleman's Deal, di Yan Yegorov, uscito nel 2016 e dedicato a un pubblico abbastanza numeroso (5-9), ma in grado di affrontarsi in un'atmosfera di bluff e  capacità di persuasione, per circa una mezz'oretta di gioco.
Scopo del gioco è arricchirsi il più possibile, facendo affari e accordi con i personaggi più o meno loschi, distribuendo mazzette, in modo da non scontentare nessuno, ma lasciandosi il proprio margine di guadagno.
Gioco che strizza l'occhio al mondo del malaffare, che ahimè tanto ben conosciamo qui da noi, ma che evidentemente, in questo campo, tutto il mondo è paese...
Adatto a pubblico caciarone, con la voglia di mettersi in gioco e prendersi gioco degli altri.

I materiali e le regole


Nella scatola troviamo i 9 schermi protettivi cartonati e le 18 carte corruzione, ognuna con al centro il disegno di una valigetta aperta, nella parte in alto il valore in dollari e nella parte in basso 3 simboli dei personaggi (incarichi o poltrone che dir si voglia). 
Le carte personaggio sono tutte diverse (a parte le 10 carte gang): abbiamo il boss, lo sceriffo, il banchiere, l'industriale, la reporter, il politico. L'ultima carta è la carta prigione. Ogni carta riporta in alto a sinistra il simbolo della stessa, mentre in basso vi è la descrizione testuale (in inglese) delle proprietà del personaggio.
Abbiamo poi i talloncini delle monete, nei valori 1 e 5 dollari, i talloncini persuasione (con valore +2) e i token dei 6 personaggi principali.
La qualità dei materiali è nello standard della casa editrice; peccato per le scritte sulle carte personaggio, che avrebbero benissimo potuto essere sostituite da elementi grafici esplicativi, rendendo così il gioco indipendente dalla lingua.
All'inizio del gioco si pongono al centro del tavolo le 6 carte personaggio, la carta prigione e il mazzetto delle carte gang. Sotto i personaggi verranno posizionati i propri talloncini. Ogni giocatore riceve lo schermo protettivo e 3 talloncini persuasione.
In breve, ad ogni turno il corruttore attivo prende una carta corruzione e comincia a fare offerte agli altri giocatori, sia in denaro che in "poltrone" (indicate nella carta malloppo): se i giocatori sono accontentati, ognuno riceve quanto ha pattuito e il faccendiere si tiene il resto.
Se i corrotti non accettano, il faccendiere  va in prigione e nessuno riceve nulla.
Il turno di gioco prevede 3 fasi: nell'offerta il corruttore pesca una carta corruzione, valuta quanto può offrire e poi distribuisce soldi e token personaggio davanti allo schermo degli altri giocatori scelti dal corruttore.
A questo punto i corrotti possono fare richieste al rialzo e discutere insieme, con l'effetto che il corruttore può variare la propria offerta iniziale arrivando a un'offerta finale, non più modificabile.
Si passa quindi alla votazione (chi si trova in cella non può votare), dove tutti insieme votano utilizzando il pollice su o il pollice verso: nella votazione è possibile utilizzare un proprio token persuasione che aumenta di 2 il valore del proprio voto.
Al termine della votazione viene rivelata la carta malloppo e si confrontano i voti: in caso di pareggio, l'offerta si considera accettata
Se l'offerta viene accettata, chi ha guadagnato soldi li mette dietro allo schermo, mentre chi ha accettato una poltrona, prende la carta personaggio corrispondente e la piazza di fronte a sé; a chi non è stato offerto nulla viene data una carta gang, che gli fornirà un +1 automatico nella votazione del turno successivo.
Se l'offerta non viene accettata il giocatore di turno prende la carta prigione e non parteciperà alla votazione del turno successivo, benché possa ricevere l'offerta.
Per capire realmente le dinamiche del gioco è però necessario spiegare le proprietà dei personaggi:
  • Sceriffo: ogni volta che qualcuno va in prigione, riceve 2 dollari; quando deve ricevere una carta gang, ne riceve due;
  • Boss: quando accetta un'offerta, il corruttore riceve una carta gang;
  • Senatore: i token persuasione valgono ulteriori 2 voti;
  • Industriale: riceve 1 dollaro ogni volta che l'offerta viene accettata;
  • Giornalista: riceve 1 dollaro per ogni token persuasione utilizzato da lui o dai suoi vicini;
  • Banchiere: riceve 1 dollaro da ognuno dei suoi vicini se ottengono denaro dalla distribuzione della mazzetta.
Il gioco termina quando ognuno ha impersonato il corruttore almeno una volta: il più ricco sarà il vincitore. 

Le impressioni

Il gioco è decisamente molto frizzante, ma necessita del gruppo giusto di giocatori. È uno di quei giochi in cui il gioco lo fanno, appunto, i giocatori, per cui non è adatto a tutti i gruppi.
Cerco di spiegarmi meglio: se l'approccio al gioco è "conservativo", ossia che ognuno cerca di portarsi a casa qualcosa purché sia, ed ognuno, seguendo questa logica, cerca di accontentare un po' tutti, il gioco risulta piattino: ognuno offre qualcosina a tutti, guadagnando poco per sé e nessuno rifiuta l'offerta...
Per farlo funzionare, invece, è necessaria la presenza di (almeno) un bastian contrario: quello che si mette sempre di traverso, che non ha paura di offrire poco o niente, magari cercando alleanze con uno o due avversari per poter portare a casa la mano, ignorando completamente le proteste di chi è rimasto a bocca asciutta!
In questo modo si creano quei dissapori che fanno partire il meccanismo di lotta fra i giocatori, che lo rendono particolarmente avvincente.
Giocatelo con un taccagno con pedegree, portatelo allo stremo con offerte inaccettabili e il gioco darà il meglio di sé.
In quel momento prendono vita anche i personaggi, che sono indispensabili per chi gioca nell'ombra e aspetta il proprio turno per rifarsi dei torti subiti.
Dal punto di vista delle meccaniche, infatti, il gioco è molto semplice: si spiega in due minuti.
Anche il testo nelle carte è quasi inutile, in quanto dopo il primo giro è abbastanza semplice memorizzare le caratteristiche dei personaggi.
Quello che però serve è la volontà di mettersi in gioco, osare, magari immedesimandosi nel corruttore che prova a sistemare i suoi affari cercando di far brillare le offerte che propone, nascondendo abilmente la sola che sta rifilando al malcapitato.
Non per tutti, ma molto vivace e scanzonato. 




Si ringrazia la GaGa Games per la copia di review concessaci.

3 commenti:

  1. dove è possibile comprarlo? lo sto cercando dalla recensione di ShutUp&SitDown

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so dove lo abbiano. Noi ne abbiamo ricevuto copia di review direttamente dall'editore, che evidentemente sperava di promuoverlo anche in paesi nei quali ancora non era disponibile .. :)

      Elimina
    2. se siete in contatto, chiedete se è possibile comprarlo direttamente da loro? a me dal sito non rispondono... grazie mille!

      Elimina

Powered by Blogger.