mercoledì 6 settembre 2017

[Prime impressioni] Tiny Epic Western

scritto da F/\B!O P.

Quando il corriere mi ha consegnato Tiny Epic Quest mi sono reso conto che non avevo ancora recensito il capitolo precedente :-O
Se non sapete di cosa sto parlando, da qualche anno a questa parte la Gamelyn Games sta pubblicando dei giochi, tutti dello stesso autore (Scott Almes), che utilizzano meccaniche note in maniera liofilizzata. I primi tre titoli (localizzati da Giochix) sprigionano da scatoline compatte un'esperienza di gioco sorprendentemente profonda e appagante in un tempo anch'esso ridotto.
TEW vede ai pennelli Adam P. McIver e accomoda al tavolo 1-4 giocatori di età 14+ per 30-45 minuti. È un piazzamento lavoratori amalgamato con il poker e cosparso di push-your-luck e duelli.
Mi limito a presentarvi delle prime impressioni, date le poche partite giocate. Non mi ha convinto ed è quello che mi piace meno finora, pur ritagliandosi un posto in libreria. Razionalmente apprezzo come sono state combinate le meccaniche e come gira il gioco, ma poi emozionalmente non mi prende: vediamo se riesco a spiegarvi questa dicotomia.
Per saltare direttamente alla sezione MMDC seguite questo collegamento.

In Tiny Epic Western tu sei il boss! Raduna la tua banda, gira per la città e gioca pure a poker in questa audace gara per comprare gli edifici e dimostrarti il miglior boss del Selvaggio West!


IL GIOCO IN UNA FRASE
I giocatori ricevono due carte da Poker e ne tengono una, piazzano 2 o 3 lavoratori (in caso di piazzamenti multipli sullo stesso slot duellano lanciando dadi), risolvono le azioni previste dai luoghi se la loro mano a poker è vincente, infine nell'ordine delle loro mani di poker possono acquistare l'edificio dove si trova un loro lavoratore e spingere le azioni di una delle tre industrie (miniere, ferrovie, carri): dopo 6 round vince chi ha più punti tra carte Edificio, carta Ricercato e punti Industria.

Versione Deluxe
COMPONENTI
La scatola (124x82x40mm) contiene il regolamento, 4 plance Luogo, 1 plancia Municipio, 1 plancia Ufficio dello Sceriffo, 8 carte Boss, 30 carte Edificio, 20 carte da Poker, 12 segnalini Banda, 2 dadi Pistolero, 1 gettone Mazziere, 1 carta Ricercato, 12 segnalini Influenza, 3 segnalini Industria. La versione Deluxe ha in più 4 carte Boss, 2 dadi Pistolero (così ognuno ha il suo) e 1 carta Ricercato in plastica con finestrella trasparente (che sovrapposta alla proria carta Boss ricrea una locandina Wanted personalizzata).
La campagna su KS ha fatto i numeri (quasi mezzo milione di dollari e 15 mila sostenitori) e la qualità è conseguentemente eccellente. Tutto è personalizzato nelle forme e nelle stampe. I dadi-proiettile sono una chicca. Top notch, come direbbero a Tombstone.
Le illustrazioni sono di mio gusto e contribuiscono all'atmosfera generale.
Il regolamento è il più lungo visto finora e, nonostante questo, sono nate circa un centinaio di discussioni nel forum Rules di BGG.

Il tabellone a "ruota di carro"
COME SI GIOCA
Lasciandovi come sempre al regolamento (EN) per una lettura integrale, vi condenso qua la sostanza.
Ogni giocatore prende (a scelta o a caso) una carta Boss e legge la sua abilità agli altri, poi 3 segnalini Influenza (Denaro/Forza/Legge da piazzare sulla casella 1 del tracciato Influenza sulla carta Boss) e 3 segnalini Banda (da piazzare sulla carta Boss, 2 in piedi e 1 steso).
Al centro del tavolo viene composto il tabellone a "ruota di carro": il mozzo è costituito dalla carta Ricercato con i dadi Pistolero sopra; il cerchione è formato dalle 4 plance Luogo, dall'Ufficio dello Sceriffo e dal Municipio (questi due sono diametralmente opposti); infine i raggi sono le carte Edificio disponibili all'acquisto. C'è un Luogo del colore di ciascun giocatore: se si gioca in meno di 4 devono essere appoggiate con il lato grigio neutrale in su. Le plance in cerchio vanno distanziate affinché possa starci una carta da Poker tra ogni coppia. Si infila una carta Edificio sotto allo slot terrazza dell'Ufficio dello Sceriffo e di eventuali plance grige.

La banca: lo slot terrazza in alto a sinistra, lo slot che da 1 risorsa Legge subito
oppure 2 nella fase successiva vincendo la mano a poker,
il Piatto del Vincitore con 2 Denaro.
Svolgimento
La partita dura esattamente 6 round, ciascuno presenta 4 fasi:
  1. Distribuzione
    Chi ha il gettone Mazziere mescola tutte le carte da Poker e ne distribuisce 6 scoperte tra le plance, 1 coperta sullo spazio Rivale (il "raggio" tra la carta Ricercato e il Municipio, dopo vi spiego quando entra in gioco) e 2 coperte ad ogni giocatore (che le guarda e ne tiene 1).
  2. Piazzamento
    Partendo dal Mazziere, ciascun giocatore piazza 1 segnalino Banda tra quelli che ha in piedi sulla propria carta Boss, procedendo in senso orario fino ad esaurimento. Ogni slot piazzamento è contrassegnato da una di queste tre icone: punto esclamativo, la risorsa si ottiene subito; clessidra, si ottiene nella fase 3-Risoluzione; dollaro, si ottiene in fase 4-Acquisto. Una quarta icona "pila di fiches" indica che si riscuote solo se si vince la mano di poker. Le plance Luogo e l'Ufficio dello Sceriffo mostrano un altro slot piazzamento, disegnato su una terrazza di legno in alto a sinistra: a mano a mano che i giocatori acquisteranno carte Edificio, queste si impileranno (parzialmente coperte) sotto questo terrazzo, rendendo eseguibile l'azione stampata sulla carta in cima. Esempio: sono il giallo, compro la carta Edificio Chiesa, la infilo sotto la plancia gialla in modo da coprire il costo e da lasciare visibile l'azione scritta a centro carta, se un avversario la esegue guadagno 1 Denaro. L'Ufficio dello Sceriffo ha degli slot particolari: uno permette di modificare di ±1 il valore numerico della propria carta da Poker, un altro di modificarne il seme in su o in giù di un livello, un terzo di acquistare una carta Edificio avanzata alla fine della fase 4-Acquisto.
    Il verde ha sconfitto il giallo allo slot terrazza
    Se su uno slot piazzamento viene collocato un secondo segnalino, allora avviene un duello. I giocatori tirano il loro dado Pistolero e chi fa di più vince (i pareggi vanno al difensore, cioè il primo arrivato). Chi sta perdendo può ritirare quante volte vuole pagando 1 risorsa per volta (Forza per l'attaccante, Legge per il difensore) oppure rivelare una tantum la propria carta da Poker e aggiungere il suo valore al dado. Si procede così a botta e risposta finché non si può o non si vuole continuare. Il segnalino perdente viene disteso sullo slot (è ferito e non trarrà vantaggi dal piazzamento), mentre il vincitore viene appoggiato in piedi sopra di esso. La carta Ricercato va sempre al vincitore dell'ultimo duello disputato: garantisce una risorsa a scelta all'inizio della fase 3-Risoluzione e 2 punti a fine partita.
  3. I 3 lavoratori (di cui 1 steso), l'abilità,
    il testo di colore e il tracciato Influenza
  4. Risoluzione
    Si rivelano le carte dei giocatori e del Rivale (quella che fa da raggio tra il Municipio e il centro della "ruota"). In senso orario a partire dalla plancia dopo il Municipio, si risolvono i vari Luoghi. Tutti i giocatori lì presenti formano virtualmente una mano di 3 carte con la propria e le 2 a fianco della plancia in questione. Chi ha la mano migliore (in ordine vincono carta più alta < coppia < scala < colore < tris < scala reale e, tra i semi, teschio < ferro di cavallo < tipi < cappello) si aggiudica il "Piatto del Vincitore" (un paio di risorse mostrate in un riquadro) e attiva lo slot su cui ha il segnalino (nel caso sia del tipo clessidra + pila di fiches). Si spostano i segnalini Denaro/Forza/Legge di conseguenza sul tracciato Influenza. Nel caso ci sia un unico segnalino su una plancia, il confronto avviene con la mano del Rivale: se costui vince non guadagna alcunché, ostacola solamente il giocatore.
  5. Il Cesso costa 1 risorsa per tipo,
    fornisce 1 punto vittoria e 3 azioni Ferrovie,
    come azione impedisce ai propri segnalini
    di duellare (occupato!)
  6. Acquisto
    Tutti i giocatori formano virtualmente una mano di 3 carte con la propria e le 2 a fianco del Municipio. In ordine di mano ciascun giocatore può acquistare 1 carta Edificio tra quelle che fanno da "raggio" a un Luogo su cui ha almeno un segnalino. Il costo è indicato sulla parte bassa della carta in icone Denaro/Forza/Legge. La carta acquistata va infilata sotto alla plancia Luogo del proprio colore, nascondendo il costo. Eventuali carte già presenti vanno sfalsate in modo da lasciare visibili i punti vittoria e le icone Industria sulla parte alta (ne parliamo tra poco). Al centro della carta c'è l'azione che ora essa rende disponibile tramite lo slot piazzamento della terrazza di legno.
    Chi ha la mano migliore fa avanzare uno dei tre segnalini Industria di una posizione sul tracciato del Municipio (rispettando dei semplici vincoli). Dopo esattamente sei round ci sarà un primo, un secondo e un terzo classificato, che attribuiranno punti a fine partita.

Questo giocatore ha 1+2+1+2=6 punti vittoria, 3 azioni Carri,
2 azioni Miniere e 5 azioni Ferrovie
Fine del round e della partita
Si rimettono i propri segnalini sulla carta Boss. Se non avete acquistato Edifici o se avete vinto il Piatto del Vincitore all'Ufficio dello Sceriffo potete alzare in piedi anche il terzo (che si può usare solo nel round successivo, perché questo vantaggio va riguadagnato ogni volta). Si rimpiazzano le carte Edificio acquistate e si passa il gettone Mazziere a sinistra.
Dopo sei round (o immediatamente se si esauriscono le carte Edificio) la partita termina.
Tutti i giocatori sommano le icone Industria presenti sulle carte Edificio acquistate. Ciascuna delle posizioni sul tracciato del Municipio indica quanti punti ricevono chi ne ha la maggioranza e il secondo. Esempio: il segnalino Ferrovia è in prima posizione, chi ha più icone Ferrovia riceve 5 punti, il secondo ne riceve 3.
Chi ha più punti vince, sommando i valori degli Edifici, i punti delle Industrie e 2 punti per la carta Ricercato.

Gli slot per modificare valore e seme della carta
CONSIDERAZIONI
Ha tanti lati positivi, partiamo da quelli. Ottima qualità, grande portabilità, chi ha giocato agli altri titoli della serie sperimenta una certa familiarità con alcune soluzioni: le carte multifunzione, i tracciati con i 3 segnalini, il coinvolgimento fuori dal proprio turno. Giusto ieri è uscito il post di Chrys sulla maratona di piazzamento lavoratori: TEW è sicuramente una variazione sul tema originale e interessante, per come fonde l'arcinota meccanica al gioco del poker. Tutto sommato i round sono pochi e la loro struttura è semplice: tieni una carta, piazza i lavoratori, risolvi i luoghi, acquista gli edifici. Ammiro anche la rotazione delle azioni disponibili presso gli slot terrazza, le quali cambiano a mano a mano che i giocatori acquistano carte Edificio. I duelli ammazzano i tempi morti e la carta Ricercato con il suo bonus/punti vittoria è abbastanza golosa. Le risorse sono abbondanti e Luoghi/Edifici sono pensati per darne sempre ampia scelta: 3 Luoghi danno i 3 tipi di Influenza, però il loro Piatto del Vincitore regala le altre; il quarto Luogo ti lascia decidere quale prendere; molte azioni consentono la conversione da un tipo all'altro premiando con un +2 di bonus oppure svariate altre modalità per incassare Denaro/Forza/Legge (in base ai punti vittoria, alle Industrie, alle carte da Poker in gioco, alle abilità dei Boss, ...). Altro innesto pregevole è la parte "azionaria", per cui bisogna valutare l'acquisto di un Edificio non solo in base ai punti vittoria che porta con sé, ma anche alle icone Industria che ha.
Per le dimensioni della scatola si può essere portati a crederlo un filler: non è così. È il meno Tiny e il meno Epic della serie e se avete adorato i precedenti (come noi) ci sono buone probabilità che vi risulti sgradito (come a noi). Magari invece non avete mai provato gli altri – oppure non vi hanno fatto impazzire – e questo potrebbe essere il titolo della svolta.
Carta Ricercato e dadi Pistolero
Un'altra caratteristica che lo contraddistingue dagli altri piazzamento lavoratori è che gli slot piazzamento possono essere usurpati. Uno dei motivi per cui normalmente piazzi il tuo segnalino, magari in un turno sub-ottimale, è sottrarre quell'azione agli avversari. Qui invece succede il contratio, per cui se vuoi togliere a qualcuno la possibilità di svolgere un'azione devi andarci a duellare. L'interazione diretta è incoraggiata, anche solo per conquistare la carta Ricercato. In definitiva, negli slot in cui puoi scegliere tra 1 risorsa subito (sicura) o 2 nella fase successiva (se non perdi il duello e se vinci la mano a poker) è come giocare d'azzardo, tentare la fortuna. Di norma in un round la pesca vi darà una carta con alta probabilità di vincere la mano in un paio di Luoghi, una percentuale mediocre in un altro paio e nessuna in quelli che restano. Con le azioni all'Ufficio dello Sceriffo per manipolare valori e semi, su una plancia almeno si è quasi certi di vincere. Soltanto che così si annichilisce la strategia, appiattendola su "vado dove vinco". Le carte da Poker contano molto e se un giocatore ha due buone mani di fila è facile che gli altri si debbano mangiare la polvere del runaway leader mentre lui sorseggia caffè nero al galoppo su Furia cavallo del West... Per carità, il momento in cui si rivelano le carte di conseguenza ha molta suspense, però in finale le carte (Poker ed Edificio) e le abilità dei Boss conferiscono l'alea di un gioco per famiglie a un titolo che in realtà ha la durata di un gioco più adulto (mai stati nei 45') e vanta "High Strategy" nella pagina della campagna.
La rigiocabilità, con tutto quel che ho già scritto, c'è, solo che per me manca di longevità.
Come scalabilità il gioco rende di più in tanti, quindi top in 4, buono in 3 e non un granché in 2. Il solitario non l'ho provato: c'è una sorta di IA che gestisce un Rivale automatico.
Ci sono idee intriganti, non lo nego, ma in me non fanno click.
Per dirla alla BGG: Fair. Some fun or challenge at least, will play occasionally if in the right mood.
Lati negativi?
Sulla fortuna mi son già espresso. Non sono un fenomeno a calcolare le probabilità del poker, per cui mi piacerebbe sentire le impressioni di altri, eventualmente più esperti in materia.
Anche sulla strategia ho già detto, aggiungo che si sente la mancanza di combo tra gli Edifici e la progressione tra i round, che di fatto sono tutti identici tra loro.
Una cosa che invece è rimasta tra le righe è questa: una sola strada per la vittoria, ben fiancheggiata di Edifici. Tolti i 2 punti della carta Ricercato, gli altri sono stampati sulle carte Edificio e derivano dalle Industrie, le cui azioni sono di nuovo sulle Carte Edificio. È un senso unico in pratica.
Due punti minori, infine. La bellissima disposizione a ruota di carro mostra democraticamente i testi storti da ogni punto di vista. Già spiegarlo non è semplice, così si perde ancora più tempo.

Il dorso e i 4 semi del mazzo
MIA MOGLIE DICE COSE
«L'ambientazione western non è malaccio, però tra i Tiny Epic è decisamente il mio spreferito. Cioè, il peggiore. Mi spiace ammetterlo, perché secondo me fino a Galaxies è stata un'escalation: sempre meglio. Le attese erano molto alte e purtroppo deluse. La spiegazione è lunga e complicata, ma indispensabile. Troppe mosse, troppe possibilità, troppi modi per acquisire Influenza. Dopo, il gioco in qualche modo entra dentro, fatto il primo giro, però intanto ti è già scesa l'attenzione e ritrovare l'entusiasmo poi è difficile.
Non lo boccio del tutto comunque, perché il problema è sicuramente iniziale: con varie partite già la situazione è cambiata, ma al momento non ho voglia di farne altre.»

Per tornare su seguite questo collegamento.

Se volete provarlo, potete scaricare il print-and-play da qui.

Lo trovate anche nel negozio online Egyp.it

-- Le immagini sono tratte da BGG, i vari diritti appartengono ai rispettivi proprietari. Le immagini e le regole sono state riprodotte pensando possano essere una gradita forma di promozione. Verranno rimosse immediatamente su semplice richiesta. -- 

1 commento:

  1. Preso qualche mese fa anche per la possibilità di giocarlo anche in solitario, essendo così "portatile". Cercavo una valida alternativa a Friday di Friese. Una volta sistemata la ruota degli edifici, però, prende praticamente lo spazio di giochi riposti in scatole ben più voluminose (penso a Istanbul).
    Artwork e materiali molto belli, molto ben tematizzato, ma il regolamento è poco chiaro. A tratti mi ha dato l'impressione di essere macchinoso. Ho trovato difficile proporlo a giocatori comunque abituati a altro titoli di piazzamento lavoratori.
    Poi, riflettendoci, se al tavolo qualcuno non conosce le regole del poker devi quasi quasi spiegare due regolamenti...

    RispondiElimina