Recensioni Minute

Recensioni Minute - (Anteprima) Ali Baba

scritto da TeOoh!

Sono ormai in difficoltà a tenere traccia dei vari progetti degli autori italiani in giro per il mondo. Ogni tanto mi capita di dare un'occhiata a un prototipo o di scambiare due parole su qualcosa in sviluppo, mi arriva qualche indiscrezione su editori interessati... ma, appunto, la prolificità del nostro paese è in costante aumento ed è sicuramente un bel segnale.
Ecco quindi la mia sorpresa quando Remo mi ha comunicato che la sua ultima fatica era pronta!
Ali Baba, gioco di Remo Conzadori e Martino Chiacchiera, per 2-4 sfidanti, durata a partita di 20 minuti ed edizione White Goblin Games. Uscita prevista per Spiel 2017.


La minutissima è: dopo aver costruito una piramide di tessere quadrate a faccia in giù, ogni giocatore a turno ne preleverà una a faccia in su e applicherà l'eventuale potere speciale dato dal colore sullo sfondo. Se così facendo libera nuove tessere, esse saranno voltate a faccia in su. Quando l'ultima tessera è voltata, parte l'ultimo giro di tavolo. Si sommano così i punti dati dai set di immagini uguali a quelli fatti durante le prese in partita. Chi ne ha di più vince.

Difficile ridurre ulteriormente un regolamento che è poco più di quello che vi ho appena raccontato. Dovrei giusto darvi l'indicazione su come si fanno i punti per i set e quali sono i poteri speciali. Ma il filmato è qui per questo.

Ci troviamo di fronte quindi a un gioco facilmente accessibile, studiato per un pubblico family. Grafica chiara, poche regole, ma buona rigiocabilità e possibilità di scelte interessanti. C'è un fattore di interazione diretta distruttiva (smorzato in maniera naturale dal gruppo) che permette quindi di "sentire" gli altri al tavolo e creare una tensione data dal ricordarsi quali tessere hanno preso gli avversari. E anche un pizzico di azzardo, dato dal fatto che 6 tessere sono sempre scartate casualmente prima di ogni partita. Questo aiuta tantissimo a ridurre i tempi morti e tiene molto fluido il turno.
C'è la possibilità (prevista da regolamento) di giocare eliminando esattamente 1 set immagini, così da avere la certezza del numero di tessere presenti. Ma è da applicare solo per chi è amante del controllo a tutti i costi.
Devo trovarci qualcosa? Che un po' le tessere scappano. Nel senso che non essendo bloccate (nemmeno da una piccola cornice incassata) alla base della piramide, se qualcuno ha le mani non proprio educate, ci si trova a dover riassettare le tesserine ogni tanto. Niente di trascendente, ma sicuramente dovuto alla scelta di tenere il prezzo di ingresso decisamente basso e invitante.

Vi lascio al filmato di approfondimento e auguro buona visione!

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.