mercoledì 11 ottobre 2017

[Anteprima] Warhammer Underworlds: Shadespire

scritto da Simone M.


Rotto il sodalizio con Fantasy Flight Games lo scorso anno, la Games Workshop (o più brevemente GW) ha più volte tentato incursioni nel mondo dei boardgame classici con titoli tratti dalle loro ambientazioni di punta, Warhammer e Warhammer 40.000 con alterne fortune (vedi la serie The Horus Heresy).
Avevamo infatti potuto provare sui nostri tavoli Deathwatch Overkill ambientato nel futuristico mondo del 40.000, Warhammer Quest: Silver Tower e accennato al suo secondo capitolo Warhammer Quest: Shadow over Hammeral (che costituisce un gioco a sé stante) due dungeon-crawler tratti invece dal nuovo universo Age of Sigmar.
Dopo aver tentato con l'arena di Gorechosen la strada dello skirmish da tavolo "veloce" per 2-4 giocatori, GW ci riprova con Warhammer Underworlds: Shadespire che promette sanguinosi duelli della durata di 45 minuti.


I Qualche cenno sul gioco

Lo Starter Set (be', ovviamente è un gioco espandibile... alla GW...) contiene due bande: gli Eternals Liberators e i Khorne Bloodreavers formate, rispettivamente, da 3 e 5 eroi. Le miniature si montano a incastro e hanno un colore di fondo differente, in modo che si possa immediatamente cominciare a giocare senza dipingerle.

Poco affascinante, ma molto pratico.
La stessa soluzione adottata nella nuova edizione del Blood Bowl.
Ogni banda è dotata di un proprio Mazzo di Carte che è possibile personalizzare, prima del match, tramite deck-building. Esistono diversi tipi di carte:
  • Fighters Card (fronte/retro): mostrano le statistiche di combattimento della miniatura (Punti Ferita, Movimento, Difesa, Attacco). Le carte hanno un lato base e uno "Esaltato".
  • Objective Card: permettono, se vengono soddisfatte le condizioni presenti su di esse, di guadagnare un certo numero di Punto Gloria.
  • Upgrade Card: abilità aggiuntive che possono essere conferite alla miniatura.
  • Ploy Card: letteralmente "carte stratagemma", forniscono effetti istantanei che possono influenzare il normale svolgimento del turno (ad esempio un movimento extra, un'azione extra... ecc.)
Disporremo i nostri combattenti su una plancia fronte/retro che rappresenta due zone in rovina della città maledetta di Shadespire. Entrambe le plance sono attraversate da un reticolato esagonale.
Scopo del gioco è guadagnare il maggior numero di Punti Gloria alla fine della partita o, in alternativa, annientare la Banda avversaria. Prima della partita potremo piazzare un certo numero di elementi scenici bidimensionali che possono essere ripari oppure ostacoli da superare.
Poco si sa ancora sulla struttura del turno o della sequenza di gioco (il regolamento non è ancora disponibile) se non quello che è trapelato da alcuni video sul web.
Il gioco ricorda titoli come Assalto Imperiale o X-Wing il Gioco di Miniature in cui i giocatori si alternano giocando turni completi e indipendenti. Il combattimento è dice-driven e viene risolto con l'utilizzo di dadi speciali.


II Cosa ci aspettiamo dal titolo

Con Warhammer Underworlds: Shadespire, Games Workshop costruisce un prodotto da torneo (l'accostamento a titoli come Assalto Imperiale non è causale). Sulle pagine della community GW tanti i riferimenti alla creazione di un Sistema di Gioco Organizzato (simile a quello FFG) che ruoterà intorno a Shadespire.
Del resto tutti gli elementi di progettazione vanno in quella direzione: deck-bulding, combo, schermaglia, tempo limitato e un sistema di gioco competitivo che, da quanto ho appreso, è molto facile da assimilare. Il titolo prevede anche una modalità a coppie ma, a mio avviso viste le premesse da torneo, costituisce più una variante sul tema.
La soluzione delle miniature con colore di base distinto è un'altro segnale di apertura, da parte di GW, a un mercato più vasto di nuovi giocatori da sedurre lentamente, da lasciare caramellare a fuoco lento ("eccoti qui lo starter set... lo puoi aprire e giocare immediatamente, per dipingere le miniature... c'è tempo!") e a cui consegnare il destino di Age of SigmarSpero che la natura light di Shadespire non lasci magari delusi gli Specialist veterani.
La data per il preordine sul sito GW è stata fissata per il 14 Ottobre 2017 e dall'hype percepito sul web il gioco potrebbe registrare velocemnete il tutto esaurito.
Personalmente non mi aspetto di gridare al miracolo, però non nascondo di essere particolarmente curioso di provarlo e vedere come gira sul tavolo.

Ai miei cari american-compulsivi lascio qualche link utile per seguire lo sviluppo del gioco:

Per tutti invece il teaser di lancio targato GW... che dice e non dice (soprattutto non dice U___U ), mostra ma non spoilera... insomma getta l'amo nello stagno e attende paziente.
Voi abboccherete?





1 commento:

  1. Lo prendo in considerazione per la sua longevità. 45 minuti do gioco non mi dispiacciono.

    RispondiElimina