intervista La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Speciale Ancient Aliens + Intervista

scritto da Sayuiv (Yuri)
In questo speciale vi voglio parlare di un progetto quasi interamente italiano! Ancient Aliens (QUI il link alla campagna) è un gioco di carte a tema civilizzazione dove ogni giocatore impersonifica una razza aliena che cercherà di influenzare lo sviluppo della razza terrestre. Tematica molto interessante, che ci pone in un punto di vista inusuale e che magari cerca di rispondere a tante delle domande che ci poniamo riguardo le costruzioni del passato.


Ogni razza aliena influenzerà uno dei continenti presenti nel tabellone principale, con le sue tecnologie e con le sue abilità peculiari, cercando di aumentare la conoscenza, l'abilità e la fedeltà della popolazione presente. Il gioco è prevalentemente giocato attraverso le carte. Ogni razza aliena ha a disposizione 3 mazzi di 3 livelli. Ovviamente prima di avere accesso al mazzo di livello successivo dovremo sviluppare la conoscenza della popolazione. La cosa interessante è che ogni carta può essere utilizzata in 3 modi differenti: la parte superiore di solito serve a costruire o migliorare, la parte centrale ci permette di acquisire cristalli (usati per l'attivazione delle carte), mentre la parte inferiore è quella di "interazione", che consente di influenzare gli altri giocatori, attaccarli o difenderci dagli attacchi o soccorrere altri giocatori. Ovviamente alla fine chi sarà riuscito a far sviluppare la propria popolazione di più sarà il vincitore.

Gioco adatto da 2 a 4 giocatori con una età consigliata dai 12 anni in su per una durata variabile di 60/90 minuti.
Dopo il primo tentativo del luglio scorso gli autori si sono messi di buzzo buono, approfondendo i playtest, effettuando piccoli aggiustamenti estetici ed ora sono ripartiti con l'intento di raggiungere il traguardo! Vi lascio una piccola intervista con Mauro di X-Team SS che si occupa del lato marketing:

1) Ciao Mauro e benvenuto su “Giochi sul nostro tavolo”. Oggi siamo qui per parlare di Ancient Alien, ma prima di tutto raccontaci qualcosa di te!

Ciao Yuri, grazie per avermi invitato su “Giochi sul nostro tavolo”. Io mi occupo della gestione della
comunicazione di Gamia Games, una compagnia italo-svedese produttrice di giochi da tavolo.

2) Da quanto ho capito fai parte della squadra di X-Team Software Solution che sta dando supporto a Gamia Games per questa seconda campagna su KS. Di cosa si occupa la X-Team SS e che ruolo ricopri nello specifico?

X-Team è responsabile della grafica dei boardgames, io in particolare suggerisco strategie di marketing e comunicazione.

3) Cosa vi differenzia dalla concorrenza?
Siamo una compagnia italo-svedese. Svavar Bjorgvinsson, creatore dei nostri giochi, è un vero discendente dei vichinghi. Io sono romano, così come altri componenti di Gamia Games. Oltre al fatto di poter unire competenze tecniche ci piace l’idea di aver stipulato un’alleanza fra Vichinghi e antichi Romani. Così siamo un esercito di professionisti imbattibili, no?

4) Trovo affascinante il fatto che una società italiana contribuisca a progetti internazionali su KS: com’è nata questa collaborazione? I giochi da tavolo sono una tua passione e quindi c’è stata una sorta di spinta da parte tua?
In passato ho giocato molto, spesso a giochi di ruolo. Sono stato coinvolto nel progetto per le mie competenze manageriali e mi piace l’idea di poter affrontare il settore dei giochi con uno spirito battagliero.

5) Gamia Games, dopo Bardagi, è alla sua seconda esperienza su KS con Ancient Aliens. Cosa avete fatto al riguardo?
Abbiamo creato un gioco, Ancient Aliens – Creators of Civilization, in cui crediamo molto. Per la campagna su Kickstarter ci siamo mossi con largo anticipo: abbiamo realizzato un video evocativo, abbiamo fatto numerosi playtest e ci siamo concentrati sulla grafica e sulla qualità dei materiali. Al momento stiamo cercando illustratori per disegnare quella che potrebbe essere la quinta razza aliena.

6) Parlando di Ancient Aliens trovo l’idea molto affascinante. Interpretare il ruolo di una razza aliena che cerca di far evolvere il genere umano in competizione con altre razze aliene richiama quella che può essere una spiegazione riguardo la costruzione di molti edifici nell’Antichità. Secondo te, attraverso il gioco, come tutto ciò viene espresso?
Il concept del gioco si presta molto alla situazione attuale: viviamo in un mondo frastornato dalle guerre e dai conflitti, dalla povertà, dal surriscaldamento globale. Nell’immaginario collettivo gli alieni sono i nemici dell’uomo, cattivi e senza pietà. Secondo noi invece loro sono buoni, ci stanno raggiungendo con il segreto scopo di aiutarci. Grazie al loro supporto possiamo raggiungere un nuovo livello di consapevolezza e superare le tante sfide del mondo contemporaneo.

7) Anche se siamo in un periodo relativamente tranquillo, su KS non mancano alcuni grandi nomi. La concorrenza sta diventando sempre più spietata al giorno d'oggi, con un aumento costante di campagne "live". Quanto pensi tutta questa concorrenza possa influire sulla campagna di Ancient Aliens?
Noi siamo una start-up, stiamo lanciando il nostro secondo gioco da tavolo. Siamo consapevoli di essere una realtà piccola, ma siamo grintosi e con tanta voglia di stupire. Tra i tanti visitatori di Kickstarter ci sono anche “scopritori di talenti”. Noi vogliamo fare la parte dell’outsider, siamo piccoli, ma tenaci e siamo sospinti dalle braccia possenti dei Vichinghi e dei Romani. Crediamoci.

8) Da giocatore e aspirante autore mi piace conoscere il dietro le quinte della fase di design dei giochi. Hai qualche annedoto da raccontarci?
Sì, un episodio accaduto durante la fase di ideazione delle razze aliene. Era una notte di autunno, pioveva e stavamo ragionando sulla quarta razza aliena, ancora da definire. Dopo aver mangiato pizza fredda e dopo aver parlato per ore di alieni, una forte raffica di vento ha aperto la finestra dello studio facendo cadere alcuni libri. Raccogliendoli abbiamo notato che erano tutti chiusi, tranne uno: un albo di Dylan Dog “Alfa e Omega”, uno dei pochi che narra le vicende di un alieno. È stato inquietante e divertente al tempo stesso.

9) So che magari parlare di stretch goal è un po’ prematuro, ma noi giocatori siamo molto curiosi: non è che ci vorresti spoilerare qualcosa?
È un appello quello che faccio: ci siamo accorti che quattro razze aliene sono poche per salvare il mondo. Ne serve una quinta. Perciò, rivolgo un appello a tutti gli illustratori italiani. Spedite i vostri disegni a svavar@gamiagames.com. Abbiamo bisogno di voi, fatelo subito però, entro il 31 ottobre 2017. Se saremo colpiti dal vostro talento di illustratori potremmo anche pensare di farvi entrare nel nostro team.

10) Se sapessi di non poter fallire qual è una cosa che faresti?
Le strategie sono utili fino a un certo punto, poi è necessario il colpo di fantasia. Come avviene nel calcio: puoi essere un ottimo allenatore, studiare la partita a livello tattico, ma poi è sempre il campione a inventarsi il gol.

11) Come un noto intervistatore italiano “Fatti una domanda e datti una risposta”.
Ce la faremo? Non dipende solo da noi.

Grazie mille per il tuo contributo e vi auguro il meglio per la campagna in corso!

1 commenti:

  1. Prodotto interessante grazie per la segnalazione e aspettiamo gli sviluppi :)

    RispondiElimina

Powered by Blogger.