anteprima Recensioni Minute

Recensioni Minute - (Anteprima) Dragon Castle

scritto da TeOoh!

Questo gioco era già nella mia watchlist di Essen per via dell'appeal che la base del Mahjong ha su di me. Non tanto perché lo giochi abitualmente, ma perché ricordo che da piccolo mi affascinava sul vecchissimo 486. Poi vabbe', se si aggiungono regole super stringate e possibilità di setup variabili, si spiega come abbia fatto a ricevere un "vuoi passare dentro a provarlo?" dall'Editore il venerdì e il sabato tornava già a casa con me.
Parlo di Dragon Castle, gioco per 2-4 giocatori di Lorenzo Silva, Hjalmar Hach e Luca Ricci della durata di 45 minuti. Edito dalla nostrana Horrible Games.


La minutissima è: durante il proprio turno, un giocatore preleva una tessera libera dal piano più alto della costruzione, poi potrà prenderne un'altra con lo stesso disegno, oppure un tetto o scartarla per 1 punto. Le tessere collezionate vanno piazzate nella propria plancia per formare gruppi di colore uguale che saranno girati a faccia in giù. Questo fornirà punti e si potranno piazzare sopra di essi nuove tessere o tetti. A fine partita i tetti forniranno ulteriori punti vittoria a seconda del loro livello. Chi ha più punti, vince.

Il gioco è di una semplicità incredibile da apprendere, tutta la concentrazione resta sul piazzamento delle proprie tessere in plancia e l'interazione tra i giocatori.
Sebbene infatti, pare non ce ne sia così tanta, è possibile fare dei veri e propri sgambetti. Cose particolari da tenere d'occhio sono ad esempio: gruppi molto numerosi degli avversari a cui sottrarre quell'ultima tesserina in grado di fargli girare a faccia in giù le tessere (non faranno punti e avranno meno spazio dove piazzare sulla plancia); oppure lasciare l'ultima tessera di un piano (siccome si è obbligati a prenderne una sempre dalla cima, l'ultimo a toglierla, darà possibilità di scelte elevatissime a tutti gli altri sul piano inferiore). 

Già così, le partite sono soddisfacenti, c'è possibilità di intraprendere strade diverse e una differente disposizione casuale delle tessere aiuta a non avere strategie preconfezionate.
Poi però puoi aggiungere Spiriti animali che forniscono poteri speciali a tutti durante la partita al prezzo di scartare una propria tessera o un tetto.
Puoi aggiungere Draghi che forniscono PV addizionali secondo condizioni a fine partita.
E configurazioni differenti delle tessere che danno numeri diversi di tessere prelevabili ad ogni turno.
La rigiocabilità è servita.

Devo trovarci qualcosa? Il gioco ha una natura astratta preponderante: nonostante le immagini siano molto piacevoli da vedere, non si riesce ad "ingannare" un giocatore non amante del genere. L'ambientazione è basata sul fatto che il "castello del drago si sta sgretolando e voi dovrete recuperarne i frammenti per ricostruirne uno nuovo", ma, chiaramente, non si riesce a percepire, risultando quindi per quella tipologia di giocatori un gioco abbastanza freddo. Fortunatamente la presenza dell'interazione al tavolo permette comunque di tenere viva la partita e sentire comunque la presenza degli altri giocatori.

Vi lascio quindi ad un filmato chiarificatore e segnalo che, se foste interessati, i miei Tipper ne hanno sbloccato anche il filmato di gameplay!


5 commenti:

  1. Il gioco mi interessa, ma visti i materiali che sembrano di un'edizione deluxe, sarà da valutare il prezzo :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si parlava di una cinquantina di €, se ci sono le tessere belle “sossole” ci starebbero

      Elimina
    2. Speravo meno ma immaginavo andasse su quella cifra :(

      Elimina
    3. Posso dire che le tessere sono belle, definite e pesanti. Un vero piacere... :D

      Elimina
    4. In effetti conterei moltissimo sull'effetto "fiches di Splendor", 50 € per una bella massa di tesserone del Mahjong mi pare ragionevole.

      Tengo d'occhio che sembra uno di quei giochi papabili per la mogliera non gamer, e anche abbastanza originale da entrare nell'affollata collezione

      Elimina

Powered by Blogger.