Report

IELLO, diamo un'occhiata alle novità 2018

scritto da Chrys

Durante la fiera di Essen ho avuto il piacere di incontrare Romain della Iello, che mi ha mostrato tutte le novità in preparazione che usciranno nei prossimi mesi e nella prima metà del prossimo anno.
Con una sola eccezione i prodotti visti erano pressoché completi (tra l'80% e il 99%) e potevano quindi dare un'ottima impressione di cosa ci aspetta a breve.

E anche la bella notizia che Mancalamaro le porterà tutte localizzate in italiano. :D

Premetto che apprezzo molto il modo di lavorare della Iello, sia nei titoli inediti che nelle riedizioni di titoli anche vecchi (come Schotten Totten di Knizia che ho recensito alcuni mesi fa), che mira a un livello di bellezza grafica e di qualità dei componenti eccezionale e mi ricorda i primi anni della Days of Wonder. Qualcuno può pensare che l'estetica non sia un elemento importante, ma è il motivo per cui la Francia, fino a pochi anni fa ai livelli dell'Italia, ora è al livello della Germania per copie vendute. O__O

Ma bando alle ciancie e veniamo a mostrarvi quello che ho visto...


FAIRY TILE
Gioco per 2-4 giocatori sostanzialmente astratto, ma maestralmente ambientato. Abbiamo un regno a settori esagonali (tessere fatte di 3 esagoni) dove troviamo laghi, montagne, fiumi, boschi, castelli, villaggi e altro ancora.
A questi si aggiungono un mazzo di carte storie e tre miniature molto carine e già colorate: una principessa, un cavaliere e un drago.

Ogni giocatore riceve un certo numero di carte storia e gira la prima: lo scopo è finirle facendo avvenire quanto riportato sulla carta come ad esempio "E il principe incontrò la principessa sulla riva di un lago" oppure "e il drago dalla sua montagna vide la principessa sulla torre".

Al proprio turno un giocatore può scegliere se muovere un pezzo (ciascuno muove in modo diverso... ad esempio il cavaliere muove liberamente di tre caselle, mentre i drago di quante caselle vuole, ma solo in linea retta), piazzare un nuovo pezzo di mappa o passare il turno e mettere la propria carta storia girata in fondo al mazzo.

La grafica generale è bella, la resa in tavola ottima e le carte splendidamente illustrate con uno stile che ricorda le vetrate: un ottimo astratto-ambientato che ho già voglia di provare. Uscirà a febbraio.



THE LEGEND OF THE CHERRY TREE THAT BLOSSOMS EVERY TEN YEARS
Se dovessi valutare la qualità del gioco dalla lunghezza del titolo, sicuramente si tratterebbe di un capolavoro. XD 

Si tratta di un gioco da una mezz'ora per 2-4 giocatori e dal tema chiaramente giapponese, in cui al proprio turno i giocatori pescheranno dei token a fiore da un sacchetto con la clausola che potranno ripetere l'operazione quanto vogliono, ma se dovessero avere davanti 3 fiori uguali sballano e restano con nulla in mano, mentre se non succede i fiori presi possono metterli dietro il proprio schermo.

Inutile dirvi che set di fiori uguali valgono di più, mentre sono sempre visibili degli obbiettivi secondari che danno punti extra e azioni speciali. Il gioco sembra semplice e immediato. Sono curioso di vedere il lavoro finito.
SENTAI KITTEN
Giochino di carte molto semplice a tema Power Rangers e gattini (^__^), basato su bluff e calcoli, giocabile in due modalità diverse (dette episodio 1 ed episodio 2). Nella prima competeremo per essere i primi a trasformare tutti i nostri 5 gattini in sentai* kitten, mentre nella seconda con i nostri Sentai Kitten combatteremo un gigantesco e minaccioso MechaDog chercando di sopravvivere.

La meccanica è semplice e velocissima da spiegare. Ammetto di non ricordare bene le regole dell'episodio 2, ma nell'episodio 1 la meccanica è più o meno questa: i giocatori dicono "Sentai Kitten!" facendo uscire con le mani un numero da 1 a 5... il giocatore col numero unico più alto (gli uguali si annullano) trasforma un proprio gatto. C'è anche qualche regoletta in più che però non ricordo. ^__^"

Il secondo capitolo è più complesso, perché il nemico attacca, ferisce i Sentai Kitten rendendoli di nuovo gattini e nel contempo subisce danni.



Le generazioni di Sentai Warriors succedutesi negli anni.
*angoletto "impariamo coi giochi": il genere Super Sentai è una tipologia di telefilm giapponesi normalmente mirati ai bambini dove i protagonisti si trasformano in guerrieri e combatto, tutto in live action, con mostri di vario tipo: la cosa va avanti da decenni. O__O 
I famosi Power Rangers arrivati da noi nascono da un'emittente giapponese che ha preso i combattimenti coi mostri, rigirando però le parti senza maschere con attori americani e rivoluzionandone la trama.

MONSTER PACK KING KONG
Questa espansione sia per King of Tokyo che per King of New York, come immaginabile, porta il mitico King Kong nel gioco, ovviamente col suo set di carte.

Inoltre aggiunge due elementi torre montabili (l'Empire State Building per KoNY e la Tokyo Tower per KoT) che portano con sé un nuovo modo per vincere la partita: sono infatti divise in tre elementi che possono essere singolarmente presi o rubati tirando tutti 1 coi dadi. Se un giocatore completa la struttura la conquista vincendo. Uscirà a novembre 2018.


RAIDS
Mi è stato anche mostrato un gioco a tema vichinghi che però era a livello ancora embrionale e del quale non mi hanno spiegato le regole... anche se sembra chiaro che si costruiscano e ingrandiscano dei drakkar mettendoci a bordo soldati, merci o altro. Sentitevi liberi di provare a carpire ulteriori elementi dalle foto sotto. ;)


PER FINIRE...
...vi lascio a una carrellata di foto fatte alla Business Lounge di Iello con alcune visioni dal vivo dei giochi di cui vi ho parlato. :D




2 commenti:

  1. Se non ho avuto le travegole, dovrei aver letto anche dell'edizione edizione italiana di "Welcome BACK to the Dungeon".

    RispondiElimina

Powered by Blogger.