La vedetta di KS

[La vedetta di KS] XLII puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Sarà l'aria, sarà l'acqua... sarà il caffè... no quella è un altra cosa. Comunque sarà l'aria di Essen, ma questa settimana siamo di fronte a una puntata massiccia. Credo mai fino ad ora è stato così difficile scegliere di quali giochi approfondire e quali "relegare" nei K(S)orti, che anche loro oggi poi così corti non sono. Difatti, come molto spesso succede in concomintanza di queste grosse fiere, molti creatori colgono l'occasione per lanciare la loro campagna in modo da dimostrare il gioco nelle fiere e cercare di acquisire backer. Per coloro di voi che siete stati ad Essen: avete incontrato e magari provato alcuni di questi giochi?
  • Too Many Bones: Undertow
  • The Valley of Alchemists
  • Legends of Sleepy Hollow
  • Monster Lands
  • Downfall
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge


Too Many Bones: Undertow
Scadenza: 10/11
Descrizione: Solo/Coop per 1-2 giocatori, 12+, durata sui 60/90 minuti 
Si tratta di una espansione stand-alone per 1 o 2 giocatori (se avete anche il gioco base potrete giocare le stesse missioni fino a 4 giocatori). È studiata come introduttivo al mondo di Too Many Bones senza dover rinunciare a un rene o una costola e basato sullo stesso motore e universo del gioco base. Ma cos'è Too Many Bones? Si descrive come Dice Building RPG. Praticamente cerca di ricreare le esperienze di un gioco di ruolo sotto forma di gioco da tavolo.
Una volta scelto il proprio personaggio, questo ha un tappetino in neoprene dove sono indicate le varie abilità acquisibili durante la campagna. Proprio come in un gioco di ruolo per avere accesso ad alcune abilità dovremo acquisire quelle precedenti. Sì, ma come si fa? In fase di setup si sceglie un boss da affrontare che porta con sé una serie di minion. Questa scelta influisce non solo sul livello di difficoltà, ma anche sulla lunghezza della partita. Difatti prima di scontrarci con il boss dovremo effettuare una serie di incontri con i suoi sottoposti. Dopo ogni incontro avremo a disposizione un certo numero di punti abilità per migliorare le caratteristiche base del personaggio o di acquisire nuove abilità. Ogni volta che acquisiremo una nuova abilità prenderemo il dado appropriato e lo metteremo nell'apposito spazio nel tappetino pronto ad essere utilizzato. Oltre a questo ovviamente avremo accesso, alla fine di ogni battaglia, al "bottino di guerra" che ci darà la possibilità di migliorare il nostro equipaggiamento. La fase della battaglia a dire il vero è resa in modo un po' astratto, su un tappetino che raffigura una serie di cerchi in una griglia 4x4, dove si simulerà lo scontro. Le caratteristiche che hanno portato questo gioco al successo sono la profonda caratterizzazione dei personaggi. Ognuno di essi difatti ha a disposizione il suo set di dadi specifico per le sue abilità più una pagina A4 doppia faccia dove vengono spiegate le sue abilità, i significati dei vari simboli dei dadi e il back-up plan, che è un altra chicca.
Ogni volta che tireremo i dadi al posto di avere delle facce vuote a indicare il mancato compimento troveremo due ossa incrociate. Questi dadi vengono posizionati sul nostro tappetino nella linea del back-up plan e più ossa avremo più potente sarà l'abilità a disposizione. Da qui deriva il nome del gioco. Come me molti altri durante la prima campagna sono rimasti un po' attoniti dal prezzo del gioco, visto ciò che aveva da offrire: a questo i creatori hanno risposto spiegando che hanno deciso di utilizzare la miglior componentistica presente sul mercato. Come se non bastassero i tappetini in neoprene ritagliati e specifici di ogni personaggio, abbiamo una carrellata di dadi di plastica fusa ad alta risoluzione con trasferimento a caldo con i relativi vassoietti per tenere tutto in ordine e, al posto delle amate miniature, i creatori per i personaggi e mostri hanno deciso di utilizzare delle fiches da poker personalizzate. Difatti l'indicatore dei punti ferita viene eseguito impilando il numero relativo di fiches sotto la fiches del mostro o del personaggio. Come chicca finale tutte i componenti "cartacei", quindi carte e schede personaggio, sono prodotti in PVC. In Undertow troveremo due nuovi personaggi, nuovi boss e mostri così come specifiche carte per il solo. Avrete inoltre la possibilità di ordinare la terza ristampa del gioco base, i 4 personaggi extra e altri add-on (sempre che abbiate ancora due reni e possiate rinunciare a uno di essi).

The Valley of Alchemists
Scadenza: 10/11
Descrizione: Competitivo per 2-4 giocatori, 10+, durata dai 45/75 minuti
Simpatico gioco di collezione set indicato per un target family. Devo dire che ricorda molto Splendor per alcune meccaniche. Ambientazione: come da titolo siamo nella valle degli alchimisti e, come alchimista, competeremo per essere eletto il migliore.
Ogni giocatore avrà la sua plancia personale dove sono indicati i livelli di conoscenza degli ingredienti, le combinazioni dei vari ingredienti e il loro risultato. Nel nostro turno potremo eseguire 2 delle seguenti azioni (anche la stessa, volendo): raccogliere ingredienti, preparare dei decotti, preparare elisir, vendere elisir. Quando raccogliamo ingredienti ne possiamo scegliere due (sono di quattro colori: rosso, blu, giallo e bianco) e ne raccogliamo tanti quanti il nostro livello di conoscenza. Per preparare i decotti dobbiamo sempre utilizzare un bianco (acqua) accompagnato da due ingredienti colorati, che in base alla loro combinazione ci daranno come risultato dei decotti rossi, blu, gialli, verdi, viola o arancioni. Utilizzando questa azione possiamo creare quanti decotti vogliano, basta avere gli ingredienti necessari. Al centro del tavolo sono poi a disposizione delle carte a indicare gli elisir (di solito ne sono disponibili 10). Su queste carte troviamo indicati quali e quanti decotti necessari per creare questi elisir, il loro livello, il colore e la forma della bottiglia. Anche qui come per i decotti possiamo preparare tutti gli elisir che vogliamo.
Gli elisir aumentano la nostra conoscenza di uno o due ingredienti in modo tale che quando li andremo a raccogliere ne potremo raccogliere di più. Una volta acquisiti gli elisir vanno posizionati su una plancia 3x3 cercando di allineare gli elisir per colore, forma e livello. Questo è importante, perché quando decidiamo di vendere gli elisir possiamo vendere una linea di elisir (verticale, orizzontale o diagonale) e in base a quante delle 3 caratteristiche combaciano (colore, forma della bottiglia e livello) otteniamo punti vittoria. Per aiutarci in questo abbiamo dei token azioni limitati che ci permettono di cambiare forma della bottiglia, livello dell'elisir o colore. Visivamente risulta un gioco molto appagante, con delle illustrazioni adatte al target, con delle gemme colorate a indicare gli ingredienti e delle miniature di piccole bottiglie colorate rappresentanti i decotti. Questo purtroppo secondo me aumenta notevolmente il prezzo (che per la scatola base è di 49 euro) per un gioco che, a ben vedere, ricade nella categoria dei filleroni. Con della componentistica meno pregiata forse si sarebbe potuto portare a casa con 30/35 euro. Vi ricordo per chi volesse dargli una chance che un paio di puntate fa vi abbiamo linkato il PnP :)

Legends of Sleepy Hollow
Scadenza: 10/11
Descrizione: Coop da 1-4 giocatori, durata sui 60 minuti a scenario
Ambientato 3 giorni dopo gli avvenimenti del racconto di Irving, Icabhod Crane sembra essere sparito e strani avvenimenti avvengono in città. Quattro cittadini, tra cui il becchino, il ministro, il veterano di guerra e la conciatrice di pelli decidono di indagare. È un gioco da tavolo che si sviluppa nell'arco di 8 scenari, ciascuno dei quali promette di offrire nuove esperienze, mentre ci darà la possibilità di scoprire la trama.
Ogni scenario ha i suoi obiettivi, così come le sue carte specifiche di scenario e gli oggetti acquisibili dai giocatori. Ma ovviamente ci ritroveremo ad affrontare anche diversi mostri. Lo scenario finisce al completamento degli obiettivi da parte dei giocatori oppure può fallire in 3 occasioni: morte di un personaggio, un personaggio accumula 10 token paura o nella fase di spawn non ci sono più mostri disponibili. Ogni scenario inoltre avrà la sua mappa, che ci porterà in differenti luoghi della città. Sono stato incuriosito da questa campagna grazie appunto all'ambientazione e per quanto possa sembrare un classico dungeon crawler ho trovato un paio di spunti davvero interessanti. Ad esempio la plancia giocatore è composta dal personaggio con il suo equipaggiamento e in cima troviamo un arco che descrive le 3 azioni eseguibili dal personaggio. In aggiunta ognuno ha due carte abilità specifiche. Ogni personaggio ha un pool di token da assegnare alle varie azioni. Il movimento fa parte di qualsiasi azione e può essere svolto prima o dopo dell'azione prescelta. Quindi, prendiamo un token e lo posizioniamo su una delle 3 azioni base o su una delle due carte specifiche. Una volta che tutti i personaggi hanno eseguito la loro azione è il turno del "gioco", come in molti altri titoli si eseguiranno delle azioni prestabilite: generare mostri, farli muovere, attaccare, ecc...
La meccanica interessante sta proprio nell'utilizzo dei token per la selezione delle azioni e dei token paura. Mentre sulle abilità base è possibile piazzare qualsiasi numero di token nel succedersi dei turni, nelle carte delle abilità specifiche se ne può posizionare solo 1. Una volta che tutti i token sono stati assegnati, li riprenderemo tutti per tornare a formare il nostro pool, andando di nuovo a liberare lo spazio sulle carte abilità speciali. Già questa è una trovata interessante sul come limitare l'uso spropositato delle abilità più potenti, ma se non bastasse entrano in gioco i token paura. Ogni volta che un personaggio subisce almeno un danno da un mostro acquisisce un token paura, se subisce più di 3 danni ne acquisisce un secondo. Questi token paura sono come i token che utilizziamo per selezionare le azioni, di diverso colore, e faranno parte del nostro pool di token, con l'unica eccezione che i token paura non possono essere utilizzati per attivare le carte abilità speciali. Questo innesca un meccanismo di "ritardo" nella possibilità di avere di nuovo a disposizione le abilità più potenti, perché di fatto avendo più token a disposizione impiegheremo più turni a smaltire tutto il nostro pool. Lo stile artistico lo trovo adatto all'ambientazione, faranno parte della versione finale le miniature dei vari personaggi, dei vari mostri, nonché del cavaliere senza testa. Al momento ha riscosso un discreto successo e sono stati sbloccati diversi componenti aggiuntivi per i vari scenari, una modalità più difficile per ogni scenario per dare la possibilità a chi ha finito la campagna di rigiocarlo e il prossimo SG prevede una mini espansione con uno scenario aggiuntivo. Da non dimenticare che compreso nel pledge base viene "regalato" il gioco di carte Lost in the Woods che ricalca il prequel della storia (in questa puntata trovate i PnP di entrambi).

Monster Lands
Scadenza: 15/11
Descrizione: Competitivo da 1 a 4 giocatori, 12+, dai 75 ai 120 minuti
Clicca qui per andare alla campagna
Gioco che ricalca il trend del momento. Manipolazione dadi, con gestione risorse, piazzamento risorse, combattimenti con mostri, conquista di terre e completamento missioni. Ogni giocatore ha una plancia personale rappresentante il suo clan, con un leader e un braccio destro che indicano con quali e quanti dadi iniziano la partita.
Nella plancia personale teniamo traccia della Gloria e Reputazione del Clan, i vari token per pozioni, difese e trappole. Sono presenti tre colori di dadi: gialli indicano il mercanteggiare, rosso la forza e viola la magia. La plancia centrale, immensa, è divisa in due macro aree: l'area piazzamento lavoratori e l'area avventura. All'inizio di ogni turno prendiamo i dadi indicati dai personaggi presenti nel nostro clan e tiriamo solo i gialli. Da tenere presente che i dadi vengono utilizzati come lavoratori nella plancia principale. Nella zona di piazzamento lavoratori potremo piazzare i nostri dadi per andare in miniera e ricevere oro, in taverna per reclutare mercenari, dal fabbro per comprare equipaggiamento, acquisire pozioni, trappole o comprare difese. Cosa interessante di questa parte del tabellone è che in ogni area sono utilizzabili solo uno o due colori di dadi (ad eccezione di un area dove ricevete 1 moneta d'oro con qualsiasi dado, insomma se non sapete che farci lo piazzate lì) e come ogni piazzamento lavoratori che si rispetti ovviamente ci sono spazi limitati e il chi prima arriva meglio alloggia. Il dado giallo, se piazzato nella taverna o dal fabbro, permette di ricevere lo sconto in base al valore del dado. La cosa intrigante è che, se quando piazzate il vostro dado giallo ne è presente uno di valore maggiore, potrete usuifruire di uno sconto pari alla somma dei dadi. Quindi se A gioca un 5 e B un 3, B potrà comprare con uno sconto di 8. Nel caso di un valore di dado pari o maggiore a quello presente invece i bonus non si sommano, ottima pensata per non penalizzare tiri "storti" in questa fase. Come immaginerete i mercenari aumenteranno il vostro pool di dadi e appena li acquisirete saranno subito disponibili. Cosa molto importante da tenere a mente quando si acquisisce un mercenario, oltre al suo costo, è il suo valore di reputazione. A inizio partita il nostro Clan comincia con 5 Gloria e 1 di reputazione. Quando acquisite un mercenario questo vi fa aumentare la reputazione del clan, ma se con la sua acquisizione la reputazione supera la Gloria significa che non potrete acquisirlo, perché non siete ancora "abbastanza famosi". Per fare un esempio se volessi acquisire un mercenario che mi da reputazione 6, questa andrebbe a 7 ma la mia gloria è 5, quindi posso solo acquisire mercenari che mi danno un massimo di 4 di reputazione. Gli equipaggiamenti dal fabbro invece solitamente hanno come abilità o delle difese o manipolazione di dadi, che può essere dei reroll per un certo colore o l'aumento di +1/+2 sempre di un certo colore o quando si esegue una certa azione (mostro, conquista terra o missione). In qualsiasi momento invece di usare i dadi come lavoratori potremo decidere di assegnare uno dei personaggi presenti nel nostro clan con un certo numero di dadi per completare missioni, combattere mostri o conquistare terre. Nel tabellone è presente uno spazione con 2 missioni, ciascuna delle quali con 2 colonne sulle quali assegnare personaggi e dadi. Nella parte centrale invece abbiamo il "fulcro" del gioco, ovvero il combattimento dei mostri. In fase di setup in 2 giocatori avremo visibili solo 1 mostro e la relativa terra che è infestata, mentre in 3/4 giocatori ci saranno 2 mostri assegnati a due terre diverse.
In questa parte del tabellone ci sono 4 colonne, in ognuna delle quali potremo assegnare personaggi, dadi, trappole e pozioni. In cima alle quattro colone c'è una tessera che raffigura quanti e quali dadi sono necessari per occupare una certa colonna, il massimo di dadi utilizzabili, e un bonus. Ogni volta che una terra viene cambiata, viene sostituita anche questa tessera. Per fare un esempio in una tessera nella colonna più a sinistra richiede 1 dado rosso, 3 dadi rossi opzionali e ti dona una pozione di cura, nella colonna vicina 2 dadi rossi richiesti, 2 rossi opzionali e una difesa, fino ad arrivare all'ultima colonna che richiede solitamente 3 dadi e 1 opzionale. La decisione su quale colonna far partecipare il proprio personaggio non è dato solo dai dadi richiesti/opzionali e il bonus, ma indica anche la sequenza in cui i personaggi tenteranno di combattere il mostro. La fase avventura e missioni viene eseguita solo dopo che tutti hanno finito la fase di piazzamento lavoratori. Le missioni di solito indicano quali e quanti dadi possono essere utilizzati e il valore da ottenere con i dadi. In caso di successo vedremo la nostra Gloria salire e potremo ricevere differenti bonus tra cui oro, pozioni, trappole, ecc... Nella zona avventura a partire dal personaggio più a sinistra si inizia il combattimento con il mostro. Ora i mostri possono essere uccisi, oppure nel caso il personaggio utilizzi una o più trappole, può essere catturato. Prima di tutto però il mostro ci attaccherà con un certo numero di dadi. Da tenere presente che ogni personaggio ha soli 2 punti ferita, che possono essere ammortizzati utilizzando difese, pozioni di cura o prima che il mostro lanci i dadi potremo scartare uno o più dadi viola per farne scartare lo stesso numero al mostro. Eseguito il tiro del mostro è il turno del personaggio: il valore necessario per catturare il mostro solitamente è più basso di quello richiesto per ucciderlo, così come è più bassa la ricompensa in Gloria mentre in caso di uccisione si riceve anche un trofeo. A queto punto succedono un paio di cose interessanti: se il primo personaggio non riesce né a catturare né a sconfiggere il mostro, il secondo personaggio può tentare, ma in questo caso beneficia dei dadi inferti dal primo personaggio, quindi andando a sommare i dadi di entrambi per la risoluzione. Questo fa sì che anche se si ha un solo dado a disposizione, ma si riesce ad essere i primi a tentare e il nostro personaggio sopravvive, in caso di sconfitta del mostro avremo comunque accesso al bottino avendo aiutato nel combattimento. Le tessere bottino sono dei bonus piuttosto potenti da utilizzare una volta durante la partita. Se il mostro viene sconfitto e ci sono altri personaggi presenti questi possono cercare di conqustare la terra associata seguendo lo stesso meccanismo. In caso di riuscita la terra verrà presa dal giocatore al quale donerà uno spazio lavoratore extra esclusivo. La campagna ha riscosso un notevole successo, sbloccando molti SG e anche mini espansioni. Sebbene le illustrazioni, ben fatte e in stile un po' cartoon, possano far pensare a un gioco leggero, devo dire che approfondendo siamo di fronte a un bel peso medio! Una bella sorpresa!

Downfall
Scadenza: 11/11
Descrizione: Competitivo da 3 a 6 giocatori, 14+, dai 90 ai 180 minuti
Clicca qui per andare alla campagna
Tasty Minstrel Games presenta il suo nuovo gioco dal creatore di Mystic Vale, John D. Clair. Come nella campagna vorrei farvi leggere le parole dell'autore: "La creazione di Downfall viene dal desiderio di creare il gioco perfetto per me e i miei gusti di giocatore. Un epico, con un grande evento, gioco 4X. L'ho voluto ambientare su una plancia terrestre (non nello spazio), basato principalmente sulla gestione economica tramite il controllo territorio, ma con la tensione costante di un combattimento tattico senza alea. L'ho voluto creare per un alto numero di giocatori senza aumentare troppo l'attesa e ho voluto che il gioco mantenesse il senso di urgenza di ogni decisione sin dal primo turno. È passata tanta acqua sotto i ponti per portare un gioco di questa portata dai concetti iniziali a un gioco finito. In tutto questo tempo ci sono stati alcuni grossi cambiamenti come pause nel mentre creavo altri giochi, ma alla fine sono riuscito a creare un gioco che mi eccita così tanto da giocare da metterlo sul tavolo più di ogni altro gioco. La soddisfazione della difficoltà in ogni decisione, la tensione creata dalla rapidità dei turni e lo sviluppo di una storia con un climax crescente fa sì che passerà molto tempo prima che mi stanchi di questo gioco. Ovviamente prendete tutto ciò che ho detto con le pinze, visto che ho creato questo gioco per me! Spero che possa essere qualcosa che soddisfi anche i vostri gusti!" Come detto parliamo di un 4X, ambientanto nel lontano 2213 dove, a seguito di bombardamenti nucleari, il 99% della popolazione mondiale è morta e la Terra cade in rovina. I pochi sopravvisuti si sono dovuti adattare velocemente ai cambiamenti che la Terra ha subito e 6 fazioni ora si danno battaglia per accaparrarsi quelle poche risorse rimaste. Non ho scavato a fondo nel regolamento e per quanto ovviamente su alcune cose possa richiamare il gioco di riferimento del genere, ovvero Twilight Imperium, l'autore è riuscito ad aggiungere delle novità che potrebbero portare aria nuova. Anche qui ogni giocatore seleziona una carta dalla propria mano per eseguire un'azione nel suo turno, ma invece di essere uguali per tutti queste carte a inizio partita vengono pescate da un mazzo comune. Una volta fatta la propria scelta si passa la propria mano al giocatore alla sinistra e se ne pesca una nuova.
Nel caso venga pescata una carta inverno questa scatenerà un evento che cambierà le condizioni e che funziona anche da contatore di fine partita. Le carte permettono: raccolta risorse, ricrescita risorse più estrazione, Bunker (permette di prendere 1 sopravvisuto/risorsa per edifici/punti cultura o ciascuna di esse, ma attenzione a non avere troppi sopravvisuti... bisogna sfamarli!), Build (ovviamente ci permette di costruire equipaggiamenti, astronavi, bunker o avamposti), Command (permette di muovere le unità), Research/war (permette o di scegliere una delle tecnologie a disposizione, pagarne il costo e metterla sotto la relativa colonna che potenzierà l'azione indicata, mentre War attiva il conflitto in ogni spazio in cui siamo presenti). Si compara il valore di forza delle unità presenti, il vincitore prende
2 PV, il perdente 1 PV, in più il vincitore può decidere di convertire una struttura o astronave nemica, oppure uccidere un sopravvissuto. Tutti i sopravvissuti perdenti rimasti devono ritirarsi in un esagono adiacente. Solo durante la campagna si ha la possiblità di acquistare la versione Deluxe (80$) che rispetto alla versione Retail (60$) con tutti i token in cartoncino avremo token radiazione in metallo, 30 miniature delle astronavi, miniature dei leader, token sopravvissuti in legno. Devo dire che, per quanto non sia un fanatico dei 4X, questo mi sembra avere il giusto grado di "complessità" e durata per cui potrebbe piacermi.

I K(S)orti
  • Best Threehouse Ever: Forest of Fun Per chi di voi ha seguito la nuova rubrica di *Ele*, La baia dei PnP, avrete avuto modo di leggere/provare Best Threehouse Ever. Questo che vi linko oggi è il seguito/stand alone del suddetto gioco. Nuove stanze, aggiunte di animali e posti nuovi della foresta che conferiscono poteri speciali per una nuova esperienza!
  • Convers(ate) Non proprio un "gioco". Set di carte con domande studiate appositamente per creare conversazioni interessanti, dando argomento e relative domande per conoscere meglio i tuoi interlocutori.
  • Valhal Gioco strategico per 2-4 giocaotori, ambientato all'alba dell'era dei Vichinghi. Prenderete il ruolo di uno "Jarl" di una colonia sull'arida isola di Fjornheim. Obiettivo del gioco è di guadagnarsi il favore degli Dèi ed espandere la propria colonia, attraversare il mare per trovare i tesori degli altri... e prenderli!
  • Joan of Arc Meriterebbe sicuramente una copertura più estesa, ma come si dice qui in UK, it's not my cup of tea. È uno skirmish pieno di miniature che ripercorre la storia di Giovanna D'Arco. 4 Fazioni, tra cui Angeli e Demoni, montagne di miniature, minia di edifici, carte, dadi e chi più ne ha più ne metta. Leggendo un po' in giro sembra non portare nulla di estremamente nuovo a questo tipo di giochi, ma le miniature sono di alto livello, anche se qualcuno pare si sia lamentato che siano leggermente più piccole della misura standard e quindi non possano essere utilizzate in cross-over con altri giochi.
  • Pocket Lint Piccolo gioco astratto tascabile che miscela strategia e fortuna.
  • Temporal Odyssey Gioco di battaglia di carte con meccanica di draft da 2 a 4 giocatori. Nei panni di viaggiatori del tempo aprirete portali, costruirete la vostra squadra cercando di destabilizzare i vostri nemici. Nelle puntate scorse vi abbiamo linkato il PnP e Tabletop Simulator per chi volesse provarlo prima di decidere.
  • Cache Me if You Can Gioco di carte di ridotte dimensioni, basato sul push your luck, che cerca di ricreare il divertimento del GeoCaching, ovvero la caccia al tesoro che viene fatta tramite l'uso di dispositivi GPS utilizzando delle coordinate.
  • Kingship  Gioco di carte ispirato a Crazy Eight. Vince chi per primo si libera delle proprie carte giocando nel proprio turno una carta dello stesso colore o valore. In aggiunta ogni carta ha abilità speciali in base se giocata singola o in coppia. Illustrazioni a tema fantasy medioevale con reminescenze manga.
  • FightLings Altro gioco di carte, stavolta ispirato al memory. Le carte sono composte da mostri. Una volta che siete riusciti ad accoppiare due mostri uguali questi vengono posti di fronte a sé e la loro abilità attivata per attaccare i mostri avversari o il giocatore avversario. Si può vincere per eliminazione oppure contando i punti vittoria dei mostri rimasti vivi di fronte a sé.
  • Death of the Party Gioco di identità nascoste in cui prenderete il ruolo di un investigatore invitato a una festa dove il padrone di casa viene trovato morto. Sta a voi ora trovare il o i killer prima che questi uccidano anche voi.
  • Okko Chronicles Gioco da tavolo ambientato in un Giappone feudale fantasy. Ricco di bellisime miniature a tema, con carte personaggio, tecniche speciali ed equipaggiamenti vari. Gioco asimetrico dove uno dei giocatori prende il ruolo di un Oni e gli altri di cacciatori di demoni. Ad una lettura molto veloce ricorda The Others.
  • Kamigami Battles Scegli un Dio, recluta un esercito e conquista il reame sconfiggendo i tuoi nemici. Deck-building improntato al PvP.
  • Tabula Rasa Gioco di bag-building. I giocatori sceglieranno un eroe e tramite l'acquisizione di diversi cristalli da mettere nella sacca e pescare nel proprio turno cercheranno di imparare nuove abilità, acquisire attrezzature varie e completare quest in questo gioco di avventura.

Try Before You Pledge

Battle for Biternia (KS, PDF, TT)
Forma una squadra coraggiosa con i tuoi eroi preferiti e sfida il tuo avversario sul campo di battaglia! La battaglia per Biternia unisce l'estetica dei videogiochi classici al gameplay tipico dei MOBA (acronimo di Multiplayer Online Battle Arena).
PnP: Molto curato, grafica da videogame 8 bit (per gli amanti dei pixel, come me). La stampa è piuttosto corposa, comprende tutti i token necessari. Testo in lingua sulle carte.

City Park (KS, TT)
1-6 giocatori, 5-30 minuti, età 8+. Si tratta di un gioco leggero di piazzamento carte per la costruzione del parco cittadino.

Dino Dude Ranch: Hatchlings Expansion  (KS, PDF)
Espansione di Dino Dude Ranch del 2015 (necessita del gioco base). Sei un rancher a caccia di dinosauri per il tuo ranch, dovrai attirarli con i loro cibi preferiti prestando attenzione ad alcune insidie. Pledge con possibilità di avere gioco base + espansione.
PnP: Molto curato, c'è la versione base + espansione (solo le uova), purtroppo in bianco e nero. Comprende tutti i token necessari e dadi personalizzati. Testo in lingua sulle carte.

Dragon Canyon (KS, TS)
1-5 giocatori, 30 minuti, età 10+. È uno skirmish leggero in cui impersonate dei capi tribù che mandano i loro eroi in cerca di gloria e preziose risorse in una terra antica. Le carte eroe vengono piazzate coperte sul tabellone (4x4 tessere mappa), per cui bluff, fortuna e memoria sono elementi importanti. L'utilità di alleanze temporanee e la possibilità di evocare il drago richiedono diplomazia e discussioni al tavolo. Illustrazioni deliziose.

Feeding Zombies (KS, PDF)
Giocherai nei panni dello chef che dovrà affrontare l'invasione zombie i quali, affamati, si dirigono nelle cucine: per sopravvivere dovrai prendere più cibo possibile, dovrai cuocere piatti speciali, usare armi particolari.
PnP: Curato, grafica a 8 bit, purtroppo in bianco e nero. Regolamento in lingua inglese e francese. Previsto pledge per versione PnP a colori.

Ironclad (KS, TT)
1-3 giocatori, 45-90 minuti, età 13+. Gioco story-driven cooperativo in stile space opera in cui vivrete la storia della nave Ironclad e del suo equipaggio di fuorilegge in mezzo a una guerra galattica. Ogni giocatore è assegnato a una postazione della nave (ponte di comando, armamenti, hangar) e sfrutterà le abilità uniche degli eroi per sopravvivere in una campagna di oltre 10 scenari.

Warmonger (KS, PDF)
Gioco di carte a tema guerra, che sfrutta un sistema di combattimento come il Blackjack e le schede Power Warmonger. È anche possibile giocare in modalità solitaria, sfruttando giocatori "bot".
PnP: Composto da carte più istruzioni per assemblare il mazzetto, sfruttandone uno già esistente, aggiungendo delle carte personalizzate. Presenti anche le carte "bot" per una partita in solitario. Per poter giocare bastano poche stampe. Testo in lingua, piuttosto esteso, sulle carte.

1 commenti:

  1. Puntata davvero ricca di novità interessanti, grazie :-)

    RispondiElimina

Powered by Blogger.