La vedetta di KS

[La vedetta di KS] XLV puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Settimana piena di progetti, di cui alcuni li ho dovuti lasciar fuori... di uno tra l'altro volevo scrivere un articolo, ero lì lì per inserirlo, ma mi sono accorto che non consegnano in Europa (Montana, per chi volesse sapere di cosa parlo). Comunque, anche se non ci sono grandi nomi, ho trovato molte cose interessanti, sopratutto per gli amanti del deck-building. Ecco a voi i giochi di oggi!
  • Gearworks
  • Direwild
  • D-Day Dice
  • Stumped
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge


Gearworks
Scadenza: 06/12
Descrizione: Competitivo da 2 a 4 giocatori, 10+, 45 minuti
Quando il sudoku incontra i boardgame ci ritroviamo con Gearworks. "Ambientato" in un mondo steampunk, i giocatori si daranno da fare per riparare un orologio. In fase di setup con i token ingranaggio numerati da 1 a 4 per le righe e da A a E per le colonne (si ferma a D in due giocatori) andremo a creare una sorta di griglia virtuale, dove si piazzeranno un numero di carte ingranaggio in base al numero dei giocatori.
Ogni giocatore riceve un tot numero di carte ingranaggio: hanno valori che variano da 1 a 9 e 4 possibili colori. Inoltre si riceve una carta "contratto" che ci indica di quali pezzi avremo bisogno per completarle. Questi pezzi sono collegati ai vari ingranaggi che formano la griglia. Infine ogni giocatore riceve uno "spark". Nel proprio turno potremo piazzare una carta ingranaggio nella griglia, spendere uno spark per pescare una carta ingranaggio, spendere uno spark per rimpiazzare una carta nella griglia, spenderne 2 per prendere un altra carta contratto. La componente sudoku entra in gioco nelle regole di piazzamento ingranaggi. Difatti in ogni colonna non è possibile piazzare una carta ingranaggio di un colore già presente, mentre nelle righe i numeri devono andare in ordine crescente o decrescente. Ovviamente se siamo i primi a piazzare una carta su quella riga non avremo problemi, ma nel momento in cui piazzeremo una seconda carta su una riga questa ci indicherà se l'ordine sarà crescente oppure no. Dopo aver piazzato la carta, se il token ingranaggio è ancora sulla faccia rappresentante i numeri o lettere lo gireremo sulla faccia che mostra i quattro colori dei giocatori e la gireremo in modo tale il nostro colore indichi la colonna o la riga in cui abbiamo piazzato la nostra carta ingranaggio.
Inoltre se quando piazziamo la carta ingranaggio la somma o la sottrazione delle due carte ortogonali più vicine hanno come risultato il valore della carta da noi piazzata acquisiremo uno spark. Il gioco si svolge lungo l'arco di 3 round, un round finisce nel momento in cui tutti i giocatori decidono di passare. Al termine del round ogni giocatore si aggiudica un pezzo da ogni riga e colonna che è rappresentata dal suo colore. Questi pezzi ovviamente sono quelli utili per completare le carte contratto (che indicano sempre un pezzo su una delle righe e un pezzo su una delle colonne). Prima di iniziare il round successivo si riportano i token ingranaggio sulla faccia con numeri e lettere, si distribuisce un ulteriore carta contratto a ciascun giocatore e si continua a giocare. Alla fine del terzo round si contano i punti, 9 per ogni contratto completato con entrambi i pezzi, 4 se è presente solo un pezzo, 2 per ogni pezzo non utilizzato e 1 per ogni spark. Ovviamente siamo davanti a un astratto ricco visivamente: la cura dei materiali sembra essere molto buona, ma quello che mi ha catturato è stata la parte artistica della scatola, la tonalità delle carte e lo stile grafico utilizzato che sposa bene l'ambientazione scelta.

Direwild
Scadenza: 01/12
Descrizione: Cooperativo da 1 a 4 giocatori
Vi siete mai chiesti come riuscire a creare un dungeon crawler diverso dalla massa? Amate i deck-building, ma proprio non riuscite a fare a meno di plancia, movimento e quant'altro? Direwild accorre in vostro aiuto! Sì, siamo di fronte a un DBDC (per chi non capisse dibidici) che sembra più un acronimo da video p***o, ma tant'è... che ci posso fare? Mica gli invento io gli acronimi!!! E ovviamente cooperativo, come dire una mano lava l'altra...
In un mondo in cui diverse tribù di umani, formate da animisti (coloro che credo che qualsiasi cosa abbia un'anima), vivevano in completa armonia con l'ambiente e le creature che lo popolavano, queste purtroppo erano sempre in guerra tra loro. Una delle guerre portò all'annientamento di una delle tribù, il cui unico sopravvisuto era un giovane animista di nome Karn. Egli lasciò il suo villaggio allontanandosi da tutti, cercando di sviluppare i suoi poteri per tornare un giorno e dominare l'ambiente e le sue creature. Purtroppo in questo viaggio la sua mente venne corrotta e portata nell'oscurità e il suo desiderio non divenne più quello di dominare, ma quello di distruggere il mondo a lui conosciuto. Vedendo la sua potenza e i suoi intenti, le tribù rimanenti decisero quindi di allearsi e mandare i migliori animisti per fermare Karn. Il gioco si sviluppa su una plancia dove vengono piazzate delle plance a indicare i vari campi di combattimento prima di incontrare Karn. A inizio partita ogni giocatore può scegliere un animista di una delle 5 tribù presenti. Ogni plancia tribù è a doppia faccia e su ciascun lato rappresenta un animista diverso con abilità personali.
Ogni round è diviso in fasi. Nella prima fase si scopre una carta IA che è quella che decreta il comportamento dei nemici sulla plancia, come si muovono, attaccano ed eventualmente se muovere Karn su un tracciato che, una volta completato, attiva un nuovo tipo di nemico. Nella seconda fase i giocatori pescano 5 carte e a turno giocano le carte. Le carte sono rappresentate dalle varie creature, ognuna delle quali possiete abilità differenti che vengono attivate nel momento in cui si gioca la carta. Nella terza fase si conta quanto Charm è stato accumulato dalle proprie carte giocate e con esso sarà possibile comprare altre carte o potenziamenti per il gruppo. La quarta fase è quella di evocazione, si sceglie una delle creature giocate e si potenzia con le altre creature giocate capovolgendo la carta e ponendola sotto di essa. Questo decreta il valore di attacco della nostra creatura.
L'ultima fase è quella di azione, dove muoveremo il nostro eroe sulla mappa e utilizzeremo la creatura appena creata per attaccare un nemico. Per fare ciò si confrontano i valori di attacco della nostra creatura (a cui si aggiunge uno o più tiri di dado in base alla creatura) con quella del nemico. Quella del deck-building è una delle mie meccaniche preferite e sono sempre incuriosito dai vari utilizzi che gli autori riescono a farne, anche se tutt'oggi ancora non ho trovato un DB che mi soddisfi al 100% (per carità, ce ne sono tanti che sembrano interessanti e ancora non sono riuscito a provare) e devo dire che questa scelta sembra intrigante, anche se può portare con sé alcuni dubbi. A livello artistico si vede che c'è stata una notevole cura, sebbene lo stile scelto per i miei gusti sia un po' troppo puccettoso. Se vi interessa sbrigatevi che scade domani!

D-Day Dice
Scadenza: 05/12
Descrizione: Cooperativo da 1+ giocatori, 45 minuti
Gioco cooperativo di dadi sullo stile Yahtzee, che cerca di far rivivere ai giocatori lo sbarco in Normandia. A inizio partita ogni giocatore comincia ovviamente dalla spiaggia e con 4 soldati. Contemporaneamente a inizio turno ciascun giocatore tira i dadi. Sono presenti 6 dadi, 2 rossi, 2 bianchi e 2 blu, ciascuno con le stesse sei facce. Si tira, ne blocchiamo 2, si ritirano gli altri 4, ne blocchiamo altri 2 e si ritirano gli ultimi 2, ovviamente non siamo obbligati a ritirare. Ci sono le facce che rappresentano 1 o 2 soldati, che (indovinate!) ci danno 1 o 2 soldati. La faccia con la stella ci dà stelle utiliti ad acquisire unità speciali. La faccia con la medaglia viene chiamato coraggio e serve a far avanzare le truppe, ma se ne accumuliamo 6 possiamo pescare una carta medaglia con un'abilità one shot. La chiave inglese in base a quante ne abbiamo ce ne dà un valore crescente in modo esponenziale, queste servono ad acquisire carte equipaggiamento. Il teschio, oltre a non servire a nulla, ci fa scartare un dado. La plancia del campo di battaglia è suddivisa in riquadri, ciascuno dei quali ha uno scudo con un valore al suo interno a indicare quante truppe perdiamo alla fine del turno stando in quell'area. Inoltre in ogni riquadro possono esserci anche truppe speciali avversarie, come il mitragliatore. Generalmente possiamo sostare in una zona fino a un massimo di 3 turni, dopo dei quali siamo costretti ad avanzare. Come spiegavo poco sopra ogni riga di avanzamento richiede un certo numero di medaglie coraggio per poter avanzare, se non le si hanno la partita è persa, così come se rimaniamo senza truppe. L'obiettivo del gioco ovviamente è arrivare in cima alla plancia dove è rappresentato il bunker e sopravvivere un turno. Detta così non sembrerebbe nulla di che, se non fosse che... se nei 6 dadi facciamo tutti risultati diversi possiamo prendere una carta medaglia. Se su tutti e tre i colori dei dadi abbiamo lo stesso simbolo, oltre alla normale ricompensa attiveremo un'abilità extra. Per fare qualche esempio se su un dado rosso, bianco e blu ho il simbolo dei due soldati, oltre a prenderne 6 per il risultato del dado ne prendo 6 extra. Se fosse stato il simbolo di 1 soldato ne avrei presi 5 extra io e ne potevo dare 2 extra a un compagno. Altra cosa che rende questo gioco interessante è la componente cooperativa. A fine turno possiamo scambiarci le varie risorse, quali medaglie, stelle o le chiavi inglesi. Le unità speciali danno profondità al gioco e alcune di esse aumentano l'interazione, come quella che permette di scambiarci i dadi. Gli oggetti solitamente danno bonus one shot, da truppe extra fino a reroll o dadi virtuali aggiuntivi con simbolo fisso. A dispetto della tematica, di cui non sono un grand fan, mi piace il modo in cui è stato reinterpretato lo Yahtzee e tutto il contorno che ne è stato creato per donare profondità.

Stumped
Scadenza: 06/12
Descrizione: Competitivo da 2 a 4 giocatori, 12+, 30-60 minuti
Clicca qui per andare alla campagna
Ed eccoci di fronte a una nuova idea di deck-building. Questo mi ha deliziato appena aperta la pagina. Alberi in 3D in legno!!! Obiettivo del gioco appunto è quello di far crescere un albero e il primo a piazzare 10 foglioline è il vincitore. Io adoro tutto ciò che è in legno e vedere la basetta, i tronchi, i rami e le foglioline tutte in legno per me è stato un insta-click virtuale (a malincuore devo rimandare Y_Y). Come detto classica meccanica deck-building, con carte da comprare scoperte stile Star Realms, dove il mazzo base è composto principalmente da 3 tipi di risorsa: sole, acqua e terra.
Nel proprio turno possiamo decidere di giocare le risorse di fronte al nostro albero o utilizzarle per comprare altre carte e potenziare il nostro mazzo. Se a fine turno di fronte l'albero è presente un set composto da sole, acqua e terra possiamo effettuare due step di crescita dell'albero, andando quindi a mettere a nostra discrezione tronchi, rami o foglie. Ovviamente ogni ramo può contenere un numero limitato di foglie. Le carte che possiamo acquisire ovviamente variano dal migliorare la nostra capacità di crescita, la nostra capacità di acquisto così come carte ad alta interazione per ostacolare l'avversario o addirittura poter rubare una delle sue foglioline e metterla nel nostro albero!!! Le illustrazioni delle carte sono carine e simpatiche, ma l'albero, mammamia, ne sono innamorato! Sì, scusate, non prendete queste righe per decidere se finanziare la campagna oppure no, non riesco ad essere obiettivo, date un occhiata e decidete voi! :)

I K(S)orti
  • Side Effects Macabro, sia nell'aspetto che nella tematica, gioco di carte dove ogni giocatore inizia la partita con 4 malattie psichiche e vince chi riuscirà a curarle a suon di medicine e terapie. Ma attenzione ogni medicinale può causare gravi effetti indesiderati così che gli altri giocatori possano aggiungerti altre malattie alle tue di partenza. Consultare il medico prima di ogni utilizzo e leggere il foglietto informativo. 
  • Debtzilla Visivamente ricorda King of Tokyo in questo gioco cooperativo dove i giocatori saranno persone normali di giorno ed eroi di notte. Nella Banana Republic un incompetente governo ha dato via libera al crimine e ai fuorilegge, tu insieme agli altri eroi siete chiamati a sconfiggere i cattivi, prima di affrontare il boss finale, prima che il debito sia troppo Grande! Gestisci il tuo salario, acquista nuovi gadget (se te lo puoi permettere ^^) e poi buttati nella mischia! Sei ancora qui! Corri che gli altri stanno già combattendo!
  • MasterSweets Simpatico gioco di carte a base culinaria (non culo in aria, leggi bene!) con 4 modalità di gioco. Carina l'idea nel gioco base, dove una griglia di carte indica nelle righe o nelle colonne le ricette da completare.
  • Mars Open Tabletop Golf Interessante gioco di golf a base di schicchere ambientato su Marte. Componentistica 3D per creare i vari percorsi sul proprio tavolo, ma invece delle palline abbiamo un interessantissimo token quadrato in cartoncino attaccato a un pezzo di stoffa, che gli permette di planare leggermente e dare degli effetti particolari.
  • Dawn of Peacemakers Pacificatori EMERGENZA!!! Un'altra battaglia è in atto!!! In questo gioco vi schiererete nel campo di battaglia non facenti parte di una fazione, ma per mettere fine allo scontro intervenendo su una o sull'altra fazione, dando aiuti o impedendo attacchi. Cooperativo.
  • Shadow Strike Melee Altro gioco di carte dove nei panni di arroganti stundenti ninja vi sfiderete per vedere chi è il più forte. In puro stile Hanabi ogni giocatore pesca 3 carte e le rivolge verso gli altri giocatori. Nel proprio turno si sceglie una carta per attaccare un altro giocatore che sceglie una carta per difendersi (all'inizio ovviamente tutto è dato al caso): chi ha il punteggio più basso prende una ferita. Qui il gioco si fa interessante. Per indicare le ferite prendete una delle vostre 3 carte e la girate verso di voi: ora voi sapete che carta è, mentre gli altri giocatori no. Se prendete 3 ferite siete eliminati. Ah, dimenticavo! Ci sono anche shuriken e bombe fumogene... e deliziose barrette cioccolatose!
  • KAPOW! In puro stile fumetti anni '70 due giocatori si sfidano nelle parti dell'eroe e del cattivo, gioco a base di dadi... costruibili proprio come in Dice Forge! Una sfilza di abilità difensive di attacco e di potenziamento. 
  • Ravine Curioso gioco di sopravvivenza cooperativo di carte. Sopravissuti a una catastrofe aerea vi ritrovate in un'isola deserta. Di giorno rischierete la vostra vita alla ricerca di cibo e altri materiali utili per la sopravvivenza, mentre di notte si verificheranno vari eventi. Se arrivate a 2 punti vita diventerete matti e pescherete una carta madness che aggiunge una componente sociale molto simpatica al gioco, come la carta capitano che vi incita a urlare ad alta voce "Io sono il capitano Mirtillo" e da ora in poi risponderete agli altri solo dopo che si saranno rivolti a voi in questo modo. 

Try Before You Pledge

Questa settimana non ci sono pervenute campagne con disponibilità di PnP o di prove digitali. A coloro di voi che sono in astinenza ricordo che ieri è uscita la seconda puntata de "La baia dei PnP" della nostra cara *Ele* e non dimenticate di tornare a visitarci questo pomeriggio per una succulenta sorpresa!!!

3 commenti:

Powered by Blogger.