La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Anno 1 - I Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Ed eccoci qui all'Anno 1 della vedetta! L'anno 0 è stato un percorso fantastico e con questo anno che si presenta davanti a noi in modo entusiasmante cercheremo sempre di essere sul pezzo per segnalarvi le migliori campagne. Come ormai vi avviso da qualche settimana, entriamo in un periodo PIENO di tante succose novità. Tenete a bada le vostre scimmie e pledgiate consapevolmente!
  • Nemesis
  • Hermetica
  • Tokyo Series
  • Corsair Leader
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge


Nemesis
Scadenza: 07/02
Descrizione: Semi-coop da 1 a 5 giocatori, durata 90-120 minuti
Eccoci alla sorpresa dell'anno (non per me). Molti erano i dubbi sul fatto che la campagna di Nemesis sarebbe stata lanciata un giorno dopo HATE di CMON. In uno dei tanti gruppi che seguo avevo già espresso il fatto che secondo me Awaken Realms si stava dimostrando IL competitor di CMON. I fatti mi hanno dato ragione. HATE nel primo giorno in poche ore è riuscito ad accumulare oltre 350 mila dollari, Nemesis in 4 minuti ha raggiunto l'obiettivo prefissato e già al secondo giorno aveva doppiato gli introiti di HATE. Ma veniamo al gioco. Per gli amanti della scifi – e nel particolare della saga di Alien (me, me, prendi me!) – ci troviamo di fronte a una trasposizione ludica di spessore. I giocatori si risveglieranno dalla camera di ibernazione con la loro nave alla deriva e senza ricordarsi di come è fatta la loro nave. Il gioco è composto da un tabellone con le stanze esagonali collegate da vari corridoi. Su ogni esagono ad inizio partita si posizioneranno le tessere stanza esagonali e dei token esplorazione, questo dovrebbe garantire un'alta variabilità nel setup e quindi alta rigiocabilità.
I giocatori a inizio partita potranno selezionare uno dei personaggi disponibili, prendere la relativa plancia, miniatura e il mazzo di carte azione dedicato. Il gioco è un semi-cooperativo di base, dove ogni giocatore avrà la propria missione personale, ma allo stesso tempo dovrà collaborare con gli altri per riparare la nave, settare le giuste coordinate ed eventualmente scappare con la capsula di salvataggio. Quello che i personaggi non sanno è che sulla nave non sono soli. Difatti gli alieni hanno deciso di farci compagnia. Nel gioco è stato implementato il meccanismo del rumore (qualcuno ha detto Clank!?) per cui ogni movimento effettuato ci fa posizionare segnalini rumore nei corridoi da cui proveniamo. Questi segnalini una volta accumulati aumenteranno il rischio di richiamare l'attenzione degli alieni, rischiando quindi un attacco a sorpresa o la loro comparsa in alcune delle stanze. Ogni volta che una nuova stanza viene esplorata si rivela il token esplorazione che può dare benefici o inibire le funzioni della stanza, inoltre ci indica quante volte è possibile cercare all'interno di una stanza per equipaggiamenti o altro. Nel proprio turno i giocatori potranno effettuare un'azione base scartando una carta dalla propria mano indipendentemente dal testo sulla carta o effettuare l'azione descritta sulla carta o utilizzare un equipaggiamento. Ogni membro della nave ha abilità e carte azione diverse dagli altri. Gli alieni invece hanno diversi stadi di evoluzione che vanno dalla larva fino alla regina. I combattimenti con gli alieni sono particolari, visto che non hanno dei punti vita fissi, ma vengono indicati da una carta che viene scoperta ad ogni combattimento. Ovviamente i giocatori potranno subire delle ferite leggere, gravi o essere contaminati. Le carte contaminazione sono peculiari, perché hanno una barra rossa leggibile solo utilizzando un visore rosso. Ma questo non viene fatto fino alla fine della partita. Il gioco permette la vittoria di giocatori multipli se hanno soddisfatto l'obiettivo primario e si sono salvati prima del salto spazio-temporale della nave, scappando con una capsula di salvataggio o rientrando nella camera di ibernazione. Però prima di dichiararsi vincitori bisogna leggere le carte contaminazione e, se si è stati contaminati, avremo comunque perso. Il gioco ha un timer incorporato che indica quanto tempo rimane prima del salto spazio-temporale della nave o nel caso di attivazione dell'autodistruzione quanto manca prima che la nave esploda.
Grazie agli SG è stata sbloccata una modalità cooperativa con libro della campagna annessa e la possibilità di giocare come alieno nel caso il nostro personaggio muoia durante la partita. Avendo ricevuto da AR This War of Mine e Lord of Hellas non ci sono dubbi sulla qualità produttiva del gioco, sopratutto se parliamo di carte e cartoncino. Le miniature sembrano ben dettagliate e la differente grandezza dei vari stadi evolutivi degli alieni aiuta ancora di più ad immergersi nell'ambientazione. Considerate che la regina dovrebbe essere alta quasi 10 centimetri. Anche qui la qualità dovrebbe essere indiscussa, sebbene personalmente sia stato un po' deluso dalle miniature degli Opliti di Lord of Hellas, ma forse il minor dettaglio è stato dettato dalla minore grandezza e la necessità di doverne fare tante per ogni gioco. Inoltre, nel momento in cui scrivo è stata quasi sbloccata totalmente l'espansione Voidseeders, che implementa un'altra razza aliena da scambiare con quella presente nel gioco, che modifica leggermente le meccaniche. Invece dei segnalini rumore si avranno i segnalini sussurro, questi tipi di alieni sono meno atti al combattimento fisico e cercheranno di far diventare pazzi i giocatori manovrando in alcune occasioni le loro mosse. Che dire, sembra la tempesta perfetta per gli amanti del genere, anche se personalmente al momento ho pledgiato solo 1£: c'è un qualcosa che ancora non mi convince al 100% o forse è semplicemente il dubbio di quante volte potrò giocarlo.  

Hermetica
Scadenza: 08/02
Descrizione: Competitivo per 2 giocatori, 10+, durata 35 minuti
Non sono un amante degli astratti, ma questo mi ha colpito molto. Su un tappetino in neoprene è raffigurato un esagono composto da esagoni dove i giocatori si sfideranno a chi per primo riuscirà a raggiungere l'altro lato della mappa. Nel gioco sono presenti due set di pezzi, la Luna e il Sole, ciascuno con 9 token elementali a disposizione (3 terra, 3 fuoco e 3 acqua). In fase di setup i giocatori possono decidere come piazzare gli ostacoli o metterli seguendo le configurazioni indicate nel regolamento, piazzano il loro token Sole/Luna nell'area di partenza un token elementale per tipo ai margini della mappa e gli altri token al di fuori della mappa.
Nel proprio turno ogni giocatore ha a disposizione 3 mosse e può utilizzarle per piazzare un elemento o muovere uno dei pezzi presenti sulla mappa. Inoltre entrambi i giocatori hanno a disposizione un token scudo. Quello che rende interessante questo gioco è la possibilità di creare varie combo tra il proprio token, lo scudo o i token elementali. Il proprio token si può muovere di 2 spazi in qualsiasi direzione per poi piazzare lo scudo. Questo può essere utilizzato sia in modo difensivo (vedi dopo abilità degli elementi) sia in modo offensivo. Difatti se piazziamo lo scudo sopra uno dei token elementali avversari lo eliminiamo dal gioco. E poi entrano in gioco i token elementali che danno infinite combianzioni di gioco. Il token terra può muoversi di 3 spazi e spingere gli altri token (no ostacoli) sia nemici che propri. Se spingiamo una delle unità nemiche verso un ostacolo o sul bordo della mappa esso viene eliminato. Il fuoco può muoversi di 4 caselle potendo passare anche sopra gli ostacoli o può sparare una palla di fuoco in ciascuna delle 6 direzioni senza limiti di distanza. L'acqua invece può muoversi in linea retta senza limiti e se finisce il movimento colpendo una unità avversaria o un ostacolo può piazzarlo in un altro dei 5 esagoni adiacenti. Questo, oltre a scombussalare la tattica dell'avversario, può essere utilizzato per muovere un ostacolo sopra una unità nemica eliminandola. Quando decidiamo di piazzare un nuovo elemento sulla mappa esso parte sempre dal bordo. Se una delle varie abilità dovesse eliminare il token Sole/Luna, esso riparte dalla casella di partenzaz iniziale, mentre i vari token elementali vengono eliminati dal gioco. Trovo la scelta grafica minimalista azzeccatissima e la possibilità di creare infinite combinazioni con le diverse abilità rende il gioco davvero interessante. Vorrei chiamare in causa il nostro esperto di astratti Valerio e sapere cosa ne pensa.

Tokyo Series
Scadenza: 04/02
Descrizione: Competitivo da 1 a 8 giocatori
Progetto piuttosto ambizioso questo di Tokyo Series. Prevede una serie di 12 giochi intercorrelati gli uni con gli altri. In questa campagna vengono proposti i primi 3: Jidohanbaiki, Metro e Jutaku. Jidohanbaiki riguarda i distributori di bibite presenti ovunque in Giappone.
Diversi autori "ospiti" hanno creato 20 tipi di giochi sui 5-15 minuti con diversi tipi di esperienze, dal gioco di destrezza a quello economico. Punto forte di questo gioco è la componente tattile dei componenti. Mini bottiglie ad indicare le bibite, cassettine in plastica dove posizionare le varie bibite e poi un distributore di bibite in plastica utilizzabile come una sorta di dice tower, ma con le bottiglie. Metro, come il nome suggerisce, è un gioco economico da 1-4 giocatori con la durata approssimativa di 120 minuti. Tramite una particolare meccanica di selezione azioni ci ritroveremo a fare investimenti, prendere soldi in prestito, speculare, muoversi sulla griglia, andare in bicicletta, far viaggiare i treni e tanto altro!
Jutaku invece è un gioco di destrezza in tempo reale dove da 1 a 8 giocatore utilizzando i 69 pezzi di legno dalle forme più disparate, nel ruolo di architetti, cercheranno di riprodurre delle abitazioni come indicate dalle carte. Oltre a tutto ciò se prendete tutti e 3 i giochi avrete la possibilità di giocare ad altri 4 giochi che utilizzano le componentistiche dei succitati giochi. I creatori "promettono" che i prossimi giochi della serie aumenteranno le possibilità di utilizzo dei vari componenti. Lo stile artistico scelto è quello contemporaneo e mi ricorda un po' The Gallerist nel suo minimalismo. La cosa che mi lascia perplesso è il prezzo. Per il trio sono 99$ più 10-15$ di spedizione, con i costi singoli dei giochi che vanno dai 35 ai 50 dollari. Sicuramente un'idea interessante.


Corsair Leader
Scadenza: 02/02
Descrizione: Solitario
È la prima volta che sento parlare di questa serie di giochi che simula battaglie aeree in vari contesti. In Corsair Leader siamo catapultati nella Seconda Guerra Mondiale. Il gioco prevede diverse missioni con differenti setup e obiettivi da soddisfare, con altrettanti diversi aerei da guerra disponibili in base all'anno in cui si svolge la campagna. Il gioco sembra molto "pesante" a livello regolistico e questo è dato dal fatto di voler simulare realisticamente il più possibile gli eventi di una battaglia aerea. C'è una tabella con le varie azioni e dadi da tirare quando si incomincia a fare un combattimento aereo con le varie manovre e altro.
Il gioco è stato concepito interamente per essere giocato in solitario con una IA che ha a disposizione le stesse manovre nostre. Da inesperto a una prima occhiata sembre veramente complicato, ma credo che chi ama questo genere di simulazioni si possa trovare a proprio agio. La componentistica prevede un tappeto in neoprene sbloccato grazie al fatto di aver raggiunto il target nel primo giorno, innumerevoli segnalini per i vari aerei da posizionare nella mappa tattica, ovviamente le varie carte aereo che anche per lo stesso modello prevedono un livello di esperienza del pilota diverso e naturalmente varie carte evento. Non so cosa dire, sono piuttosto inesperto al riguardo, ma ho comunque pensato di parlarne ritenendo che qualcuno tra di voi possa essere attirato da questo genere di giochi e magari, se ha giocato ai precedenti, darci una sua opinione. Resta il fatto che personalmente spendere 75$ per un solitario mi sembra una cifra eccessiva, ma queste sono parole di un giocatore che non gioca quasi mai in solitario e quindi con un punto di vista diverso, visto che se prendiamo ad esempio Mage Knight siamo sulla stessa fascia di prezzo e da quel che leggo molti si avventurano in solitario.

I K(S)orti
  • The Red Dragon Inn 7 Espansione stand-alone per 2-4 giocatori ambientata nel mondo di The Red Dragon Inn. Dopo numerose avventure vestirete i panni di lavoratori di taverna. Pensavate di rilassarvi e invece vi aspetta una notte di risse, scommesse e bevute a non finire. Può essere combinata con gli altri 4 giochi ambientati nello stesso universo. 

Try Before You Pledge

Challenge 13 (KS, WEB, Android, iOS)
Giochino stimola mente a base matematica, da 2 a 5 giocatori con età consigliata 9+. Ispirato da domino e secondo me anche da Quirkle, su una griglia di quadrati 14x14 i giocatori andranno a posizionare i propri segnalini con i numeri che vanno da 0 a 9. La regola impone di piazzare due segnalini in modo da non eccedere sulla riga o sulla colonna il totale di 13. Il vincitore si può eleggere in 2 modi: o contando i punti che si effettuano quando si piazzano i segnalini oppure vince chi per primo riesce a disfarsi di tutti i propri segnalini. Potete provarlo gratuitamente sul web o scaricando una delle due app per dispositivi mobili.

NewSpeak (KS, PDF, TT)
In un futuro non troppo lontano, la Gran Bretagna è un paradiso high-tech. Il mondo sembra perfetto, grazie all'app di sicurezza "ModNet". Un piccolo gruppo di dissidenti cerca di sfidare la società ModNet, tentando di eludere l'avviso dei moderatori, scambiando messaggi in codice, progettando di modificare le impostazioni di visualizzazione della posizione e rivelare il mondo per quello che è.
PnP: Molto curato con ottima grafica. La versione è comprensiva di token, la stampa è piuttosto corposa. Testo in lingua sulle carte.

Tiny Epic Zombies (KS, PDF)
Il Tiny Epic Universe arriva finalmente a Zombietown!
In Tiny Epic Zombies i sopravvissuti sono sempre in fuga, raccogliendo armi, uccidendo gli zombie e lavorando per il completamento degli obiettivi. Completare 3 obiettivi può farti vincere il gioco, ma se sei troppo concentrato sugli obiettivi, gli zombie invaderanno il centro commerciale e quella sarà la tua fine. In base alla modalità di gioco, potrai giocare come uno dei sopravvissuti o come zombie. Ne sono previste diverse, tra cui solitario, cooperativo o competitivo.
PnP: Versione prototipo, in bianco e nero. Testo in lingua sulle carte. Previsto pledge per PnP versione premium.

Valeria: Card Kingdoms - Shadowvale (KS, PDF)
L'oscurità incombe sul regno di Valeria, lupi mannari, vampiri e altre creature oscure cercano di distruggere il tuo popolo.
Il gioco offre un'intera nuova serie di personaggi, giocabile in modalità stand-alone oppure usando componenti del gioco base e delle espansioni precedenti.
PnP: Molto curato con ottima grafica. Stampa piuttosto corposa. Testo in lingua sulle carte. Previsto pledge per PnP versione premium.

8 commenti:

  1. Senza dimenticare che nell'ultimo capolavoro della Awaken, stanno approntando, con la nuova update, un libro storie simile al precedente This War of Mine! Ciò... direi... aggrada molto ma molto di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto ieri l update dopo aver scritto l articolo! Aggiunge moooolto e l idea del fumetto ...

      Elimina
  2. noooooooooooo ti sei "dimenticato" di Uboot... :( dopo nemesis un must

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sono dimenticato, lo farò nelle prossime puntate :) vado in ordine di scadenza così non rischio di perdere qualcosa per strada

      Elimina
  3. Nemesis e Hate però non sono paragonabili dai... mentre il primo è accessibile a un pubblico ampio, il secondo ha un tema pesante, probabilmente solo gli amanti del gore lo apprezzeranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche il fatto che sia uno skirmish non lo aiuta. Resta il fatto che vedere una campagna CMON in "difficoltà" forse debba far rivedere un pochino le loro strategie. Credo anche loro si aspettassero meglio. Mi sembra di aver visto che un giorno hanno perso 100k per poi recuperarli.

      Elimina
  4. Ringrazio molto Yuri per la costanza nel far scoprire Perle più o meno pregiate.
    In questo caso ho scoperto il primo grande astratto del 2018 (che uscirà però verso fine anno) che ho subito finanziato visto che mi ha colpito.
    Il gioco sembra davvero ben studiato e le 10^25 permutazioni indicate nel video di presentazione lo rendono affascinante e con un enorme rigiocabilità.
    Ho apprezzato poi tantissimo il sito dedicato dove si può giocare online e accedere ad un tutorial interattivo e a numerosi puzzle.
    Quando uscirà ci scapperà sicuramente la recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere lo abbia trovato interessa e come nostro esperto di Astratti non poteva essere conferma migliore! :)

      Elimina

Powered by Blogger.