Recensioni Minute

Recensioni Minute - Midnight Brunch

scritto da TeOoh!

Ho la fortuna di vivere in una zona densamente popolata di Autori, quindi mi capita ogni tanto di partecipare a sessioni di playtest – di fasi più o meno avanzate – dei giochi che poi vedranno la luce dell'edizione.
È il caso anche di questo Midnight Brunch, firmato da Luca Bellini e Luca Borsa, per 3-7 giocatori, per una durata di 30 minuti. Edito da Giochi Uniti.
Un gioco dalla spiegazione velocissima che mi aveva intrigato sin da quella sera, per via della forte componente di bluff presente.


La minutissima è: a inizio round si riceve una carta numerata. Nel proprio turno si può chiedere una nuova carta dal mazzo oppure fermarsi. Quando tutti si sono fermati, ognuno indica segretamente una carta punteggio che vorrà dal centro del tavolo. Si scoprono le scommesse e ciascuna carta punteggio sarà assegnata al giocatore che più si è avvicinato al valore 15 con le carte di fronte a sé. Dopo 6 round, chi ha più PV vince.

Direi che il gioco non fa mistero di essersi ispirato al noto blackjack, ma il twist interessante della partita è che la parte di azzardo è molto meno presente che nella sua controparte da casinò. Il fatto di scegliere segretamente la carta punteggio che si vuole, permette di effettuare la lettura dei propri avversari e giocarsela con il bluff (ad esempio tenendo solo 1 carta coperta di fronte a sé, fermandosi subito quindi). Se sei l'unico ad aver scelto una carta punteggio, essa sarà tua indipendentemente da quanto hai. 

Diventa quindi un decidere se e quanto "tirare la corda" con quello che si ha. A volte è possibile portare a casa tanto con praticamente nulla, mentre in altri casi è conveniente prendere poco, piuttosto che niente. Dalle mie parti si dice "ciapa dal ciùla, ma ciapa" (prendi facendoti dare dello scemo, ma prendi); ma anche "putòst che nienti, l'è mei putòst" (piuttosto che niente, è meglio piuttosto).

Faccio notare che la scalabilità di Midnight Brunch fa sedere fino a 7 giocatori al tavolo, cosa abbastanza inusuale, il che lo rende anche una buona arma da avere nel proprio zaino per le serate un po' affollate.

Devo trovarci qualcosa? Che in 3 o 4 giocatori è molto più probabile che tutti riescano a portarsi a casa qualche punticino. Cosa invece molto più difficile in 7. Vero però che in meno giocatori diventa più fondamentale lottare per i punteggi alti, giocando quindi più verso il 15. Cosa invece meno pressante in tanti.

Insomma, c'è da valutare in base a quanti si è al tavolo la percentuale di azzardo e bluff da instillare nella partita.

Vi lascio al video di approfondimento e a un link Egyp nel caso vi scattasse l'acquisto.
Buona visione!


0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.