La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Anno 1 - VII Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Un'altra settimana è passata e altre interessanti campagne stan finendo. Visto l'impossibilità di partecipare alla PLAY, questa settimana mi sono autoregalato due giochi per consolazione, uno che già conoscevo molto bene e di cui sono innamorato e un altro che erano circa 2 anni che lo inseguivo, tra l'altro la sfortuna delle ferie si è tramutata in fortuna nel trovare questi due giochi usati a un prezzo ottimo, così come le loro condizioni. Ma senza ulteriori indugi eccovi le campagne della settimana:
  • Kami-Sama
  • Aeon's End: Legacy
  • City of Gears
  • Palm Island
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge


Kami-Sama
Scadenza: 12/03
Descrizione: Competitivo per 2-4 giocatori
Kolossal Games, casa che che ha esordito giusto un mese fa su KS con Western Legends, si  è prefissata come obiettivo per il 2018 di fare una campagna KS al mese, pubblicando quindi circa 10 giochi. Sono partiti molto bene, come già detto. Ora si propongono al grande pubblico con questo Kami-Sama, che sta riscuotendo un discreto successo. È una sorta di controllo del territorio dove i giocatori prenderanno il controllo appunto di Kami, che secondo Wikipedia è la parola giapponese indicante gli oggetti di venerazione nella fede shintoista e sono identificati come divinità. L'aspetto visivo mi ricorda molto Yamataï, tabellone colorato e tante miniature dei templi, ma anche l'ambientazione dà il suo contributo a questo. La plancia centrale è rotonda, formata da 4 spicchi che si uniscono stile puzzle. Ogni spicchio rappresenta un villaggio e a inizio partita ogni giocatore deve posizionarsi di fronte a uno di questi spicchi. Nel gioco base sono presenti 8 Kami differenti, ciascuno con un'abilità passiva e 3 abilità attive specifiche. Il gioco si svolge lungo l'arco di 3 anni, che a loro volta sono divisi nella 4 stagioni: questo ci dà un totale di 12 turni di gioco. Come anticipato siamo di fronte a un controllo territorio che utilizza la meccanica del piazzamento "lavoratori" (rappresentati da cubetti) nella propria plancia personale. Nel primo anno avremo solo 3 lavoratori disponibili, nel secondo 4 e nel terzo 5. Nel proprio turno ogni giocatore utilizza tutti i propri lavoratori per eseguire le seguenti azioni: utilizzare un lavoratore per piazzare un proprio tempio nel villaggio di fronte a sé (questa azione può essere eseguita un massimo di 4 volte in un turno spendendo i relativi cubetti). Le altre azioni disponibili sono specializzate per ogni Kami e sono due abilità eseguibili solo una volta a turno del costo di un cubetto e una abilità molto più potente anch'essa eseguibile solo una volta a turno, ma dal costo di 2 cubetti. Diciamo che queste abilità sono un po' il cuore pulsante del gioco, visto che a volte permettono di interagire con villaggi che non sono di fronte a noi o di rimpiazzare o eliminare templi avversari e cose del genere. A inizio partita si seleziona 1 carta obiettivo per ciascun anno, soddisfacendo questi obiettivi in un dato villaggio acquisiremo un token del villaggio relativo che vale 1 punto, ma se riusciamo durante l'arco della partita a collezionarli tutti e 4 potremo scartarli per ottenere 6 punti. Il piazzamento dei templi non è fine a sé stesso. Innanzitutto c'è da dire che la plancia centrale è formata da doppio cartoncino con degli incavi quadrati ad indicare dove posizionare i templi e che sono utili alla fine di ogni stagione. In ogni villaggio trovano posto alberi di Blossom che ci danno 2 punti favore, campi che ci danno due punti natura, case e capanne e il tempio del villaggio. Se case e capanne spesso sono utili a soddisfare gli obiettivi, il tempio del villaggio ci dona un punto natura o favore a nostra scelta e la possibilità di vincere eventuali pareggi. Alla fine di ogni turno/stagione la plancia viene ruotata in senso orario in modo tale che ogni giocatore si ritroverà di fronte a un villaggio diverso. Una volta che sono state effettuate tutte e 4 le stagioni il tabellone viene ruotato di una quinta volta in modo da far partire il nuovo anno con un villaggio diverso rispetto all'anno precedente. Alla fine di ogni anno si controllano le maggioranze di ogni villaggio calcolando la nostra influenza in base ai templi. Ai fini del controllo del territorio però non basta avere il maggior numero dei propri templi, bensì è il gruppo di templi contigui che indica quanta influenza abbiamo in quel villaggio per vedere chi è il vincitore. Per ogni villaggio poi si pescano tante carte quanti sono i giocatori e si esegue un draft partendo da colui  che ha la maggior influenza. Su queste carte troviamo differenti personaggi relativi al tipo di villaggio da cui vengono pescati che, oltre a darci punti addizionali a fine partita, permettono di avere dei vantaggi bonus, come punti natura/favore, il poter piazzare un tempio dove vogliamo o acquisire un token villaggio, ecc... tra di essi però ci sono anche le carte contadino che, oltre a non avere alcuna abilità, valgono solo mezzo punto. Una volta fatto ciò per ogni villaggio andiamo a vedere il tracciato natura/favori e il valore inferiore sono i punti vittoria eseguiti in questo anno. Il gioco sembra bello fluido e grazie a 8 Kami diversi e asimmetrici la variabilità sembra non mancare. Non so perché ma i vari poteri dei Kami mi ricordano alla lontana gli spiriti di Spirit Island. La componentistica sembra ottima e la scelta dei colori azzeccata, così come le illustrazioni sulle immagini. Se anche i prossimi giochi della Kolossal si attesteranno sulla qualità di queste prime due campagne ci sarà da divertirsi!

Aeon's End: Legacy
Scadenza: 12/03
Descrizione: Cooperativo da 1 a 4 giocatori
Aeon's End dopo il gioco base e War Eternal (QUI l'anteprima da me scritta della campagna dell'anno scorso) dopo l'apprezzamento da parte del pubblico e di critica si lancia nel mondo dei legacy. Ambientato in un mondo fantastico post-apocalittico i giocatori coopereranno soppravivere e sconfiggere lungo l'arco della campagna differenti boss, campagna composta da 7 differenti capitoli. Ovviamente la cosa più interessante sta nel fatto di poter creare il proprio personaggio, modificarlo e modificare anche le carte. Difatti nel gioco sono presenti degli stickers che ci permettono di modificare le carte di partenza del personaggio, aggiungere abilità al personaggio stesso (per chi ha giocato Shadowrun Crossfire o il nuovo Dragon Fire il meccanismo è molto simile) e inoltra potenziare sempre con gli stickers le carte per aggiungere nuove abilità. Il gioco contiene diversi mazzetti precofenzionati che quando aperti vanno posizionati senza essere mischiati. Lungo l'arco delle campagne ovviamente mazzetti aggiuntivi saranno sbloccabili. Inoltre sembra che Charterstone abbia fatto scuola e viene anche offerto un recharge pack per resettare il gioco e ricominciarlo, ma nel caso non volessimo, una volta finita la campagna il gioco può essere giocato ancora sia come stand-alone sia come espansione per i precendenti giochi. Lo stile artistico è pressoché in linea con i precendenti e il gioco altrettanto solido. Se vi siete appassionati a uno dei precedenti giochi e avete una passione per i legacy siete spacciati! :)

City of Gears
Scadenza: 15/03
Descrizione: Competitivo da 2 a 4 giocatori, durata dai 45 ai 60 minuti
Interessante gioco uscito dal "nulla", nel senso che ha avuto pochissima copertura mediatica e prima del suo successo su KS (ormai quasi arrivato a 150k di dollari a fronte di un target 8k). Faccio parte in diversi gruppi internazionali su FB dove ci si scambia consigli su come meglio gestire una campagna KS e spesso e volentieri ho modo di visionare campagne prima che vadano live, inoltre qualunte tipo di pubblicità su FB che mette come target KS, giochi da tavolo o simili mi becca in pieno come un camion nella notte a fari spenti in autostrada contromano (anche se c'e' da dire che Grey Fox games ha all'attivo 12 campagne KS tra cui l'espansione di Champions of Midgar e Deception:Murder in Hong Kong). Nulla di tutto ciò è successo e quindi passo con piacere a presentarvi quello che a tutti gli effetti sembra essere una delle belle soprese che ancora KS a volte ci presenta. Leggendo la descrizione a quanto pare questo gioco doveva far parte della linea Essential di Dice Tower. I giocatori sono chiamati ad esplorare e rivitalizzare una antica metropoli steampunk e nel momento in cui questa apre colui che avrò raccimolato più punti prestigio sarà ricordato come il nuovo fondatore. Il tabellone principale è composto da 9 tessere, posiziona a faccia in giù con un token esplorazione sopra, scelte casualmente tra le 18 presenti nella scatola e andranno a formare una griglia 3x3. La cosa interessante è che tra queste tessere vengono a formarsi due spazi per ciascuno lato a forma di ingranaggi. Ogni giocatore inoltre ha una plancia personale che anch'essa andrà a collegarsi al tabellone per formare degli ingranaggi. La meccanica base del gioco anche qui è piazzamento lavoratori e controllo del territorio. Ad inizio gioco ciascun giocatore parte con 3 automatomi (ovvero i lavoratori) disponibili e altri 3 "dormienti". Nel proprio turno ogni giocatore lancerà i propri dadi che indicheranno i tipi di risorse che potranno essere disponibili nel proprio turno. Tra le azioni base che si potranno fare sarà quello di muovere uno dei nostri automatomi per esplorare una tessera, se già rivelata ne potremo attivare l'azione descritta, risvegliare un automatoma dormiente, si potranno scacciare automatomi avversari così come eliminare gli ingranaggi di collegamento degli avversari. Proprio gli ingranaggi giocano un ruolo fondamentale. Ad inizio gioco tutti gli ingranaggi ad eccezzione dei 4 che indicano l'apertura della città, vengono inseriti dentro una sacca. Spendendo l'apposita risorsa il giocatore potrà pescare un ingranaggio. Il loro utilizzo è duplice: ognuno di essi ha una abilità descritta, quindi se decidiamo di piazzare l'ingranaggio sulla nostra plancia personale (abbiamo 5 spazi a disposizione) quella abilità sarà a nostra disposizione. Il secondo utilizzo è quella di metterla a faccia in giù in uno degli spazi a forma di ingranaggio che si sono formati tra le tessere o tra le tessere e la nostra plancia, posizionando sopra un token del nostro colore ad indicare chi è il possessore. Difatti, quando scegliamo di far muovere uno dei nostri automatomi, questi potranno muoversi solo tra la nostra plancia e le tessere che sono collegate con degli ingranaggi del nostro colore. Quando l'automatoma si muove su una tessera non ancora esplorata guadagna il segnalino esplorazione, che vale due punti, e la gira. Da questo momento in poi chiunque abbia un automatoma posizionato su una tessera esplorata potrà attivarne l'abilità pagandone il relativo costo. Quando attiviamo una delle suddette tessere il giocatore guadagna anche delle risorse bonus per ogni tessera che deve attraversare dalla tessera attivata fino alla propria plancia. Una volta che tutte e 9 le tessere sono state esplorate gli ingranaggi di apertura della città vengono inseriti nella plancia e nel momento in cui 3 di questi ingranaggi vengono pescati il gioco termina. A questo punto oltre ai punti già accumulati si vanno a verificare le maggioranze nelle varie tessere. Sia automatomi presenti su di esse che gli ingranaggi di collegamento (che a conti fatti influiscono su due tessere adiacenti) contano ai fini della maggioranza e in caso di parità è il numero di ingranaggi a fare da spareggio. Ogni tessere dà punti prestigio e alla fine chi ne ha di più è il vincitore! Visivamente lo trovo azzeccato e le due meccaniche sembrano funzionare bene. Grazie alle 18 tessere presenti e la varietà di ingranaggi il gioco non sembra mancare di rigiocabilità. Davvero una piacevole sorpresa!

Palm Island
Scadenza: 14/03
Descrizione: Competitivo/cooperativo, 1-2 giocatori, 10+, 15 minuti
Clicca qui per andare alla campagna
Ci tenevo a parlare in modo un po' più approfondito di questo gioco perchè mi ha colpito nella sua semplicità ma allo stesso profondità dettata da delle carte multi uso e multi faccia. Il gioco può essere giocato semplicemenete in solitaria cercando di fare il punteggio più alto, oppure in due giocatori può essere giocato in modo competitivo o cooperativo. Nel cooperativo i giocatori devono lavorare insieme per soddisfare determinati obiettivi. Nel cooperativo invece abbiamo delle carte a doppia faccia dove da un lato sono presenti degli obiettivi da soddisfare e dall'altro personaggi da reclutare, ovviamente chi dei due ha più punti vince. Iniziamo con il dire che il gioco è composto da 2 mazzi di 17 carte uguali per entrambi i giocatori. L'obiettivo del gioco è quello di sviluppare la propria isola, gestendo risorse e facendo miglioramenti. Come già detto ogni carte è doppia faccia ed ogni faccia è divisa in due parti.
Tutte le carte hanno un orientamento iniziale, si prende il mazzo dopo averlo mischiato e lo si tiene nel palmo di una mano (da qui il nome del gioco). Prendiamo la prima carta e la teniamo nell'altra mano, così facendo saranno visibili a noi due carte. Ora, nel caso una delle due carte abbia una risorsa indicata in cima potremo decidere di posizionarla in modo trasversale in fondo al mazzo in modo da rendere visibile solo la risorsa, si potranno avere solo 4 carte risorse in questa posizione simultaneamente. Tutte le carte rappresentano dei costi di miglioramento e spendendo le risorse disponibili ci indicano in che modo dobbiamo girare la nostra carta, se capovolgerla sotto-sopra o se girarla. In questo modo potremo portare una carta da un livello 0 a un livello 3. Sono presenti carte che principalmente ci danno la possibilità di raccogliere risorse (ce ne sono solo 3, legno, pesci e rocce) oppure ci sono carte che sono semplicemente degli edifici che a fine partita assegnano dei punti in base al livello raggiunto. Nel momento in cui facciamo un miglioramento la carta finisce in fondo al mazzo, se in un dato momento non vogliame ne migliorare o mettere da parte la risorsa indicata delle due carte disponibili dovremo decidere quale delle due mettere in fondo al mazzo. Ad inizio partita in fondo al mazzo c'e' una carta che ci aiuta a tenere conto di quante volte ricicliamo il mazzo. Difatti una volta che avremo utilizzato tutto il mazzo 8 volte il gioco termina e si contano i turni. Idea semplice ma particolarmente stuzzicante, mi ricorda Friday di Friedman Friese (scritto bene?). Visualmente carino, niente di eccezzionale, ma molto funzionale con icone chiare e auto esplicative. Se ne acquistate due copie potrete anche giocare fino a 4. Il base sta a 16 dollari più 5 di spedizione ma con 18 potrete portarvi a casa l'edizione con le carte di plastica.

I K(S)orti
  • Finca Riedizione del gioco uscito nel lontano 2009 dove nei panni di contadini di Maiorca cercheremo di raccogliere più frutti possibili. Gode di una discreta popolarità e di una meccanica originale, che gli permisero di essere nominato per lo Spiel des Jahres perdendo di poco contro un certo gioco di nome Dominion... ma se volete saperne di più eccovi a voi una succosa (quale aggettivo più adatto?) anteprima fuoriuscita niente popò di meno che dalle menti "spremute" della nostra redazione QUI.
  • Alpha Gioco di miniature super deformed a tema supereroi. Può essere giocato come cooperativo, 1 contro tutti o come skirmish tutti contro tutti. Elementi 3D scenici in cartonicino e miniature veramente simpatiche. 
  • The Reckoners Ambientato nel mondo creato da Brandon Sanderson, è un cooperativo in cui i giocatori cercheranno di difendere la città di Newcago dal malvagio SteelHeart.
  • Cult: Choose your God Wisely A capo di alcuni sacerdoti sarete chiamati a mandarli in giro per la città Eterna per convertire seguaci, compiere rituali, corrompere guardie e aizzare gli animi dei fanatici, il tutto per risvegliare il potere del dio scelto. 
  • Pandorum Gioco competitivo, con modalità anche solitaria, dove i giocatori faranno a gara per colonizzare un pianeta inanime, ma pieno di risorse preziose.

Try Before You Pledge

AuZtralia (KS, TT)
Nuova fatica di Martin Wallace, che unisce un gioco di sviluppo ferroviario al mito del Cthulhu. Interessante la gestione delle azioni e la possibilità di arruolare unità militari per meglio affrontare i grandi antichi e i loro seguaci. Bellissima l'idea per il setup randomico.

Castles of Caleira (KS, TT) [rilancio]
Microgame di carte con bellissime illustrazioni, dove i giocatori competono per costruire il miglior panorama.

Cult (KS, TT)
A capo di alcuni sacerdoti sarete chiamati a mandarli in giro per la città Eterna per convertire seguaci, compiere rituali, corrompere guardie e aizzare gli animi dei fanatici, il tutto per risvegliare il potere del dio scelto.

Dream Catchers (KS, TT)
Nei ruoli di acchiappasogni, i giocatori cooperano per creare dei dolci sogni e sconfiggere gli incubi.

Flip & Find's Diner (KS, TT, PDF)
Gioco di memoria dove i giocatori gestiscono un ristorante che è nel caos completo e devono ritrovare gli ingredienti per completare gli ordini.
PnP: Versione con watermark, stampa piuttosto corposa. Testo in lingua sulle carte. Previsto pledge per PnP versione completa.

Bad Medicine: Second Opinion (KS, PDF)
Era stato lanciato su Kickstarter nel mese di febbraio 2015 ed è andato esaurito nel giro di pochi mesi, viene ora riproposto con una nuova espansione.
I giocatori gestiscono un'azienda farmaceutica, l'obiettivo è quello di creare nomi e pubblicità di nuovi farmaci per curare l'attuale "Malady", minimizzando gli effetti collaterali che non si conosceranno mai prima.
PnP: Versione dimostrativa, la stampa è piuttosto corposa. Testo in lingua sulle carte. Previsto pledge per PnP versione completa.

Darkness (KS, PDF)
Gioco di carte strategico ambientato nell'antica Europa del Nord, dove i mistici si contendono il controllo delle energie di cimeli e artefatti. Il gioco è facile da imparare ed estremamente portabile.
PnP: Versione molto curata con ottima grafica. Regolamento dettagliato, stampa piuttosto corposa. Testo in lingua sulle carte.

Stray Cats (KS, PDF)
È un gioco di carte semplice e veloce per 2 giocatori, in cui si dovranno portare i gatti in una casa amorevole.
PnP: Versione dimostrativa con watermark, la stampa è di circa 10 pagine con regolamento. Testo in lingua sulle carte

9 commenti:

  1. Cosa pensate di

    Pandorum — The Board Game, via @Kickstarter https://www.kickstarter.com/projects/1985527540/pandorum-the-board-game

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra Ben fatto, ha riscosso in buon successo. Sembra un semplice gestione risorse, piazza le basi, gioca carte che ti fanno guadagnare punti. Visivamente ben fatto ma personalmente non mi ha ispirato granchè.

      Elimina
  2. Tra i microgames mi incuriosisce Palm Island, che ha anche un pledge PnP a buon costo, viste le poche carte e Castles of Caleira che ha la spedizione internazionale gratuita.

    Sono rimasta sorpresa dalle illustrazioni particolari e dettagliate delle carte del PnP di Darkness !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Palm island mi ha incuriosito davvero molto!

      Elimina
    2. Io l'ho pledgiato nel PnP senza pensarci un attimo. Microgame dalle dinamiche interessanti. Facile da realizzare e penso che lo userò come regalo per i miei amici, ognuno col suo mazzo per il gioco in solitaria e se ci si incontra scatta la partita in cooperativo e/o collaborativo.

      Elimina
    3. Stavo pensando di fare lo stesso :)

      Elimina
    4. pledgiato in pnp!
      ps. scade a breve ...

      Elimina
  3. Segnalo che i link on Try Before You Pledge di bad medicine sono entrambi sbagliati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rettifico solo il pdf porta al file di Flip & Find's Diner

      Elimina

Powered by Blogger.