La vedetta di KS

[La vedettadi KS] Anno 1 - XIII Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Come passa in fretta il tempo! Domani (questa mattina per voi che leggete) sarò in volo di ritorno in UK pronto per un bellissimo fine settimana di... LAVORO XD Sfortunatamente nella prima settimana in Italia sembra che abbia portato la pioggia con me, quindi niente bel tempo in cui speravo. Come accennato nella puntata scorsa, domenica sono stato a Reggio Emilia e caso ha voluto che, proprio sotto l'Airbnb nel quale alloggiavo, ci fosse un negozio di giochi da tavolo. Niente, non ho resistito e ho comprato EXIT: Il Laboratorio Segreto. Lunedì mattina con mia figlia ci siamo diretti a Venezia per un giretto veloce e poi verso sera a Treviso, dove ci aspettava il nostro mitico F/\B!O (ogni volta mi ci vuole di più a scrivere il suo nome che la puntata XD). Abbiamo avuto modo di conoscere la famiglia, cenare insieme, giocare un po' con Ambra e dopo dedicarci ai giochi da grandi. Abbiamo intavolato Flamme Rouge e ovviamente EXIT, finendo a tarda notte :) La mattina seguente siamo ripartiti da Treviso per Ancona in quello che sarebbe dovuto essere un viaggio di 6 ore, ma grazie a Trenitalia il treno da Bologna ad Ancona ha accumulato un piccolo ritardo di... 160 minuti!!! A saperlo mi portavo Mage Knight XD Però ora basta con le mie avventure e vi lascio alla puntata di oggi:
  • Unbroken
  • The Awful Orphanage
  • Cat Rescue
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge


Unbroken
Scadenza: 25/04
Descrizione: Solitario della durata di 30 minuti circa
Rimasti gli unici sopravvissuti di un gruppo di avventurieri, cercheremo di riprenderci, prepararci alla battaglia e cercare vendetta. Gioco da 1 giocatore che sta riscuotendo un enorme successo e ha superato i 10.000 backer, a testimonianza del fatto che c'è un mercato sempre più crescente per giochi solitari o che comprendano una modalità solitaria. La meccanica base è un gestione risorse, mentre gli incontri con i nemici da parte nostra sono deterministici e da parte dei nemici l'unica alea presente è il tiro di dado per vedere quale delle 6 azioni disponibili utilizzeranno per contrattaccare. La partita è suddivisa in 4 scontri con nemici di livello e difficoltà sempre crescente. La prima fase è quella di preparazione. Si inizia la partita che si ha come "arma" i nostri soli pugni, una quantità di tempo prestabilita indicata dalle clessidre e una quantità di "effort", che tradotto letteralmente sarebbe qualcosa come Sforzo (Spaceballs docet) o impegno, indicato da dei pugni. Esistono 3 tipi di sforzo, normale, medio e grande, che possono essere ottenuti scambiando i precedenti tipi di sforzo con quello successivo con cambi che variano da 5:1 a 2:1. Gli sforzi medi e grandi sono necessari per attivare determinate abilità di alcuni tipi di arma. Ma andiamo con ordine. Una volta scelto uno dei personaggi presenti, i quali hanno un set di abilità differenti, iniziamo la fase di preparazione. Potremo consumare punti tempo per esplorare, cioè prendere due carte esplorazione e scegliere quale delle due utilizzare e scartare l'altra. Queste carte permetto di acquisire una delle altre risorse, a volte gratis, a volte utilizzando sforzo o un altra risorsa. Un'altra opzione è quella di scoprire chi sarà il nostro avversario. Ogni livello difatti è composto da 6 diversi mostri e scoprendo chi andremo a incontrare eventualmente avremo la possibilità di disfarsi di lui preparando una trappola. Ogni mostro (a parte quelli di livello 4) infatti ha la sezione trappola che indica quali risorse dobbiamo utilizzare per preparare la trappola ed evitare il combattimento. Grazie sempre alle suddette risorse potremo pure migliorare la nostra arma, con una specie di sistema ad albero che si dirama.
I pugni possono essere migliorati in 2 tipi di arma che a loro volta possono essere migliorati in altri 2 tipi. Ogni arma ha delle abilità descritte che utilizzano i vari tipi di sforzo per compiere determinate azioni e così infliggere ferite ai mostri. Altra cosa importante è quella di tenere sempre sotto controllo il tempo a nostra disposizione. Se in qualsiasi momento finiamo il tempo a disposizione subiremo un attacco a sorpresa da parte del mostro che, oltre a farci perdere il vantaggio di poter fare in attacco senza subire il contrattacco (nel caso fossimo noi a far partire lo scontro), ci può assegnare diversi tipi di penalità in termini di risorse.
Il combattimento procede abbastanza lineare. Spendete gli sforzi per fare i vostri attacchi, tirate un d6 per vedere che tipo di azione fa il mostro e si continua fino a che uno dei due non viene sconfitto. Mi sono dimenticato di dire che lo sforzo oltre ad essere la vostra risorsa per le azioni, rappresenta anche i vostri punti vita, quindi ogni volta che subirete un attacco dovrete diminuire il valore degli sforzi. Va da sé che terminati gli sforzi sarete sconfitti. Se invece sconfiggete il mostro in combattimento, riceverete come ricompensa delle risorse e una carta abilità a scelta tra due pescate. Alla fine di ogni incontro dovrete consumare anche tanto cibo quanto il livello del mostro incontrato, altrimenti perderete due punti sforzo per ogni cibo non mangiato. Che dire? Un gioco che mi intriga per meccaniche e ambientazione, con una grafica pulita e funzionale e che non dovrebbe occupare troppo spazio sul tavolo, tanto che lo sto finanziando. Il grande successo ha permesso di sbloccare innumerevoli SG, molti dei quali per il miglioramento dei materiali, fino ad avere ora un doppio cartoncino bucherellato per incastrare i vari cubetti delle risorse. Promosso a pieni voti!

The Awful Orphanage
Scadenza: 21/04
Descrizione: Semi-cooperativo da 1 a 6 giocatori, 14+, durata dai 60 ai 90 minuti
Ambientazione intrigante. Nei panni di orfani all'interno di un orfanotrofio, dovremo cercare di fermare le malevoli intenzioni del direttore.
Il gioco ha una vasta variabilità. Sono presenti 6 orfani, 70 tessere corridoio di forme differenti e 26 tessere stanza, per affrontare ogni volta un orfanotrofio diverso. Il gioco mi ricorda un po' Betrayal at the House of the Hill. Nel proprio turno avremo un tot di punti azioni da spendere per muoverci, esplorare l'orfanotrofio, cercare nelle varie stanze e combattere. L'obiettivo finale è quello di trovare il talismano e portarlo nell'ufficio del direttore per interrompere il suo rito. Il termine semi-cooperativo è un po' tirato. È vero che insieme si cercherà di esplorare l'orfanotrofio alla ricerca del talismano, ma queste ricerche possono anche scoprire i seguaci del direttore o il direttore stesso, che andranno affrontati.
Nel caso di sconfitta saremo rimandati in soffitta e perderemo uno degli oggetti trovati. Inoltre sono presenti anche delle carte azione che permettono di effettuare differenti azioni, come per esempio in caso di sconfitta in combattimento invece di perdere un oggetto potremo passarlo a un altro giocatore o altre così. La cosa interessante è che, nel momento in cui uno dei giocatori trova il talismano, ovviamente pure gli altri giocatori cercheranno di metterlo in difficoltà e sottrargli l'amuleto. Il gioco si presenta abbastanza bene. I corridoi e le stanze sono di quel cupo gusto a creare una atmosfera un po' sinistra, le miniature presenti sembrano ben fatte, così come le illustrazioni.

Cat Rescue
Scadenza: 20/04
Descrizione: Cooperativo da 1 a 4 giocatori, durata intorno ai 15 minuti
Ta-Te dopo aver portato a casa con successo la campagna di Kung Pao Chicken, di cui ne parlai su queste pagine a gennaio, ora si presenta con un altro dei suoi giochi, ovvero Cat Rescue. Stesso packaging portatile, con una manciata di carte, qualche cubetto, un bel sacchetto di velluto, che sta diventando il suo marchio di fabbrica. A differenza di Kung Pao Chicken, Cat Rescue è un family dove i giocatori dovranno cercare di cooperare per salvare quanti più gattini dalla strada. A inizio partita si delimita con i cubetti una griglia astratta 4x4 e al centro si piazzano 4 gattini, mentre i giocatori ne mettono 2 davanti a loro. Nel proprio turno ogni giocatore può prendere uno dei gattini di fronte a sé o pescarlo dal mazzo e farlo entrare nella griglia da uno dei 3 lati disponibili. Così facendo spinge le carte presenti di una posizione nella direzione opposta a quella in cui la carta è entrata. Il giocatore successivo farà la stessa cosa, ma non potrà far entrare una carta dallo stesso lato in cui è entrata quella precedente. Nel momento in cui 3 o più gatti dello stesso colore sono allineati, i gatti al centro di questa linea vengono posti a faccia in giù (quindi con 3 gatti solo quello centrale, con 4 gatti i 2 centrali). Da questo momento i gatti a faccia in giù sono pronti per essere adottati, ma per farlo dovremo fare in modo di spingerli fuori dalla griglia. Nel momento in cui riusciamo a fare ciò, tutti i gatti coperti collegati a quello uscito possono essere adotatti, ma attenzione! Se fate uscire un gatto scoperto dalla griglia, questo finisce diretto di fronte al giocatore di turno. Se in un qualsiasi momento uno dei giocatori ha 3 gatti davanti a sé termina la partita. Il gioco è chiaramente una specie di puzzle, dove a fine partita si acquisisce un punteggio in base a quanti gatti si è riusciti a salvare. Le illustrazioni dei gatti sono pucciose quanto basta. Se vi piacciono i gatti e questo genere di giochi con pochi euro ve lo portate a casa.

I K(S)orti
  • Sweet Mess Gioco gestionale dove i giocatori prenderanno il ruolo di pasticceri arrivati alla finale di Sweet Mess Kitchen! Materiali fantastici, con vassoi esagonati per i giocatori al posto delle plance, token in legno per gli ingredienti e tanti colori! I meccanismi centrali del gioco sono selezione azione, gestione risorse e pianificazione.
  • Girl Genius: The Work Gioco strategico di carte. Dopo aver posizionato 12 carte coperte al centro del tavolo con verso alternato (orizzontale e verticale), nel proprio turno si potrà scoprire una carta E ruotare una carta scoperta di 180 gradi. Se nel ruotare una carta due lati di due carte rappresentano lo stesso colore di simboli, quella con più simboli viene presa e azionata. Vince chi arriva a 70 punti.
  • Dinosaur Island: Back from Extinction Giusto il tempo di arrivare nelle case dei giocatori ed ecco che l'exploit di richieste ci porta questa seconda campagna. Oltre a riproporci il gioco base, viene affiancata una prima espansione e uno spin-off per due giocatori.
  • Godtear Gioco skirmish con "plancia" (tappetino in neoprene) che sembra voler ricalcare il successo di Shadespire. Tonnellate di miniature, ognuna con il suo campione e i suoi seguaci e sponsorizza un sistema senza fazioni in cui ogni giocatore può liberamente creare la sua armata.
  • Polar Bear Nei panni di una spedizione nell'Antartico, i giocatori dovranno cooperare per cercare di sventare l'estinzione degli orsi polari minacciati dallo scioglimento dell'ultimo iceberg.

Try Before You Pledge
Giusto ieri la nostra *Ele* ha fatto uscire un'altra fantastica puntata de La baia dei PnP (QUI), in cui potrete trovare un approfondimento di Filler e di Village Pillage.

Dual Powers: Revolution 1917 (KS, PDF, TT)
Gioco di strategia di controllo dell'area per 1-2 giocatori. Ogni giocatore dirige le forze del governo provvisorio conservatore o gli attivisti socialisti del soviet di Pietrogrado in una lotta per il potere e per l'influenza, che modelleranno il futuro della Russia, e per lanciare o sopprimere l'imminente guerra civile.
PnP: Versione prototipo con grafica semplificata. La stampa è molto corposa ed è comprensiva dei token necessari. Molto testo in lingua sulle carte.

No Escape (KS, TT)
Gioco di piazzamento tessere ad alta interazione, dove i giocatori, partendo dal centro di questa nave, dovranno cercare di essere i primi a scappare.

The Exorcism at the House of Monkton Falls (KS, TS)
Cooperativo in cui i giocatori cercheranno di esorcizzare il fantasma che infesta la magione. Movimento lavoratori e collezione set nel mentre si esplora la magione, si cercano oggetti e si cerca di collaborare.

Filler (KS, PDF)
I giocatori sono pasticceri incaricati di mettere deliziose marmellate/crema pasticcera nei prodotti da forno. Andando a lavorare presto e facendo uso di una dispensa ricca di marmellate, guadagneranno soldi, recensioni dei clienti e consenso della critica, fino ad arrivare all'ambita incoronazione della star dei pasticceri!
PnP: Ottima versione, grafica e regolamento molto curati. La stampa è composta da 11 pagine + regolamento. Sulle carte è presente solo il nome della ricetta in inglese, che non serve ai fini del gioco.

HOSTAS (KS, PDF)
Un gioco di carte escape room, dove su ogni carta è presente un QR code che permette di accedere a contenuti sbloccati per poter risolvere la storia.
Nella versione PnP è possibile provare una mini-storia: è necessario avere un'app che legga il QR code.
PnP: La stampa è composta da 1 pagina compreso regolamento con una mini-storia da provare. Contenuti in lingua.

Village Pillage (KS, PDF)
Gioco di carte ad azione simultanea: ogni giocatore ha il proprio "regno" e dovrà proteggere i propri confini e al tempo stesso attaccare i vicini. Ad ogni turno i giocatori scelgono contemporanemanete due carte dalla propria mano e le giocano contro i propri vicini: le carte, rivelate immediatamente, vengono poi risolte. Chi per primo conquista 3 reliquie di rapa è il vincitore.
PnP: Ottima versione, grafica e regolamento molto curati. La stampa prevede circa 5 pagine + regolamento. Pochissimo testo in lingua sulle carte.

5 commenti:

  1. Come ti è sembrato alla fine flamme rouge di cui avevamo un attimo discusso in un articolo precedente?
    Io sono stato a Play e allo stand playagame, dove i tavoli erano sempre pieni, mi hanno fatto sedere al tavolo di Mezzanotte mistero in alto mare che si era appena liberato nell'attesa poi si liberasse uno di Flamme Rouge...e alla fine mi sono innamorato di Mezzanotte che il giorno dopo ho subito preordinato dal sito e ho comprato a scatola chiusa flamme rouge + espansione peloton :)
    Ho fatto una partita di prova in 2 a flamme rouge senza espansione (anche se dicono che per giocarlo in 2 meglio usare l'espansione che aggiunge corridori bot) e ci siamo divertiti...Gioco appagante nella sua semplicità... e adesso non vedo l'ora di provare a iniziare il grand tour flamme rouge seguendo le regole che l'autore ha messo su bgg; fra l'altro c'è una bellissima app per tenere conto di classifiche e tempi di distacco di gara.
    PS col preordine di Mezzanotte ho pure ricevuto un buono di 15 euro per un altro gioco playa e mi sa lo utilizzerò per La Ricerca della Felicità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello Flamme Rouge, ma, stra-consiglio l'uso anche dell'espansione Peloton. Sia perché milgiora l'esperienza in due sia perché permette di giocare in sei.

      Elimina
  2. Ciao Filippo e bentornato! Premetto che ci ho fatto solo 2 partite in 4 e una in 2. Il gioco è piaciuto, molto bello il sistema sia della scia che della fatica e spesso si arriva sempre sul filo di lana. Nella seconda partita a 4 ho cercato di fare la fuga fin dall'inizio visto che si finiva in salita e le carte alte erano inutili ma uno dei giocatori mi ha capito, è stato tutto il tempo in scia e mi ha fatto prendere tutte le fatiche XD Unica cosa è che personalmente trovo gli manchi un qualcosina per fare il salto di qualità. Non che non sia completo così come è ma secondo me o perlomeno il mio gusto manca quel piccolo ingrediente che lo possa rendere super. Ora non so nulla della espansione peloton e cosa aggiunge ma la variante con la classifica a tempo mi intriga parecchio!!! Grazie!

    RispondiElimina
  3. Mister Cylinder19 aprile 2018 22:20

    Un grazie per la tua ottima rubrica, che ci guida tra i molti giochi che appaiono su KS. Volevo segnalarti il nuovo progetto lanciato dalla Chaosium, casa madre del gdr di Cthulhu, che si chiama Miskatonic University - The Restricted Collection con la collaborazione di Reiner Knizia!!!
    Spero di aver stimolato la tua curiosità, e magari di avere un tuo parere in una delle prossime puntate di questa rubrica! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mister! Grazie dei complimenti e per la segnalazione. Indagherò! :)

      Elimina

Powered by Blogger.