Recensioni Minute

Recensioni Minute - Fuorisalone

scritto da TeOoh!

Rubo da Wikipedia l'introduzione a questo articolo: Il Fuori Salone, conosciuto anche come Fuorisalone, è un evento che si svolge annualmente nella metropoli lombarda in concomitanza con il Salone del Mobile, con cui definisce la Milano Design Week (o semplicemente Design Week) ovvero la Settimana del Design di Milano.[1] Si tratta, insieme al Salone del Mobile, dell'evento più importante, a livello mondiale, che riguarda il settore del disegno industriale, in particolare il settore dell'arredamento.
Il gioco in questione tratta proprio di questo evento: Fuorisalone, di Cristian Confalonieri e Lorenzo Tucci Sorrentino, per 2-4 giocatori, durata 60 minuti, edito da Cranio Creations e StudioLabo.
La minutissima è: durante il proprio turno, un giocatore potrà tenere la propria pedina ferma o farle fare un passo. Se la pedina raggiunge un luogo ove esiste un evento attivo nella fase della giornata in cui si è (mattina, pomeriggio, notte), se ne colleziona la carta relativa e l'evento si sposterà. Con le carte raccolte si possono completare obiettivi comuni o segreti. Al termine del 6o giorno, chi ha collezionato più punti vince.

Va bene, va bene, ho di molto semplificato le regole. In verità c'è anche possibilità di fare passi addizionali e collezionare punti anche al di fuori degli obiettivi, ma il cuore del gioco, che può arrivare anche ai giocatori casual (o ai non giocatori) è esattamente quello descritto.
Il resto è un plus che trovo azzeccato per permettere anche ai giocatori assidui di trovare comunque una partita sulla quale ragionare e fare qualche calcolo in più.

Lo spostamento degli eventi, infatti, permette di interagire con gli altri (distruttivamente o meno), permette di pianificare tra due fasi successive del giorno o addirittura tra due giorni consecutivi i propri movimenti. Inoltre, il poter fare passi addizionali spendendo segnalini F che si raccolgono direttamente sul tabellone, permette di eseguire "corse" per sorprendere gli avversari o tenere nascosti i propri piani.

C'è inoltre una fase di assegnazione punti al termine di ogni giorno in base agli eventi nella propria zona.
Insomma, ci sono due strade percorribili per collezionare punti e se si vuole alzare un pelo l'asticella, diciamo che un giocatore scafato dovrebbe avere più chance di vittoria rispetto ad uno alle prime armi.

Un piccolo plus ai materiali (molto essenziali, ma decisamente funzionali e con un buon colpo d'occhio per non dover continuare a cercare i punti sul tabellone) è che esistono dei QR code stampati sulle carte che forniscono informazioni circa l'evento Fuorisalone reale e... piccole regole opzionali.

Ci devo trovare qualcosa? Che forse per dei giocatori esperti non è un gioco che si rimetterà in tavola tanto spesso, ma, allo stesso tempo è un buon esempio di come si possa creare un gioco su un marchio con ... un vero gioco all'interno della scatola. E' un introduttivo che si può sfoderare per coinvolgere gli amanti di questa settimana di delirio milanese, non dovendo tirare un sospirone di rassegnazione. 

Vi lascio quindi al filmato di approfondimento, ad un link Egyp e vi auguro buona visione!

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.