recensione

[Recensione] Sheep & Thief

scritto da Chrys

Oggi vi parlo di un gioco di piazzamento e draft, dove troverete pascoli di pecorelle, sentieri, fiumi e fameliche volpi. Stiamo parlando di Sheep & Thief (2-4 giocatori, 20-40 minuti) di Yuichi Sakashita ed edito dalla Pegasus Spiele in Germania con un'edizione che contiene sia le regole in inglese, sia quelle in tedesco.

L'edizione europea arriva con alcuni anni di ritardo (il gioco è del 2014), dopo che il titolo ha già riscosso un notevole successo in Giappone, e presenta una grafica più in linea con il gusto europeo rispetto all'originale. Tra l'altro ultimamente noto che gli autori giapponesi e i loro titoli arrivano sempre più spesso fino a noi. :)

Nel corso della partita andremo a realizzare sulla nostra plancia un paesaggio rurale, creando collegamenti tra la nostra fattoria e le città vicine, aumentando la nostra popolazione di pecore e tenendole al contempo al sicuro dalle volpi.


NELLA SCATOLA
Troviamo 4 plance campagna in cartoncino spesso, 50 meeple a forma di pecora bianca, 4 meeple pecora nera, 4 meeple sagomati a forma di volpe antropomorfa, 80 carte di medio formato che formano diversi mazzi (paesaggio, recinti, obiettivi e altro ancora) e un manuale in inglese e tedesco, chiaro e ricco di figure ed esempi.

All'interno della scatola troviamo già anche due moduli di espansione, usabili da soli o assieme, uno che aggiunge delle missioni e l'altro che aggiunge la pecora nera, che a differenza delle altre pecore vorrà allontanarsi il più possibile.

La grafica delle carte che compongono il paesaggio è splendida, ricca di particolari e con tantissime illustrazioni di situazioni buffe con pecorelle, cani pastore e volpi. Queste illustrazioni strappano un sorriso zuccheroso mentre si gioca e sono anche funzionali alle meccaniche (quindi doppiamente apprezzate in quanto potevano limitarsi a 1-2 icone pecore sulle carte mentre è stato volutamente scelto un approccio più da "scuola francese" da parte della Pegasus).


COME SI GIOCA
Ogni giocatore riceve una carta recinto e una propria plancia. Questa è suddivisa in 4x4 caselle rettangolari a forma di carta e ha tre sentieri in uscita (in alto a destra, in basso a sinistra e in basso a destra). Nell'angolo in alto a sinistra, dove si vede la nostra fattoria, viene posta la carta di partenza che è uguale per tutti e contiene una pecora e un ovile. Ognuno posiziona la volpe nello stesso punto della plancia, si distribuiscono 6 carte a testa dal mazzo del paesaggio e si comincia a giocare.

La partita dura tre round e tutti e tre hanno le stesse due fasi: una prima fase di "draft" in cui ci si costruisce una mano di 5 carte e una seconda fase di piazzamento i cui si piazzano le carte nella mano sulla propria plancia.

Fase 1: Draft
Per i giocatori più scafati e avvezzi alla terminologia ludica moderna basterà il termine draft e sono a posto (passate pure alla fase due XD); per gli altri, questa fase funziona come segue.
Ogni giocatore sceglie una delle 6 carte che ha in mano, la mette davanti a sé coperta e passa le cinque rimanenti al giocatore alla sua sinistra. Poi ognuno sceglie una carta tra le 5 che ha ricevuto, la mette da parte e passa le quattro restanti a sinistra. Si continua così finché un giocatore non riceve 2 carte: di queste ne sceglie una e scarta l'ultima.

Fase 2: Piazzamento carte
A partire dal primo giocatore ognuno piazza a turno sulla propria plancia una delle carte tenute da parte prima. Si fanno più giri finché tutti non hanno piazzato 4 delle 5 carte che hanno (una vi resterà in mano per il turno dopo).


Le carte vanno piazzate con le seguenti semplici regole:
  • il fiume, se presente, va sempre continuato e può nascere solo dal perimetro;
  • il sentiero può essere interrotto (ma se continua è meglio... vedi poi);
  • ogni carta va giocata adiacente (ortogonalmente) a un'altra;
  • non si possono giocare carte su uno spazio vuoto con sopra la volpe.



Dopo aver piazzato la carta si guarda se su questa sono presenti delle figure.

Per ogni pecora disegnata si prende un meeple pecorella dalla riserva e lo si piazza sulla carta.

Per ogni cane pastore disegnato è possibile spostare una singola pecora o un singolo gregge (2+ pecore nella stessa carta) ortogonalmente di una casella; le pecore spostate non devono essere per forza sulla carta appena piazzata.

Per ogni volpe disegnata è possibile spostare il meeple volpe ortogonalmente di una casella; questo fa muovere sia la propria volpe che tutte le altre volpi in gioco allo stesso modo (quindi la volpe avrà sempre la stessa posizione in tutte le plance).
Se durante questo movimento la volpe passa in una carta avversaria con sopra dei meeple pecora le cattura, a meno che sulla stessa carta non sia presente un ovile.
Le pecore così catturate vanno nel recinto di chi ha attivato la volpe e daranno punti a fine partita (ma attenzione che se la volpe cattura delle pecore di chi l'ha attivata queste sono perse).

In questo caso: 8 punti di fiume,
11 punti di pecore e 10 punti di sentieri :)
Round successivi
Alla fine della seconda fase (4 carte giocate a testa) si distribuiscono 5 nuove carte paesaggio a ciascuno che vanno a sommarsi a quella non utilizzata. Così si torna ad avere 6 carte in mano per ripetere la frase di draft... l'unica differenza è che al secondo round le carte non scelte si passano verso destra e a terzo di nuovo verso sinistra.

CHI VINCE
Alla fine del terzo round si contano i punti vittoria dati da pecore, sentieri, fiumi e volpi.
Le pecore ancora presenti nella propria plancia e quelle sulla propria carta recinto (catturate con la volpe) valgono 1 punto ciascuna.
Il fiume vale 1-3-5-8-11-15 punti in base alla lunghezza massima di fiume continuo realizzata (da 1 a 6 carte).
I sentieri danno punti solo se siamo riusciti a collegare la nostra fattoria con uno o più dei tre villaggi agli altri angoli della plancia: i due villaggi più vicini danno +5 punti mentre quello nell'angolo opposto vale +10 punti.

MODULO UNO - MAZZO MISSIONI
Il primo modulo è il mazzo missioni e credo si spieghi da solo... ognuno riceve una carta missione segreta che contiene un obiettivo da raggiungere come ad esempio il maggior numero di pecore catturate, il maggior numero di ovili, più pecore nei settori lontani, ecc. Molte missioni hanno due premi: uno più alto se si ha la maggioranza da soli e uno più basso se qualcuno ci è pari (ma nessuno superiore).


MODULO DUE - LA PECORA NERA
A inizio partita si usa il lato B della carta di partenza (che mostra una pecora nera) e ciascuno riceve il meeple pecora nera come pecorella di partenza.
È risaputo che le pecore nere sono avventurose e poco obbedienti: infatti, a differenza delle altre, anziché cercare di spostarla al sicuro in un ovile giocheremo cercando di allontanare il più possibile la pecora nera dalla fattoria. A fine partita la pecora nera varrà da 0 a 15 punti a seconda di quanto distante sarà arrivata.

In caso la pecora nera sia catturata dalla volpe non verrà "mangiata", ma scapperà via tornando nella tessera iniziale in alto a sinistra della nostra plancia.

CONSIDERAZIONI FINALI
Potrete già immaginare da voi che si tratta di un titolo con un target abbastanza "family" e semplice da spiegare, ma non banale. La grafica lo rende subito accattivante e la durata contenuta ne fa un buon filler.

Quanto a complessità il titolo può essere un buon introduttivo per chi ha già un paio di altri giochi alle spalle, ma forse non il primo che farei provare.
Le cose di cui tenere conto sono infatti parecchie, inoltre la volpe aggiunge un elemento di interazione diretta notevole e richiede di essere usata in modo strategico (blocca la possibilità di piazzare carte quando è su uno spazio vuoto e in più nel prendere le altrui pecore bisogna anche fare attenzione a dove la muoviamo per non scoprire il fianco ai successivi movimenti della volpe fatti dagli avversari).

La durata della partita è molto contenuta e viaggia sui 10 minuti a giocatore, come promesso dalla scatola.

La rigiocabilità è abbastanza buona, anche se magari non è quel gioco a cui farete tre partite di fila. La presenza dei due moduli di espansione garantisce comunque la possibilità di fare parecchie partite aumentando man mano le cose da tenere d'occhio. Consiglio di non partire già con le espansioni e di inserire quella della pecora nera solo dopo un po' di partite.

La grafica, come detto, l'ho trovata molto bella e adoro le tante pose delle pecorelle con le loro attività assurde... ad esempio quella che sta per pranzare (seduta davanti a un ciuffo d'erba con le posate a destra e sinistra di questo, con sale e pepe) o quella che fa un maglioncino con la lana presa dalla schiena di un altra. *__*

Un discorso analogo lo si può fare anche per cani e volpi, ovviamente, anche se le pecorelle con me sfondano una porta aperta (non a caso ho fatto anche un gioco sulle pecorelle ^__^). Menzione d'onore però va al cane pastore vestito come l'11° dottore, con tanto di cacciavite sonico e TARDIS nel campo. :O

PS: per i puù curiosi, qui vicino trovate un'immagine della grafica dell'edizione giapponese... più semplice, ma va detto che le pecore a batuffolo di lana hanno il loro perché. XD

La dipendenza dalla lingua è limitata al regolamento e alle carte missione che sono in inglese e tedesco, quindi se non si usa quel modulo il gioco è di fatto indipendente dalla lingua.

Il prezzo di listino dovrebbe essere 24,90 euro. Al momento, che io sappia, non è prevista l'uscita in italiano, ma essendo la Pegasus Spiele un grosso editore, non dovrebbe essere difficile trovarlo online nell'edizione europea "DEU/ENG".


-- Le immagini sono state scattate da me; alla casa produttrice appartengono tutti i diritti sul gioco. Le immagini e le regole sono state riprodotte ritenendo che la cosa possa rappresentare una gradita forma di presentazione del gioco. -- 

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.