La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Anno 1 - XX Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri) 

Settimana eccitante! Finalmente sono riuscito a partecipare alla mia prima fiera dedicata ai giochi da tavolo: UK Gaming Expo! Purtroppo sono riuscito ad andare solo il venerdì, le cose da vedere erano tante e con mio figlio al seguito mi sono dedicato di più a far crescere in lui l'interesse nei giochi da tavolo, ma comunque qualcosa di interessante l'ho visto! Sto preparando un report della fiera, non so se riuscirà ad essere pronto per questo pomeriggio, ma di sicuro a breve! Quindi tenete d'occhio il blog! Ma passiamo ai giochi di oggi:
  • Villagers
  • Posthuman Saga
  • One Night Ultimate Werewolf
  • The Dice Dungeon
  • Menzione Speciale
  • I K(S)orti
  • Try Before You Pledge


Villagers
Scadenza: 13/06
Descrizione: Competitivo da 1 a 5 giocatori, 10+, durata sui 45 minuti
Dave Clarke, di Sinister Fish Games, è alla sua seconda campagna su KS dopo Great Scott!, ma molti lo conoscono come il creatore degli sticker rimovibili per Gloomhaven. Villagers è un gioco di sole carte che sfrutta la meccanica del draft per permettere di costruire il proprio villaggio e creare un motore economico. Ambientato in epoca medioevale, come fondatori del villaggio, i giocatori sono chiamati ad assumere lavoratori per cercare di creare una catena produttiva utile al villaggio.
Il gioco è semplice quanto profondo, grazie alla varietà di mestieri e di catene produttive costruibili. Ogni turno è diviso in 2 fasi (3 quando c'è il mercato). La prima fase è quella di draft: a turno i giocatori possono prendere una carte o da quelle scoperte o dal mazzo coperto. In questa fase si potranno prendere tante carte quando il valore di cibo prodotto dal nostro villaggio (se non erro a inizio partita è 2). La seconda fase è quella di costruzione. Si potranno giocare tante carte quanti sono i costruttori presenti nel villaggio. Questa è la fase cruciale del gioco e quella più difficile da spiegare solo a parole, senza vedere le carte. Praticamente ci sono un set di carte rappresentanti i costruttori che creano le materie prime, come ad esempio legno, lana, ...
Queste carte, collocate in una riserva separta dalle altre carte, sono sempre acquisibili gratuitamente durante la fase di costruzione. Le altre carte che invece andremo ad acquisire durante la fase di draft contengono l'indicazione della catena di cui possono far parte e in che posizione della catena sono. Per giocare queste carte quindi sarà necessario avere il costruttore precedente nella catena di produzione e inoltre alcuni di essi richiedono che un certo tipo di costruttore sia presente in uno dei villaggi per procurargli gli strumenti necessari. Se questo costruttore richiesto è presente nel tuo villaggio OK, se dovesse essere presente nel villaggio di un avversario per poterlo utilizzare bisognerà pagare 2 monete, che si posizioneranno sopra la carta del costruttore.
Per esempio il Fabbro è richiesto da 9 tipi di costruttori diversi per essere piazzati, rendendo il fabbro un prezioso acquisto sopratutto a inizio partita. Quando si piazza un nuovo costruttore si posiziona sopra quello che lo precede nella catena di produzione lasciando scoperto solo il nome. Nella partita ci sono poi 2 fasi mercato. Durante questa fase i giocatori acquisiscono tante monete quanto il valore indicato sulle carte visibili, indicate da una moneta d'oro con un valore all'interno,  più il valore delle monete presenti sui costruttori acquisiti dagli altri giocatori. Queste ultime monete rimangono lì per tutto il gioco e ci daranno monete per ogni fase di mercato. A fine partita si ripete un'altra fase mercato, ma questa volta si aggiungono i bonus dati dalle carte che contengono una moneta d'argento. Anche le monete d'argento hanno un valore all'interno e contribuiscono ai bonus di fine partita in base alla soddisfazione di determinati requisiti, per esempio due ori per ogni icona cibo visibile, oppure 4 ori ogni due icone di minerali presenti nelle catene di montaggio, ecc. Il gioco sta riscuotendo un ottimo successo, credo in parte anche grazie all'immensa mail-list che il creatore ha messo insieme grazie agli sticker, ma oltre a questo devo dire che abbia fatto una buona campagna pre-marketing. Le illustrazioni sono a sfondo bianco e sembrano realizzate con una grafica 3D da videogioco fine anni 90'. Molto colorate e piacevoli da vedere. Inoltre c'è la possibilità, pagando un extra di 9 euro, di ricevere le monete in legno invece che in cartoncino, le quali saranno contenute in una scatoletta a chiusura metallica che troverà posto all'interno della scatola.

Posthuman Saga
Scadenza: 15/06
Descrizione: Competitivo da 1 a 4 giocatori
Ho sentimenti contrastanti per questa campagna. A una prima occhiata il gioco può ingannare, sembra ambientato in un mondo post apocalittico (e lo è, in effetti) dove però pensavo che i giocatori avrebbero avuto un alto grado di interazione tra di loro. Invece, si tratta un euro-style game (il che mi piace, ma, vista l'ambientazione, le miniature e tutto il resto, mi aveva ingannato), in cui i giocatori saranno mandati fuori dalla fortezza per guadagnarsi il posto all'interno andando ad esplorare le terre selvagge. Il tabellone centrale ospita quattro quadranti con una griglia composta da quadrati. I giocatori ricevono un obiettivo segreto e una missione di ricognizione segreta.
La prima richiede di esplorare determinate tessere indicate per passare alla seconda fase, risolta la quale si sblocca una fase di narrazione. Gli obiettivi di ricognizione invece richiedono di scoprire e posizionare in sequenza i token scavenge presenti nelle tessere della mappa. La prima fase di gioco è quella dell'asta, dove i giocatori punteranno per acquisire una tessera mappa e relativo token scavenge. Successivamente giocare una carta azione tra le quattro presenti: esplorare ci permette di muoverci su una tessera terreno piazzata, verificare il livello di pericolosità ed eventualmente eseguire un combattimento. Andare alla ricerca di cibo ci permette di recuperare cibo, armi o munizioni nel luogo in cui siamo. L'azione mappa, ci permette di ricevere due token esplorazione e di prendere una tessera terreno con il relativo token scavenge e poi di piazzare quante tessere terreno vogliamo. L'azione accampamento ci permette di recuperare carte combattimento, curare ferite, ecc. La cosa bella è che alcune tessere possono innescare un incontro narrativo, il quale ci mette di fronte a delle sfide che vanno risolte con una sorta di bag-building. Praticamente ogni sfida deve essere soddisfatta utilizzando una delle caratteristiche e richiede un certo numero di successi. Si andranno a pescare un tot di token, i quali possono indicare successo, fallimento o successo condizionato dal livello della nostra abilità.
Questi ultimi possono mostrare dei valori 3+, 4+ o 5+, significando che se la nostra caratteristica ha almeno quel valore o superiore, allora quel token ci dà un successo, altrimenti viene considerato fallimento. I combattimenti vengo svolti contro umani o mutanti. Quando si inizia un combattimento il giocatore di turno decide quale delle carte combattimento in mano utilizzare, quale arma utilizzare e poi prende casualmente dalla propria mano un'altra carta combattimento. I bonus o malus delle armi e carte vanno a indicare i valori iniziali di combattimento, mentre il nemico tira dei dadi per verificare il suo stato iniziale. Non è necessario vincere il combattimento per continuare, si può anche scappare o far scappare il nemico, insomma, se soppravivete potrete ricevere la ricompensa indicata. Ma attenzione! Ogni ferita che ricevete vi costringe a pescare delle carte mutazione che vanno dal positivo (poche), neutrali (alcune) e negative (molte). Il gioco termina dopo 15 round e colui che ha conquistato il maggior numero di punti è il vincitore. Un modo alternativo per finire la partita è quello di riuscire a percorrere alcuni scenari narrativi, i quali portano all'incontro con un boss che, se vinto, fa terminare il gioco immediatamente. Per finire si può giocare in solitario, da 2 a 4 in modo competitivo oppure a squadre 2 vs 2. L'ambientazione, le illustrazioni, i materiali e alcune idee le ho trovate molto interessanti. La cosa che mi rammarica un po' è che l'unica interazione presente tra i giocatori praticamente è l'asta iniziale. Per il resto sembra un solitario di gruppo. Non che sia un diffetto in sé, ma in un gioco così ambientato e che cerca di ricreare un mondo sandbox, avrei preferito che i giocatori giocassero in una plancia unica e avessero modo di interagire di più.


One Week Ultimate Werewolf
Scadenza: 13/06
Descrizione: Semi-cooperativo da 3 a 7 giocatori, durata sui 45 minuti
Clicca qui per andare alla campagna
Come avrete intuito dal titolo, siamo di fronte al successore di One Night Ultimate Werewolf. Dagli stessi creatori, questa volta i giocatori andranno in vacanza nel castello di Ludwig (vi ricorda qualcosa?) per una settimana (in realtà 5 giorni), ma tra di voi ci sono dei lupi mannari. Il gioco è composto da un pezzo di mappa del castello che indica l'entrata e tiene traccia del passare dei giorni e delle fasi di ogni giorno. A questo si aggiungono delle stanze circolari che si mettono a cerchio a partire dall'ingresso, tante quante il numero dei giocatori. Si posizionano i token villager, werewolf e tanner casualmente sopra i token di plastica a forma di torre dei personaggi e il gioco ha inizio.
Ogni giocatore parte con lo stesso numero di carte. Nella fase giorno è possibile giocare una carta a faccia in su per spostarci nelle varie stanze del castello. Durante la fase notte, mentre tutti tengono gli occhi chiusi, possiamo giocare una carta a faccia in giù ed eseguirne l'azione. Interessante è che dobbiamo dichiarare quale carta stiamo giocando: è possibile dichiarare il falso, ma siamo costretti ad eseguire l'azione descritta sulla carta giocata. Queste carte permettono di vedere il nostro segnalino, vedere fino a due segnalini di giocatori presenti nella stessa stanza, di scambiare due segnalini senza guardarli oppure di scambiare il nostro segnalino vedendo cosa riceviamo. In aggiunta alle carte, ogni stanza ha dei poteri speciali attivabili o nella fase giorno o nella fase notte. Ad esempio potremo recuperare le carte giocate in anticipo, osservare cosa gli altri fanno durante la notte, interagire con i personaggi nelle stanze adiacenti, giocare due carte azioni durante la notte, ... Sono presenti circa 12 stanze, il che rende ogni partita differente in base alle stanze selezionate. Diciamo che le abilità dei personaggi presenti in ONUW sono state spostate nelle stanze a disposizione di tutti. Alla fine dei 5 giorni i giocatori discutono (questo è il "?" più grande che ho: su quale base si discute?) e poi passano alla votazione. Se il più votato è un villager, i werewolf vincono, viceversa se accade il contrario. Il tanner vince solo se viene scelto. In aggiunta ai giocatori sono presenti anche personaggi non giocanti dello staff del castello con cui è possibile interagire. Visto che i token possono essere continuamente scambiati e quindi il nostro ruolo o quello di altri giocatori può cambiare (scambiandosi anche con lo staff), dobbiamo cercare di arrivare a fine settimana pensando di essere nel team che andrà a vincere la partita.

The Dice Dungeon
Scadenza: 10/06
Descrizione: Competitivo per 2 giocatori
Clicca qui per andare alla campagna
Idea molto originale che ho trovato dietro a questo titolo. Praticamente si gioca su quello che viene chiamato "waffle", praticamente una griglia 6x6 al cui interno possono essere incastrati dei D6. La genialità sta nel fatto che questo waffle sta in verticale in mezzo ai due giocatori. Quindi quando andremo a incastrare un dado all'interno della griglia noi vedremo una faccia e l'avversario vedrà quella opposta.
L'obiettivo del gioco è quello di creare un dungeon che va da un parte all'altra del waffle in orizzontale o in verticale. Gli altri componenti del gioco ovviamente sono i dadi. Sono presenti 36 D6 di 6 colori diversi, che a inizio partita vengono messi dentro una sacca. Nel proprio turno il giocatore pesca un dado e lo tira. Tutti i dadi hanno 2 facce opposte che contengono i corridoi del dungeon (vanno da 1 a 4 vie). Nelle altre quattro facce possiamo trovare spade, chiavi, magie, anelli del desiderio o oggetti meravigliosi. Questi dadi non vanno messi nella griglia, invece possono essere tenuti da parte per utilizzarli in seguito.
Difatti nei corridoi del dungeon possono essere rappresentati dei mostri che richiedono un certo numero di spade per essere uccisi, il drago che richiede la spada Vorpal per essere ucciso (solo il dado viola ha la Vorpal), le chiavi permettono di aprire le porte. Le magie invece permettono di interagire con i dadi presenti nel waffle. Permetteranno infatti di ruotare la faccia del dado visibile a noi, di invertire la faccia del dado con quella che vede l'avversario, distruggere un dado e l'occhio invece permette di pescare dalla sacca il colore di dado che vogliamo. Gli anelli del desiderio invece permettono di utilizzare una qualsiasi faccia del dado tirato.
Ultimi, ma non meno importanti, sono gli oggetti meravigliosi. Questi permetto di rubare un oggetto o una magia posseduta dal nostro avversario. Il gioco termina o quando non ci sono più dadi nella sacca o quando uno dei due giocatori ha creato un percorso da un lato all'altro del waffle e ha tutti gli strumenti necessari per superare i vari ostacoli presenti. In entrambi i casi, i giocatori contano i punti esperienza accumulati, prendono punti bonus per aver finito il percorso e chi ne ha di più e il vincitore.



Menzione Speciale
Vi ricordo che il 12 giugno termina la campagna del titolo tutto italiano King Of Con. Non mi dilungo nella spiegazione del gioco, visto che potete trovare spiegazioni video da parte di vari youtuber, tra cui lo youtuber di casa TeOoh! QUI.

I K(S)orti
  • Sojourn Gioco solitario con un interessante tematica. Perso nello spazio-tempo, il giocatore cercherà di viaggiare tramite differenti luoghi e periodi storici alla ricerca di quattro frammenti temporali, necessari per ritornare a casa. L'idea mi piace molto, l'ho provato su Tabletopia (TBYP qui), ma non mi ha preso. Le sfide per passare da un posto a un altro sono carine, si tratta di gestire le due risorse che si hanno. Il problema è che i frammenti stanno nel mazzo delle carte luogo, quindi il loro ritrovamento è puramente casuale, il che rende viaggiare da un posto a un altro necessario solo per scoprire nuove carte. 
  • Goblin Grapple Gioco "strategico" di carte per 2-4 giocatori. Si tratta praticamente di gestire le proprie carte che hanno un valore di combattimento. Nel proprio turno possiamo decidere di mettere una carta a faccia in giù davanti a noi oppure giocarla per combattere contro una carta a faccia in giù di un altro giocatore. Il vincitore della battaglia vince la carta. Il round finisce quando uno dei giocatori ha vinto 5 carte. A quel punto si sommano i punti delle carte vinte e quelle coperte davanti a sé. Quando un giocatore supera i 100 punti vince la partita. 
  • Azimuth - The ride of the wind Gioco che ci mette nei panni di dispersi in mare su delle zattere con l'obiettivo di raggiungere il proprio faro. Ogni giocatore ha un meeple, zattere e segnalini vento del proprio colore. Nel setup si posizionano le zattere. Nel proprio turno possiamo piazzare un segnalino vento del nostro colore, che muove nella direzione posizionata le zattere adiacenti del suo colore. A questo punto si può muovere il disperso su una zattera adiacente. Se il movimento di una zattera finisce su uno spazio occupato da un'altra zattera andrà posizionata sopra, a quel punto le zattere si muovono come i cammeli di Camel Up. Una volta finiti i segnalini vento da posizionare sulla plancia, essi potranno o essere ruotati di 90 gradi o spostati in uno spazio adiacente. 
  • Somnium - Rise of Laputa Gioco di carte dove l'obiettivo dei giocatori è arrivare a 20 punti influenza e diventare il governatore di Laputa. Il gioco è semplice. Si parte con 3 carte. Nel tuo turno giochi una carta, che può essere un personaggio o un evento. I personaggi conferiscono punti esperienza e hanno delle abilità utilizzabili una sola volta o ad ogni turno. Alla fine del tuo turno peschi fino a tornare a 3 carte. Se uno dei personaggi che hai di fronte viene fatto scartare, perdi l'influenza che ti dava. Illustrazioni molto ispirate, mi sembrano un mix di fantasy e steampunk. Solo 9$, ma 7$ di spedizione.  
  • On Tour Ultimamente stanno riscuotendo molto successo i giochi tira il dado e scrivi. Uno tedesco, dal nome per me impronunciabile, è anche stato nominato allo Spiel des Jahres. On Tour ci fa girare l'America appunto facendo suonare la nostra band in diverse tappe. Ogni giocatore ha una mappa dell'America con i pallini vuoti delle varie città. Ad ogni turno si scoprono 3 carte destinazione che indicano alcune regioni dell'America in cui potremo organizzare una tappa. Si tirano 2d10 e si scrivono i risultati sulle tappe ancora vuote. Sì, risultati, perché se rollo 3 e 7, dovrò scrivere su una città 37 e su un altra 73. Alla fine del gioco dovremo creare il percorso partendo dalla tappa con il numero più basso passando alle altre tappe in numero crescente. Chi alla fine ha fatto più tappe vince (TBYP qui). 
  • Bloc by Bloc - 2nd Edition Seconda edizione con grafica e regole migliorate di questo gioco che ci mette nei panni di una delle quattro fazioni che cercano di contrastare il governo. Nei panni di studenti, prigionieri, lavoratori  o residenti, i giocatori sono chiamati a cooperare, ma allo stesso tempo cercare di vincere, battagliando in giro per la città le azioni dello stato (TBYP qui). 

Try Before You Pledge


Serengeti (KS, TT)
Deck-building per 2 ambientato in Africa, dove i giocatori sono chiamati a preservare l'ecosistema. Le carte da acquistare sono animali dell'Africa, i quali hanno 2 abilità, ciascuna di esse può avere un valore in soli da pagare variabile da 0 a 4. Interessante è che in ogni mazzetto c'è una carta sasso, che se rivelata indica che l'animale si è nascosto e quindi non è più acquistabile, a meno di tracciarlo con un'altra azione.

Spellslingers: Big Box (KS, TS, TT)
Big Box di questo gioco di carte che offre nuove espansioni, pur essendo giocabile stand-alone. Nuove carte sia per chi già ha il base sia per chi è senza.

When Cutie Met Patootie (KS, TT)
Un tableu-building dove i giocatori possono controllare tutti i personaggi e farli muovere lungo i vari percorsi.

Art Deck (KS, PDF)
I giocatori si serviranno delle carte per costruire frasi che spiegheranno cosa e come disegnare. Seguendo quindi queste istruzioni, i giocatori creeranno un'opera d'arte collaborativa. Sono previste delle carte che rendono il momento di disegnare più complicato, per esempio disegnare con la mano sinistra, con la mano dietro la schiena, non guardando il foglio, ecc.
PnP: Versione per risparmiare inchiostro. La stampa è composta da 5 pagine. Testo in lingua sulle carte.

Bitten (KS, PDF)
Nuova versione in formato deluxe che include nuove modalità di gioco, regole e grafica rinnovata. I giocatori sono sopravvissuti a un'orda di zombie, ma durante l'ultimo attacco è possibile che uno sia stato morso. In un tempo massimo di 5 minuti, i giocatori devono tentare di raccogliere una razione di cibo, una razione di acqua, un'arma e l'unico veicolo disponibile per poter sfuggire al gruppo o scoprire quale dei membri del loro gruppo è stato morso.
PnP: Versione prototipo in bianco e nero. La stampa è composta da 10 pagine compreso regolamento. Testo in lingua sulle carte.

Black Sonata (KS, PDF)
Siamo nella Londra di Shakespeare, all'inseguimento della "dark lady" (l'espressione "dark lady" è stata utilizzata da Shakespeare nei suoi sonetti 127-154), un mazzo di carte appositamente ordinato determina i suoi movimenti segreti da un luogo all'altro, il giocatore dovrà dedurre la sua posizione e intercettarla. È stato il vincitore del concorso "Solo print & play design contest" su BGG del 2017 ed è nella "to do list" de La baia dei PnP.
PnP: Sono previste 2 diverse versioni complete del gioco, una per risparmiare inchiostro e una "full color". La stampa è composta da 11 pagine compreso il regolamento. Testo in lingua sulle carte.

The Dragon's Trail (KS, PDF)
Gioco di carte semi-cooperativo con meccanica di deck-building, dove i giocatori dovranno sconfiggere il drago che terrorizza il paese.
PnP: Versione curata e con buona grafica. La stampa è composta da 106 (NdSayuiv: sì, non è un errore, CENTOSEI, di cui la metà sono il dietro delle carte, quindi solo 53! XD) pagine + regolamento. Testo in lingua sulle carte.

5 commenti:

  1. Dentro con One week ultimate werewolf di cui ho anche pensato una variante per 2 giocatori che playtesteró ovviamente quando arriverà il gioco :)

    RispondiElimina
  2. Io mi sono buttato su villagers con monete in legno. Pensato più volte a posthuman saga ma non mi ha convinto. Mi intriga parecchio duce dungeon

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Villagers c'è un print and play anche, si trova nelle faq del progetto...io proverò quello, devo fare un po' di cernita :)

      Elimina
  3. Nel mentre King of Kon (ho il super early bird) oggi ha raggiunto il fund con un balzo improvviso che non mi sarei mai aspettato...ora speriamo sblocchino gli stretch goal

    RispondiElimina
  4. Grazie della segnalazione, preso l'interessante astratto AZIMUTH: Ride The Winds con l'add-on Elementos, altro astratto intrigante e raro dalle nostre parti.

    RispondiElimina

Powered by Blogger.