Recensioni Minute

Recensioni Minute - The Game: faccia a faccia

scritto da TeOoh!

E' sempre stato abbastanza divertente cercare informazioni su internet circa questo titolo. Perchè è un po' come girare un film e intitolarlo Film o un'enciclopedia online bellissima e chiamarla Porn.
Il gioco però, nella sua versione co-op ha spopolato in lungo e in largo, facendosi quindi anche carico di alcune riedizioni e versioni avanzate (o estreme che dir si voglia).
Detto questo, l'Autore, ma a quattro mani, ha pensato di crearne una versione anche competitiva, tenendo la meccanica di base intatta.
Ecco The Game: faccia a faccia, per 2 giocatori, durata 20 minuti di Steffen Benndorf, Reinhard Staupe. In Italia grazie a DvGiochi.

La minutissima è: a turno i giocatori (dotati di 2 mazzi uguali di carte numerate da 1 a 60) dovranno giocare ALMENO 2 carte dalla mano su due file distinte: una con numeri crescenti e una decrescenti. Se giocano solo sulle loro colonne, pescheranno 2 carte a fine turno. Se giocano invece 1 (e solo 1) carta sulle file avversarie migliorandone la situazione, potranno ripristinare fino a 6 carte in mano. Il primo che gioca tutte le carte del proprio mazzo vince.

Più che una minutissima è quasi il regolamento completo. C'è giusto da aggiungere la possibilità di violare la regola crescente/decrescente con una carta contraria ma a distanza esattamente di 10 passi e pochissimo altro.
Insomma: è praticamente impossibile non riuscire a giocarci.

Resta però interessante il giocarci per vincere. Le decisioni da prendere, perlopiù tattiche, sono diverse e vi trascineranno sempre nel decidere se giocare poche carte per evitare salti troppo ampi nelle vostre colonne, oppure scaricare velocemente la mano "come va, va" e piazzare 1 carta dall'avversario per pescare più velocemente il mazzo.
Ah, sì. La controindicazione a seguire questa strada è che, se non potete giocare almeno 2 carte in un turno, avete perso.

Le carte sono resistenti e la scatoletta ha un furbo divisorio interno per separare i due mazzi. Portabile e occupa poco spazio come gioco. Ideale da zainetto per le gite.

Devo trovarci qualcosa? Che semplicemente non riesco a comprendere la scelta di aver messo dei teschi sulle carte. So che magari fanno un po' figo e rende un  senso dark al gioco per aggiungere adrenalina per gli appassionati, ma... in fondo non sono funzionali e forse potrebbero scoraggiare chi cerca un gioco leggero e, come è, senza ambientazione particolare. Detto questo, non è che mi disturbino in qualche modo; solo curiosità.

Vi lascio al filmato di approfondimento in cui vi do qualche dritta per la partita e sulla fortuna, un link Egyp e vi auguro buona visione!

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.