Recensioni Minute

Recensioni Minute - Mezzanotte, mistero in alto mare

scritto da TeOoh!

A Play avevo dato una sbirciata a questo gioco e, dopo pochi istanti, stavo già chiedendo plurime informazioni sull'uscita, tipo di edizione ecc direttamente a Giuseppe della Playagame. Sono appassionato di deduttivi e, provarne uno in chiave competitiva era qualcosa che non volevo lasciar scorrere inosservata.
Ecco quindi che, fresco di stampa, ho potuto gustarmi i vari casi di Mezzanotte, mistero in alto mare, per 2-6 giocatori, di Alain Luttringer, durata tra i 60-90 minuti ed edito in Italia grazie alla Playagame edizioni.
La minutissima è: scelto un caso, i giocatori avranno ogni turno 4 punti azione per spostarsti tra le varie zone della nave, porre domande ai sospettati (le risposte sono su un apposito libretto) e ispezionare i luoghi. Annoteranno il tutto su un foglio predisposto e continureanno a farlo fino a quando gli Eventi non porteranno la nave in porto o uno risolverà il caso. Si leggerà assieme la soluzione e si faranno punti per tutte le ipotesi azzeccate. Chi ne fa di più vince.

All'interno della scatola i casi sono 20, giocabili una sola volta (a meno di amnesie gravi) suddivisi in 3 tipologie di complessità.
Gli introduttivi sono proprio per chi non mastica di giochi o preferisce fare "un giro di prova" delle meccaniche senza doversi "sprecare" un caso bello. Diciamo che dal punto di vista dell'investigazione non dovreste avere alcun problema. Negli intermedi cominciano ad entrare in scena le false piste e negli esperti trovate anche i colpevoli che mentono o più piste sovrapposte. Peggio ancora quando il colpevole non mente e non potete quindi identificarlo con una contraddizione.

Per indagare c'è da decidere in che modo: se pubblico, discreto o solo per voi. Il primo e secondo metodo comportano meno PA da spendere, ma bisogna fare da 1 a 7 su un D10. Questo simula bene l'eventuale reticenza di un sospettato o un'indagine frettolosa. C'è la possibilità di scegliere la stessa modalità nel caso di fallimento per mandarla a buon fine in automatico. In generale, posso dirvi che nessuno, a parte rimanerci male nell'immediato, ha mai patito più di tanto un lancio sfortunato. Se gestite bene le vostre azioni, sarete comunque coperti.

L'altra parte di incertezza è il mazzo degli eventi che "muove" un po' gli elementi sul piano di gioco e il Commissario di Bordo che blocca in maniera casuale una zona ad ogni round. Questo però è comune a tutti i giocatori e tutti dovranno giocarci attorno.

Devo trovarci qualcosa? Che il livello di complessità dei vari casi è ben calibrato (così ognuno sceglie per quanto si sente pronto), ma non bisogna aspettarsi indagini molto arzigogolate. Il cuore della risoluzione è comunque esplicitato, nel senso che, se doveste leggere tutte le piste del caso, è impossibile che non riusciate a tracciarne il quadro corretto (a differenza di altri investigativi dove dovete fare supposizioni e indurre qualcosa); nonostante comunque non sia banale o regalato. Questo per dire che il gioco è un bel titolo di medio peso per gli amanti del genere che però cercano, nella competizione, una ottimizzazione delle proprie indagini rispetto ad un puzzle incompleto da mettere insieme con cervelli fumanti. Questa sua natura infatti, permette di riuscire in alcune occasioni di risolvere in pochi round il tutto, basta solo avere le intuizioni giuste e seguire le piste più efficienti.

Vi lascio al video per guardare i materiali di gioco e per avere un paio di dritte su come affrontare le indagini senza incorrere in downtime o sprecare turni preziosi!




1 commenti:

Powered by Blogger.