giochi astratti

[Astratti] Libraria

scritto da *Ele* e Valerio

Lo scorso ottobre vi avevo annunciato la nascita di una nuova casa editrice italiana indipendente, la XVgames. Oggi vi parlo del loro primo gioco astratto, Libraria, presentato a Essen Spiel 2018 e Lucca Comics&Games, del designer Marcello Bertocchi, illustrato da Michele Mor.
È un astratto strategico per 2 giocatori, della durata di 10 minuti, dove i giocatori assumono il ruolo di bibliotecari e si sfidano per ottenere il controllo dei libri all'interno di una libreria modulare, cercando di evitare i topi mangia-libri che daranno punti negativi.


I COMPONENTI
La scatola è di dimensioni contenute, 13x18 cm, simile in tutto e per tutto a un libro, funzionale ed estremamente comoda da trasportare; l'ho trovata particolarmente piacevole, perché rappresenta un manoscritto rilegato con pagine fitte e leggermente sgualcite, ricorda immediatamente le biblioteche di un tempo e il profumo di carta stampata.
All'interno della scatola troverete:
  • 25 tessere scaffale (5x0 punti, 5x1 punti, 5x2 punti, 5x3 punti, 5x-1 punto);
  • 36 gemme colorate (18 rosse e 18 verdi);
  • il regolamento.
Le tessere scaffale sono in cartone in formato 4x4 cm, sono resistenti e funzionali al gioco; anche in questo caso troviamo delle illustrazioni ben caratterizzate, tanto che quando comporrete il tabellone, vi sentirete proprio di fronte a un'antica libreria.
Le 36 gemme colorate, rosse e verdi, sono in plastica, adeguate al gioco e piacevoli al tatto.
Il regolamento, presente in italiano e in altre numerose lingue, è estremamente chiaro e immediato, rispecchia perfettamente il motto della XVgames: "un minuto per le regole, una vita per il gioco", dove le regole sono di istantanea comprensione e spiegazione, i componenti veloci da intavolare e il gioco è dotato di profondità e alta rigiocabilità.


COME SI GIOCA
Si mescolano le 25 tessere scaffale e si distribuiscono sul tavolo in ordine casuale per formare una griglia 5x5 che sarà la libreria.
I giocatori scelgono un colore e prendono le gemme rispettive. Disegnate sulle tessere potremo trovare: 1, 2 o 3 libri, lo scaffale vuoto e polveroso, un topo mangia-libri; in base all'illustrazione avremo diversi punteggi, positivi o negativi. All'interno della libreria, tra le linee di contorno delle tessere, si formano 36 incroci dove si potranno posizionare le gemme colorate (1 sola gemma per incrocio).
Il primo giocatore posizionerà la prima gemma sulla libreria, il giocatore seguente (solo per il primo turno) potrà posizionarne 2. Dai turni successivi, ogni giocatore dovrà posizionare una gemma, alternandosi, fino a esaurirle. A quel punto andranno calcolati i PV: per ogni tessera si dovrà verificare la maggioranza di gemme posizionate sugli incroci rispetto all'avversario. Il giocatore con la maggioranza su una tessera riceve PV in base al numero di libri all'interno della tessera o perde 1 PV nel caso in cui ci sia un topolino mangia-libri. Per esempio se ci fossero 3 gemme rosse e 1 gemma verde, il giocatore rosso avrebbe la maggioranza per quella tessera e prenderebbe/perderebbe punti in base all'illustrazione. Se un giocatore ha il controllo totale della tessera, cioè sugli incroci della tessera ci sono solo gemme del suo colore, i PV che riceve o perde vengono aumentati di 1 punto. Nel caso in cui sulla tessera entrambi i giocatori avessero 2 gemme, nessuno avrebbe la maggioranza e nessuno riceverebbe/perderebbe PV.
Vediamo in dettaglio la composizione delle tessere e i relativi punti:
  • 5 tessere da 0 libri → 0 punti;
  • 5 tessere da 1 libro → 1 punto;
  • 5 tessere da 2 libri → 2 punti;
  • 5 tessere da 3 libri → 3 punti;
  • 5 tessere da 1 topolino → -1 punto.
In caso di controllo totale i PV si aumentano/sottraggono di 1 punto.
Il giocatore con il maggior numero di PV sarà il vincitore.

Esempi di: controllo totale della tessera, maggioranza, situazione di parità

CONSIDERAZIONI PERSONALI
Io e Valerio abbiamo intavolato quest gioco insieme e abbiamo quindi pensato di evidenziare le nostre impressioni.
È un astratto a informazione completa di controllo area e maggioranze, con un regolamento semplice e un setup estremamente pratico e veloce, che garantisce partite rapide di 5-10 minuti, assolutamente intense e strategiche. Questi aspetti porteranno i giocatori a voler fare anche più partite di seguito, grazie pure al tabellone modulare, che permette situazioni sempre nuove e diverse e consente una rigiocabilità considerevole.
Tutte le mosse vanno ponderate: il gioco non presenta elementi di fortuna e bisogna prestare molta attenzione alla tessere che compongono l'incrocio quando piazziamo la gemma, perché posizionando una sola gemma stiamo contestualmente lavorando su 4 diverse tessere, potenzialmente con 4 diverse illustrazioni, che potrebbero darci anche punti negativi. Dovendo coprire tutti gli incroci, ci toccherà prima o poi piazzare la gemme anche sulle tessere dei topi mangia-libri: bisogna quindi valutare con attenzione le mosse, tentando pure di obbligare l'avversario a finire sulle tessere con punteggi negativi o di bloccare i suoi punti facendogli saltare la maggioranza.
Il titolo è adatto a tutti, anche ai bambini dai 7 anni, grazie alla semplicità delle regole e alla durata contenuta; potrebbe essere il gioco idoneo per addentrarli nel mondo degli astratti che, educativamente parlando, facilitano la comprensione della logica e del problem solving.
Consiglio, infine, Libraria a chi cerca una sfida per 2 giocatori accesa e intensa, con partite rapide, regole semplici da imparare e al tempo stesso con buona rigiocabilità.


Mi ha fatto davvero piacere mettere le mani sulla prima opera del nuovo editore nostrano XVgames a Lucca. Risulta immediata e piacevole da giocare e le partite ne escono tese e rapide con il vincitore incerto fino al conteggio finale. I punti che si potranno guadagnare vanno da -2 a +4 e bisognerà lottare per ogni punto, perché alla fine se ne fanno pochi e ognuno può essere decisivo per la vittoria finale.
La chiave del gioco è bilanciare l'utilizzo dei propri 18 segnalini, puntando alle tessere con più libri, cercando di effettuare delle maggioranze assolute positive e sfruttando a proprio favore i pareggi, sapendo che alla fine bisognerà coprire tutti i 36 incroci e quindi bisogna pensare in avanti, soprattutto per capire come giocare vicino alle tessere topolino mangia-libri, che tendono a essere tenute per ultime, ma che alla fine andranno coperte anche loro e quindi è meglio pensarci prima senza trovarsi verso la fine con mosse forzate.
Quindi il gioco è prettamente strategico, visto che dall'inizio si hanno tutte le informazioni e non ci sono elementi di fortuna, e premierà il giocatore che avrà pianificato meglio la propria strategia, senza che si avverta paralisi di analisi e anzi le partite fileranno via in pochi minuti.
Il tutto risulta poi molto rigiocabile, dato che garantisce partite sempre diverse grazie alla disposizione iniziale casuale delle 25 tessere. L'unica critica che mi sento di fare, sebbene di poco conto, è sulla scatola a forma di libro, che è bella, ma risulta un po' abbondante e avrei preferito una scatola più piccola per favorire la portabilità del gioco, dal momento che si presta a essere giocato dovunque e lo vedo perfetto – ad esempio – per partite in spiaggia. Infine il gioco è adatto davvero a tutti, pure ai bambini dai 7 anni, vista la sua estrema semplicità e facilità di apprendimento e questo è sicuramente un altro punto a favore.

ASTRATTOMETRO

Il gioco si presenta con una veste grafica accesa e colorata, che non vuole nascondere la natura astratta del titolo. Infatti, anche se i giocatori prendono il ruolo di bibliotecari che si sfidano per il controllo degli scaffali con più libri, il gioco poteva avere qualunque altra tematizzazione, ma il tutto risulta coerente e ben amalgamato.
Libraria: 8/10


0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.