nonsolograndi

[nonsolograndi] Biberbande

scritto da *Ele*

Oggi vi presento Biberbande, edito nel 1995 con il nome di Rat-a-Tat Cat da Gamewright, ripubblicato nel 2002 da Amigo Spiel con il nome, appunto, di Biberbande, diventato poi in Italia, grazie a Dal Negro, Banda dei Castori.
Gli autori sono Monty e Ann Stambler, mentre le illustrazioni sono affidate a diversi artisti, perché nel corso degli anni, al cambiare delle edizioni, sono mutati anche i protagonisti ritratti sulle carte, passando da gradevoli gattini ad amabili castori in lotta serrata con i topi.
Il gioco è proposto per 2-6 giocatori, per una durata di 10 minuti e un'età consigliata 6+.
La versione a cui ho giocato e di cui vi racconterò è quella squisitamente tedesca della Amigo Spiel.


I COMPONENTI

La scatola è di dimensioni contenute ed estremamente portatile: 12 x 9,5 cm, contiene tutto il necessario per giocare. All'interno troverete:
  • 66 carte (con valore 0-9 e carte speciali);
  • 1 blocco segnapunti;
  • regolamento.
Le carte sono resistenti e funzionali, corredate da illustrazioni singolari e spassose: ritraggono un gruppo di castori in conflitto con un topastro; mentre le carte con i valori più bassi rappresentano il trionfo dei castori, quelle con valore più alto li mostrano in seria difficoltà.
Il blocco segnapunti è estremamente utile: permette di segnare i punteggi delle varie manche per ogni giocatore e il totale finale della partita.

Il regolamento, chiaro e sintetico, è disponibile anche online in varie lingue, tra cui l'italiano qui.

COME SI GIOCA

Ogni giocatore riceve quattro carte, che non deve guardare e che disporrà coperte davanti a sé sul tavolo.
Il resto delle carte vengono poste coperte al centro del tavolo e formano il mazzo di pesca, viene poi girata la prima carta del mazzo, rendendola visibile ai giocatori, che sarà il mazzo di scarto.
A inizio partita, i giocatori possono guardare per un breve momento le due carte esterne, cercando di memorizzarle, perché non potranno più sbirciarle.

Durante il proprio turno i giocatori devono effettuare una delle seguenti due azioni:

Azione 1:
Il giocatore prende la prima carta del mazzo di scarto e la scambia con una delle proprie quattro carte coperte (che non potrà vedere prima dello scambio).
La carta scambiata verrà scartata e sarà visibile nel mazzo di scarto.

Azione 2:
Il giocatore prende la prima carta del mazzo di pesca e la guarda. A questo punto può effettuare 3 diverse scelte:
  • può scartare la carta (anche una carta speciale);
  • se la carta non è una carta speciale il giocatore può scambiarla con una delle sue quattro carte coperte;
  • se la carta è una carta speciale il giocatore può eseguire l'azione speciale.

Quando il giocatore ha eseguito la sua azione, è il turno del giocatore successivo e si prosegue così in senso orario.


Carte speciali

  • Carta Scambio
    Il giocatore scambia una delle sue carte con una carta di un giocatore a scelta, senza che le carte siano guardate.
  • Carta Occhiata
    Permette di guardare una propria carta.
  • Carta Pesca 2 carte
    Il giocatore prende la prima carta del mazzo e la guarda. Se vuole può usarla come descritto nell'azione 2, altrimenti la scarta e pesca un'altra carta, da utilizzare come indicato nell'azione 2.

Se un giocatore, dopo aver eseguito la sua azione, pensa che i punti delle sue quattro carte siano bassi, annuncia la fine della partita; gli altri giocatori termineranno il turno e si andranno poi a conteggiare i punti di ogni carta, senza dimenticare che le carte speciali andranno sostituite con altre pescate dal mazzo. Il giocatore che totalizza meno punti è il vincitore della manche e si giocheranno tante manche quante il numero dei giocatori.

IMPRESSIONI

Ho scoperto Biberbande grazie alla versione dimostrativa e gratuita presente in un'altra scatola di carte della Amigo Spiel e, trovandolo un gioco di memoria alternativo, ho deciso poi di acquistare la versione completa.
Biberbande è un gioco di carte, il cui scopo è migliorare la propria mano iniziale formata da 4 carte (2 sconosciute), in modo da avere una somma di carte inferiore rispetto agli altri giocatori.
Si tratta principalmente di un gioco di memoria diverso da solito, con regole semplici e immediate, che permette di far giocare al tavolo contemporaneamente anche bambini e nonni con il pregio di affinare la memoria; non guasta un minimo di deduzione, va considerato però che la fortuna può incidere: se si parte da una mano composta da valori alti, sarà più complesso sbarazzarsene e gli altri giocatori potrebbero terminare il round più velocemente.

La scalabilità è buona: rende sicuramente meglio in 4 giocatori, aumentando il numero diventa difficile star dietro a tutti i movimenti delle carte e si ha la sensazione di perderne un po' il controllo.

In conclusione trovo che Biberbande possa essere un buon gioco di memoria, adatto anche alle famiglie che non giocano spesso, complici le sessioni di gioco rapide e la fruibilità immediata.

COSA SI IMPARA DA QUESTO GIOCO
  • Affinare la memoria
  • Confronto diretto con gli avversari
  • Rimanere concentrati anche se non è il proprio turno

FINO A QUANDO CI SI PUÒ GIOCARE

Sulla scatola compare 6+, può essere un buon gioco di memoria anche per gli anni successivi diventando un gioco da zaino/spiaggia, un po' diverso dal solito.

LE IMPRESSIONI DI PikamMinimus (8 anni)

"Divertente, soprattutto quando scambi una carta alta per uno zero!"

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.