La vedetta di KS

[La Vedetta di KS] Anno 1 - XLVII Puntata

scritto da Sayuiv(Yuri)

Puntata breve questa settimana che praticamente è l'ultima prima del natale (la settimana non la puntata!).

Credo che ormai la maggioranza di noi sarà concentrata alla preparazione delle festivita e nell'ardua decisione di quali giochi proporre sotto l'albero! Io dal canto mio ancora non ho pianificato nulla visto che ancora non so se dovrò lavorare e che tipo di turno fare Y_Y ma speriamo bene. E voi invece? Come vi state organizzando?
  • Whales Destroying the World
  • Ragusa
  • Tales of Evil
  • Borders of Kanta

Gioco di carte a base di bluff e collezione set. L'ambientazione è davvero originale! Balene che combattono super eroi per conquistare la terra. XD Si può giocare da 2 a 6 giocatori. Ad inizio gioco si distribuiscono i ruoli, uno dei giocatori sarà segretamente l'eroe che cercherà di fermare l'attacco. Nel proprio turno, il giocatore pesca due carte, una la scarta e l'altra la offre ad un altro giocatore dando alcune informazioni. Il giocatore a cui è stata offerta la carta decide se tenerla o meno. Le carte in questione sono delle balene di colori differenti oppure carte super eroi. Se in un qualsiasi momento, davanti a sè si hanno 3 balene dello stesso colore, si perdono tutte e 3 le balene. Le balene vincono se riescono a completare un set di 6 balene di colori differenti o se finiscono il mazzo, l'eroe invece vince se una delle balene ha 3 carte super eroe.


Ragusa
Dal nostro connazionale Fabio Lopiano, autore di Calimala, e BrainCrak games, editore inglese con alle spalle diversi KS, ecco arrivare Ragusa, nuovo eurogame di cui ve ne accennai quando feci il report dell' UK Gaming expo e una prova ad Essen a cura di Pinco che qui vi quoto: "Eccellente (uno dei titoli che mi sono piaciuti di più in fiera) si è rivelato poi Ragusa, secondo titolo di Fabio Lopiano (che avevo apprezzato lo scorso anno per il suo Calimala), che ho potuto provare con spiegazione dell'autore. Il gioco uscirà a novembre su kickstarter, per cui non ho potuto comprarlo, ma la prima partita, utile a capirne le logiche è stata davvero interessante. L'idea è quella che ad ognuno dei soli 10 turni altro non si faccia se non piazzare una delle proprie casette in uno degli appositi spazi. Il bello sta negli effetti che si producono, perché ogni casetta attiva l'azione corrispondente agli esagoni virtuali dei quali fa parte (tre) e perché anche tutti i possessori di casette presenti in essi potranno a loro volta eseguire le azioni attivate (una per casa). Il bello è che il flusso del gioco praticamente è continuo, con cose da fare senza tempi morti e con catene di azioni davvero interessanti. Il tutto fluisce a tempo di record per i primi giri, salvo poi aprirsi a belle riflessioni sul finale ..." Grazie Pinco!!! (non immagini nemmeno quanto!!! Vero F/\B!O ???)


Tales of Evil
Progetto tutto italianissimo dall'autore di Stay Away e Last Friday! Sta riscuotendo veramente tanta curiosità nel mondo ludico tanto che praticamente quasi tutti i media italiani in un modo e nell'altro ne hanno parlato! Per chi fosse proprio all'asciutto l'ambientazione è anni '80 dove un gruppo di teenager ha fondato la pizza investigation, atta a risolvere piccoli misteri nella loro cittadina. Ci sono chiari riferimenti alla serie TV Stranger Things anche se l'autore ha dichiarato di lavorare su questo progetto prima della famosa serie. Ogni personaggio ha le sue statistiche, abilità e equipaggiamento. Il gioco è composto da diversi scenari su cui indagare, diciamo che lo stile di gioco richiama le case della follia. L'ìntroduzione più innovativa e originale è quella che loro chiamano il Fusion system. Praticamente eseguendo azioni nel mondo reale sarà possibile influenzare l'andamento nel gioco da tavolo. Può capitare di dover andare a visitare un posto buio, avete la torcia ma non le batterie. Potrete recuperare se le avete delle batterie vere per utilizzare la torcia. Oppure vi verrà chiesto se volete togliervi le scarpe, di mandare email, messaggi o telefonate. Penso che se ben integrato possa davvero aggiungere un altro strato di esperienza e sensoriale al mondo dei giochi da tavolo!!!


Borders of Kanta
Piazzamento tessere dal sapore particolare, tendente all'astratto, ma ben ambientato. Si può giocare da 2 a 6 giocatori, ciascuno dei quali prende il comando di uno dei 6 clan. Su un tabellone esagonale, i giocatori potranno piazzare le proprie tessere a partire dalla città di Kanta. Le tessere dei clan sono anch'esse esagonali, dove al centro c'è l'immagine del leader del clan, mentre nei sei lati sono indicati, attraverso delle pergamene di 3 colori diverse, i membri della tribù e quale lingua parlano (colore). Quando si piazza una tessera dobbiamo soddisfare la lingua parlata dai vicini. Piazzando la tessera si controla lo stato sottostante, che può contere diverse tipi di terreno e risorse. Nel caso in cui un cerchio di 6 esagoni viene composto rispettando le adiacenze delle lingue, tutti i componenti del clan guadagnano oro in base a quante tessere hanno all'interno del cerchio. Grazie al controllo dei diversi terreni sarà possibile acquisire carte abilità da utilizzare in combo con le abilità del clan. A fine del gioco colui che avrà raccolto più punti è il vincitore.

2 commenti:

Powered by Blogger.