Recensioni Minute

Recensioni Minute - Alone

scritto da TeOoh!

E' sempre bello combattere tutti insieme per portare a termine la missione contro un singolo personaggio superpompato che cerca di fare i suoi comodi.
Ecco perchè è giusto che noi, tutti quanti cattivi, andiamo a picchiare quel singolo Eroe lasciato tutto solo su questa base stellare!
Alone, gioco di Andrea Crespi e Lorenzo Silva per 2-4 giocatori, durata 90-120 minuti, edito dalla Horrible Games, ribalta appunto il concetto tradizionale del tutti-contro-uno, facendovi provare l'ebbrezza del lavoro di squadra dietro allo schermo del master.

La minutissima per l'Eroe è: durante ciascun turno, potrai eseguire una delle 6 azioni disponibili per muoverti, esplorare, combattere, potenziarti all'interno della base spaziale. Per te sarà tutto oscuro e scoprirai man mano la disposizione di stanze e corridoi per portare a termine la Missione intermedia e quella Finale per poter essere dichiarato vincitore. Attenzione, perchè a fine del round (8 turni) tutto quanto non in linea di vista tornerà oscuro e sarai di nuovo solo!

La minutissima per i Cattivi è: non avete un vero e proprio turno, ma tante carte in mano che possono essere usate come Reazione a quanto scelto dall'eroe durante ogni turno. Potrete quindi piazzare e muovere mostri, creare situazioni di pericolo e ostacolare il più possibile l'avanzata dell'Eroe. Il vostro scopo è portare a zero i punti vita e punti mente, prima che riesca a completare le sue missioni.

Ve l'ho raccontata in maniera più discorsiva che da regolamento, perchè in realtà trovo l'ambientazione davvero ben resa, tanto che, nonostante una spiegazione di regole abbastanza corposa, sono rare le domande durante la partita stessa: tutto scorre tenendo presente il "cosa vorrei che succedesse". Se avete ben chiaro quindi il concetto della vostra fazione, le regole saranno molto facili da ricordare.

Per quanto riguarda i materiali... beh, sono un mondo: riempiono il tavolo tanto che il suggerimento che vi lascio è di sedervi alle due "punte" del tavolo anzichè sul lato lungo. In questo modo i cattivi possono mettersi attorno alla mappa per studiare le mosse e tutto quanto è noto all'eroe rimane ben chiaro al centro del tavolo. Miniature, corridoi, stanze doppia faccia (per quando sono illuminate), mazzi di carte, token, contenitori... tutto è studiato per farvi percepire come questa base spaziale sia temibile e "vuota".

Devo trovarci qualcosa? Che trovo le partite in 4 giocatori molto più piacevoli di un testa a testa. In 2 vi trovate a giocare sempre in silenzio, rendendo l'atmosfera al massimo, ma con una sorta di "distacco" tra i due lati del tavolo; potrete leggere meno l'avversario e tutto si risolve in combinazioni efficaci o meno. In tanti, invece, si crea discussione, escono magari idee anche più malvage e, contemporaneamente, si possono fornire informazioni all'eroe (vere o fuorvianti che siano: sia chiaro però, alle domande poste i cattivi DEVONO dire la verità) che creano una sorta di tensione al tavolo. 
La realtà, però è che giocare una prima partita in 4 può diventare abbastanza lunga, anche se tranquillamente fattibile e gestibile. Semplicemente sforerete le 2 ore.

Vi lascio agli approfondimenti su giocabilità, scenari ecc nel filmato!
Buona visione!


0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.