La vedetta di KS

[La Vedetta di KS] Anno 2 - XIV Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)
La settimana appena passata ha visto KS sospendere due campagne a causa di 'problemi di consegna di precedenti campagne'. Una di queste era Hunt the Ravager, l'altra se mi ricordo bene Unfolded space o qualcosa di simile.
Ora, nei termini di utilizzo di KS è chiaramente scritto che non è possibile lanciare più di una campagna contemporaneamente, così come è chiaramente scritto che KS si riserva il diritto di sospendere o cancellare campagna in caso di problemi di consegna di campagne precedenti. Per quanto riguarda Hunt the Ravager, lanciata da Kolossal Games (Western Legend NDR) sta nel fatto che Kolossal ha due account attivi (Qualcuno ha detto Queen Games?) cosa anch'essa contraria ai termini di utilizzo. Per l'altro gioco i motivi dovrebbero essere simili.
La cosa più eclatante sta nel fatto che KS ha anche cancellato la campagna di Papillon, nonostante la campagna fosse già finita e soldi già presi dai backers. Ovviamente KS ha già scritto ai vari backers dicendo che restituirà i soldi. Ma il problema è un altro.

Kolossal non è l'unica compagnia che ha campagne ancora da consegnare, e a dirla tutta, visto che il tempo medio di consegna di un gioco è di circa 1 anno, una piccola compagnia non può permettersi di fare una sola campagna l'anno, ma un minimo di 2 o 3 sono necessarie per tenere a galla il tutto. CMON che puà essere considerata una delle compagnie veterane di KS fa una media di 3/4 KS l'anno. La domanda è: KS incomincerà ad attuare i termini di utilizzo a tutti? Dovrebbe KS permettere un massimo di campagne aperte? In che modo questo potrebbe influire il futuro di Ks visto che Kolossal comunque ha speso soldi per prototipi, arte e marketing per poi vedersi chiusa una campagna già chiusa? Quali potrebbero essere le alternative? Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti e buona lettura!
  • March of the Ant
  • Oceans
  • Widget Ridge
  • Gloom of Thrones
  • Vampire the Heritage
  • Ocean Crisis
  • Dungeonology
  • Ignite
  • Terraforming Mars: Turmoil
  • Kingdom Rush
  • Try Before You Pledge

March of the Ant
Ne avevamo accennato la settimana scorsa nei 'try before you pledge'. MotA si ispira ai giochi 4x, con un setup da 5 minuti e una partita intorno all'oretta. La prima cosa che salta all'occhio è l'ambientazione. Niente sci-fi, natura pura, al comando di una colonia di formiche i giocatori cercheranno di creare la propria tana, potendo concentrarsi sullo sviluppo economico di essa e la convivenza con le altre colonie oppure giocatre aggressivi cercando di conquistare i territori altrui. Il gioco base fu pubblicato nel 2014 ed ora su KS offrono la nuova espansione. Con circa 40 euro vi portate a casa base ed espansione.


Oceans
Creato da una costola della serie Evolution, Ocean è il nuovo ambizioso progetto degli autori, che in questo gioco adattano ed espandono le meccaniche viste in Evolution e ci portano nel mondo sottomarino.


Widget Ridge
Deck-building Steampunk dove da 1 a 2 giocatori cercheranno tramite l'utilizzo delle carte di accumulare oro e 'scintille' per combinare invenzioni strane in una ancora più strana. La cosa interessante del gioco sta nel fatto che una volta completata una invenzione, essa potrà essere attivata alla fine del nostro turno attivandone gli effetti da sinistra a destra.


Gloom of Thrones
Conoscete il gioco Gloom? Conoscete la serie Il Trono di spade? Ecco sapete tutto quello che c'è da sapere su questo gioco. Come dici scusa? Non sai cosa sia Gloom? Gloom è un gioco di carte dove ogni gestisce una famiglia di 5 membri il cui obiettivo è quello di farli morire. Grazie all'utilizzo di carte trasparenti da posizionare sopra i personaggi, sarà possibile fargli avere incidenti, ammalare e quant'altro accumulando punti negativi. Ovviamente gli altri giocatori potranno cercare di "curare" un tuo personaggio per mantenerlo in vita e togliere i vari malus che tu hai deciso di mettergli e ovviamente tu potrai fare lo stesso. Mi stai dicendo che non conosci Il Trono di spade? Facile, compra Gloom.


Vampire the Heritage
Ecco uno dei rimpianti ludici della mia vita. Sono sempre stato attratto dai GDR, e a parte una campagna a DnD durata circa un anno, non ho avuto modo di giocare granchè. Conobbi Vampire The Masquerade durante il servizio militare grazie ad un commilitone, riuscimmo a fare un paio di sedute e nulla più. Poi, dopo qualche anno, conobbi un gruppo che stava iniziando una campagna 'live' di Vampiri che si sarebbe agganciata ad una in corso di un gruppo di un paese vicino alla nostra città. Purtroppo per divergenza di idee ed opinioni, a parte un paio di sedute 'da tavolo', riuscimmo a fare una sola e vera propria live. Il mio caro Malkavian prete è ancora lì che mi aspetta... Ma veniamo al gioco. Vampire the Heritage è alla base un gioco di carte, con delle componenti legacy e una serie di "minigiochi" al suo interno. Ogni giocatore sara il leader di uno dei famosi clan il cui obiettivo sarà quello di accumulare reputazione grazie all'arruolamento di nuovi vampiri, compimento di missioni e una sorta di controllo del territorio. Praticamente, ogni volta che 'acquisiremo' un umano dal mercato, ci sono 3 parametri di cui dovremo tenere conto. Se la natura/allineamento è la stessa del nostro clan, allora acquisiremo prestigio, altrimenti il nostro allineamento cambierà e ci ritrovere a perdere prestigio. La provenienza: in una piccola plancia separata, troviamo una mappa dell'europa, ognivolta che un umano viene preso sarà indicato da quale direzione viene (N,S,E e O) a quel punto potremo far entrare nella mappa un nostro cubetto dalla direzione indicata ad occupare una regione. A fine gioco in base ai territori occupati acquisiremo altro prestigio. L'ultima caratteristica è vedere se è un umano di alto o basso rango. Su un altra plancetta a parte c'è un tracciato dove è presente un cubetto che parte dal centro, ogni volta che un umano viene preso, si sposta il cubetto verso la direzione del suo rango, ad indicare l'incremento di potere di quel rango. Tutto questo, insieme alle varie abilità e specializzazioni dei vari umani, ci servirà per completare le missioni pubbliche presenti o quelle private. La cosa interessante è che acquisendo umani e facendoli diventare nostri 'figli' creiamo una linea di sangue come in una sorta di albero genealogico. Soddisfando determinati requisiti sarà possibile far entrare nel clan un umano trasformandolo in un vero vampiro. Nel fare ciò gireremo la carta nel suo lato colorato, che avrà una abilità più potente, e nell'angolo in alto a sinistra potremo mettere lo stickers del nostro clan. Ogni partita fa parte di una campagna i cui eventi e missioni seguono una storia. Quando si inizia un nuovo capitolo le carte umano vengono rimischiate ma lasciando le modifiche fatte, quindi in futuro sarà possibile trovare tra i vari personaggi da arruolare vampiri già pronti e belli da far entrare nelle nostre file. Il gioco promette bene, anche se potrebbe essere una scommessa sopratutto per i fan del GDR.


Ocean Crisis
Gioco a tema ambientale, che grazie ad una sorta di piazzamento lavoratori, piazzamento tessere e gestione risorse, ci metterà di fronte alla sfida di impedire l'inquinamento del nostro caro oceano, ovviamente coop, il Pandemic di Mare Nostrum. La plancia centrale presenta un fiume diviso in settori che sfociano nel mare dove è presente una ruota. Ad ogni turno un certo numero di rifiuti viene introdotto nei vari settori del fiume e/o nel mare. I giocatori potranno sfruttare i loro lavoratori ed alcuni lavoratori di pubblico dominio. I vari rifiuti sono rappresentati da tasselli con dei numeri ad indicare la difficoltà di smaltimento che non è altro anche il numero minimo di valore da fare con il dado. Al centro troviamo anche un piazzamento tessere per delineare un percorso per portare uno dei nostri lavoratori in dei siti specializzati che ci faciliteranno la battaglia ai rifiuti. Ogni volta che un rifiuto viene 'salvato' viene mandato al centro di ricerca, il quale ci permetterà di speciallizzarci in un determinato tipo di rifiuto facilitandoci il 'salvataggio'. Ovviamente se troppi rifiuti arricano al mare i giocatori perdono.


Dungeonology
Ludus Magnus Studio, dopo l'ottimo successo ottenuto con Black Rose War si ripresenta con una nuova campagna KS per presentare un diverso punto di vista dei dungeon crawler. Questa volta non siamo eroi, tanto meno mercenari in cerca di gloria, ma bensì studenti dell' Università di Rocca Civetta, il cui obiettivo è quello di studiare le varie culture italiane, ma sfortunatamente i professori si ritrovano di fronte a società atipiche. Come avrete capito, l'obiettivo degli studenti non è quello di attraversare il dungeon sconfiggendo mostri e raccogliere tesori, ma bensì preparare la propria tesi per diventare i prossimi professori, studiando abitudini e raccogliendo informazioni mentre cercano di rimanere sotto copertura. In dungeology quindi dovremo esplorare le vare locazioni cercando di raccogliere informazioni, ma l'interazione è alta, quindi sarà possibile mettersi i bastoni tra le ruote l'uno con l'altro. Inoltre, c'è una meccanica di pesca dal sacchetto, dove sono presenti degli infiltrati che ci rallenterano nella nostra ricerca. E poi, poteva mancare il boss? Ovviamente no, in ogni partita sarà presente un boss che andrà in giro per il dungeon e guai a voi se capitate nella stessa casella! A dispetto di una scelta artistica scanzonata il gioco offre diverse strategie e profondità tattica per riuscire a diventare il nuovo professore dell'unviversità di Rocca Civetta!!!


Ignite
Gioco che miscela skirmish, controllo territorio e deck building. Da 1 a 6 giocatori (8 con gli stretch goal) comanda una delle razze presenti, tutte asimettriche nelle loro abilità, per riuscire a coquistare il territorio di Oshos. Tutti quanti ovviamente partono con lo stesso equipaggiamento, ma grazie ad acquisti mirati, attacchi opportunistici e movimenti tattici i giocatori cercheranno di conquistare il maggior numero di trofei.


Terraforming Mars: Turmoil
Non credo che il gioco necessiti di troppe presentazioni, così come non credo che una campagna KS sia necessaria per pubblicare questa espansione. Ma visto che siamo qui, mi limito a riportare uno scambio avuto con una amico e collega di cui non farò il nome. Nella mail ricevuta dal mio caro amico, mi chiedeva un consiglio al riguardo. Appassionato di Terraforming Mars, non avendone una copia ma con l'idea fissa di comprarlo, mi chiese quando poteva valere la pena andare all in, sopratutto grazie al fatto che sarà possibile selezionare la lingua italia si per l'espansione Turmoil, così come per il base e tutte le altre espansioni. Il suo PRO era il fatto di poter, in un colpo solo, con 139$ portarsi a casa tutto, a fronte di una eventuale spesa in retail di circa 180 Euro, quindi risparmiando qualche soldo. La mia risposta è stata la seguente: innanzitutto non dimentichiamoci le spese di spedizione, che per l'all in sono 34$. Ora 139 più 34 fa 173$ che in euri fa 155. Quindi diciamo un risparmio di circa 25 Euro, giusto? Però. La campagna dice di consegnare per novembre 2019. Onestamente, 6 mesi, per produrre il base e tutte le espansioni, nelle varie lingue (ne sono presenti tante), quando ci voglio mediamente 3/4 settimane solo per la nave dalla Cina alle varie destinazioni, almeno un mese e mezzo per la produzione con una tiratura normale di 1 scatola(ora siamo quasi a 18000 backers),  mi sembra una cosa piuttosto ottimistica. Quindi considerate almeno 1 anno. Vale la pena bloccare 150 euri per un anno per un prodotto che potete acquistare oggi e giocare domani? Considerando magari di poter sfruttare eventuali offerte/Black Friday/quelchetipare ? Considerando la comodità di comprarlo a 'pezzettini'? Secondo me no. Quello che vi consiglio, se proprio volete, pledgiate per l'espasione Turmoil, così riceverete le plancette fighe come si deve e le varie promo, ma per il resto, alimentate il mercato italia, che TM e varie espansioni in italiano le trovate ;)


Kingdom Rush
Ed eccoci di fronte al gioco che potrebbe far decadere l'astinenza da KS sin da Dicembre (oggi ho pledgiato Bloodborn della CMON per assicurarmi l'early bird, ma ancora non sono sicuro di andare a fondo). Lucky Duck Games sembra aver centrato un altro bel colpo. Ispirato al videogioco mobile omonimo, probabilmente ci troviamo di fronte al Tower Defense più innovativo e ben realizzato che almeno io abbia mai visto. Tanti twist in una scatola sola. Primo, le orde di nemici. Carte quadrate con grigle quadrettate all'interno su cui sono posizionati i vari nemici. Queste carte vengono posizionate all'interno di un vassoietto di plastica che si muove lungo il percorso. Torri. Le torri una volta posizionate non rimango fino alla fine della partita, ma a fine turno vengono riprese in mano per poi essere riposizionate al turno dopo. Upgrade delle torri. Se decidete di non posizionare una torre, la potrete (cosa molto consigliata) passarla ad un compagno che al turno dopo potrà farla salire di livello (questo è l'unico modo per farlo). Eroi! Ogni giocatore avrà a disposizione un eroe da far muovere sulla mappa che potrà attaccare e/o schiacciare i nemici. Una volta completata una carta essa ci dona gemme da utilizzare per comprare nuove torri di livello 1 o le abilità speciali dei personaggi. Ma veniamo al cuore pulsante del gioco. Come detto i mostri sono posizionati all'interno della griglia di una carta quadrata. Ogni torre, eroe o sua abilità, utilizza i polimini in stile tetris quando attacca. Per sconfiggere un orda dovremo utilizzare i polimini cercando di coprire tutti i nemici al suo interno. Ma non solo. Gli eroi potranno entrare nella carta ed occupare uno spazio 2x2 a scapito di subire un punto ferita. Ora se a tutto questo aggiungente una produzione di alta livello, miniature degli eroi e dei Boss, ciascuno con il suo mazzo di carte comportamento, una mare di scenari con le varie espansioni esclusive KS sbloccate come SG capirete il mio eccitamento! Ho giocato e finito la campagna del videogioco e a guardare i playthrough devo dire che riesce a ricreare molto bene l'esperienza del videogioco. Brava LDG!


Try Before You Pledge

On Mars (KS, TT
La nuova fatica di Lacerda che ha deciso di dire la sua riguardo il pianeta rosso!

5 commenti:

  1. Dopo aver letto tante recensioni sui suoi giochi e tante diatribe tra suoi seguaci e i suoi assoluti detrattori, ho deciso di dare una chance a Lacerda. Complice l'ambientazione "spazio", che in generale è in assoluto la mia preferita, ho dato ben 90€ (i materiali sono incredibili! Però 90 son sempre tanti...) per finanziare On Mars.
    Staremo a vedere se me ne pentirò amaramente oppure se stamperò una gigantografia del faccione di Vital da appendere in camera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho il ditino caldo anche io.....
      dopo essermi letto draft regolamento e guardo la preview di rhado; per Lacerda è sempre bene informarsi a tutto tondo

      che tipo Lisboa non l'ho acquistato perché son stato brutalmente respinto dal regolamento

      Elimina
    2. giusto, vedendo link qui sotto, immagino tu ne sia già a conoscenza, ma se non lo fossi la campagna ita è su giochistarter, che tra le altre cose permette pagamento a rate.

      Elimina
    3. Sì, grazie. Il pledge infatti l'ho fatto su Giochistarter per avere la versione in italiano e il ritiro a Lucca! ;)

      Penso che tutti i regolamenti di Lacerda siano abbastanza ostici... Lisboa se non sbaglio è proprio uno dei suoi giochi più complicati. On Mars invece dovrebbe piazzarsi nella (sua) media.

      Elimina
  2. https://www.giochistarter.it/scheda.php?item=1001615&crowd=1&lingua=1

    RispondiElimina

Powered by Blogger.