nonsolograndi

[nonsolograndi] Caccia al Tesoro

scritto da LucaCiglione

Mi rivedo bambino, in vacanza per le vie di Maida, un paesello della Calabria, intento a esaminare con attenzione meticolosa una grondaia. Ricordo ancora l'emozione nel tirare fuori un tatuaggio ad acqua...

Ce l'avevo fatta: era la prima caccia al tesoro, che mio padre aveva organizzato per il piccolo LucaCiglione di 5 anni e che fu solo la prima di molte altre fatte poi nei vari campi estivi, con gli amici, in campagna.

La caccia al tesoro è sicuramente, per un bambino, qualcosa di molto divertente ed emozionante. Da papà, ho cominciato a proporla a Gabriele fin da piccolissimo, magari facendogli cercare le uova a Pasqua o anche per superare indenni un giorno di pioggia.

Bisogna dire la verità: a volte prepararla richiede tempo e impegno e non sempre ne abbiamo a disposizione. Ecco allora venirci in aiuto Clementoni che con il suo party game Caccia al Tesoro – per l'appunto – ci promette un valido aiuto, a tema piratesco, per soddisfare bambini dai 6 anni di età.


MATERIALI

Unboxing
La scatola contiene:
  • un forziere di cartone spesso, da defustellare e montare;
  • 48 schede con giochi e rompicapo da risolvere, suddivisi in 8 categorie;
  • 33 cartoncini indovinelli;
  • 2 "puzzle" del pirata;
  • una fustella per posizionare gli indovinelli scelti per la partita;
  • un grande tabellone con l'isola del tesoro da usare in abbinamento ad alcune schede per la ricerca di oggetti.

Il materiale, soprattutto il cartone, è molto robusto; le schede sono abbastanza grandi e sono fronte/retro. La scatola è piuttosto alta per il materiale presente, ma in questo modo permette di metterci dentro il forziere montato.

L'unica nota che non mi ha convinto è la plancia dove riporre gli indovinelli: inserirli è difficile e rischiamo di rovinare il cartoncino. Forse era meglio una scelta diversa.


GAMEPLAY E IMPRESSIONI

Per prima cosa chiarisco, se non lo si fosse già capito dall'introduzione, che non siamo di fronte a un gioco da tavolo propriamente detto, quanto piuttosto a un set di materiale coerente che ci permette in pochi minuti di organizzare una caccia al tesoro casalinga.

Fustella con gli indizi
Si parte raccontando una storia: nel regolamento ce n'è una pronta, ma siamo invitati a usare la fantasia e a inventarne di nuove. Passiamo poi a dare ai piccoli giocatori degli indizi mediante indovinelli (quelli presenti indicano elementi comuni che si possono trovare in qualsiasi casa, ad esempio: "Giro giro... e i panni escono puliti e profumati").

In ogni luogo indicato dagli indovinelli dovremo nascondere un pezzo del puzzle del pirata e una scheda con un gioco da risolvere.

Le schede – come detto – sono 48 e sono divise in famiglie di giochi che spaziano dal colpo d'occhio, alla matematica, alla logica e soddisfano un po' tutti i palati.
Inoltre, il livello di difficoltà è molto variabile e questo ci permette di far giocare bambini di età diversa senza particolari problemi.

Quando il bambino risolverà il gioco gli daremo un secondo indovinello e si prosegue così per 5 o 10 volte (a seconda della decisione di fare una caccia al tesoro corta o lunga) fino a quando viene dato l'indizio finale, che porta al forziere.

Il materiale è doppio, cosicché, volendo, possiamo anche fare una caccia al tesoro competitiva, mettendo a confronto due squadre.


Schede da risolvere
COSA SI IMPARA DA QUESTO GIOCO

Nelle schede troviamo giochi di logica, labirinti, indovinelli matematici: tutti esercizi che sono proposti come gioco, ma che affinano le capacità.

Gabriele ha imparato anche a porre maggiore attenzione nella ricerca degli oggetti, dato che solitamente non trova le cose neppure se le ha davanti in bella mostra.


FINO A QUANDO POSSO GIOCARE

Il gioco è indicato a partire dai 6 anni: alcune schede sono effettivamente più complicate e dedicate a bambini che come minimo siano indipendenti nella lettura e nel far di conto.

Tuttavia, Gabriele, 3 anni e mezzo, ci ha giocato tranquillamente. Ho ovviamente scelto tra le schede quelle più adatte a lui, mantenendomi su giochi legati alla ricerca o al colpo d'occhio (ad esempio il cercare un oggetto all'interno del grande disegno in cartone dell'isola del tesoro), ma non ha avuto alcuna difficoltà.

Quindi il target è corretto se vogliamo usare tutto il materiale, ma limitandoci a usarne una parte si può tranquillamente anticipare o proporre a gruppi di bambini disomogenei.

Non penso che oltre le elementari le schede costituiscano una vera sfida.


IN QUANTI CI POSSO GIOCARE

Puzzle del pirata da completare
Seppur teoricamente non ci siano limiti al numero di partecipanti, in realtà le schede, per quanto grandi, hanno comunque formato A5, quindi, nella risoluzione, i bambini se le contenderanno. Per questo credo che le squadre non dovrebbero essere più grandi di 3 o 4 bambini.

Bisogna anche dire che il regolamento ci spinge a essere creativi e a espandere il gioco con nostri indovinelli, storie e idee, perciò con modalità diverse si può giocare in un numero maggiore.


PERCHÉ GIOCARE CON PAPÀ E MAMMA

Fare la caccia al tesoro con mamma e papà è sempre divertente, inoltre la mamma può aiutare a risolvere le schede più difficili o trovare gli indizi troppo nascosti.


GABRIELE DICE:

"Speriamo che il Pirata venga anche altre volte a nascondere i tesori in casa nostra... magari nasconde anche delle caramelle."
"Papà non c'è niente..." (guardando il piatto doccia con il tesoro semplicemente poggiato in bella mostra)


Puzzle del pirata completo
CONCLUSIONI

Questo prodotto ci toglie ogni scusa per rimandare o non proporre a nostro figlio una bella caccia al tesoro; grazie al materiale presente, infatti, ci permette di organizzarne una, a tema piratesco, in pochi minuti.

La longevità è relativa, dato che le schede sono 48 e, a seconda di quanto le usiamo, finiscono abbastanza velocemente.

Bisogna però dire che il prezzo, che viaggia intorno ai 10 euro, è assolutamente adeguato al prodotto e, per assurdo, la scatola potrebbe essere anche utilizzata "one shot" per una festa di compleanno.

Si ringrazia l'editore per la copia di review.

0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.