[Librogame] The Necronomicon Gamebook: Carcosa

Scritto da Chrys.

Altro capitolo di questa rinascita dei librogame... arriva il secondo (e ultimo) capitolo del ciclo The Necronomicon Gamebook che si intitola Carcosa. Il libro è edito da Officina Meningi ed è sempre scritto da Valentino Sergi.

Si tratta di un libro-gioco (o librogame, che dir si voglia) e in questa recensione darò per scontato che conosciate già a grandi linee il sistema di gioco di cui stiamo parlando, accennandolo solo per sommi capi e soffermandomi di più su altri elementi.

Se non sapete di cosa sto parlando andate a leggere il capitolo"Meccaniche di gioco e peculiarità" all'interno della recensione del primo volume fatta lo scorso anno.

Dopo aver a stento ritrovato la tua stabilità mentale il destino ti riporta nelle strade di Kingsport... riuscirai a contrastare il terribile potere del Re Giallo, salvando l'umanità da un destino raccapricciante, o perderai definitivamente il senno sprofondando nel regno da incubo di Carcosa?

TIPOGRAFICAMENTE PARLANDO
Questo secondo volume è leggermente più corposo del primo, passando da 64 pagine (92 paragrafi) a 80 pagine (110 paragrafi) sempre arricchite dalle ottime illustrazioni di Alberto del Lago, che trovo ulteriormente migliorato, La copertina è sempre di Jacopo Schiavo.

Le pagine interne sono in carta lucida mentre la copertina ha una grammatura leggermente minore della media ed è anch'essa lucida. Personalmente preferivo la carta della primissima edizione (opaca e ruvida) più piacevole al tatto e decisamente più "matita-friendly": scrivere con la matita su carta lucida lascia un segno leggero e soprattutto cancellare diventa complicato perchè la grafite si spalma (per carità... si cancella ma impiegherete il doppio del tempo).

Va comunque detto che in compenso la carta lucida usata rende le illustrazioni e le scritte più vive e contrastate... come molte cose quindi dipende dai gusti personali. Le edizioni attualmente in commercio del volume precedente (ordinabili assieme a questo su kickstarter) hanno la stessa carta lucida quindi probabilmente la mia era una delle prime tirature.

ATTENZIONE: sto parlando della versione a copertina morbida che mi è stata fatta avere ai fini della recensione, ma potrebbe differire in qualità dal prodotto finale; inoltre su kickstarter potete anche richiedere quella a copertina rigida. ;)



LO STILE LETTERARIO
Avrete notato dalla foto della copertina che oltre a Valentino Sergi, l'autore effettivo del libro, risultano anche i nomi di H. P. Lovecraft, Robert Chambers e Ambrose Bierce. Questo perchè, nellottica di rendere l'opera il più possibile simile ai cicli su cui si basa, i vari paragrafi sono stati scritti, con un notevole impegno e amore, rimaneggiando i testi di questi tre scrittori, in modo tale da mantenere inalterato (nei limiti del possibile) lo stile letterario originale.

In particolare i testi sono derivati dal rimaneggiamento di materiale estratto dalle opere: Gli Abitanti di Carcosa (Bierce, 1983), Il Re in Giallo (Chambers, 1985) e dai seguenti racconti del grande Lovecraft: Nyarlatotep (1920), What the Moon Brings (1923), The Whisperer in Darkness (1930) e The Haunter of the Dark (1935).

Il risultato, come già nel primo volume, è eccellente... senza contare anche che si tratta di un approccio decisamente originale alla scrittura creativa.


LA STORIA
Questo racconto interattivo ci riporta nuovamente  nelle strade di Kingsport e torneremo a vestire i panni dello stesso protagonista del primo volume (Dagon). Premetto che NON è necessario aver giocato il primo volume per affrontare questo e potete tranquillamente leggerlo come una storia indipendente ambientata successivamente, ma se avete letto il volume precedente e lo avete anche finito con in mano il Talismano del Negromante sapendo come usarlo allora potrete utilizzarlo in questa seconda parte della storia. Ovviamente non è assolutamente necessario per completare questa avventura ma è solo un piccolo elemento di continuity tra i due libri.



IL SISTEMA DI GIOCO
Se avete già giocato altri librogame classici (o qualche gioco di ruolo) non avrete problemi, mentre se è la vostra prima esperienza vi sarà richiesto un po' più di impegno ma comunque nulla di complicato: tutte le regole del gioco stanno in 4 pagine nelle quali è spiegato anche l'ovvio, mentre l'intero sistema si basa sostanzialmente su due valori (volontà e vigore) e sul tiro di un dado da sei da sommare a uno dei due. Per maggiori dettagli vi rimando alle recensione del primo volume.


CONSIDERAZIONI FINALI
La qualità della scrittura è ovviamente molto buona ed il lavoro di rimaneggiamento dei testi originali è ottimo. Chi non apprezza Lovecraft potrebbe trovare certe parole e in generale la struttura delle frasi un po' troppo pompose o involute, ma ovviamente questo libro si rivolge a chi invece apprezza le opere di Lovecraft, che sicuramente lo apprezzerà e anche moltissimo, trattandosi di uno dei pregi del volume. 
Se invece non conoscete le sue opere o non ne apprezzate lo stile vi suggerirei di passare su altri librogame più tradizionali che possono vantare una prosa più "contemporanea".

L'avventura si lascia giocare con piacere e anzi, devo dire che rispetto al primo volume l'ho trovata molto più godibile in quanto sono più visibili i nostri obiettivi e quindi possiamo compiere scelte mirate a quello che riteniamo meglio per raggiungerli (magari sbagliando), mentre nel primo volume c'era un più forte senso di spaesamento, anche se probabilmente voluto (in effetti in Dagon ci trovavamo proprio dispersi in una città ostile).

Come ho accennato già precedentemente NON è necessario aver letto Dagon per leggere questo Carcosa, ma se lo avete fatto secondo me questo volume rende di più. 
L'incipit (lo trovate anche tra le foto) vi da una breve infarinatura di chi siete e quando il romanzo accenna a fatti precedenti (un solo punto nei percorsi che ho fatto io) ti da la possibilità di avere maggiori info in lettura, sempre integrate nella trama: ricordi, dialoghi, ecc.
Nonostate questo se avete letto Dagon vi sentirete più coinvolti e inoltre, se lo avete finito bene, partirete con un oggetto e alcune conoscenze che vi semplificheranno un po' la vita in questo vostro ritorno a Kingsport.

La complessità non è eccessiva: personalmente ho impiegato tre tentativi per giungere al finale, ma vengo da anni di racconti e GdR a tema grandi antichi: entrambe le cose aiutano a dosare nel modo giusto curiosità, intreprendenza e saggio timore. 
Il lato positivo è che ho incontrato solamente una volta una situazione di morte improvvisa non prevedibile in seguito ad una scelta. Sono scelte che nei librogame non apprezzo... per capirci non c'è nulla di male se una scelta mi porta alla morte a parte che la pericolosità della scelta sia visibile o intuibile: per esempio se scelgo in un librogame di attraversare un ponte in legno marcio e usurato so che è una scelta rischiosa e che magari potrebbe cedere e uccidermi (magari a fronte di una prova fallita) ma non mi da fastidio perchè la colpa è mia che non ho voluto fare magari un giro più largo per risparmiare tempo. In questo libro la maggior parte delle minacce letali arriva abbastanza piano da poterle intuire, stando attenti... ;)

Il titolo è attualmente in piena campagna Kickstarter dove potrete portarvelo a casa con soli 10€ per l'edizione a copertina morbida (o con 15€ se lo preferite in edizione a copertina rigida). Sempre su Kickstarter, se avete mancato Dagon, potete richiedere di avere entrambi i volumi. La campagnia kickstarter è stata già ampiamente finanziata (22.500 € sui 5.000 € richiesti) e terminerà il 14 novembre!Inutile dire che ci sono numerosi add-on ottenibili con il kickstarter, come potete vedere sotto o alla pagina KS.


0 commenti:

Posta un commento

Powered by Blogger.