La vedetta di KS

[La vedetta di KS] Anno 3 - XVII Puntata

scritto da Sayuiv (Yuri)

Grazie all'isolamento ho avuto modo di rivalutare Tabletopia. Dopo una prima impressione negativa avuta 3 anni fa, lo abbandonai completamente. Grazie alla necessità del nostro F/\B!O di fare sessioni in preparazioni della recensioni di Traintopia, ho accettato di partecipare rimanendo questa volta piacevolmente sorpreso dai miglioramenti dell'interfaccia, che avevo trovato ostica. Nel frattempo, con mio fratello avevamo iniziato a fare streaming delle nostre partite ai videogiochi e, visto che avevo tutti i programmi necessari, ci siamo detti: "Perché non registrare le nostre partite?" E da qui ogni volta che giochiamo registriamo. Al che ho pensato: "Molti KS offrono prototipi su Tabletopia" e da lì il passo è stato breve. La settimana scorsa vi ho presentato il video di Resident Evil, questa settimana è toccato a Mini Express. Fateci sapere nei commenti se avete qualche titolo in particolare che è presente su Tabletopia che possiamo provare per voi o magari anche organizzarci e giocare insieme. In futuro cercheremo di espanderci anche su Tabletop Simulator. Ma torniamo ai KS! Due giorni fa è stato annunciato il nuovo Tiny Epic Pirates, con la campagna che inizierà il 19, mentre tra due giorni Cranio dovrebbe lanciare Maharaja. Ma oggi è SHOEL che fa parlare di sé. Creato da una nuova casa editrice italiana, al suo primo tentativo su KS, sta creando un po' di malcontento. Per prima cosa, per ora, non è prevista la lingua italiana. Secondo, i creatori hanno scelto la strada della trasparenza, piazzando come obiettivo 300 mila euro e spiegando come non vogliano seguire la pratica piuttosto diffusa di mettere un obiettivo basso giusto per dire "FUNDED IN XX TIME", per poi pompare con SG che avrebbero o sono stati pianificati per far parte del gioco sin dall'inizio. Qualcuno li ha trovati arroganti, io semplicemente apprezzo l'onestà e la trasparenza. Tra l'altro, la campagna è davvero ben fatta e ai livelli che ci hanno abituato i grossi nomi di KS. Non mi esprimo sul gioco ancora, perché non ho approfondito, ma se volete, intanto andate a darci una occhiata.  
  • Small Railroad Empires
  • Final Girl
  • FrogKnight
  • The Great Barrier Reef
  • Canvas
  • Mini Express
  • Try Before You Pledge

Small Railroad Empires
Come avrete intuito dalle immagini ci ritroviamo a che fare con i treni! SRE coinvolge i giocatori nella gestione di una linea ferroviaria. Miscelando meccaniche di raccolta e consegna, costruzione della rete e collezione set, i giocatori si sfideranno a chi riuscirà a guadagnare il maggior numero di punti reputazione. Nel proprio turno i giocatori sono obbligati a posizionare due token ferrovia del proprio colore, pagando il relativo costo in baste al tipo di esagono in cui lo andranno a piazzare. Nel momento in cui riusciamo a collegare una fabbrica con una città che richiede i materiali presenti nella fabbrica, potremo fare una consegna. A questo punto si posiziona un nostro treno che sta a indicare una stazione: non potremo più fare consegne in quella città. Grazie alla consegna andremo a guadagnare soldi e reputazione in base a quanto è lunga la tratta utilizzata. Inoltre, potremo giocare eventuali carte dalla mano che vengano soddisfatte dalla consegna, ovvero delle missioni personali. Se non vi bastasse, aperte a tutti, ci sono degli obiettivi da soddisfare. Il primo che li risolve prende un bonus punti maggiore dei giocatori che le risolvono successivamente. L'obiettivo degli autori era quello di creare un gioco adatto alla famiglia, ma che comunque riesca a dare un buon grado di soddisfazione anche ai giocatori più esperti, coinvolgendo tutti. Il gioco sembra semplice nelle regole e nell'esecuzione, senza tralasciare un aspetto strategico nella pianificazione a medio e lungo termine. Per chi volesse approfondire, nella campagna trovare anche il regolamento in italiano.

Final Girl
Van Ryder Games riprende le meccaniche base di Hostage Negotiator per creare un altro gioco dedicato al solitario, ma questa volta in salsa horror. La tematica del gioco riprende le classiche scene di film dell'orrore, dove una povera ragazza si ritrova ad affrontare l'omicida di turno. Il pledge base comprende la scatola base, che contiene tutti i componenti necessari per giocare, più un film a scelta tra i 4 presenti al momento. Ogni film ci propone il killer di turno, il luogo del film più 2 personaggi da utilizzare. In ogni partita si seleziona il killer e il luogo, questo andrà a creare il mazzo del killer mischiando le sue carte con quelle del luogo scelto. L'obiettivo del gioco è quello di riuscire a uccidere il killer mentre cerchiamo di mettere in salvo gli altri innocenti presenti. In un sistema simile a HN, avremo delle carte di partenza che ci permettono di eseguire determinate azioni come muoversi, cercare, far muovere gli innocenti, attaccare. Ogni azione però richiede un certo numero di clessidre che andranno tolte dalla quantità disponibile a inizio turno. Alla fine delle nostre azioni, si tira un dado per vedere le azione che verranno eseguite dal killer. A questo punto, usando le clessidre non utilizzate durante la fase azione, potremo comprare nuove carte mentre quelle usate verranno rimesse a disposizione per essere ricomprate successivamente. Nel momento in cui riusciamo a salvare un determinato numero di innocenti, il nostro personaggio sblocca la sua mossa finale, mentre il killer, mano a mano che uccide innocenti, diventa sempre più forte, sbloccando anche lui nuove azioni. Alla fine ne rimarrà soltanto uno! Voi o il killer. La cosa interessante è che sarà possibile mischiare killer e luoghi, per creare nuove combinazioni, oltre al fatto che una stessa accoppiata può essere affrontata con personaggi diversi. Inoltre, le due mosse che il killer può sbloccare vengono scelte casualmente, creando ulteriore varietà. Certo, 89 dollari più 24 di spedizione per prendere il base e i 4 film presenti non sono pochi, ma pure con HN Van Ryder Games aveva avuto un approccio simile, cosa che sembra gli abbia funzionato anche in questa campagna.

FrogKnight
Simpatica riproduzione da tavolo del tanto popolare Battle Royale che ha fatto furore nel campo dei videogiochi grazie a Fortnite, Apex Legends, Warzone solo per citarne alcuni. La plancia è composta da un quadrato al cui centro andranno a posizionarsi dei pezzi di plancia concentrici, ognuno separato dall'altro. Dopo aver scelto il proprio personaggio e aver deciso da dove partire, nel proprio turno tireremo un dado per muoverci e poi pescare una carta del colore della zona in cui siamo. Le carte verdi sono quelle più potenti, ma sono anche quelle più lontane dal centro, per poi andare con le blu e le gold che scendono di potenza (stranamente proprio il contrario utilizzato nel sistema di rarità nei videogiochi...). Quando incontreremo uno degli altri giocatori, potremmo ingaggiare una battaglia, giocando carte. Colui che avrà il valore combattimento maggiore vincerà, ma bisogna sempre stare attenti alle carte speciali, che possono stravolgere il conteggio. Ogni volta che viene estratta una carta distruzione, la parte di plancia più esterna verrà tolta e con essa i personaggi che malauguratamente si troveranno nella parte sbagliata del tabellone, simulando effettivamente la nube presente in questo tipo di giochi.

The Great Barrier Reef
Gioco di piazzamento carte. Ogni carta è divisa in 4 dove possiamo trovare la rappresentazione di pesci, squali, coralli, spugne di mare o stelle marine. In ogni turno dobbiamo posizionare una carta che sovrapponga in parte una delle carte già presenti sul nostro tavolo, per poi pescare una carta dal mazzo indicato sul numero presente nella carta. In fase di setup, si selezionano delle carte obiettivo, che possono garantire bonus formando certi schemi con gruppi di 4 pesci dello stesso tipo. Coprire le spugne di mare permette di aumentare il valore di punti bonus sulle carte obiettivo, mentre coprire uno squalo permette di diminuirle o aumentarle di 2. Inoltre, eventuali stelle marine non coperte daranno un malus di 2 punti a fine partita.


Canvas
Idea originale che sfrutta le carte trasparenti. Ogni giocatore sarà un pittore il cui intento sarà quello di creare 3 quadri. A inizio partita si pescano 4 tra le 12 carte giudice, che indicheranno in che modo andremo a guadagnare coccarde, le quali a fine partita ci indicano quanti punti avremo fatto. Le azioni del gioco sono 2: o prendo una carta o creo un dipinto utilizzando 3 carte. Ogni carta trasparente ha raffigurati diversi elementi, la metà di un titolo e in basso da 1 a 5 bande colorate con dei simboli. Questi simboli sono quelli che ci permetteranno di acquisire coccarde dai rispettivi giudici quando avremo completato un quadro. Le carte possono essere prese da un mercato visibile a tutti e quando prendiamo una carta dobbiamo posizionare un segnalino ispirazione su ogni carta presente alla sua sinistra. In qualsiasi momento vogliamo, possiamo utilizzare 3 carte in nostro possesso per creare il quadro, decidendo in che ordine sovrappore le 3 carte. Questa scelta sarà fondamentale, visto che se due carte hanno una o più bande dello stesso colore, quelle sotto verranno nascoste e non considerate dai giudici. A fine partita si vede quante coccarde abbiamo per ogni giudice e quanti punti guadagniamo, aggiungendo eventuali punti bonus che possono essere presenti sulle carte. Nelle FAQ c'è scritto che stanno lavorando con un editore italiano.

Mini Express
Ho avuto modo di fare una partita a questo gioco su Tabletopia in 5 giocatori. Che dire? Le prime impressioni sono positivissime, lo considero un piccolo gioiello: un family con tutte le carte in regola per piacere a tutti, viste le meccaniche semplici, ma anche un buon grado di profondità. Siamo tutti magnati e iniziamo la partita con due certificati di colore diverso, appartenenti alle 4 compagnie presenti nel gioco. Ogni compagnia ferroviaria ha la sua città di partenza. In fase di setup si posizionano i segnaili materiali casualmente in ogni città, ognuno dei quali rappresenta 2 materiali o l'eventuale jolly. In basso a sinistra trovano posto i certificati delle compagnie e ognuna inizia con 4 treni disponibili. Alla destra del tabellone troviamo i tracciati influenza (ognuno collegato a un tipo di materiale e compagnia), dove ciascun giocatore inizia da 1, mentre di fianco il valore di ogni compagnia che parte da 0. Nel proprio turno è possibile fare 1 di due azioni: creare un tracciato o prendere un certificato. Per creare un tracciato, dobbiamo scegliere una compagnia, prendere i treni disponibili, collegarli a uno dei suoi treni già presenti per creare un collegamento con una città. Va da sé che i treni necessari devono essere disponibili. A questo punto il giocatore sale di 1 influenza sui tracciati dei materiali mostrati (possono esserci anche 2 materiali uguali) mentre la compagnia di quel treno avanza sul tracciato tanti spazi quanti spazi percorsi che non siano città. Se, posizionando i treni, occupiamo spazi già occupati, le compagnie presenti guadagnano un treno a disposizione per ogni casella. Le città inoltre possono ricevere da un minimo di 1 a un massimo di 3 compagnie diverse, a seconda del colore della città. Quando si prende un certificato, invece, il giocatore deve retrocedere sul tracciato influenza di quella compagnia di tanti spazi quanti sono i treni disponibili in quel momento, per poi aggiungere 3 treni a disposizione dalla riserva. Il gioco termina quando i certificati di due compagnie sono finiti o quando due compagnie non hanno più treni a disposizione né sulla plancia e neanche in riserva. Ripeto, il gioco è filato liscio come l'olio, nonostante giocassimo in 5. Il video che abbiamo fatto dove spieghiamo, giochiamo e diamo le nostre impressioni, dura meno di un'ora e 20 e questo considerando il tempo extra richiesto dall'utilizzo di Tabletopia, che inevitabilmente rallente alcune tipi di operazioni. Certo, il dubbio è che in 2/3 giocatori ci si dia meno fastidio e il gioco diventi più strategico, mentre in 4 e 5 magari pende di più verso la tattica. Il gioco offre anche una modalità in solitario. Se volete farvi una idea più approfondita vi metto il video qui sotto!!!



Try Before You Pledge

Chronicles of Marlis (KS, PDF)
Gioco di carte espandibile con ambientazione fantasy dove i giocatori combatto per il proprio regno, sfruttando effetti particolari, creature, enigmi e edifici.
PnP: Versione prototipo con poca grafica, la stampa è piuttosto impegnativa. Prevista la versione inglese e spagnola.

Gunfighter (KS, PDF, TT)
Gioco per 2, dove i giocatori si sfidano a duello nel western attraverso le carte abilità che vengono selezionate contemporaneamente e che permettono quindi diverse azioni come schivare, schernire, intimidire o colpire l'avversario.
PnP: Versione dimostrativa a colori, si tratta di stampare 7 pagine + regolamento. È presente del testo in lingua sulle carte.

Railroad Ink Challenge (KS, PDF)
Progetto italianissimo della Horrible Guild: si tratta di 2 nuovi roll&write della famiglia Railroad Ink. Anche in questo caso si drovrà creare una rete collegando il maggior numero possibile di uscite, ma ci saranno nuovi obiettivi, punti bonus e nuovi dadi con effetti e strutture speciali da collegare.
PnP: Versione in bianco e nero del tabellone, associato a un'app che permette di tirare i dadi particolari del gioco. Per giocare in 2 basta stampare 2 pagine.

[La vedetta di KS] Anno 3 - XVII Puntata [La vedetta di KS] Anno 3 - XVII Puntata/>
Rating: 5

1 commenti:

  1. Visivamente mini express assomiglia tantissimo a Chicago express...

    RispondiElimina

Powered by Blogger.