mercoledì 20 ottobre 2010

Essen 2010 e dintorni .. - parte VII

Si avvicina la fiera di Essen ed aumenta, esponenzialmente, il flusso di titoli che ogni giorno sono proposti nei siti specializzati: la carrellata che propongo assomiglia sempre più ad un selezione ;)


Argentum Verlag
La casa editrice in questione, reduce dal buon successo ottenuto lo scorso anno con il suo Hansa Teutonica, proporrà quest'anno una espansione per tale titolo, denominata East Expansion, che proporrà un nuovo tabellone di gioco ed alcune carte con obiettivi segreti. Qui trovate le regole in inglese, per maggiori info. Sempre per i tipi della Argentum è stato poi annunciato First Train to Nuremberg, il quale è una edizione rivista del Last Train to Wednesdale di Wallace, e che proporrà su di un lato la mappa del gioco che reimplementa e sull'altro quella della sua nuova versione, adatta anche per due giocatori e con ambientazione 'tedesca'.  Vi sono poi alcuni lievi aggiustamenti alle regole (qui il manuale in inglese). Chi si è perso la prima uscita del titolo ferroviario di Wallace potrebbe fare un pensierino a questa ...


Cranio Creations
I ragazzi della 'febbre da cavallo' hanno deciso quest'anno di raddoppiare, nel senso che oltre al già annunciato 'Fuga degli alieni dallo spazio profondo' , del quale si sa per ora poco, ossia solo che si tratta di un gioco basato su carte, di 'strategia e bluff', ambientato in una nave spaziale di ricerca danneggiata, nel quale i giocatori cercheranno di sfuggire alle brame degli alieni affamati, propongono anche un party game dal titolo Monkey See, Monkey do, nel quale i partecipanti si sfideranno nel cercare di mimare quanto indicato dalle carte, guadagnando, nel farlo, 'penitenze', le quali li costringeranno, nel mimare ancora, ad assumere determinate posizioni. Il tutto promette bene, sotto il profilo del caos ed interattività ed anche per quanto riguardo il prezzo siamo in un range decisamente più che accettabile per entrambi i prodotti (19,90 euro, con possibilità di preordine a 16.50: per chi fosse interessato rinvio al sito della casa). Segnalo che giusto giusto in questi giorni è comparso sul sito della casa anche il regolamento del gioco ad ambientazione fantascientifica di cui si parlava poco fa.

Czech Game Editions
La casa nota per titoli del calibro di Dungeon Lords, Shipyard e Space Alert, anche quest'anno propone nuovi titoli, che attirano, spontaneamente, un certo interesse in virtù del clamore suscitato dalle precedenti produzioni. 
Per ora è stata data notizia di un gioco di carte leggero (per 2-5 giocatori, da 20 minuti a partita), dal nome Sneaks and Snitches, di Vlaada Chvatil, ambientato nel mondo delle truffe di alto livello (tipo Ocean Eleven, per capirci). Dopo questi primi avvisi ne sono poi seguiti altri, legati alle ultime due creature di Vlaada Chvatil, ossia Travel Blog e 20th century: il primo dovrebbe consistere in un gioco a sfondo vagamente educativo, nel quale si è portati, 'in logica non da trivia', come spiega la casa, ad viaggiare per il mondo (il tutto ricorda un pò l'idea di Fauna, riportata nel mondo della geografia, per capirci) , mentre  il secondo è un gestionale con piazzamento tessere e meccanismi da asta, nel quale i giocatori saranno chiamati a sviluppare altrettante nazioni, con lo scopo di costruire un sistema che consenta lo sviluppo, riducendo al minimo l'inquinamento. In 20 th century ci saranno tessere tecnologia, territorio e rifiuti  in quantità, il tutto con una grafica verdeggiante e rilasaante. Vedremo presto se la casa ceca avrà ancora altro in serbo ...


Gen X
La casa spagnola propone per Essen due novità. La prima è Target Earth, di Jacobo Cacigal, titolo che invita i giocatori, con meccaniche da cooperativo, ad attivarsi per difendere il nostro pianeta dalla invasione degli alieni. Per ammissione dello stesso autore una ispirazione di massima è stata presa, nel pensare a questo prodotto, alla nota serie X-com che svariati anni fa era uscita, con questa ambientazione, sui PC, riscuotendo grande successo. Due saranno i seti di regole utilizzabili, l'uno decisamente improntato alla collaborazione e lotta contro i nemici alieni e l'altro definito  semi-cooperativo, con obiettivi distinti tra i vari giocatori. Il secondo è invece un gioco di carte, dal nome Total Rumble di Oscar Arevalo, destinato a coinvolgere da 2 a ben 12 giocatori in una lotta senza esclusione di colpi, utilizzando ogni cosa disponibile (sulla carta, of course), come sedie, scalette et similia, per imporsi sugli avversari.


Ghenos Games
La casa nostrana si indirizza con sempre maggiore convinzione e forza sul mercato dei titoli sportivi, proponendo per Essen ben tre news (coprodotte dalla Ghenos), tutte consistenti in prodotti che saranno commercializzati in vari paesi ed il cui regolamento (curato dal duo Genovese - Emdin) è da loro stessi curato.
Dando uno sguardo più in profondità si nota che saranno proposti titoli sul calcio, sulla pallacanestro e sulla Formula 1. Il primo ha il nome di Uefa Champions League e si svolge su di un campo da calcio diviso in caselle quadrate, all'interno del quale si muovono le miniature colorate delle due squadre coinvolte, svolgendosi il gioco con un alternarsi tra attacco e difesa, potendo aver luogo passaggi corti, lunghi e via dicendo, il tutto utilizzando meccanismi di facile comprensione (tipo quello sulla 'marcatura', che sottrae al tiro di dadi un punto per ogni giocatore avversario nelle vicinanze di chi ha la palla) e carte. 
Il secondo è invece ambientato nel mondo del basket USA, recando il nome di NBA AllStars : qui le miniature hanno dei valori di velocità, capacità di passaggio e percentuale di successo nei tiri da due e tre punti e si muovono su di un campo da 12x7 caselle. Vi sono regole che implementano i concetti di schiacciata, palle rubate, blocchi, ecc.
L'ultima news è invece legata al mondo delle corse e si chiama F1, godendo della licenza della maggiore tra le competizioni di questo tipo. 12 sono qui le auto che competono tra loro sui due circuiti proposti (divisi in caselle), vertendo le dinamiche della partita sul corretto utilizzo di pneumatici, marce, scie, ingaggi, condizioni climatiche e sull'uso di apposite carte. Qui la concorrenza è assai agguerrita e gode già di molti fans, per cui ambizioso è il progetto di rubare la scena ai titoli che sinora hanno sceltto questa ambientazione.

Le Joueur
La casa francese, che sarà presente a sua volta ad Essen, proporrà i giochi di carte L’Aventure c’est dur e Hacker (party game), nonchè il titolo sul riscaldamento globale del mondo Deluges, il gioco Sandwich ed un numero della rivista Jeu de Rôle magazine (N°12). La stessa casa ha inoltre in preparazione un ulteriore gioco, dal titolo Citè, di piazzamento di tessere, il quale verte sulla costruzione di una città: in questo caso ogni edificio avrà determinate capacità produttive ed effetti su quelli confinanti, miscelando meccaniche da gioco di piazzamento con altre di tipo gestionale. Quest'ultimo titolo è disponibile, per i più ardimentosi del print and play, anche per il download su BGG, in vista di un feedback.

Petroglyph
Il produttore americano, specializzato sino a poco tempo fa nella ideazione di videogames, sta cercando di allargare i propri orizzonti e propone in questo periodo l'uscita di un titolo che dovrebbe rappresentare, nei loro progetti, l'avvio di una nuova 'serie' di prodotti, ossia Heroes of Graxia, ideato dal duo Chastain - Kroegel , che già aveva curato i titoli della serie Panzer General - Allied Assault. Il gioco riprende, nella sostanza, le meccaniche del citato predecessore, portandole nel mondo fantasy, per cui abbiamo anche qui grosse tessere quadrate (con specifici valori ai fini dell'attraversamento, attacco - difesa, nonchè effetti)  che vanno a comporre i vari scenari proposti dal manuale ed unità che fronteggiano sul campo di battaglia identificate da altrettante carte, le quali ne illustrano le capacità, sia attraverso numeri che mediante spiegazioni (tipo le carte di magic, per capirci). Completano il tutto alcune miniature (poche, ossia una per esercito), in un titolo destinato a chi abbia già apprezzato la serie Panzer General. Del titolo è prevista anche una versione per PC. Qui troverete maggiori info su di esso.

Placentia Games
Si tratta di una neonata casa produttrice, la quale propone sul mercato il suo primo titolo. E' un gioco per 2-5 giocatori, dal nome Florenza, ambientato nel capoluogo toscano nel rinascimento, dove i giocatori ricopriranno il ruolo di mecenati, intenti ad attirare alle proprie dipendenze le menti più eccelse dell'epoca. Nomi come quello di Tiziano, Brunelleschi, Bramante e Leonardo (da Vinci, obviously) sono quelli che sentirete giocando a questo titolo di gestione risorse. L'edizione del prodotto è stata curata in collaborazione con la Post Scriptum e la Scribabs, che ne hanno dato notizia recentemente.
Il livello di difficoltà del titolo è piuttosto orientato verso il difficile, trattandosi di un prodotto che si pone come target i core gamers e che propone meccaniche sufficientemente complesse (intese soprattutto in chiave di numero di potenziali scelte a disposizione) ma inserite all'interno di una struttura di gioco ben comprensibile.

Queen Games (aggiornamento)
La casa della Q maiuscola sta aggiungendo nuovi titoli alla linea di prodotti in uscita , comuncando lentamente notizie al loro riguardo. A quanto già segnalavo in precedenza si aggiungono ora Castelli di Gunther Burckardt, del quale riproduco l'immagine a lato, tratta dal loro sito, che rappresenta per ora l'unica info disponibile sul gioco, Show Manager e Discover India, per i quali ci sono addirittura meno dati disponibili. In compenso in giro per i siti specializzati i tre prodotti sono pubblicizzati con altrettanti banner pubblicitari, per cui si deve intendere che la strategia della casa si di diffondere per ora i nomi dei giochi, riservandosi di lasciar trapelare con calma maggiori dettagli. Per chi volesse di tanto in tanto controllare questo è il link della pagina web con le novità Queen.

Rallyman
La neonata casa francese non richiede di compiere un grande sforzo di memoria ai suoi potenziali clienti, visto che reca lo stesso nome del titolo, ideato da Jean Christophe Bouvier, che proporrà per festeggiare la propria nascita. Il gioco poi, come il nome suggerisce, è di corse ed ambientato nel mondo dei Rally: i percorsi saranno qui costruibili dai giocatori sfruttando le tessere a disposizione, da 'incastrare' nel modo preferito, sfruttando la non circolarità dei percorsi che normalmente si utilizzano nel mondo rally. A disposizione dei giocatori vi sono vari dadi 'marce' ed accellerazione, carte marcia e gomme, gettoni secondi e quanto necessario a simulare i meccanismi tipici di questo genere di gare di corsa, con ipotetiche derapate, tagli, sorpassi (questi meno frequenti nei rally ..), dossi e così via. Per chi desiderasse approfondire sul sito della casa vi è anche il manuale italiano ..

Theta
La piccola casa tedesca propone un titolo 'astratto' dal nome Minotaurus, del quale poco per ora si sa, nel senso che il regolamento messo a disposizione, di sole due pagine, è solo in tedesco. Un buon motivo per menzionare però questo titolo sta nel fatto che i pezzi di gioco sembrano essere in pietra: rinvio comunque i più curiosi al sito della casa, sove compaiono almeno delle foto ...

Zvezda
La casa editrice russa, sinora attiva primariamente sul mercato della modellistica, sembra voler compiere il passo di entrare anche nel mondo dei giochi in scatola, con il brand Sirius Products. Ad oggi si ha notizia di ben tre titoli, appartenenti a diversi ambiti, che sono stati annunziati, ossia Hegemonia, di Pascal Bernard, titolo ambientato (anche se storicamente non credo sia, volutamente, affidabile) nel 'europa dell'antichtà, dove le principali potenze dell'epoca (romani, greci, persiani, germani e cartaginesi) si fronteggeranno per il controllo del vecchio continente. Tra i materiali sono annunziate oltre 100 miniature, per cui si può pensare ad un titolo del tipo Risiko o Axis & Allies, ma , stante il perdurante silenzio della casa, chissà quando ne sapremo di più .. Il secondo è invece una ideazione di Frederic Moyersoen, già codesigner di Batt'le kha'os (ne parlavamo qui, con intervista) dal titolo Van Helsing (l'autore ha realizzato anche un divertente trailer che potrete vedere qui), mentre il terzo, di Christof Boelinger, avrò il titolo di Skycrapers. Il distributore tedesco è la Hutter trade, ma altro non si sa per ora. Completerà il catalogo delle uscite della casa una riedizione del titolo di Knizia Polar Derby (che si chiamerà ora Mausezocken)

- Nota: i diritti sui titoli citati spettano alle rispettive case produttrici, sempre indicate nel parlare dei vari giochi. Le immagini sono state tratte dai siti delle case in questione e/o dai rispettivi manuali o dal sito Boardgamegeek: (postate da Matteo Panara,  Ender Wiggins, Gilberto von Allmen, Daniel Val)  ai proprietari dei giochi e delle immagini spettano tutti i diritti su di esse: vi è piena disponibilità a rimuovere ogni notizia od immagine su semplice richiesta o ad aggiungere specificazioni o chiarimenti --

2 commenti:

  1. con tutte le case che hai recensito quest'anno la prossima volta che devo proporre un regolamento chiedo a te a chi è meglio rivolgersi

    RispondiElimina
  2. Pensa che ho anche fatto una personalissima selezione e che di molte altre, non essendo pervenute info significative prima della fiera, non ho proprio parlato .. ;) Cmq, per ogni necessità, a 'isposiziò ... ;)

    RispondiElimina