venerdì 22 ottobre 2010

Essen: trend del momento ..

Solo un veloce aggiornamento sull'andamento della fiera dei giochi più famosa del mondo, con riferimento in particolare ai titoli che sembrano essere per ora un pò sulla bocca di tutti.

Il titolo che sta riscuotendo, sulla base dei vari report che si affastellano su internet, il maggior successo è sicuramente il 'predestinato' della fiera, ossia il 7 Wonders del quale abbiamo avuto occasione di parlare poco tempo fa con il suo autore Antoine Bauza : le copie portate dalla casa, che erano 777 (numero scelto non a caso) risultano essere esaurite (o prenotate) e con loro se ne sono andate anche le carte speciali 'ottava meraviglia' che erano distruibuite in abbinamento (la Manneken Pis , statua posta nel centro storico di Bruxelles, raffigurante un bimbo intento a compiere i propri bisognini ..., di cui alla immagine a lato, tratta da BGG, postata da Mark Johnson). Le copie 'ordinarie' sono però nelle mani anche dei rivenditori 'normali', per cui pare che alla fiera tutti girino con una copia del gioco della finora poco conosciuta Repos, la quale sembra aver fatto il gran colpaccio e che ha già annunciato di essere al lavoro su nuove espansioni del gioco.
 
Venendo poi alle classifiche di gradimento che impazzano durante la fiera passo ad illustrare brevemente i primi risultati parziali, sottolineando, doverosamente, che si tratta di graduatorie in realtà prive di qualsiasi reale valore statistico, visto che i votanti sono solo i pochissimi motivati che si recano agli stand che propongono questo servizio. Per capirci il solito 7 Wonders, alla classifica di BGG, risulta aver ottenuto un lusinghiero punteggio medio di 4.1 su 5, ma sulla base di soli 71 voti, sulle decine di migliaia di visitatori !
Comunque, visto che siamo appassionati, segnalo che le due classifiche più note sono quelle della rivista online Fairplay Online Magazine e quella di Boardgamegeek.
La prima, i cui risultati parziali sono usciti grazie alla comunicazione data dal sito BGN, porta in testa, a sopresa, un gioco di carte in scatola piccola, edito dalla DDD Verlag, ossia Habemus Papam 1655 di Christoph Bauer (con soli 14 voti, però - immagine tratta da BGG, postata da Nuno Senteiro), seguiti nell'ordine da Troyes, 7 Wonders, Olympus, Vinhos, Merkator, Navegador, Age of industry e Rallyman. A ridosso delle prime dieci troviamo anche Florenza e nei 30 Rio de la Plata, a conferma del fatto che i titoli nostrani, tra autori ed editori, si stanno difendendo bene!

La seconda classifica invece, tenendo conto solo dei titoli che hanno ottenuto per ora almeno 10 voti, vede a sua volta in testa un titolo a sorpresa, ossia Genesis di Peter Hansson, edito dalla Gigantoskop, che totalizza un ottimo 4.2 /5 di media, seguito da una lista di titoli a 4.1, ossia il più volte citato 7 Wonders, Vinhos, Merkator ed Era of Inventions. Già a 4.0 ci sono poi due titoli del buon Feld, ossia Furstenfeld e Scharzer Freitag, nonchè il non più 'nuovo' Fresco, Mr Jack Pocket ed il London di Wallace.

A parte qualche new entry dell'ultim'ora, come i due (probabilmente) provvisori capoclassifica, si conferma la tendenza a vedere nelle preferenze dei fan i titoli che maggiore spazio avevano conquistato nel buzz di internet del pre-fiera, cosa che fa comprendere come il marketing sia di questi tempi essenziale.
A margine segnalo come un certo rumore lo stiano facendo anche alcuni titoli minori, tra i quali menziono Flaggo!, una sorta di Fauna geografico, Masters of Economy  un financial simulator edito dalla polacca Sinonis ed il 'piccolo' Key West, di cui parlammo pochi giorni fa con il disegnatore Cosimo Tassone.

Ok, per ora direi che ho fin troppo ingigantito le 'inattendibili' classifiche esseniane, per cui chiudo, lasciandovi all'imminente uscita di una chiacchierata avuta con il buon Walter Obert, il cui Loch Nes sta parimenti attirando varie attenzioni (desiderate) alla fiera !

Nessun commento:

Posta un commento